logorcb

updated 7:49 AM CEST, Sep 20, 2019


Roma Capitale Magazine media partner di Taste of Roma 2019!
Dal 19 al 22 settembre 2019 si aprono le porte dell’ottava edizione.
Promo esclusiva per i nostri lettori.
Invia una mail a oppure WhatsApp 3938614787

Motomondiale, Marquez trionfa nel GP di Spagna

 Il campione del mondo domina dalla partenza la corsa di casa. Podio tutto spagnolo, con Rins secondo e Vinales terzo. A seguire il quartetto di italiani composto, nell’ordine, da Dovizioso, Petrucci, Rossi e Morbidelli. Cade Quartararo. Male Lorenzo, dodicesimo. In Moto 3 vince Antonelli, in Moto 2 Baldassarri.

Tripletta a casa loro.
Sono tre spagnoli, infatti, che compongono il podio sul circuito di Jerez de La Frontera, al termine di un Gran Premio dominato dal solito Marc Marquez.

Il campione del mondo in carica dimentica subito lo zero segnato ad Austin tre settimane fa e riconquista la prima posizione sia in gara che in classifica mondiale.
Il centauro della Honda ci mette davvero poco a far capire che avrebbe corso in solitaria: alla partenza scatta a razzo dalla terza casella, mettendo le proprie ruote davanti al poleman di giornata, Fabio Quartararo.
Il giovane francese gira alla prima curva terzo, superato anche dal compagno di team Franco Morbidelli. Alle loro spalle è buono lo spunto di Maverik Vinales.
Nelle retrovie, Valentino Rossi, in tredicesima posizione, prova a recuperare terreno, concludendo il primo giro al decimo posto.
Iniziano a rilento le Ducati di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, che ci metteranno più di metà gara ad acquisire il ritmo dei primi, così come la Suzuki di Alex Rins.
Dopo poche tornate, Marquez decide di salutare gli inseguitori, mentre alle sue spalle si accende la lotta per il podio.
Morbidelli tenta di tenere il passo dell’asturiano, ma nel farlo rovina le gomme troppo velocemente, iniziando ad avere difficoltà a mantenere il ritmo anche di chi gli è dietro e dando il via alla sua discesa verso il settimo posto finale.
Nel frattempo, Rins comincia a inanellare una serie di giri veloci, trascinando con sé le Ducati e arrivando nei pressi delle posizioni da podio.
Fortuna vuole, per loro, che la Yamaha Petronas di Quartararo accusi un problema improvviso, costringendo il talento transalpino, in lacrime nei box, al ritiro.
Rossi, tra sorpassi e ottimi giri, riesce a risalire la china, mettendosi in sesta posizione e tentando un recupero sui piloti davanti in lotta per il podio che non gli riuscirà.
Nel finale si accende il duello tra Dovizioso e Vinales per il gradino più basso del podio, unico a disposizione dei due contendenti, data la fuga di Marquez e Rins, ormai imprendibili.
Il forlivese, però, non riesce ad affondare il colpo sul centauro della Yamaha ufficiale e si deve accontentare del quarto posto.
Chiude quinto l’altro ducatista, Petrucci, seguito da Rossi, sesto, e Morbidelli, settimo.
Peccato per Francesco Bagnaia, caduto in gara dopo essere scattato dalla decima posizione in griglia.
Sempre più in basso Jorge Lorenzo, che, dopo le fiammate in qualifica, ha disputato una gara anonima nelle retrovie chiudendo 12esimo.
Completano la zona punti Cal Crutcholw, ottavo, Takaaki Nakagami, nono, Stefan Bradl, decimo, i fratelli Aleix e Pol Espargaro, rispettivamente undicesimo e tredicesimo, Johann Zarco, quattordicesimo, e Tito Rabat, quindicesimo.

Si sono ritirati, oltre ai già citati Bagnaia e Quartararo, Jack Miller e Joan Mir.
In classifica mondiale Marquez si riprende la vetta, con un solo punto di vantaggio sul connazionale Rins, 3 su Dovizioso e 9 su Rossi.
Nella graduatoria riservata ai team, la Ducati Mission Winnow conserva il primato, seguita da Yamaha Factory Racing e Repsol Honda Team.
Sventola alto e fiero il tricolore nelle classi minori. In Moto 3 Nicolò Antonelli regala la prima storica vittoria al Team Sic58, sopraggiungendo sul traguardo davanti al compagno di scuderia Tatsuki Suzuki. Chiude il podio un altro italiano, Celestino Vietti del team Sky-VR46.
In Moto 2, Lorenzo Baldassarri fa tris nel mondiale e, al pari di Marc Marquez, cancella la caduta di Austin, riprendendosi anche la leadership nella classifica iridata. La vittoria è arrivata al termine di una gara ridotta a 15 giri, a causa di un terribile incidente in partenza, che ha visto coinvolti diversi piloti, tra cui Remy Gardner, Ekky Pratama, Alex Marquez e Marco Bezzecchi. Di questi solo Marquez è riuscito a ripartire al secondo via, mentre tutti gli altri sono stati trasportati al centro medico, dove non sono stati riscontrati danni gravi a nessuno dei motociclisti. Al nuovo via, Baldassarri e Augusto Fernandez hanno preso subito il largo, con l’italiano che ha dato la sferzata decisiva a metà gara, resistendo anche al prepotente ritorno di Jorge Navarro, che ha chiuso secondo davanti a Fernandez.
Prossimo appuntamento con il Motomondiale è tra due settimane con il Gran Premio di Francia.
Lo spegnimento dei semafori è previsto per le ore 14:00 di domenica 19 maggio 2019, con diretta esclusiva su Sky al canale Sky Sport MotoGP (numero 208 del satellite).
Inoltre, per gli abbonati alla piattaforma satellitare, la corsa sarà visibile in streaming attraverso l’applicazione SkyGo.

Ordine di arrivo GP di Spagna in zona punti:

Pos Pilota (Team) Distacco Punti
1 Marquez (Honda) 00:41:08:685 25
2 Rins (Suzuki)
+1:654 20
3 Vinales (Yamaha)
+2:443 16
4 Dovizioso (Ducati)
+2:804 13
5 Petrucci (Ducati)
+4:748 11
6 Rossi (Yamaha) +7:547 10
7 Morbidelli (Yamaha)
+8:228 9
8 Crutchlow (Honda)
+10:052 8
9 Nakagami (Honda) +10:274 7
10 Bradl (Honda)
+13:402 6
11 A. Espargaro (Aprilia) +15:431
5
12 Lorenzo (Honda)
+18:473 4
13 P. Espargaro (KTM)
+20:156 3
14 Zarco (KTM)
+26:706
2
15 Rabat (Ducati)
+28:513 1

Classifica Piloti MotoGP:

Pos   Pilota (Team) Punti Distacco
1 Marquez (Honda) 70 0
2 Rins (Suzuki)
69 -1
3 Dovizioso (Ducati)
67 -3
4 Rossi (Yamaha)
61 -9
5 Petrucci (Ducati)
41 -29
6 Vinales (Yamaha)
30 -40
7 Miller (Ducati)
29 -41
8 Nakagami (Honda) 29 -41
9 Crutchlow (Honda)
27 -43
10 Morbidelli (Yamaha)
25 -45
11 P. Espargaro (KTM)
21 -49
12 A. Espargaro (Aprilia)
18 -52
13 Quartararo (Yamaha) 17 -53
14 Lorenzo (Honda)
11 -59
15 Bagnaia (Ducati)
9 -61
16 Mir (Suzuki) 8 -62
17 Oliveira (KTM)
7 -63
18 Zarco (KTM)
7 -63
19 Bradl (Honda)
6 -64
20 Iannone (Aprilia)
6 -64
21 Rabat (Ducati)
2 -68
22 Smith (Aprilia)
0 -70
23 Abraham (Ducati)
0 -70
24 Syahrin (KTM) 0 -70
 
Classifica Team MotoGP:
 
Pos Team Punti Distacco
1 Mission Winnow Ducati 108 0
2 Monster Energy Yamaha MotoGP
91 -17
3 Repsol Honda Team
81 -27
4 Team Suzuki MotoGP
77 -31
5 Team LCR 56 -52
6 Petronas Yamaha SRT 42 -66
7 Pramac Racing 38 -70
8 Red Bull KTM Factory Racing 28 -80
9 Aprilia Racing Team 24 -84
10 Red Bull KTM Tech 3 7 -101
11 Team HCR 6 -102
12 Avintia Racing 2 -106
Ultima modifica ilDomenica, 19 Maggio 2019 15:54

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore