RRC1

Campania

Campania (4)

Una Napoli da non perdere

994215 467700129989723 71271365 nConcentriamoci su quest’affermazione prima di tutto: Napoli non ha limiti, e lo dimostra il fatto che i partenopei hanno contribuito alla formazione di una civiltà colorata e impegnativa che va sempre oltre la sospirata banalità del male, ma che non si deve smettere di tutelare con quella sana voglia d’appartenenza, pertanto è indispensabile una dimora indimenticabile per non disperdere quest’ultima, di ampio respiro interpretativo per accentuare l’originalità della speranza popolare. 

Ci ritroviamo a dover patrimonializzare con testimonianze sull’aspirazione romantica, di persone che hanno cura di una città alla ricerca di risposte non per forza deprimenti, continuando a ricamare la percezione di una presenza avanguardistica.

Napoli, attacco omofobo al grido di “salviamo il bosco”

cc-03L’8 Giugno si terrà al real bosco di Capodimonte una serata gay e, la città si riempie di volantini di protesta. Il comune di Napoli da il suo patrocinio morale a una serata gay, prevista per l’8 Giugno e organizzata dal gruppo Criminal Candy e, la città si divide in due. E’ bastato questo per far sì, che volantini di protesta apparissero nelle strade del centro storico della città e, in tutta la zona che circonda il bosco di Capodimonte. Quattro tipi di volantini, contenenti altrettanti attacchi, accuse e diffamazioni,  non solo al sindaco De Magistris, ma anche: prima al gruppo dei Criminal Candy in generale e poi nello specifico  a Lia Zeta e Antonio Prisco, rispettivamente “simbolo” e direttore artistico del suddetto gruppo, per poi arrivare a tutti gli appartenenti alla comunità lgtb, definiti “persone che vivono come bestie e che approfittano di ogni luogo per far sesso”, tutto questo celato dietro a un falso perbenismo e da un istinto di protezione nei confronti del sito storico.

LA CAMPANIA: DA TERRA FECONDA E AZZURRA... ALLA MISERIA NERA.

NAPOLI E VUSUVIO FREEMentre i pupazzi incravattati e i loro galoppini elettorali continuano a macinare chilometri e promesse in vista della carnevalata elettorale di fine febbraio, la miseria azzanna migliaia di famiglie campane, sbranandone il futuro, morso dopo morso. Il dossier regionale sulle povertà della Caritas, presentato presso la Curia di Napoli, attesta con numeri che sembrano chiodi il disastro sociale in atto.

Sottoscrivi questo feed RSS

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/modules/mod_weather_gk4/helper.php on line 408

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/modules/mod_weather_gk4/helper.php on line 409

Roma