logorcb

updated 3:46 PM CEST, Apr 18, 2019
Attualità

Attualità (323)

Roma, c’è lavoro nel settore sicurezza

UnderSecurity Logo

Ricerche aperte da Under Security Group: almeno 10 opportunità nel settore commerciale di sistemi di sicurezza e servizi di vigilanza

Opportunità di lavoro a Roma grazie ad Under Security Group, azienda italiana specializzata nel campo della sicurezza attiva.

Il gruppo ha infatti aperto le candidature per figure nel settore commerciale che saranno inserite in squadra curando la vendita connessa ai sistemi di sicurezza e ai servizi di vigilanza. Almeno 10 le posizioni aperte per le nuove risorse a cui verrà affidata la gestione completa del territorio capitolino.

Le ricerche si rivolgono a candidati che abbiano preferibilmente già maturato esperienze lavorative nella vendita, non necessariamente nel campo specifico della sicurezza. Sarà indispensabile poter garantire voglia di lavorare e disponibilità a spostarsi su tutto il territorio di Roma e provincia.

A completare il profilo degli aspiranti commerciali con cui si desidera entrare in contatto, si segnalano soft skills da possedere quali buona dialettica, entusiasmo, capacità organizzative e relazionali.

Alle nuove risorse sarà garantito un compenso fisso cui si sommeranno importanti incentivi in base ai risultati ottenuti.

L’Azienda metterà a disposizione delle nuove risorse un portafoglio clienti già consolidato, frutto dei venticinque anni di attività del gruppo che hanno permesso ad Under Security Group di specializzarsi nell’offerta di molteplici sistemi di protezione: videosorveglianza civile e industriale; impianti d’allarme; protezione perimetrale e volumetrica; servizi di vigilanza armata con intervento su allarme; servizi di vigilanza ispettiva preventiva; servizi di portierato; manutenzione; impianti antitaccheggio; impianti antincendio.

Gli interessati dovranno inviare il proprio curriculum vitae e una breve lettera di presentazione all’indirizzo email .

Venti opportunità a Roma nella Grafologia

asisfor grafologia 2Dall’Alta Scuola Italiana di Scienze Forensi al via il corso di formazione professionale riconosciuto e autorizzato dalla Graphological Empirical Association e accreditato presso l’Ordine degli Avvocati di Roma

Roma, 02/04/2019 – Aperte a tutti coloro che sono in possesso di un diploma di scuola media superiore o titolo equipollente le iscrizioni per il nuovo corso in Grafologia erogato a Roma dall’Alta Scuola Italiana di Scienze Forensi (ASISFOR) con il riconoscimento e l’autorizzazione della Graphological Empirical Association (GREMPASS) e accreditato presso l’Ordine degli Avvocati di Roma.

Il corso in Grafologia base che prenderà il via a metà Aprile - per una durata di trecento ore totali suddivise tra lezioni frontali, lezioni pratiche ed esercitazioni in modalità weekend - prevede un percorso formativo teorico-esperenziale finalizzato all’acquisizione di solide competenze specifiche, coniugando le due scuole di riferimento: quella francese e quella morettiana (italiana), al fine di consentire agli studenti una visione globale e, allo stesso tempo, aprire le opportunità di indagine.

La Grafologia è la disciplina che studia l’uomo attraverso la scrittura. Interpretare la grafia vuol dire sapere cosa vi è dietro il semplice gesto grafico: il sistema neuromuscolare, l’organizzazione psichica, l’intelletto, la volontà, il carattere e tutto l’insieme delle energie diventano espressione dell’uomo che scrive.

Saranno venti i posti a disposizione per il corso di formazione ASISFOR che si presenta come un importante strumento di inserimento e aggiornamento lavorativo, fondamentale per acquisire competenze specifiche nell’ambito in questione.

Al termine del percorso formativo, con frequenza obbligatoria, tutti gli allievi dovranno sottoporsi alla verifica finale diretta ad accertare l’apprendimento delle conoscenze e l’acquisizione delle competenze tecnico-professionali previste dal corso. Ai candidati che supereranno la prova finale verrà rilasciato l’attestato di frequenza del Corso di Formazione Base in Grafologia il cui conseguimento costituisce requisito di ammissione all’Associazione professionale GREMPASS.

Informazioni sul corso Asisfor disponibili al link www.asisfor.it/corso-base-grafologia.

Papa Francesco in Campidoglio, l’abbraccio a Roma e ai romani.

papaAccolto dalla sindaca Virginia Raggi. Il Pontefice saluta l’amministrazione e i dipendenti capitolini

Papa Francesco abbraccia Roma e i romani. Per la prima volta il Santo Padre ha fatto visita in Campidoglio. Un gesto d’amore nei confronti della città a dieci anni esatti dall’ultima volta che un Pontefice è salito sul Colle Capitolino. Segno tangibile della grande attenzione che il Vescovo di Roma ha per la sua comunità. 

Il Santo Padre è giunto in Campidoglio alle 10.15 accolto dalla Sindaca di Roma Virginia Raggi all’ingresso di Sisto IV del Palazzo Senatorio. Da qui ha raggiunto lo studio della Sindaca per un colloquio privato e si è affacciato dal balconcino con la vista sui Fori Romani. Dopo aver incontrato il Vice Sindaco, i presidenti dei Gruppi Consiliari e i dirigenti capitolini nella Sala dell’Arazzo e gli Assessori capitolini e i Presidenti dei Municipi nella Sala delle Bandiere, ha qui posto la sua firma nel Libro d’Oro Capitolino.

Il Santo Padre ha fatto poi ingresso nell’Aula Giulio Cesare dove ha ascoltato il saluto della sindaca e ha rivolto all’Assemblea un suo messaggio.
“Roma, città ospitale, è chiamata ad affrontare questa sfida epocale nel solco della sua nobile storia; ad adoperare le sue energie per accogliere e integrare, per trasformare tensioni e problemi in opportunità di incontro e di crescita. Roma, fecondata dal sangue dei Martiri, sappia trarre dalla sua cultura, plasmata dalla fede in Cristo, le risorse di creatività e di carità necessarie per superare le paure che rischiano di bloccare le iniziative e i percorsi possibili. Questi potrebbero far fiorire la città, affratellare e creare occasioni di sviluppo, tanto civico e culturale, quanto economico e sociale. Roma città dei ponti, mai dei muri!”, ha detto nel suo intervento in Aula il Pontefice.

“È un onore per me accoglierLa in Campidoglio ed è con profonda e sincera emozione che Le do il benvenuto in quest’Aula, a nome di tutti cittadini di Roma”, ha dichiarato Raggi sottolineando che la Capitale è “città aperta, città del multilateralismo e del multiculturalismo. Roma guarda al futuro e si conferma ancora una volta città del dialogo”.

Al termine del discorso la Sindaca ha ringraziato il Santo Padre per la sua presenza in Campidoglio e ha annunciato l’istituzione di due borse di studio e l’intitolazione della Sala della Piccola Protomoteca di Palazzo Senatorio all’Enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco.

Il Santo Padre a ricordo della Sua visita ha donato un mosaico che riproduce il Colosseo e medaglie del Pontificato.

Papa Francesco, insieme alla Sindaca, si è poi affacciato alla loggia del Palazzo Senatorio dove ha salutato i cittadini e le scolaresche presenti in piazza del Campidoglio.

Sua Santità, prima di terminare la visita in Campidoglio, ha raggiunto la Sala della Protomoteca dove ha incontrato e salutato con affetto i dipendenti capitolini con i loro familiari.

Etichettato sotto

Campidoglio: arrestato Marcello De Vito (M5s)

marcello de vito virginia raggi 1350 675x275Presidente della assemblea capitolina coinvolto nell'inchiesta della Procura. Di Maio: 'E' fuori'. Pd Campidoglio chiede le dimissioni della Raggi. La sindaca: 'Nessuno sconto a chi ha sbagliato'

Marcello De Vito di M5S, presidente dell'assemblea capitolina, è stato arrestato dai carabinieri per corruzione nell'ambito della inchiesta della Procura sul nuovo stadio della Roma. Sono in corso perquisizioni in Campidoglio da parte dei carabinieri nell'ambito dell'operazione che ha portato all'arresto. Le perquisizioni stanno interessando anche uffici di Acea, l'Italpol e la Silvano Toti Holding Spa. "Marcello De Vito è fuori dal MoVimento 5 Stelle. Mi assumo io la responsabilità di questa decisione, come capo politico, e l'ho già comunicata ai probiviri", annuncia Di Maio via Facebook. "Nessuno sconto a chi ha sbagliato", dice anche la sindaca Virginia Raggi aggiungendo che "non c'è spazio per le ambiguità".

Edilizia convenzionata a seguito della Delibera 116/2018

di santo convA Roma, in data 28 novembre presso la Suprema Corte di Cassazione si è svolta un interessante convegno organizzato dal Consiglio Ordine avvocati di Roma in tema di edilizia convenzionata a seguito della nuova delibera del Comune di Roma la n.116/2018 del 23 ottobre 2018 che ha previsto delle importanti novità in ordine principalmente ai conteggi per il pagamento degli oneri di affrancazione e trasformazione.

 INTERVISTA AVV. ANTONINO GALLETTI, CONSIGLIERE TESORIERE DELL’ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA

FB IMG 1543176283934Consigliere Galletti, Lei è Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma dal 2012, è stato recentemente il più votato in Italia quale delegato al Congresso Nazionale Forense di ottobre scorso ed è stato componente dell’assemblea dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura e poi componente dell’Organismo Congressuale Forense: cosa ne pensa dal suo osservatorio privilegiato delle polemiche di questi giorni sul tema della prescrizione?

Scuola, l’Istituto Leopardi cerca segretarie

Immagine

Posizioni aperte per il centro paritario di Roma specializzato come polo alberghiero, liceo delle scienze umane e indirizzo in amministrazione, finanza e marketing

Roma, 20/11/2018 – C’è lavoro a Roma presso l’Istituto Giacomo Leopardi che è alla ricerca di segretarie da inserire all’interno dei propri uffici didattici.

Le selezioni si rivolgono a persone di età orientativamente compresa tra i 30 e i 35 anni e preferibilmente di sesso femminile, anche se la ricerca è aperta a candidati ambosessi.

Per essere presi in considerazione sarà fondamentale poter contare su conoscenze informatiche di base legate all’utilizzo del computer, della rete internet e della posta elettronica.

Le risorse che si desidera incontrare dovranno essere spigliate, volenterose, in possesso di ottime capacità relazionali e in grado di lavorare in team. Non è considerata indispensabile una pregressa esperienza nel ruolo ma saranno certamente valutati in via preferenziale i profili di chi abbia già nel proprio curriculum esperienze di impiego in ruoli analoghi a quello ricercato, anche se maturate in settori diversi rispetto all’ambito istruzione.

La sede di lavoro sarà presso la sede centrale dell’Istituto Paritario Giacomo Leopardi (via del Pettirosso 1-3), realtà presente da oltre 40 anni sul panorama capitolino e specializzata come rinomato polo alberghiero, liceo delle scienze umane e indirizzo in amministrazione, finanza e marketing. Oltre alle attività legate alla Scuola, le figure individuate collaboreranno alle mansioni di segreteria dei corsi di formazione professionale erogati dall’Istituto.

L’inquadramento previsto per le risorse che saranno assunte sarà di tipo full time. Chiunque fosse interessato potrà inviare il proprio curriculum, entro il mese di novembre, all’indirizzo email .

Per ulteriori informazioni
Istituto Paritario Giacomo Leopardi
Via del Pettirosso 3, 00169 Roma
www.istitutogiacomoleopardi.info

Per andare incontro ai fatti

UomoCannone

Quindi dalle condivisioni sui social postate senza avere alcun titolo può emergere l’informazione ufficiale e veritiera… ma affinché una bufala faccia effetto completamente occorrono due fattori di base: l’individuo abile nell’esporla, e un altro capacissimo nel far credere all’esterno d’esserci cascato.
La massa non è disonesta, disturba chi le capita a tiro in quanto delusa da passate esperienze.

Caos Edilizia Agevolata, la nuova delibera del Comune aumenta la conflittualità

Non si placano le polemiche e non scema la preoccupazione di centinaia di migliaia di famiglie coinvolte nel caos dei Piani di Zona nella capitale. Il Comune ha votato e approvato una nuova delibera che si sperava potesse dare certezze e soluzioni al problema, ma secondo gli esperti del settore non fa altro che acuire il contenzioso. Per saperne di più abbiamo incontrato il rappresentante del Comitato di Quartiere di Torraccia, Francesco Musumeci, e gli avvocati Andrea Lamonaca e Stefano Di Santo, che con il loro studio si occupano di questo caso sociale ormai da anni.
Queste le loro parole:

Francesco Musumeci, da quanto il suo comitato si occupa del caos riguardo l’Edilizia Agevolata?
Noi ci occupiamo sin dalla nascita dell’edilizia agevolata per quanto riguarda il nostro comparto, quindi parliamo degli anni Novanta. Abbiamo seguito tutta la filiera, dall’inizio della scrittura delle convenzioni fino alla canterizzazione, sia all’urbanizzazione, sia quant’altro. Quindi siamo dentro anche come presidenti e consigli all’interno delle nostre cooperative e abbiamo seguito tutto lo sviluppo. Con la sentenza di Casal Brunori ci siamo visti mettere i concetti fondamentali dell’edilizia popolare per ceti meno abbienti con delle somme e delle pratiche orientative, che poi sono diventate vessative, che mettono a repentaglio le nostre sicurezze base di famiglia e di sostentamento finanziario. Sostanzialmente mette in gioco la nostra sicurezza e la nostra economia.
Il 23 ottobre è stata votata una delibera comunale che si sperava potesse portare ad una soluzione del caos intorno all’edilizia agevolata. È davvero così? Ci può spiegare il documento in parole semplici?
Certamente. Dopo tanto tempo e dopo una serie di delibere, si è giunti a questa conclusiva, che non fa altro che consolidare tutte le nostre richieste al contrario. Questa delibera, infatti, consolida soltanto l’economia in entrata per il Comune e l’economia in uscita per noi. Non dà chiarezza, è molto fumosa. Sostanzialmente declina in maniera negativa il futuro dei nostri appartamenti, dei nostri immobili perché ci ritroviamo con atti firmati da notai e Comune che dicono una cosa e la nuova delibera che dice tutt’altro, obbligandoci ancor più a economia in negativo per espletare le funzioni di normalizzazioni delle case.

Tra i giochi d’azzardo

1024px Pompeii Osteria della Via di Mercurio Dice PlayersIn arte si parla riportando tracce se non cenni di dolore, riproduttivi in ambo i casi.
Per istruire musicando, l’ascolto deve prevalere sull’uso di strumenti non più certi, seppur trecentocinquanta insegnanti in questione si sono ritrovati in un attimo disoccupati l’anno scorso, da cui ne scaturisce la ridicola brevità di tempo per realizzare le nozioni impartibili.
Sottoscrivi questo feed RSS
Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore