logorcb

updated 2:00 PM CET, Nov 13, 2019
Attualità

Attualità (325)

Spese e consumi

calo 1Dal primo gennaio la famiglia tipo starebbe pagando il 5,3% in più per le forniture elettriche, e il 5% in più per quelle del Gas.
È quanto prevedeva l’aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento per le famiglie e i piccoli consumatori nei servizi di tutela.
Lo aveva comunicato l’autorità per l’energia.
Per l’elettricità, aumento dovuto all’incremento dei prezzi all’ingrosso e dei costi per adeguatezza e sicurezza.
L’aumento del gas è stato invece determinato dalle attese dinamiche delle stagioni invernali, con consumi e quotazioni in aumento a livello europeo, che implicano la crescita dei prezzi anche nei mercati all’ingrosso italiani.
E purtroppo vi sono le condizioni per un’aspettativa di aumento sensibile dei prezzi della benzina in questi giorni con scostamenti compresi in un centesimo in più a litro.

Dichiarazioni istituzionali

micr caloIn pieno novembre 2017, il presidente iraniano Hassan Rohani ha annunciato la fine dell’Isis, il sedicente Stato islamico, in un discorso trasmesso in diretta dalla tv di Stato iraniana: “Gli atti diabolici del gruppo terroristico sono finiti, le conseguenze rimarranno ma le fondamenta sono state annientate”.
L’annuncio era arrivato dopo il colloquio a Sochi tra il leader siriano Bashar al-Assad e il presidente russo, Putin; e alla vigilia del trilaterale che ha visto riuniti nella città sulle rive del mar Nero Putin, Rohani e il leader turco Erdogan.

SALVAMAMME VANDALIZZATA DAI LADRI

immagine a bassa risoluz Barbara De Rosi Grazia Passeri lo scempio dei vandali alla sede SalvamammeEnnesimo furto nella sede romana dell’Associazione che da vent’anni aiuta migliaia di famiglie e bimbi in difficoltà. 
Appello di Barbara De Rossi “Spero che la città di Roma si indigni e si attivi per una grande campagna solidale per chi da anni e anni con tanta generosità e totale abnegazione si dedica agli ultimi 
Doveva essere un giorno di festa proprio nel mese che celebra tutte le mamme ed invece la presidente e i volontari di Salvamamme si sono trovati di fronte all’ennesimo atto vandalico in poche settimane nella sede dell’Associazione che da più di vent’anni aiuta e sostiene migliaia e migliaia di famiglie e bimbi da crescere.
Sono scioccata e arrabbiata – ha affermato l’attrice Barbara De Rossi Presidente onoraria dell’Associazione– sono venuta per festeggiare il lancio di progetti importanti per raccogliere i fondi per affrontare le ingenti spese logistiche che l’associazione sostiene per far fronte alle migliaia e migliaia di richieste di aiuto di famiglie e bimbi”. “Spero che la città di Roma si indigni e si attivi per una grande campagna solidale per chi da anni e anni con tanta generosità e totale abnegazione si dedica agli ultimi” – è l’appello lanciato dall’attrice.

Edilizia agevolata: forse i venditori non dovranno restituire parte della vendita

tribunale di roma
La pronuncia della Cassazione n. 18135 del 2015 aveva creato un notevole fermento.
Ora un Giudice del Tribunale di Roma ha stabilito, contrariamente all’indirizzo giurisprudenziale, che per liberare gli immobili dal vincolo del prezzo massimo di cessione vanno riconosciuti all'acquirente soltanto gli oneri dell'affrancazione.

CAOS EDILIZIA AGEVOLATA: NUOVO CONVEGNO

Convegno 9 aprileIl 9 aprile 2018, presso la Corte d’appello di Roma, l’Associazione Laboratorio Forense, presieduta dal Presidente Avv. Paolo Voltaggio, ha organizzato un convegno avente ad oggetto il problema relativo alla compravendita d’immobili di edilizia residenziale convenzionata venduti a prezzo di libero mercato.

Dal convegno è apparso chiaramente che in tale situazione vi è una difficoltà, da parte degli Operatori del Diritto, nel trovare un percorso univoco per la definizione dei molti giudizi che stanno proliferando presso il Tribunale di Roma.

Al fine di comprendere l’indirizzo Giurisprudenziale del Tribunale di Roma è intervenuto il Giudice della 10 sezione Dott. Picaro il quale ha illustrato, con dovizia di particolari, l’intendimento della Sezione che si sta occupando delle pronunce in merito a tali contenziosi.

Metro C, stazione San Giovanni: finalmente la data di apertura


metro cIl 28 aprile prossimo la stazione San Giovanni della linea C aprirà al pubblico. Come riferisce l'agenzia Dire, salvo imprevisti dell'ultimo minuto, la data non cambierà e sarà annunciato a breve dal Campidoglio. Il 28 aprile, secondo i tecnici del Campidoglio è stato scelto come il giorno migliore per una serie di motivi. Il pre-esercizio in corso finirà ufficialmente il 23 aprile.


Dopo San Giovanni le prossime fermate ad aprire saranno Ipponio-Amba Aradam e Colosseo-Fori imperiali. Buone notizie, quindi, per i pendolari romani e per tutti i turisti che affollano la capitale.


 

Caos edilizia agevolata, la parola agli esperti

CassazioneLa situazione creatasi intorno alla sentenza della Cassazione a Sezioni Unite n.18135/2015 ha creato grande confusione, come confermato dai partecipanti al convegno tenutosi a Roma, proprio in Cassazione il 27 marzo.

Per tentare di chiarire la situazione e permettere ai cittadini di poter trovare una soluzione al problema abbiamo interpellato due addetti ai lavori: l’Avvocato Stefano Di Santo e l’Avvocato Andrea Lamonaca.

Caos edilizia agevolata, Comune e Ordine degli Avvocati chiedono una norma nazionale

TotaleLa confusione nata, a seguito della Sentenza n.18135 del 16 settembre 2015 sulla compravendita di case di edilizia economica e popolare, è stata oggetto del convegno svoltosi nel pomeriggio del 27 marzo 2018 presso l’Aula Avvocati del Palazzo di Giustizia di Piazza Cavour a Roma.

Alla riunione, organizzata da UNAEP (Unione Nazionale Avvocati Enti Pubblici) in collaborazione con l’Ordine degli avvocati di Roma, sono intervenuti diversi esponenti di peso del mondo giurisprudenziale capitolino, a partire dal Presidente del Consiglio dell’Ordine, Mauro Vaglio secondo il quale il caos sulla questione dei piani di zona e dell’edilizia agevolata destinata alle classi sociali meno abbienti rischia di diventare a Roma una pericolosa bomba sociale pronta a esplodere, se non già esplosa.

Dichiarazioni istituzionali

microphone 814015 1280

A fine gennaio, l’Onu aveva bollato come illegale e meschino il bando di Donald Trump nei confronti di profughi e cittadini provenienti da 7 paesi a maggioranza islamica. Una dura reazione quella dell’alto commissario del Consiglio per i Diritti Umani, Zeid Rà Ad Al-Hussein, che twittò la seguente affermazione: “La discriminazione sulla base della nazionalità è vietata dalle leggi sui diritti dell’uomo. Il bando è anche uno spreco di risorse che potrebbero essere destinate alla lotta contro il terrorismo”. L’Iran è arrivata addirittura a respingere la richiesta di partecipazione della squadra di lotta degli Usa alle gare di coppa del mondo che si sono tenute nella città di Kermashah il 16 e il 17 di febbraio, rendendolo noto col portavoce del proprio ministro degli Esteri, Bahram Qasemi, sempre a causa delle politiche del tycoon. Successivamente, 97 aziende hanno presentato una memoria congiunta per denunciare l’illegittimità del bando, e trattasi d’imprese attive soprattutto nel settore hi-tech, tra cui Apple, Microsoft, Google, Netflix, Spotfy e… la stessa Twitter; ma anche la Levis, la famosa produttrice di jeans. Secondo il documento depositato presso la Corte d’Appello federale, per quanto circuito la norma “viola le leggi sull’Immigrazione e la Costituzione arrecando danni significativi all’economia”.

Inoltre, gli Usa hanno avvertito la Nord Corea: “L’opzione militare è sul tavolo, è finito il tempo della politica americana di pazienza strategica”, queste le parole durissime del segretario di Stato americano, Rex Tillerson, dopo aver visitato la zona smilitarizzata al confine tra le due Coree. “L’approccio diplomatico con Pyongyang è fallito”, ha ribadito Tillerson, avvertendo il dittatore nordcoreano Kim prima dell’incontro col presidente cinese Xi Jin Ping, anche se Pechino aveva consigliato agli Usa di non alzare i toni.

Ma passiamo alle note dolenti a noi care…! In sede europea non si può non tenere conto nella valutazione dei conti che i terremoti nostrani sono sì eventi eccezionali, ma producono effetti continuativi. Lo aveva detto all’inaugurazione dell’anno giudiziario il presidente della Corte dei Conti, Martucci di Scarfizzi, sottolineando che “il rischio di dispersione dei finanziamenti europei utilizzati nel periodo 2007/’13 è poco oltre l’80%, in stridente contrasto con le difficoltà economiche del paese”. Il magistrato aveva poi lanciato l’allarme circa la carenza d’organico: “Dovremmo essere 611, siamo invece 391”.

Un momento di spensieratezza? Macché! “In sala stasera ci sono i giornalisti, guardate: sono qui, prendono appunti”, lo ha detto Beppe Grillo indicando un gruppo di cronisti in platea mentre si accendevano le luci per il suo show al teatro Goldoni di Livorno. “Estrapolano pezzi di frasi e poi fanno i titoli sui giornali. Infine dicono che sono io pericoloso per l’Informazione. Guardateli in faccia, e ricordatevi di loro”.

Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore