Shakhtar Donetsk 1-2 Roma: i giallorossi conquistano i quarti di finale di Europa League

Shakhtar Donetsk 1-2 Roma: i giallorossi conquistano i quarti di finale di Europa League

(Shakhtar Donetsk – Roma, fonte immagine: ilromanista.eu)

Shakhtar Donetsk – Roma termina 1-2. La squadra di Paulo Fonseca non sbaglia a Kiev e, forte anche del 3-0 della gara di andata, si aggiudica i quarti di finale di Europa League. Decisiva la doppietta di Borja Mayoral, per il momentaneo pareggio degli arancioneri c’è Moraes.

La cronaca del match

La partita in avvio di match la fa lo Shakhtar il quale sfrutta le buone proprietà tecniche dei propri giocatori, in particolar modo di Alan Patrick e Marcos Antonio. La prima occasione è però per i giallorossi, Cristante pesca in profondità Mayoral che con il sinistro a tu per tu con Trubin spara alto. Gli uomini di Fonseca difendono in 30 metri, compatti e concentrati non lasciano spazio tra le linee e in profondità. La prima conclusione dei padroni di casa arriva al minuto 26, Alan Patrick prova dalla distanza ma il suo sinistro è innocuo e viene facilmente bloccato da Pau Lopez. Termina a reti bianche la prima frazione di gioco. Le occasioni sono pochissime da una parte e dall’altra, la Roma gestisce bene il vantaggio acquisito nella partita di andata.

Al minuto 48, in avvio di secondo tempo, la Roma sblocca il match e archivia definitivamente il passaggio ai quarti di finale di Europa League. A creare pericoli è ancora una volta Karsdorp, al suo cross di destro segue l’intervento disperato di Kryvstov il quale innesca il colpo di testa vincente di Borja Mayoral. 0-1 per la Roma. La Roma gioca sul velluto e la produzione offensiva coinvolge tutta la squadra. Prima Carles Pérez pesca Pedro, poi è il campione ex Chelsea a trovare il suo giovane connazionale. Entrambi sprecano davanti a Trubin. Il portiere classe 2001 si deve opporre, qualche minuto dopo, al pericoloso colpo di testa di Borja Mayoral. Al minuto 59 risponde la squadra di Luìs Castro che sugli sviluppi di un calcio piazzato trova il gol dell’1-1. Cross di Tetê sul secondo palo, sponda di Alan Patrick e tap-in vincente di Moraes.

Al minuto 72 torna in vantaggio la Roma al termine di una splendida azione corale. Pedro sfrutta il taglio di Carles Pérez alle spalle della difesa ucraina, il numero 31 salta Trubin e generosamente serve Borja Mayoral. L’attaccante spagnolo a un metro dalla porta elude con uno scavetto il tentativo di scivolata del difensore avversario, siglando la doppietta personale e il gol dell’1-2. Lo Shakhtar cerca perlomeno la gioia del pareggio, a negargliela è Pau Lopez con una grandissima risposta sul sinistro pericoloso di Marlos. Sul finale di partita Carles Pérez non ripete il gesto di altruismo per Borja Mayoral, ignorandolo e andando alla conclusione nell’1 vs 1 con Trubin che si oppone.

Termina il match sul risultato di 1-2 a favore dei giallorossi. La Roma, con un punteggio complessivo di 5-1, si aggiudica il passaggio ai quarti di finale di Europa League. L’avversario verrà designato nel sorteggio di domani, alle ore 13:00, a Nyon.

Le pagelle

Pagelle Roma

Pau Lopez 6,5: nel primo tempo viene impegnato una sola volta, blocca il sinistro innocuo di Alan Patrick. Nei secondi 45 minuti si rende protagonista di due grandi interventi, prima su Konoplyanka e poi su Marlos.

Ibañez 5,5: in difficoltà su Solomon, prende anche un cartellino giallo. Lascia il campo all’intervallo, in via precauzionale, per una botta alla testa subita nel corso del primo tempo.

