logorcb

updated 1:03 PM CEST, Oct 23, 2019

Sibari... disastro annunciato

Sibari www.vigilfuoco.tvDopo 2.523 anni Sibari, un meraviglioso sito archeologico in Calabria, torna a essere sommersa.

La prima volta quando i crotoniati, dopo settanta giorni di assedio, deviarono il corso del fiume Crati sulla città cancellandola totalmente, questa volta non per la guerra di confine ma per la pioggia. Ingentissimi i danni, il sito è completamente coperto d’acqua e di fango.

Il problema principale è quello di evitare che la fanghiglia si solidifichi e effettuare i trattamenti particolari che richiedono sia i mosaici, sia gli intonaci.

Italia Nostra, attraverso il sito www.francolofrano.it offre la disponibilità dei suoi soci nei lavori di ripulitura e denuncia: “Purtroppo nella nostra Regione, la vera attività non è quella di programmare la prevenzione, ma rincorrere le emergenze. Considerato che il Crati non è un fiumiciattolo, sarebbe stato opportuno programmare interventi di manutenzione ordinaria (taglio di vegetazione e rimozione di materiale di riporto) per assicurare le normali condizioni di deflusso a mare, verificare l’occupazione abusiva di aree con l’insediamento di agrumeti e la tenuta degli argini”.

Ultima modifica ilVenerdì, 01 Febbraio 2013 19:23
Emiliano Frattaroli

Direttore Editoriale

Altro in questa categoria: Cooperazione: il progetto Pan Life »

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore