Tennis, Internazionali di tennis: “DECINADAL”

Tennis, Internazionali di tennis: “DECINADAL”

a cura di Marco Di Vincenzo

Rafa Nadal arriva alla consacrazione della sua decima vittoria agli Internazionali di tennis di Roma!

Il primo successo è del lontano 2005 con la storica vittoria contro Coria, durata oltre le 5 ore; match che ancora tutti gli appassionati ricordano.

All’epoca si pensava ad un possibile campione che avrebbe potuto riscrivere la storia del tennis, specialmente sulla terra rossa; oggi, invece, siamo qui a commentare un terribile 35enne (tra pochi giorni) che ancora, nonostante le numerose vittorie,  fa “battaglie sul campo” non demorde mai e lascia così la sua firma a Roma che lo ricorderà eternamente.

Il 36esimo successo master 1000 arriva in finale contro il numero 1 al mondo Djokovic;  è stata la finale che tutti volevano, la cd “finale delle finali”, la sfida che ritroveremo anche tra qualche giorno a Parigi.

Il serbo veniva da quarti e semifinali giocati entrambi sabato a causa del maltempo, ma Nole non ha cercato scuse e non ha menzionato la stanchezza, ha giocato, lottato, vinto il secondo set per 6-1 ed ha lasciato noi spettatori spesso a bocca aperta, per i recuperi alla Nadal (lasciatecelo scriver) che ormai lo contraddistinguono.

Lo spagnolo ha vinto il primo set per 7-5 , il più bello del match che aveva visto partire Nole con il break del 2-0, ma tutti sapevamo che per arrivare in fondo probabilmente bisognava aggiudicarsi la prima partita,e Rafa ha subito “controbreccato”  l’avversario, per poi piazzare il colpo decisivo sul 5-5 quando con una risposta decisiva toglieva il servizio all’avversario ed andava a servire per il set.

Nel secondo set Nadal ha lasciato scappare Djokovic, quasi ad aspettare il miglior momento per decidere chi avrebbe trionfato.

Sul 2-2 del terzo set il serbo ha avuto due palle break ed è stata la svolta del match.

Nel quarto gioco del set il maiorchino tiene il servizio  e fa il break sull’ l’avversario a zero nel game successivo!

Gara decisa e match che Roma ancora una volta ricorderà per la capacità di questi campioni di non mollare mai.

Prossimo appuntamento…Parigi dove si attendono le prove dei più giovani! Next Gen , se ci siete battete un colpo.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *