RRC1

SOVRAINDEBITAMENTO DEL CONSUMATORE

moneyIn questo articolo vengono indicate alcune informazioni relative alla procedura di istruzione della domanda.

Lo Studio Di Santo and Partners fornisce una consulenza per poter intraprendere le pratiche per l’accertamento del sovraindebitamento del consumatore.

Cosa si intende per “sovraindebitamento del consumatore”?

Ai sensi dell’art. 6, della Legge 27 gennaio 2012, n. 3 per “sovraindebitamento” si intende: la situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte, che determina la rilevante difficoltà di adempiere le proprie obbligazioni, ovvero la definitiva incapacità di adempierle regolarmente.


La procedura di sovraindebitamento può essere attivata quando ricorre almeno una delle seguenti condizioni:

  1. il debitore è segnalato come cattivo pagatore;
  2. esiste un notevole squilibrio economico-patrimoniale e i debiti sono maggiori (anche di gran lunga) rispetto all’ammontare del patrimonio;
  3. un eventuale consolidamento debiti (procedura anch’essa possibile) lascerebbe comunque il debitore in difficoltà caricandolo di una rata al limite della sostenibilità;
  4. la situazione di sovraindebitamento è stata prodotta da avvenimenti rilavanti nella sfera privata del soggetto e della sua famiglia.

Sovraindebitamento nei confronti di Equitalia e degli Agenti per la Riscossione secondo il Tribunale di Busto Arsizio, è possibile attivare il procedimento di fallimento del consumatore anche se il creditore è uno solo ed è l’Agente per la riscossione.

È questa la principale conclusione contenuta nel decreto della Seconda Sezione Civile del Tribunale di Busto Arsizio del 15 settembre 2014.

Chi ha, infatti, una o più cartelle esattoriali di Equitalia che non riesce a pagare può proporre – onde evitare di vedersi ipotecata la casa, bloccato il conto corrente, pignorata la pensione o lo stipendio, fermata l’auto – questa procedura anche nei confronti di Equitalia.

Quali sono le fasi per la procedura di sovraindebitamento?

In presenza dei presupposti sopra indicati è possibile rivolgersi al Tribunale con una proposta che in caso di accoglimento risulta vincolante per i creditori, anche se non vi è il pagamento integrale di tutti i debiti.

È competente il Tribunale del luogo in cui il debitore ha la residenza o la sede.

Nomina di un Organismo di Composizione della Crisi (OCC) Il Tribunale nomina l’Organismo di Composizione della Crisi, che aiuta il debitore nella gestione della situazione ed insieme tutela Tribunale e creditori.

È importante sottolineare che l’avvio della procedura è attivabile solo dal debitore.

Presentazione del Piano: il debitore – di norma assistito da un proprio consulente – propone all’Organismo di Composizione della Crisi il proprio piano che rientra in una delle procedure previste dalla legge sul sovraindebitamento, ovvero: liquidazione del patrimonio, Piano del consumatore, Accordo con i creditori.

L’Organismo ne verifica sia gli aspetti formali sia la correttezza e validità dello stesso, di fatto, indicando al Giudice se il piano è conforme al dettato normativo.

In questa fase sono sospese tutte le azioni dei creditori (decreti ingiuntivi, aste, ecc.).

Omologazione del Piano: il Giudice, a cui viene trasmesso il Piano, verifica l’esistenza dei criteri di accesso alla legge sul sovraindebitamento, e nel caso di accoglimento lo stesso viene omologato.

A fine procedura il debitore sarà esdebitato, (se si sarà attenuto scrupolosamente ai propri obblighi) sarà quindi libero da ogni altro debito residuo e pienamente riabilitato attraverso la cancellazione del proprio nominativo da tutti i registri di cattivo pagatore.

Ultima modifica ilLunedì, 18 Luglio 2016 11:29

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/modules/mod_weather_gk4/helper.php on line 408

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/modules/mod_weather_gk4/helper.php on line 409

Roma