Drammi civili

ImmagineLa Procura di Pescara ha notificato 23 avvisi di garanzia per la vicenda dell’hotel Rigopiano, sotto il Gran Sasso, travolto da una valanga l’anno scorso, in seguito al sisma che investì il Centro Italia. Le vittime furono 29. Tra gl’indagati, l’ex prefetto di Pescara, Provolo, il presidente della provincia, Di Marco, il sindaco di Farindola, Lacchetta. L’albergo era rimasto bloccato a causa delle intense nevicate e non si reperì una turbina spazzaneve per consentire l’evacuazione degli ospiti. Il 18 gennaio 2017 si verificarono tre scosse e, nel pomeriggio, un’enorme valanga si staccò dal monte Siella. Solo 11 i sopravvissuti.

La Procura di Bari prima delle festività natalizie ha aperto un’indagine in cui ipotizza il reato di estorsione a carico del Consigliere di Stato Francesco Bellomo, per aver obbligato le allieve della scuola di formazione per magistrati a presentarsi in minigonna, tacchi a spillo e trucco marcato. Inoltre il magistrato avrebbe anche preteso che le giovani non fossero sposate. A denunciare il caso era stato il padre di una studentessa. Per la vicenda il Csm aveva sospeso immediatamente dalle funzioni e dallo stipendio un collaboratore di Bellomo (che invece è stato destituito dalla sua professione ieri), il pm Davide Nolin.

Corteo degli studenti a Napoli per solidarietà nei confronti del diciassettenne accoltellato il mese scorso da 4 persone non del tutto identificate. All’iniziativa hanno partecipato il sindaco De Magistris, assessori, consiglieri comunali, sindacati, associazioni, il sottosegretario della Giustizia, Migliore. Ad aprire il corteo, partito da Piazza dei Miracoli, uno striscione con scritto “Alla violenza risponde la sapienza, all’attacco vile l’impegno civile”. La madre della vittima ha chiesto al Prefetto una vigilanza sul figlio e sulla famiglia.

Colpi d’arma da fuoco esplosi da una e più persone all’ingresso del centro storico di Bitonto (Bari), hanno causato la morte di un’anziana che sarebbe stata usata come scudo dal vero obiettivo, un giovane ventenne… quest’ultimo difatti ha precedenti penali. La donna, contrariamente a quanto si era saputo in un primo momento, è stata raggiunta da più colpi di arma da fuoco. Proiettili sarebbero stati sparati anche contro l’abitazione di un esponente di spicco della criminalità bitontina. L’agguato riguarderebbe un regolamento di conti fra clan rivali.

Oltre mille posizioni lavorative irregolari individuate e 59 persone indagate: sono i risultati dell’operazione “Sardinia Job” messa a segno dalla G.d.F. di Pordenone. Le indagini hanno permesso di sgominare un gruppo criminale che gestiva appalti illeciti di manodopera, il cosiddetto Caporalato, in aziende manifatturiere e industriali dell’Italia del nord. Le regioni coinvolte sono Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Sardegna. I reati per cui si procede sono associazione a delinquere, reati tributari e riciclaggio.

E all’estero, precisamente in Iran, è drammatico il bilancio delle vittime delle proteste che si sono scatenate contro la corruzione e il carovita. La tv di Stato ha riferito che nella notte tra il 30 e il 31 dicembre oltre 9 persone sono state uccise. I media statali addirittura hanno riferito di almeno 23 morti. Assalti a caserme e alle basi militari da parte dei manifestanti, 450 gli arresti. Tra di loro, anche la ragazza che si era tolta il velo, diventata il simbolo della rivolta. Monito dalla Ue: sia garantito il diritto a manifestare pacificamente.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Mostly cloudy

16°C

Roma

Mostly cloudy
Humidity: 71%
Wind: NNE at 12.87 km/h
Monday
Mostly cloudy
11°C / 19°C
Tuesday
Mostly sunny
12°C / 23°C
Wednesday
Sunny
8°C / 22°C
Thursday
Sunny
8°C / 22°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore