RRC1

I colori in tavola

colori-autunnaliEcco finalmente ottobre! Il mese “magico”, nel quale la natura comincia a vestirsi dei suoi colori più belli: l’oro, il bronzo, il giallo e l’arancio in tutte le sfumature possibili; le giornate sono ancora soleggiate, ma l’aria è frizzante e il cielo limpido, solcato da nuvole di “panna”!

È il mese del vino nuovo, delle castagne e di molti altri prodotti ortofrutticoli che cominciano a “pavoneggiarsi” sui banchi dell’ortofrutta, come mele e pere in molte varietà, zucche gialle, cavoli e porri. Eccovi quindi un menù gustoso, con ricette che ricordano antichi e tradizionali sapori, ma adattate per essere più fruibili, per leggerezza e velocità di esecuzione.

Il menù di Ottobre

funghi-champignonCrostini ai profumi del bosco

Ingredienti : 100 g di ricotta di pecora, 6 cappelle di funghi champignon, un cucchiaio di trito fine di aglio e prezzemolo, 6 bacche di ginepro pestate, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale, pepe nero, macinato fresco, 2 cucchiai di succo di limone, fettine di pane preferibilmente integrale, tostate e strusciate con l’aglio.

Affettate finemente i funghi e lasciateli per circa un’ora a “riposare”, dopo averli conditi con il sale il pepe, l’olio e il limone; quindi uniteci tutti gli altri ingredienti, amalgamando bene. Servite questa salsa in una ciotolina, possibilmente di “sapore” rustico, accompagnata dalle fette di pane caldo, in modo che ciascuno possa prepararsi i crostini da sé.

zucca-giallaPenne dorate

Ingredienti: una fetta di zucca gialla, del peso di circa 200 g, pulita e tagliata a fettine, una cipolla bianca, finemente affettata, 50 g di pancetta, prima affettata e poi tagliata a pezzetti, 50 g di pecorino grattugiato, 100 g di taleggio, tagliato a fettine o dadini, sale, un pizzico di peperoncino, 6 cucchiai d’olio d’oliva, 1\2 bicchiere di vino bianco secco, un rametto di rosmarino, 300 g di penne rigate.

In un tegame piuttosto capiente soffriggete a fiamma viva la cipolla con l’olio e i pezzetti di peperoncino; quindi unite la zucca e fatela insaporire bene; dopo circa 10 minuti, salate e unite il vino bianco, fate evaporare, coprite, abbassate la fiamma e terminate la cottura fino a che la zucca non si sarà quasi completamente disfatta, unendo se necessario un po’ di acqua calda.

Cuocete le penne al dente, scolatele bene e fatele insaporire per alcuni minuti nel sugo caldo, ben regolato di sale; unite infine, nell’ordine, la pancetta, il taleggio, il pecorino e le foglioline di rosmarino. Servite subito, ben caldo.

cavolo verzaInvoltini di cavolo verza

Ingredienti: 8 foglie di cavolo verza, possibilmente della stessa dimensione, 2 salsicce, 50 g di parmigiano grattugiato, 4 cucchiai di mollica di pane raffermo, sbriciolata e saltata in padella con due cucchiai d’olio, 4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva, sale, pepe nero, una tazza di salsa di pomodoro, preparata cuocendo i pomodori, freschi o in scatola, con un misto di odori, composto da cipolla, sedano, carota, prezzemolo e aglio per circa 20 minuti e passando poi il tutto.

Amalgamate le salsicce, private della pelle e sminuzzate, con la mollica di pane e disponete tale impasto sopra le fettine di cavolo, che avrete provveduto a lavare, asciugare e “battere” un po’ nella costola, per renderle più morbide; arrotolatele su sé stesse, fermatele con uno stecchino, disponetele in una pirofila, unite l’olio, salate, pepate e cuocete nel forno caldo a 180° per circa 20\25 minuti, finché non le vedrete “appassite”.

Per agevolare la cottura, vi consiglio di coprire con alluminio la pirofila per i primi dieci minuti, levandola in seguito; se il tutto vi sembrasse troppo asciutto, potrete unire qualche cucchiaio di acqua.

Al momento di servire, scaldate gli involtini, privati dello stecchino, per circa 10 minuti in forno, dopo aver versato un po’ di salsa di pomodoro su ciascuno di essi.

Questo piatto non necessita di contorno, ma se lo desiderate, potrete accompagnarlo con un’insalata mista particolarmente ricca, cui avrete aggiunto finocchio, cipolle, ravanelli, sedano, qualche fettina di arancia e una manciatina di uvetta.

SavoiardiCoppette “esagerate”

Ingredienti: savoiardi, 50 g di ricotta, 50 g di robiola, un vasetto di marmellata di marroni, 1 bicchiere di vin santo, 1 pacchetto di marons glacés spezzati, 100 g di cioccolata fondente, 4 cucchiai di latte.

Amalgamate la ricotta con la robiola e con la marmellata di marroni e versate il tutto in 4 coppette in ciascuna delle quali avrete disposto 2 savoiardi, bagnati col vin santo.

Decoratele con una buona quantità di marons glacés a pezzetti e passate in frigo; al momento di servire, versate su ciascuna coppetta la cioccolata sciolta in un pentolino con il latte e ben calda.

I tempi

Questo menù può essere preparato anche in anticipo, in modo da rendere più veloce l’allestimento finale: la salsa di zucca, si può fare anche il giorno prima, così come gli involtini cotti in forno e le coppette.

All’ultimo va preparata la salsa dei crostini e, mentre cuoce la pasta, potete tostare le fettine di pane e scaldare gli involtini con il pomodoro; la cioccolata va fusa al momento di servire le coppette.

Tavola-AutunnoTavola con i colori autunnali

La tavola potrà essere allestita, prendendo in “prestito” i colori autunnali, per tovaglia e stoviglie: ideali quelle rustiche in “coccio”, ma se non le avete, potrete usare dei piatti di carta gialli o arancio.

Decorate la tovaglia con foglie autunnali e magari con qualche rametto di castagno completo di ricci, e, se le trovate, con piccole zucche ornamentali: in mezzo al tutto posizionate, “strategicamente”, qualche candela, naturalmente colorata.

Ultima modifica ilMartedì, 19 Agosto 2014 12:09
Altro in questa categoria: « Bruschetta Croccante Norma »

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/modules/mod_weather_gk4/helper.php on line 408

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/modules/mod_weather_gk4/helper.php on line 409

Roma