logorcb

updated 2:03 PM CEST, Oct 13, 2019
Calcio

Calcio (346)

Bologna – Lazio 2 -2. Vittoria gettata al vento.

sinisaPrima di ogni commento alla partita è doveroso evidenziare come i tifosi di Lazio e Bologna si siano uniti con grande spirito di affetto, prima e durante la partita, per esprimere tutta la vicinanza a Mister Mihajlovich.

Venendo, invece, al commento del match dell’Dall’ara si evidenzia che questo campionato giunto alla sesta partita rischia per la Lazio di essere ricordato come quello delle occasioni perse. La Lazio anche in questa partita costruisce parecchio ma non riesce a finalizzare tutta la mole di lavoro prodotto ed anzi rischia di uscire sconfitto tenendo conto che per ben due volte va sotto nel risultato.

Il Bologna si dimostra una buona squadra con una ottima organizzazione con una grande fisicità e aggressività che ha impensierito una retroguardia laziale a volte poco concentrata.

La partita è stata bella e giocata su buoni ritmi dove il Bologna è passata in vantaggio per ben due volte ed è stata raggiunta in entrambe le occasioni da un Ciro Immobile ben ispirato.

La partita nel secondo tempo ha visto dapprima l’espulsione di Lucas Leiva, per doppia ammonizione,  e dopo qualche minuto di Medel, per fallo commesso come chiara occasione da gol; a circa 4 minuti dalla conclusione della partita l’occasione per la vittoria è capitata a Correa che dal dischetto dal rigore, causato da un fallo di Palacio su Acerbis, ha colpito la traversa vanificando la possibilità di portare a casa  i 3 punti più che meritati.

La Lazio purtroppo pur essendo padrona della partita commette troppe amnesie difensive che ne pregiudicano il risultato finale.   

Etichettato sotto

Serie A, le pagelle di Roma-Cagliari

 Giallorossi spreconi, Olsen super. Cagliari in vantaggio con il rigore di Joao Pedro e raggiunto dai capitolini con l’autorete di Ceppitelli. Finale burrascoso per un gol annullato a Kalinic. Diawara out per la rottura del menisco interno del ginocchio. All’Olimpico è 1-1. Massa nell’occhio del ciclone.
Gioca solo la Roma, segna solo il Cagliari.

Questa la fotografia del match dello Stadio Olimpico, terminato nella bufera con il pareggio per 1-1.
I giallorossi sono in controllo della partita e sfiorano il vantaggio in un paio di occasioni.

Serie A, le probabili formazioni di Roma-Cagliari

 Fonseca con scelte quasi obbligate. Provato Veretout sulla trequarti, Zaniolo alto a destra con dietro Spinazzola. Out Florenzi. Dzeko torna titolare in attacco. Maran si affida agli ex romanisti Nainggolan, Olsen e Luca Pellegrini. Simeone di punta. Arbitra Massa, al VAR Longo.
La voglia di confermarsi.

Roma-Cagliari, valida come una delle sfide della settima giornata di Serie A, è la partita tra due squadre che desiderano dimostrare che quanto finora fatto di buono non sia casuale.
Gli uomini di Paulo Fonseca (all.re Roma), per di più, vogliono scrollarsi di dosso il pareggio di Europa League contro il Wolfsberg, anche se avranno a che fare con l’ennesima partita da giocare in pochi giorni.

Lazio 2-Rennes 1 – La Lazio vince ma non convince

lazio RennesNella seconda giornata del girone di Europa League e la prima partita in casa la Lazio è chiamata a cercare la vittoria anche in considerazione della sconfitta subita nella prima giornata in Romania.

Rispetto alla vittoria in campionato con il Genoa Mister Inzaghi stravolge la squadra facendo un ampio turnover inserendo molte seconde linee che hanno trovato poco spazio in questo inizio di stagione; la Lazio nel primo parziale gioca in modo compassato con ritmi molto bassi e costruisce  poche azioni da gol rispetto, invece, alla formazione francese che riesce ad essere più pericolosa mettendo più volte in difficoltà la retroguardia biancoceleste.

Il secondo tempo inizia nella falsariga del primo parziale e il Rennes passa in vantaggio meritatamente al minuto 55 con Morel appena due minuti dopo l’ingresso in campo di Luis Alberto e Milinkovic-Savic.

Il gol subito riesce a svegliare la Lazio che, successivamente allo svantaggio,  inizia  a macinare un gioco più efficace e preciso con una manovra che porta al pareggio del serbo al minuto 63  e al vantaggio di Immobile con un colpo di testa che trafigge l’incolpevole Mendy.

La Lazio esce vittoriosa da questa partita ma deve forse riflettere sul fatto che alcuni giocatori sono imprescindibili e specialmente in Europa il livello non permette l’utilizzo di troppi rincalzi in una singola partita.

Stefano Di Santo

Europa League, le pagelle di Wolfsberg-Roma

 Giallorossi poco concreti dopo il vantaggio di Spinazzola. Gli austriaci la pareggiano con un gran gol di Liendl. Bene Mirante, male Pastore. Altro giallo per Zaniolo. Tiago Martins un portoghese anglosassone.
Troppi errori. Da una parte e dall’altra.

Anche se chi ne esce rinfrancato è di certo il Wolfsberg, che conferma di saper giocare da squadra contro avversari di un certo calibro.
La Roma, invece, poteva sicuramente fare meglio, contro quella che sulla carta era una squadra tecnicamente inferiore.

Europa League, le probabili formazioni di Wolfsberg-Roma

 Dzeko tira il fiato, tocca a Kalinic. C’è Spinazzola per Kolarov, occasione per Pastore sulla trequarti. Conferato Diawara, in difesa pronti Fazio e Juan Jesus. Austriaci in campo con gli stessi undici del Borussia M’Gladbach. Arbitra Tiago Martins.
Scontro al vertice.
È vero che siamo solo alla seconda giornata della fase a gironi di questa edizione dell’Europa League, ma è altrettanto vero che Roma e Wolfsberg hanno vinto entrambe la prima partita, con il medesimo risultato: 4-0.
Gli austriaci, dunque, sono una squadra da non sottovalutare e questo Paulo Fonseca lo sa bene: “Mi aspetto una partita difficile, ha vinto sul campo del Borussia Moenchengladbach 4-0: hanno qualità, sono forti e aggressivi, efficaci in contropiede. Il risultato ottenuto in Germania conferma tutto questo”.

Lazio 4- Genoa 0…il poker è servito

Lazio GenoaDopo la bruciante e immeritata sconfitta di misura di San Siro contro la capolista Inter, la squadra di Inzaghi mette a segno una vittoria, netta e confortante, contro la formazione ligure allenata da Mister Andreazzoli.

La Lazio è partita subito bene mettendo in difficolta la retroguardia genoana che comunque all’inizio si è messa in luce con alcune azioni pericolose sventate da ottimi interventi di Strakosha.

Al 7 minuto del primo tempo la Lazio passa meritatamente in vantaggio grazie ad un tiro preciso all’angolo di Milinkovich-Savic e costruisce almeno altre 4-5 occasioni prima del gol annullato al Var di Luis Alberto; prima della fine del primo parziale arriva il raddoppio grazie ad un perentorio sinistro di Radu che finisce sotto il sette dell’incolpevole portiere del Genoa che ironia della sorte porta lo stesso cognome.

La squadra di Inzaghi nella ripresa entra in campo con lo stesso piglio del primo tempo e in continuo controllo della partita segna la terza rete al minuto 59 con Caicedo, subentrato da pochi minuti a Correa, e cala il poker grazie al 78 minuto a Immobile che dopo aver colpito corre ad abbracciare Inzaghi e pone termine a tutte le polemiche della settimana.

In questo campionato è evidente che la compagine biancoceleste, rispetto alle stagioni precedenti, cerca di avere maggiormente il pallino del gioco aggredendo l’avversario molto alto e creando parecchie occasioni da gol, allo stesso tempo, si espone alle ripartenze avversarie.

STEFANO DI SANTO

Etichettato sotto

Serie A, le pagelle di Lecce-Roma

 Primo tempo equilibrato. Nella ripresa gli uomini di Fonseca aumentano la spinta offensiva e trovano il gol vittoria con Dzeko. Kolarov fallisce il 2-0 dal dischetto, i salentini ci credono nel finale. Bene la coppia Smalling-Mancini. Garbiel a due facce. Al Via del Mare è 0-1. Abisso da rivedere, il VAR non aiuta.
Una sofferenza.

Le notizie positive, però, non mancano per la Roma, che vince 0-1 in casa del Lecce e non prende gol per la seconda volta in stagione.
Primo tempo molto equilibrato, con i capitolini che si fanno sorprendere dall’irruenza salentina nei primi minuti. Con il passare del tempo, gli uomini di Paulo Fonseca (all.re Roma) riescono a creare qualche pericolo alla porta difesa da Gabriel, ma il risultato non si sblocca.
Nella ripresa, gli ospiti entrano in campo con tutt’altro spirito, assediando gli avversari nella propria metà campo e trovando il vantaggio grazie alla rete di Edin Dzeko.

Serie A, le probabili formazioni di Lecce-Roma

 Fonseca torna alla difesa a 4 e cambia in ogni reparto. Zaniolo sulla trequarti, con Pellegrini mediano. Tornano Kluivert e Mkhitaryan dal primo minuto. Spinazzola in panchina. Liverani senza Farias, Dell’Orco e Lapadula. Tachtsidis c’è ma parte dalla panchina. Arbitra Abisso, al VAR c’è Guida.
Giallorossi dall’umore diverso.

Così arrivano Lecce e Roma alla sfida di domenica alle 15:00, valida per la sesta giornata di campionato, in programma presso lo Stadio Via del Mare.
Quelli capitolini, infatti, sono reduci dalla prima sconfitta stagionale, rimediata in casa contro l’Atalanta nel turno infrasettimanale. Quelli salentini, invece, hanno l’umore alle stelle, dopo aver trionfato in casa della SPAL per 1-3.
Paulo Fonseca (all.re Roma) vuole subito dimenticare quanto successo mercoledì sera e ripartire alla rincorsa delle posizioni Champions League.

Fonseca: "Con l'Atalanta abbiamo sofferto le marcature. Pellegrini e Spinazzola a disposizione"

 Il tecnico della Roma, Paulo Fonseca, ha incontrato i giornalisti in sala stampa a Trigoria, in vista della sfida di campionato in trasferta di domenica alle 15:00 contro il Lecce.
Queste le sue parole:
Con l’Atalanta è arrivata la prima sconfitta. Ha parlato con i ragazzi delle eventuali ricadute dopo la partita di mercoledì scorso?
Sì, certamente, come abbiamo sempre fatto. Abbiamo fatto un’analisi congiunta con i calciatori, gli abbiamo fatto capire quello che non ha funzionato bene e quello che dobbiamo necessariamente migliorare.

Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore