Parma 2-0 Roma: i giallorossi crollano al Tardini e perdono il 4° posto

Parma 2-0 Roma: i giallorossi crollano al Tardini e perdono il 4° posto

(Parma – Roma, fonte immagine: sport.sky.it)

Parma – Roma termina 2-0. I giallorossi mancano i 3 punti e la 3^ vittoria consecutiva in Serie A, perdendo il 4° posto valido per la Champions League. I crociati di D’Aversa invertono la loro crisi di risultati, riuscendo a risalire una preoccupante classifica. Decisivi i goal di Mihaila ed Hernani.

La cronaca del match

L’avvio di match vede spazi stretti e ritmi alti. La Roma fa la partita, il Parma contiene le offensive giallorosse e riparte in contropiede. Contatto dubbio Hernani-Pellegrini all’interno dell’area di rigore, il numero 7 giallorosso chiede un contatto falloso al momento del tiro in porta. Tutto regolare secondo Piccinini e gli arbitri al VAR. Al minuto 9 si sblocca la gara, a sorpresa a trovare il gol è il Parma. Lancio lungo sulla destra, Kumbulla non contiene Man che trova Mihaila colpevolmente solo al centro dell’area di rigore. Il numero 28 non sbaglia, con il piatto sinistro trafigge Pau Lopez e fa 1-0.

La Roma reagisce, alza i giri del motore ma sbatte sul muro eretto dal Parma. Ci prova prima El Shaarawy con una volée dal limite dell’area, poi Pellegrini su calcio di punizione. Le potenziali grandi occasioni le sviluppa maggiormente il Parma in contropiede, praticamente nulla invece la pericolosità offensiva dei capitolini. Il primo tempo termina sul punteggio di 1-0 a favore dei gialloblù.

Al minuto 48 si rende ancora una volta pericoloso il Parma. Si sgancia bene Pezzella sulla sinistra, Man da due passi trova il muro eretto da Pau Lopez. Prova a reagire la Roma, Džeko sfrutta un errore in fase di disimpegno di Pezzella e pesca El Shaarawy. Il Faraone prova il destro a giro sul secondo palo, la conclusione è deviata e termina di un soffio a lato.

Al minuto 55 Pellé vince un rimpallo e si invola verso la porta, il contrasto di Ibañez è falloso e Piccinini assegna il calcio di rigore in favore del Parma. Sul dischetto si presenta Hernani, il brasiliano spiazza Pau Lopez e fa 2-0. I giallorossi reagiscono, tentano di chiudere il Parma nella sua metà campo ma la reazione è a dir poco tardiva. Lo squillo a Sepe lo fa Carles Pérez, risponde presente il portiere dei crociati che respinge bene in calcio d’angolo.

Termina il match sul risultato di 2-0 a favore del Parma di D’Aversa. Una Roma in affanno esce sconfitta, per il 2° anno consecutivo e con lo stesso risultato, dallo stadio Ennio Tardini.

Le pagelle del match

Pagelle Roma

Pau Lopez 6: mai impegnato lo spagnolo nel primo tempo, sul gol subito non può assolutamente nulla. Nel secondo tempo chiude bene su Man.

Mancini 5,5: inizia la partita con un buon assist non sfruttato da Džeko. Sul gol non fa caso a Mihaila, la marcatura non doveva però essere propriamente la sua. In difficoltà nei secondi 45 minuti come tutti i suoi compagni, dei 3 dietro è quello che sfigura di meno.

Ibañez 5: il migliore del trio difensivo giallorosso nel primo tempo. Copre bene la profondità e mette una pezza agli errori dei suoi compagni. Pesantissimo l’errore in occasione del raddoppio dei crociati, da quel momento va nella confusione più totale.

Kumbulla 4,5: in totale confusione. Si lascia scappare Man non leggendo un lancio di 60 metri, viene preso spesso alle spalle.

Bruno Peres 4,5: nullo in fase offensiva, perde clamorosamente Mihaila in occasione del gol del Parma. Disastroso, impensabile una prestazione così a questi livelli.

Villar 5,5: qualche errore per lo spagnolo nella prima frazione ma anche qualche buona giocata. Pulisce il gioco della Roma, fa un po’ di fatica contro la fisicità dei giocatori del Parma. Nel secondo tempo cala alla distanza e gli errori diventano tanti.

Pellegrini 6: forse il migliore in campo della Roma, non è più una novità. Combatte e tenta di dare una scossa ai suoi compagni, l’ultimo a mollare. Da corner non si conferma devastante, a differenza delle ultime partite.

Spinazzola 5,5: non riesce a rendersi pericoloso in avanti, spesso raddoppiato. Nessuna sbavatura dietro da segnalare.

Pedro 5: al centro del gioco della Roma nel primo tempo, non riesce però a trovare la giocata decisiva e ad incidere. Nel secondo tempo sparisce, si rivede solo quando deve lasciare il posto a Carles Pérez.

El Shaarawy 5,5: stesso discorso di Pedro per il Faraone nel primo tempo. Qualche buona giocata, non basta però per dare una svolta positiva al match. Sfiora il gol ma dal numero 92 ci si aspetta sicuramente di più.

Džeko 5,5: combatte al centro dell’attacco giallorosso, poco aiutato dai compagni che non leggono le sue giocate e servito sempre non nel migliore dei modi. Nella seconda frazione fa fatica, perde tanti palloni e prende un cartellino giallo.

Cristante 6 (dal 60′ s.t.): qualche imprecisione, dà però più qualità e respiro alla manovra giallorossa.

Carles Pérez 6 (dal 60′ s.t.): entra bene in partita, il cambio di passo rispetto a Pedro si nota e neanche poco. L’unico tiro in porta pericoloso è proprio il suo.

Reynolds 6 (dal 60′ s.t.): esordio complicato in Serie A e con la maglia della Roma per il giovane terzino americano. Non sfigura.

Diawara S.V. (dal 79′ s.t.)

Borja Mayoral S.V. (dal 79′ s.t.)

All. Paulo Fonseca 5: nella prima frazione la Roma non fa fatica a sviluppare gioco, fa fatica però a trovare soluzioni dalla trequarti in poi. 2 tiri in porta dalla distanza in 45 minuti, contro la 19esima in classifica e sotto 1-0, sono un dato preoccupante. Nel secondo tempo i giallorossi fanno fatica a contenere il contropiede del Parma, oltre a non rendersi praticamente mai pericolosi offensivamente. I cambi sono tardivi, l’allenatore portoghese sbaglia nella lettura della partita in corso e perde punti pesantissimi in ottica Champions.

Pagelle Parma

Sepe 6.5; Conti 6 (dall’82’ s.t. Laurini S.V.), Bani 6.5, Osorio 7, Pezzella 6; Brugman 6.5, Hernani 6.5 (dal 72′ s.t. Grassi 6), Kurtic 6; Mihaila 7.5 (dall’82’ s.t. Karamoh S.V.), Pellé 6.5 (dal 61′ s.t. Zirkzee 6), Man 7. All. Roberto D’Aversa 7.

Leonardo Cocchi

Leonardo Cocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *