logorcb

updated 10:16 PM CEST, May 26, 2019
Arte e Cultura

Arte e Cultura (245)

Caravaggio Experience: Stefano Fake e l'arte immersiva

CARAVAGGIO EXPERIENCE THE FAKE FACTORY 2 00000 1Imponente video installazione originale e inedita, Caravaggio Experience, al Palazzo delle esposizioni di Roma fino al 3 luglio, ripercorre l’opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio utilizzando un approccio contemporaneo all’opera d’arte. L’uso di un sofisticato sistema di multi-proiezione a grandissime dimensioni, combinato con musiche originali e fragranze olfattive, porta il visitatore a vivere un’esperienza unica sul piano sensoriale, attraverso una vera e propria “immersione” nell’arte del maestro del Seicento.

 L’obiettivo consiste nel dare la possibilità di osservare e conoscere in profondità l’opera di Caravaggio,  attraverso un flusso di emozioni frutto di un puro godimento sensoriale, contribuendo in tal senso ad avvicinare il pubblico, più e meno esperto, ai suoi lavori in modo assolutamente nuovo.

“TANGO SILENCIO”: SENSUALITA’ E ARMONIA NELLE OPERE DI MASSIMO PENNACCHINI

Tango Vero massimo pennacchini 3

Armonia ed eleganza nella forza descrittiva della linea plasticità ed equilibrio nel definire forme e figure entro spazi ben definiti per raccontare le mozioni della vita tra passato e presente, ricordo e attualità, caratterizzano l’universo pittorico di Massimo Pennacchini (nato a Velletri), artista di fama internazionale che ha esposto non solo in Italia, ma anche in Europa fino a toccare  Stati Uniti e Cina. Capace di regalare atmosfere che dagli ambienti cittadini e metropolitani procedono verso gli spazi silenziosi e simbolici della natura morta con fiori, frutta e oggetti di diverso genere, per cogliere con tocchi originali la realtà delle regate, Pennacchini individua nel tango la tematica per eccellenza attraverso cui elaborare ancor più i ritmi e gli equilibri compositivi creando interazione tra le figure protagoniste di questa danza. Primo artista ad aver scelto il tango dove emerge ancor più l’essenza del  movimento di due corpi, uniti in un gioco di sguardi e gesti, espone le sue opere legate al tema presso SPAZIARTI Ungallery a Milano fino al 1 aprile 2016.

Parole, parole, parole

19788898351671B

“Come raccontare la magia delle parole”, il libro di Carmen De Stasio

Le parole danno vita a racconti e storie avvincenti, constatata nelle persone la capacità di rappresentarsi al meglio, con il rispetto e la sensibilità necessari per l’ascolto e al fine di rilassarsi davvero.

Serve arieggiare culturalmente, per organizzare incontri alla portata di tanti, cominciando dalle scuole dell’infanzia, cioè riprendendo l’abitudine all’uso della scrittura manuale, e dunque a toccare di un libro la carta; con la tecnologia a canalizzare quest’intento, senza esserne schiavizzati.

L’entusiasmo disinteressato per le forme artistiche e culturali sta volgendo alla valorizzazione di tesori troppo spesso ignorati dagli stessi potenziali interessati, con un’illustrazione facile ma ugualmente profonda.

La parola, a tal proposito, va intesa come l’invenzione universale dell’uomo, con la voce e l’articolazione che vengono dopo, tramite l’istinto animale, che si può quindi smussare.

I mercati generali di Roma

Mercati3I primi edifici dei Mercati Generali di Roma vedono la luce nel 1922, sulla via Ostiense, con un certo ritardo rispetto ad analoghe strutture in altre capitali europee.

All’inizio il sistema dei mercati di Roma era articolato in tre strutture separate, che si è pensato di riunificare già nella prima decade del 1900, inzialmente pensando di collocare la struttura in viale del Re, poi per varie ragioni, tra cui il costo dei terreni si è decido di ripiegare in un’area al di fuori di Porta San Paolo, su terreni, inizialmente, di circa 140.000 metri quadri, di proprietà dei Faiella e dei Torlonia.

Il complesso dell’ex Mira Lanza

miralanza1Per ricostruire la storia della Mira Lanza a Roma occorre partire dal 1899, quando la Società prodotti chimici, colle e concimi acquista un terreno vicino al Ponte dell’Industria, impiantandovi la propria industria, che utilizzava come materia prima gli scarti della lavorazione del mattatoio; è la prima grande industria che si posiziona fuori dalle mura di Roma, a sud, sulla riva destra del Tevere.

Produce fertilizzanti e vari prodotti chimici, nel corso degli anni costruisce vari fabbricati, su progetto dell’Ing. Giulio Filippucci e l’approvvigionamento e la vendita sono favorite anche da un raccordo con la ferrovia Roma-Civitavecchia, nel 1906 vende parte dei terreni alla attigua Società italo americana del petrolio e cessa la propria attività nel 1913.

Il giallo della morte di Caravaggio

caravaggio selfLe vicende della morte del pittore Caravaggio, nonostante siano passati ormai quattro secoli, sono ancora poco chiare e piene di interrogativi.

Michelangelo Merisi da Caravaggio nasce nel 1571 e fu uno dei più grandi pittori della storia dell’arte italiana e mondiale, con il suo stile naturalistico, che evidenziava i volumi delle sue figure, che sembravano prorompere dal buio, attraverso un sapiente uso delle luci, che rendevano evidente non solo l’aspetto fisico delle raffigurazioni, ma anche quello emotivo.

Il pittore, irascibile e dissoluto, ebbe vita irrequieta, dapprima si macchiò di piccoli reati, ma nel 1606 uccise, per un banale diverbio occorso nel gioco della pallacorda, Ranuccio Tommasoni, e per questo fu condannato a morte con il cosiddetto bando capitale, che prevedeva che chiunque potesse ucciderlo e portare la sua testa alle autorità che avrebbero ricompensato l’esecuzione con una taglia.

Roberta Calce – Sottosopra (La Caravella Editrice)

copertineautoriEcco una poetessa solidale, che riesce a spuntare a sorpresa per rigenerare dei sentimenti, conoscendo i propri limiti per riderci sopra, a tal punto da poter considerarla inimitabile, vera.

A fronte delle condanne che il genere umano sollecita da sé, dovendo piuttosto stare a stretto contatto per vivere amorevolmente.

Il desiderio di ridare il giusto significato a tutto ciò che si vede, assistendo da perfetti innocenti, daccapo, al film della propria esistenza, batte dentro Roberta Calce; una donna che ha la fortuna, subito l’inganno morale, di ricevere del sano conforto, svincolandosi dalle riflessioni quotidiane che di contro scaturiscono da una sorta di autorevolezza irrispettosa, che in fondo chiunque non è in grado di determinare.

Come nella più fitta vegetazione, Roberta si muove eternamente ispirata, seguendo la retta via riconoscibile da un riferimento in carne e ossa, purché lei mantenga fede liberamente agli spazi che si crea.

Etichettato sotto

Il castello Odescalchi di Palo Laziale

castello palo odescalchi

Il Casato Odescalchi ha lasciato numerose e rilevanti tracce nella nostra Regione, tra Bracciano, Palo, Santa Marinella, Santa Severa, oltre che a Roma. Proveniente dall’Italia settentrionale, le prime tracce si desumono già nel XIII Secolo a Como. Il loro nome deriva dalla parola “godescalcum” che significa “servo di Dio”.

Tra le sue numerose proprietà viene annoverato il castello di Palo Laziale, vicino Ladispoli. Il nome di Palo risulta già nel XII Secolo, quando si trovano tracce documentali dell’esistenza di un “castellum” di proprietà normanna, e di un “castrum” di proprietà dei monaci di San Saba.

La Posta Vecchia di Ladispoli

posta vecchiaLa “Posta Vecchia”, che dapprima veniva chiamata “Casenuove” è un bellissimo edificio, proporzionato e semplice, che si trova a Ladispoli, tra il Castello Odescalchi e San Nicola, e fu costruito nel 1706 da Livio I Odescalchi come un casino di caccia, al servizio delle battute di caccia dei nobili e dei pontefici di allora.

La nascita di Roma tra Storia e Leggenda

roma23ju

Mito e Storia si confondono quando si vanno a ricercare notizie sulle origini di Roma, ma una cosa è certa: il Mito del concepimento dei gemelli fra figure umane, animali e divine, il fratricidio, la creazione del solco con l’aratro, della “fondazione” di Roma, è stato tanto forte da offuscare la realtà dei fatti e di tutto quanto esisteva già da prima dell’inizio della storia di Roma.

Infatti, dopo decenni di studi e di indagini archeologiche, è ormai certo che la zona dove poi sorse e si sviluppò Roma, era certamente abitata da numerosi insediamenti arcaici, con le proprie organizzazioni, con la propria storia alle spalle, e che lo stesso Campidoglio era abitato fin dal II Millennio avanti Cristo.

Sottoscrivi questo feed RSS
Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore