International Champions Cup, la Roma batte il Barcellona 4-2

 Giallorossi sotto due volte contro i blaugrana. Poi tre gol di fila chiudono la seconda rimonta in pochi mesi contro gli spagnoli. Cristante nominato man of the match, bene anche El Shaarawy e Perotti. Ritrova il gol Florenzi. Per il Barcellona segnano Rafinha e Malcom. Sul mercato N’Zonzi rimane una pista calda. Sondato anche Promes dello Spartak Mosca. Castan saluta i giallorossi.

La lupa perde il pelo ma non il vizio.
Specie quando vede blaugrana si trasforma in un toro davanti al mantello rosso del matador.
Ci ha preso gusto la squadra di Eusebio Di Francesco, che, nel giro di qualche mese, rivince contro il Barcellona. Ma non in maniera banale, bensì sempre e solo in remuntada, per usare un termine comprensibile anche agli amici spagnoli.


Avviso ai naviganti, però. Come detto dopo la sfida contro il Tottenham, persa 4-1, non bisogna farsi prendere da facili sbalzi di umore, passando dallo scetticismo alla gloria.
È calcio estivo e conta quello che conta. Quindi testa bassa e lavorare per essere al meglio il 19 agosto, quando inizierà la Serie A con la trasferta ostica di Torino contro i granata. Calcio d’inizio alle 18:00 con match visibile su Sky.
Torniamo, ora, alla sfida dell’AT&T Stadium di Dallas.
I catalani partono con il piede sull’acceleratore e giocano una prima frazione leggermente migliore rispetto ai giallorossi, tanto da sfiorare il gol del vantaggio dopo 30 secondi di gara e poi trovandolo al sesto minuto con Rafinha, tornato dal prestito all’Inter.
De Rossi e compagni riescono a far vedere qualcosa dal ventesimo in poi, riuscendo a trovare il pareggio con Stephan El Shaarawy al 35esimo.
La ripresa è sicuramente più divertente della prima frazione di gioco, con gli uomini di Ernesto Valverde (allenatore Barcellona) che ricominciano a spingere da subito, trovando la rete del nuovo vantaggio proprio con l’uomo che tanto ha fatto discutere in chiave mercato nelle ultime settimane, Malcom.
Il brasiliano approfitta di una dormita difensiva dei capitolini, mettendo in sacco la sfera a porta praticamente vuota.
Da quel momento qualcosa scuote la Roma. Forse l’orgoglio, forse il ricordo di quella serata così magica. Fatto sta che prima Alessandro Florenzi, al 78esimo, poi il man of the match, Bryan Cristante, con il piatto forte della casa, l’inserimento in area, e, infine, Diego Perotti su rigore, schiantano i blaugrana, in vantaggio per larga parte del match, fissando il risultato sul 4-2.
Da segnalare anche un gol annullato ad El Shaarawy ad inizio secondo tempo per fuorigioco.
Queste le parole di Di Francesco a fine gara: “Giocavamo con una squadra di grande qualità nel palleggio, a tratti ci hanno messo in difficoltà, ma quando abbiamo cercato l'immediatezza della profondità, una volta recuperata palla, abbiamo fatto bene”.
Va bene che Valverde ha dovuto rinunciare a molti titolari, vedasi Lionel Messi e Luis Suarez, facendo affidamento a molte riserve e giovani della cantera, però è una vittoria che fa bene al morale, anche se non deve far montare la testa.
Mentre i giallorossi si godono il riposo post Barça, la società continua a lavorare per migliorare ulteriormente la rosa a disposizione di Di Francesco.
Monchi ha ricevuto l’ok per continuare a trattare il centrocampista del Siviglia Steven N’Zonzi, sul quale è stato detto tutto e il contrario di tutto in questi giorni. La cosa certa è che, nonostante le dichiarazioni di facciata del club spagnolo, il giocatore ha già una base di accordo con i giallorossi sulla base di un quadriennale da 3.5 milioni di euro a stagione.
Il ds spagnolo sta provando a portare la bestia francese, come l’ha definita il presidente James Pallotta, nella capitale con uno sconto rispetto alla clausola rescissoria da 35 milioni che pende sul calciatore. L’offerta, al momento, si aggira intorno ai 28 milioni bonus inclusi. Sviluppi ce ne saranno nei prossimi giorni.
Capitolo esterno destro offensivo. Nonostante Pallotta abbia dichiarato che non sia la priorità, i giallorossi stanno sondando il terreno per alcuni giocatori in quel ruolo. In cima alle preferenze, per ora, c’è sempre Leon Bailey del Bayer Lewerkusen, che, per evitare di cederlo, spara alto per il talento giamaicano: almeno 40 milioni.
Ma sulla lista si sono aggiunti, nelle ultime ore, altri due nomi. Il primo è quello di Quincy Promes. Per il 26enne del Suriname è stato fatto un sondaggio per il prezzo, che oscilla intorno ai 25-30 milioni di euro. L’altro è quello di Thorgan Hazard. Il valore del cartellino del classe 1993 del Borussia Mönchengladbach è di 20 milioni di euro. È probabile che Monchi un’offerta la provi a fare, per quanto il ds della squadra tedesca, Max Eberl, abbia provato a chiudere le porte a qualsiasi possibilità di cessione del giocatore, che ha il contratto in scadenza nel 2020: “Il nostro mercato è finito e non abbiamo bisogno di vendere nessuno. Abbiamo guadagnato molto con la vendita di Vestergaard per finanziare l’acquisto di Alassane Pléa. Non intendiamo vendere Thorgan”.
In alternativa, “ma solo se è un’occasione” ha precisato il patron della Roma, c’è Suso. Per lo spagnolo del Milan potrebbe essere riproposto scambio con Perotti e conguaglio economico in favore dei rossoneri, anche se da Milano fanno sapere di volere solo cash: circa 30 milioni. Al momento non sembra essere un’opzione calda, solo un piano B.
In uscita, oltre a Leandro Castan che ha ufficialmente rescisso il contratto con i capitolini, ci sono Maxime Gonalons e Daniele Verde. Quest’ultimo ha ricevuto numerose offerte sia in Italia che all’estero, specie dalla Francia e udite udite dal Bordeaux per il dopo Malcom, anche se l’Udinese e il Benevento sembrano le più attive per impostare una trattativa.
Riguardo al Francese, invece, Everton e Crystal Palace non mollano la presa e riproveranno a convincere l’ex Lione nei prossimi giorni.
Il Torino non molla la presa su Juan Jesus, il quale, però, ha già espresso la propria volontà di rimanere in giallorosso per poter disputare la Champions League. Trattativa, dunque, in salita per i granata.
Da segnalare, solo per cronaca al momento, le parole di Emil Forsberg riportate dal quotidiano tedesco Bild. L’esterno svedese del Lipsia, infatti, ha risposto così riguardo l’interesse della Roma per lui nelle scorse settimane: “La Roma su di me? Sono lusingato dell’interesse dei club su di me, ne sono consapevole. Per il momento, però, mi sto concentrando solamente sul Lipsia”.
Prossimo impegno per i giallorossi, l’ultimo della tournée americana, è contro il Real Madrid nella notte tra il 7 e l’8 agosto (ore 02:05 italiane), sperando che la lupa continui ad avere il vizio di vincere.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partly cloudy

16°C

Roma

Partly cloudy
Humidity: 71%
Wind: NNE at 12.87 km/h
Monday
Mostly cloudy
11°C / 19°C
Tuesday
Mostly sunny
12°C / 23°C
Wednesday
Sunny
8°C / 22°C
Thursday
Sunny
8°C / 22°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore