RRC1

PETA: boicottare la lana d’angora

Fluffy white bunny rabbitLa PETA, People for the Ethical Treatment of Animals, ha esortato i consumatori a boicottare gli indumenti prodotti con la lana di coniglio d’angora.

L’organizzazione animalista ha, infatti, accusato, alcune aziende agricole cinesi, di maltrattamenti sugli animali.

Un attivista infiltratosi in alcune aziende agricole delle province di Jiangsu e Shandong, appartenente a PETA Asia, ha documentato con una telecamera nascosta, le vere e proprie “torture” che si consumerebbero in alcuni allevamenti cinesi a danno dei piccoli e indifesi conigli.

Il video shock mostra alcuni animali vivi e non anestetizzati, legati per gli arti a dei trespoli di legno, a cui viene barbaramente strappata la pelliccia, a mani nude, dai dipendenti degli allevamenti, mentre in sottofondo si sentono le loro strazianti urla di dolore.

Altre rasano gli animali, ma il procedimento, secondo gli animalisti, li fa comunque soffrire.

Dopo essere stati sottoposti a tali torture, che avvengono ogni tre mesi, i piccoli coniglietti vengono riportati in anguste e sporche gabbie dove vivranno, in solitudine, dai tre ai cinque anni prima di essere crudelmente uccisi perché non più utili per il commercio della lana.

Si ricorda che il pelo di angora viene utilizzato per produrre capi pregiati, sia di maglieria che di tessitura, inoltre,  la sua grande morbidezza e delicatezza lo rendono indicato per l’abbigliamento infantile e per la biancheria intima calda.

Spesso viene lavorato insieme alla lana fine, al mohair, all’alpaca o alla seta.

La fibra viene anche usata per le calze.

Secondo la PETA il 90% di lana d’angora proviene dalla Cina, dove non vi è una regolamentazione certa contro il maltrattamento degli animali negli allevamenti, anche se il prodotto finale viene confezionato altrove.

L’appello degli animalisti è quello di controllare l’etichetta del prodotto e qualora vi sia la scritta “angora” di non comprarlo.

 

Ultima modifica ilLunedì, 18 Agosto 2014 11:50

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/modules/mod_weather_gk4/helper.php on line 408

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/modules/mod_weather_gk4/helper.php on line 409

Roma