Cristante 6,5: attento a non concedere la profondità agli arancioneri, partita attenta dell’odierno capitano giallorosso.

Kumbulla 6,5: il migliore della Roma nella prima frazione. Decisivo e sempre vincente nei duelli aerei, ordinato e concentrato l’albanese nel corso di tutta la gara.

Karsdorp 6,5: cavalca la fascia destra con la solita e impressionante facilità di corsa. Nessuna sbavatura in fase difensiva, i maggiori pericoli la Roma li crea dalla sua parte tanto che il gol del vantaggio nasce proprio da lui. Ingenuo il fallo che porta al cartellino giallo, diffidato salterà l’andata dei quarti.

Villar 6: una partita di sostanza quella dello spagnolo, la fisicità non è la sua dote migliore ma se la cava discretamente.

Diawara 6,5: si conferma una diga davanti alla difesa, con il numero 42 è vietato passare. Sale bene in pressione, dando fastidio ai portatori di palla dello Shakhtar.

Spinazzola 6: spinge meno del solito, complice l’atteggiamento di gestione della squadra giallorossa. In fase difensiva non commette errori, si comporta meglio in questo senso rispetto alla gara di andata.

Pedro 6: non incide lo spagnolo nel primo tempo. Le possibili ripartenze della Roma passano tutte per i suoi piedi, qualche buona giocata e qualche errore. Nel secondo tempo si divora un gol già fatto a tu per tu con Trubin, bellissimo l’assist con i tempi giusti per Carles Pérez da cui nasce l’azione del gol dell’1-2.

Carles Pérez 6,5: ripiega bene difensivamente dando una mano ai compagni, in fase di possesso fa fatica a trovare la giocata giusta e decisiva nel primo tempo. Un buon assist per Pedro che spreca, poi è lui a sbagliare sul buon invito del numero 11. Grande giocata e assist intelligente e generoso per il nuovo vantaggio giallorosso.

Borja Mayoral 7: attacca bene la profondità, in avvio di match sbaglia un gol non impossibile. Scende bene sulla linea del centrocampo, appoggiandosi ai compagni e facendo salire la squadra. Torna al gol dopo tante partite a secco, chiudendo il discorso qualificazione con una doppietta.

Mancini 5,5 (dal 45′ s.t.): entra all’intervallo, prestazione leggermente opaca del leader difensivo giallorosso. Non attento nella marcatura in occasione del gol dell’1-1 dello Shakhtar Donetsk.

Bruno Peres 6 (dal 58′ s.t.): non incide nè positivamente nè negativamente. Rischia parecchio per un intervento in area di rigore ai danni di Matvienko.

Calafiori 6 (dal 58′ s.t.): torna finalmente in campo il giovane cresciuto nel vivaio romanista. Senza lode, partita ordinata che gli permette di accumulare minuti nelle gambe.

Pellegrini 6 (dal 59′ s.t.): entra con l’atteggiamento giusto, dà freschezza e intensità al centrocampo giallorosso.

El Shaarawy S.V. (dal 75′ s.t.): qualche minuto per il Faraone a risultato del turno già acquisito.

All. Paulo Fonseca 7: la sua Roma gestisce bene il primo tempo, concentrata e attenta concede poco e niente allo Shakhtar Donetsk. Nei secondi 45 minuti i capitolini conquistano il pallino del gioco, conquistando il passaggio del turno con un risultato complessivo di 5-1.

Pagelle Shakhtar Donetsk

Trubin 6; Dodô 5.5 (dall’82’ s.t. Bolbat S.V.), Vitao 6, Kryvstov 5.5, Matvyenko 5.5; Alan Patrick 6.5 (dal 61′ s.t. Konoplyanka 6), Marcos Antonio 6, Maycon 5.5; Tetê 6 (dal 62′ s.t. Marlos 6), Moraes 6 (dal 77′ s.t. Dentinho S.V.), Solomon 6.5 (dal 77′ s.t. Sudakov S.V.). All. Luìs Castro 5,5.

Leonardo Cocchi

Leonardo Cocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *