logorcb

updated 2:03 PM CEST, Oct 13, 2019

IL PAREGGIO DI BILANCIO SPIEGATO DAI PROFF. LEON E BRANCASI

INCONTRO PROMOSSO DALL’ANPI AURELIO CAVALLEGGERI IL 10 LUGLIO

Con legge costituzionale approvata definitivamente il 18 aprile, è stato modificato l’art. 81 della Costituzione, e introdotto il cosiddetto “pareggio di bilancio”. In realtà non si tratta di “pareggio”, ma di “equilibrio”, il primo concetto avrebbe impedito la formazione di deficit anche nelle fasi congiunturali avverse, dove è maggiore la necessità di un intervento dello Stato in economia, la previsione dell’”equilibrio”, invece, consente tale intervento, anche se con paletti e limitazioni, e non sempre e comunque. Innanzitutto occorre la votazione a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera e poi, appunto, una situazione di crisi che deve essere fronteggiata con l’intervento pubblico.

A tal proposito, l’ANPI Aurelio Cavalleggeri ha promosso un incontro-dibattito, per fare conoscere ai cittadini i contenuti della modifica e per fornire gli strumenti per poter giudicare se questa consente ancora un valido intervento in economia e di fronteggiare le ricorrenti situazioni recessive, che si susseguono dai tempi di Keynes e della crisi del ’29, con gravi conseguenze proprio su quei conti pubblici che pure vanno tutelati, e con un costo sociale altissimo in termini di aziende chiuse e disoccupazione a due cifre.

Insomma, le democrazie europee, in special modo l’Italia, si sono trovate tutte di fronte a un bivio: stringere i cordoni della borsa e finire per non sostenere l’economia, o continuare a fare come si era sempre fatto, produrre disavanzi enormi, e finire comunque per gravare sull’economia con la diminuzione della credibilità e sostenibilità del debito, con elevati oneri per interessi.

Sulla carta si è scelta una soluzione che dovrebbe conciliare rigore con sviluppo: il debito non è impossibile, ma reso più difficile, e solo in funzione anticongiunturale, l’attuale situazione è dovuta al fatto che, nel passato, non è sempre stato così, e si è accumulato un debito enorme per sprechi e corruzione, e per una politica della spesa incosciente e clientelare.

L’incontro, che avrà come relatori due professori ordinari, Paolo Leon, di economia pubblica e Paolo Brancasi, di diritto amministrativo e diritto pubblico dell’economia, si terrà il 10 luglio alle ore 17,00, presso la sede della Camera del Lavoro CGIL Roma Nord, in P.zza S. Giovanni B. De La Salle 3/a, al 1° piano, ed è aperto a tutti i cittadini che intendano documentarsi e comprendere la situazione sociale ed economica del Paese, sarà anche possibile intervenire e porre domande per chiarire eventuali dubbi.

Alessandro Ranieri

Ultima modifica ilDomenica, 16 Dicembre 2012 18:28

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore