logorcb

updated 1:03 PM CEST, Oct 23, 2019

CAOS EDILIZIA AGEVOLATA: NUOVO CONVEGNO

Convegno 9 aprileIl 9 aprile 2018, presso la Corte d’appello di Roma, l’Associazione Laboratorio Forense, presieduta dal Presidente Avv. Paolo Voltaggio, ha organizzato un convegno avente ad oggetto il problema relativo alla compravendita d’immobili di edilizia residenziale convenzionata venduti a prezzo di libero mercato.

Dal convegno è apparso chiaramente che in tale situazione vi è una difficoltà, da parte degli Operatori del Diritto, nel trovare un percorso univoco per la definizione dei molti giudizi che stanno proliferando presso il Tribunale di Roma.

Al fine di comprendere l’indirizzo Giurisprudenziale del Tribunale di Roma è intervenuto il Giudice della 10 sezione Dott. Picaro il quale ha illustrato, con dovizia di particolari, l’intendimento della Sezione che si sta occupando delle pronunce in merito a tali contenziosi.

Il Dott. Picaro ha affermato che, al momento, il Tribunale si sta attendendo ai principi indicati dalla Suprema Corte con la sentenza 18135/2015 che in pratica stabilisce che sussiste il vincolo del “prezzo massimo di cessione“ dell'immobile costruito in regime di edilizia agevolata non soltanto per il primo trasferimento, ma anche per tutti quelli successivi al primo, salva la possibilità di rimuoverlo, trascorsi 5 anni dall'acquisto, con il procedimento amministrativo previsto dall'art. 31 della L. 448/98, al comma 49 bis, mediante il pagamento di un “indennizzo” al concedente.

Pertanto, alla luce di questo principio, gli acquirenti d’immobili acquistati con il suddetto vincolo possono richiedere la ripetizione al venditore di quanto corrisposto in eccedenza rispetto al prezzo di cessione massima.

Appare evidente che, a distanza di anni dalla compravendita, i venditori che si vedono ricevere richieste d’importi superiori alle 100.000,00 euro rimangono sbalorditi anche perché la maggior parte di queste persone ha venduto i propri immobili per l’acquisto di case per abitazione primaria e non per speculazione edilizia.

Al convegno è emerso, quindi, che la Giurisprudenza di merito appare in linea con la Suprema Corte; la discussione dei partecipanti al Convegno si è spostata, pertanto, sulle possibilità che la normativa e dottrina attuale può avere per la definizione di giudizi più equilibrati considerato che al momento sono troppo sfavorevoli per i soggetti venditori.

In conclusione traspare un tentativo di trovare una via d’uscita al dilagare di giudizi che hanno un risvolto non solo economico, ma che minano la stabilità e tranquillità di molte famiglie che sono coinvolte da questa vicenda.

Articoli correlati:

https://www.romacapitalemagazine.it/attualita/lista-categorie/attualita/caos-edilizia-agevolata-comune-e-ordine-degli-avvocati-chiedono-una-norma-nazionale-4760-caos-edilizia-agevolata-comune-e-ordine-degli-avvocati-chiedono-una-norma-nazionale

https://www.romacapitalemagazine.it/attualita/lista-categorie/attualita/caos-edilizia-agevolata-la-parola-agli-esperti-4767-caos-edilizia-agevolata-la-parola-agli-esperti

Ultima modifica ilMartedì, 10 Aprile 2018 20:17

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore