Roma-Napoli 0-0. La Roma ferma la striscia di vittorie del Napoli con un pareggio a reti inviolate.

Roma-Napoli 0-0. La Roma ferma la striscia di vittorie del Napoli con un pareggio a reti inviolate.

A cura di Francesco Chiarizio

La Roma che deve rialzarsi subito dopo la disfatta norvegese incontra il Napoli che deve confermare la sua ottima partenza in questo campionato; Mourinho per rialzarsi schiera in campo la formazione tipo con tutti i titolari visti già contro la Juve e con Zaniolo ritrovato dopo lo spavento di Torino.

L’allenatore partenopeo schiera il solito 11 con Politano che vince il ballottaggio con Lozano e Rahmani al posto di Manolas, il greco costretto a dare forfait per un problema fisico.

I primi 25’ che passano con entrambe le squadre che fin da subito provano a imporsi l’una sull’altra con Zaniolo che prova più volte a impensierire la difesa napoletana e Osimhen che prova a impensierire la retroguardia giallorossa, fermato molte volte dalla coppia Mancini-Ibanez,

Il centravanti romanista va vicino al vantaggio ma davanti a Ospina tira fuori di poco, finale di primo tempo molto acceso con molti scontri in campo e polemiche da parte di entrambe le squadre.

Secondo tempo che inizia con un ottimo Napoli che impensierisce più volte la difesa romanista e che ha il dominio del gioco.

Brividi al 60’ quando Mancini e Ibanez chiudono Osimhen a porta vuota, poi i due centrali si sono scontrati entrambi sul palo, Mancini ha avuto bisogno dei soccorsi ma dopo pochi minuti si riparte, la Roma prova a farsi sentire con tiri da lontano di Mkhitaryan (che uscirà al 65’per El Shaarawy) e Pellegrini, e grazie anche a un ottimo recupero di Cristante ai danni di insigne, partita che si fa sempre più calda e accesa, soprattutto sulle panchine e all’ 80’ e Massa si trova costretto a mandare in tribuna Mourinho per eccessive proteste.

Altro cambio per la Roma, all’ 85’ esce Tammy Abraham che ha dato tutto sul rettangolo verde e entra Eldor Shomurodov che in questi ultimi minuti ha il dovere di impensierire la retroguardia biancoazzurra, pochi minuti dopo il Napoli segna con Osimhen, ma il gol è stato giustamente  annullato per fuorigioco, partita che si chiude dopo 5 minuti di recupero, senza vincitori né vinti, entrambe le squadre hanno rispettato le aspettative dando spettacolo per 90’ senza interruzioni, migliori in campo per la Roma senza dubbio i centrali difensivi iIbanez e Mancini che hanno tenuto testa a Osimhen lasciandogli pochissimi spazi.

Stefano Di Santo

Stefano Di Santo

Avvocato del Foro di Roma. Membro Commissione Diritto Bancario Ordine Avvocati Roma Referente terrioriale ACCI - Associazione Consumatori Cittadini Italiani - Collaboratore testata giornalistica Roma Capitale Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *