logorcbtmp.svg

Dati Istat 2018: Italia secondo Paese più vecchio al mondo.

anzianiIl rapporto 2018: ci sono 168,7 anziani ogni 100 giovani. E solo il 18,5% di chi parte dal basso si laurea e il 14,8% ha un lavoro qualificato.

La spesa per protezione sociale è al 30% del pil, dato superiore a quello registrato in tutti gli altri Paesi dell’Unione Europea: la media è al 28,5%L’Italia è il secondo Paese più vecchio al mondo con un declino demografico confermato per il terzo anno consecutivo, mentre le nascite sono in calo da nove anni. Ci sono 168,7 anziani ogni 100 giovani. Ma è anche il Paese con un ascensore sociale bloccato, dove la “dote familiare” – in termini di benieconomici ma anche di titoli di studio e attività dei genitori – è “determinante” per avere successo nello studio e nel lavoro: solo il 18,5% di chi parte dal basso si laurea e solo il 14,8% ha un lavoro qualificato. Questo il quadro che emerge dal rapporto Istat 2018.Per il nono anno consecutivo le nascite registrano una diminuzione: nel 2017 ne sono state stimate 464mila, il 2% in meno rispetto all’anno precedente. Si tratta di un nuovo minimo storico, dovuto anche al fatto che si diventa genitori sempre più tardi. Considerando le donne, l’età media alla nascita del primo figlio è di31 anni nel 2016, in continuo aumento dal 1980 quando era di 26 anni.

Ultima modifica ilMercoledì, 16 Maggio 2018 14:12
Manuela Rella

Direttore Responsabile

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Mostly clear

22°C

Roma

Mostly clear
Humidity: 65%
Wind: W at 0.00 km/h
Tuesday
Thunderstorms
17°C / 29°C
Wednesday
Thunderstorms
17°C / 28°C
Thursday
Partly cloudy
16°C / 26°C
Friday
Scattered thunderstorms
14°C / 25°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore