logorcb

updated 1:03 PM CEST, Oct 23, 2019

Salvato lo storico ponte ferroviario di Sant’Eufemia

ponte santeufemiaFinalmente dopo mesi di battaglie di Italia Nostra e dell’associazione Ferrovie in Calabria – Gruppo Ferrovie storiche, questa settimana è partita la diffida della Sovrintendenza alle Belle Arti e al Paesaggio della Calabria all’Ente Ferrovie della Calabria e per conoscenza al Comune di Sant’Eufemia e ai Carabinieri Tutela ambiente e patrimonio culturale per impedire la demolizione dello storico ponte ferroviario di Sant’Eufemia.

Difatti l’Ente Ferrovie della Calabria era già pronto con un bando pubblico ad affidare a un privato la demolizione dello storico ponte, che avrebbe iniziato il processo di smantellamento del ponte della vecchia ferrovia dismessa.

Parliamo della tratta Gioia Tauro- Sinopoli, costruita negli anni ’20 e dismessa alla fine degli anni ’90 per essere sdemanializzata nel 2012. La sdemanializzazione ha comportato la sottrazione del bene all’utilizzo come demanio ferroviario e il suo declassamento a bene patrimoniale, come tale alienabile senza troppe formalità.

Sennonché il valore del ponte, al netto del costo di demolizione è praticamente zero, se non negativo, mentre il suo valore storico è notevole, si tratta di un’opera che testimonia i grandi sforzi fatti a quei tempi per costruire una ferrovia in territorio montano.

L’opera, situata all’uscita di una galleria, è molto particolare, sia per l’altezza cui è situata, sia per le particolari tecniche costruttive utilizzate all’epoca.

Senza contare che la demolizione del ponte potrebbe compromettere il progetto di realizzazione della pista ciclabile che permetterebbe di preservare lo storico tracciato rendendolo meta turistica e naturalistica di grande pregio, essendo situato nel contesto della natura dell’Aspromonte.

Ultima modifica ilMercoledì, 05 Agosto 2015 15:15

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore