logorcb

updated 11:06 PM CET, Dec 6, 2019

Europa League, le probabili formazioni di Istanbul Basaksehir-Roma

 Giallorossi senza Juan Jesus, Mirante e Pastore. Pellegrini gioca, Mkhitaryan in panchina. Under c’è. Buruk si affida a Crivelli. Gulbrandsen e Kahveci favoriti su Arda Turan e Robinho. Assente Aleksic. Arbitra il romeno Hategan.
Se non è da dentro o fuori, poco ci manca.
Istanbul Basaksehir-Roma vale gran parte dell’accesso ai sedicesimi di finale di Europa League e una vittoria farebbe comodo a entrambe.

In particolar modo ai giallorossi, secondi nel girone e vogliosi di riprendersi il primato scippatogli dai turchi dopo l’unico punto ottenuto dalla doppia sfida contro il Borussia Monchengladbach.
Paulo Fonseca (all.re Roma), ultimo allenatore riuscito a battere l’Istanbul Basaksehir in casa in competizioni europee, descrive la sfida contro gli ottomani in conferenza stampa, sottolineando il buon momento attraversato dall’avversario, rimasto imbattuto proprio dalla sfida dell’Olimpico: “Il Basaksehir è in un gran momento di forma, è una squadra che ha esperienza e gioca bene. Sarà difficile per noi. Sappiamo bene che sarà una partita importante per entrambe le squadre, ma noi vogliamo vincere”.
Il tecnico portoghese deve rinunciare ad Alessandro Florenzi e Javier Pastore, rimasti nella capitale, ma recupera Leonardo Spinazzola ed Hernikh Mkhitaryan.
L’ex Juventus dovrebbe scendere in campo dal primo minuto, proprio per sopperire all’assenza del capitano romano, mentre per l’armeno ci potrebbe essere qualche chance di entrare in campo a partita in corso, data la lunga assenza alla quale è stato costretto per il problema muscolare accusato nella trasferta di Lecce settimane fa.
Arrivano, dunque, numerose conferme rispetto alla sfida vinta domenica contro il Brescia, a partire dal portiere Pau Lopez. Lo spagnolo, praticamente sempre prima scelta di Fonseca, sarà costretto agli straordinari dato il forfait di Antonio Mirante.
Nella retroguardia a 4, oltre al succitato Spinazzola, giocheranno i centrali Chris Smalling-Gianluca Mancini, che dovrebbe vincere il ballottaggio con Federico Fazio, e l’altro terzino Aleksandar Kolarov.
Il mister lusitano, inoltre, ripropone la stessa coppia di mediani di settimana scorsa, formata da Jordan Veretout e Amadou Diawara.
L’unica novità riguarda l’attacco, con Cengiz Under che torna titolare  o a destra, facendo scalare Nicolò Zaniolo sull’altra fascia, o a sinistra nella linea dei trequartisti, completata da Lorenzo Pellegrini al centro. In panchina, dunque, Justin Kluivert. Per il giovane talento turco, ex della serata, si tratta di un ritorno nel suo vecchio stadio e il fattore ambientale non sembra destare preoccupazioni a Fonseca: “Quando penso alla formazione, non prendo in considerazione questi elementi”.
Di punta, nonostante la convocazione di Nikola Kalinic, gioca per l’ennesima volta Edin Dzeko.
In casa turca, Okan Buruk (all.re Istanbul Basaksehir) cerca di sfruttare l’entusiasmo portato a squadra e ambiente dai recenti risultati in campionato ed Europa League come migliore arma per battere la Roma: “La sfida sarà importante non solo per la nostra squadra ma per tutta Istanbul e tutta la Turchia, cercheremo di fare del nostro".
In conferenza stampa, inoltre, il tecnico descrive quelle che sono a parer suo le caratteristiche più pericolose dei giallorossi: “Avevo già detto anche all’andata che la Roma ha ottimi attaccanti e, se trovano l’occasione, loro segnano. All'andata avevo detto che la Roma poteva comunque essere sconfitta, abbiamo ceduto nella ripresa”.
Buruk, rispetto all’andata, ha una maggiore possibilità di scelta per l’undici iniziale, dovendo rinunciare al solo Danijel Aleksic.
Ecco, dunque, che il modulo potrebbe essere un 4-2-3-1, speculare a quello dei capitolini, con Fehmi Mert Gunok tra i pali.
In difesa, l’unica new entry rispetto alla partita dell’Olimpico si chiama Martin Skrtel, che formerà la coppia di centrali insieme a Carlos Ponck. Sulle fasce, invece, agiranno Gael Clichy e Junior Caiçara.
Per i mediani la preferenza dovrebbe ricadere sul tandem Mehmet Topal-Mahmut Tekdemir, mentre sulla trequarti Ifran Kahveci è in leggero vantaggio su Arda Turan.
Altro ballottaggio in essere è quello per un posto da esterno offensivo sinistro, al momento vinto da Fredrik Gulbrandsen, autore del gol vittoria sul Galatasaray nell’ultimo turno di Super Lig turca, su Robinho.
Certi del posto da titolare, invece, sembrano essere Edin Visca, a destra, e il centravanti Enzo Crivelli.
Andiamo a riepilogare le probabili formazioni:
Istanbul Basaksehir (4-2-3-1): Gunok; Caiçara, Ponck, Skrtel, Clichy; Topal, Tekdemir; Visca, Kahveci, Gulbrandsen; Crivelli.
Allenatore: Okan Buruk.
Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Mancini, Smalling, Kolarov; Veretout, Diawara; Zaniolo, Pellegrini, Under; Dzeko.
Allenatore: Paulo Fonseca.
Dirige la sfida il signor Ovidiu Hategan.
 Il fischietto romeno arbitrerà per la seconda volta la Roma in carriera. L’unico precedente con i giallorossi risale all’andata dei sedicesimi di finale dell’Europa League 2014/2015, quando allo Stadio Olimpico i capitolini pareggiarono 1-1 contro il Feyenoord, al termine di una giornata ad alta tensione nella Città Eterna.
Nessun incrocio, invece, tra l’Istanbul Basaksehir e il direttore di gara di Arad.
Completano la quaterna arbitrale gli assistenti di linea Sovre-Gheorghe e il quarto ufficiale Coltescu.
Il calcio d’inizio del match,  presso il Fatih Terim Stadium di Istanbul, è previsto per le ore 18:55 italiane di giovedì 28 novembre 2019.
La partita sarà trasmessa in esclusiva da Sky sui canali Sky Sport Uno (numero 201 del satellite e 472 del digitale terrestre) e Sky Sport HD (numero 252 del satellite).
Inoltre, per gli abbonati alla piattaforma satellitare la sfida sarà visibile anche in Streaming attraverso l’applicazione SkyGo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore