logorcbtmp.svg

Ritiro AS Roma, giorno 3

Lavoro atletico e pretattica nella seduta mattutina divisa tra palestra e campo.
Il pomeriggio è stato dedicato alla tattica con partitelle a tema su specifiche situazioni di gioco.
Schick sigla una doppietta.
Prima intervista stagionale per Di Francesco e Coric.
A tutta birra.
Prosegue a suon di doppie sedute il programma di preparazione alla prossima stagione della Roma.
Eusebio Di Francesco, tecnico dei giallorossi, non vuole lasciare nulla al caso e, approfittando della presenza della squadra quasi al completo, salvo i nazionali impegnati in Russia, cerca di impartire sin da subito le sue idee di gioco. Obiettivo, non farsi trovare impreparati per l’inizio della tournée a stelle e strisce.
Proprio il mister abruzzese è stato protagonista di un’intervista al canale ufficiale dei capitolini, parlando soprattutto di quali potrebbero essere, qualora ci fossero, i cambiamenti nel modo di giocare dei suoi, con un focus sulla posizione di Pastore mezzala: “I principi sono gli stessi, ma potrei cambiare anche.  Il fatto che possa spostare in avanti e indietro di qualche metro qualcuno non è un problema mio ma degli altri: è tutto relativo, sono discorsi per far parlare tutto, ma l'intelligenza sta nel capire i momenti, trovare la continuità e il cambiare tanto non aiuta. [...] Pastore, intanto, si deve allenare bene e deve conquistare la maglia da titolare, ma ritengo che abbiamo bisogno di diversi elementi. Non sono stupido, so bene o male quale sia la squadra ideale in questo momento per me, ma El Flaco deve allenarsi bene con continuità. Mi piace come ha approcciato, poi che giochi qualche metro avanti o indietro l'importante è che riesca a mettere quelle palle importanti che facciano male agli avversari”.
Inevitabile, poi, una battuta sull’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus: “Secondo me è un valore aggiunto alla Serie A, già il fatto che si esporti il marchio della A in tutto il mondo può essere solo un bene, poi certo quando ci giocheremo contro avremo un pizzico di attenzione in più, perché riesce a trovare i gol con facilità“.
Dopo le parole, i fatti.
Nella mattina i giallorossi hanno svolto dapprima una seduta di riscaldamento in palestra, iniziata alle ore 10:00 in punto, con diversi esercizi di attivazione muscolare.
Una volta sul Campo B, i portieri hanno iniziato a lavorare con il proprio preparatore Marco Savorani, mentre il resto del gruppo ha dapprima svolto lavoro atletico, con una serie di ripetute sugli 80 metri cronometrate.
Poi si è passati alla pretattica, con focus sulla circolazione di palla a partire dai difensori fino ad arrivare alla conclusione in rete da parte degli attaccanti o dei centrocampisti.
Lavoro atletico extra per Rick Karsdorp, che ha abbandonato per ultimo il campo ed è apparso motivato nel portare avanti gli esercizi aggiuntivi.
La seduta pomeridiana, invece, è iniziata alle ore 17:35 ed è stata caratterizzata, per lo più, da partitelle 11 contro 11 finalizzate all’acquisizione di determinate situazioni tecnico-tattiche, come l’andare in porta con un massimo di tre tocchi e con tutti i giocatori di movimento presenti nella metà campo avversaria.
Molti i consigli e i rimproveri elargiti da Di Francesco, specialmente a Justin Kluivert, cui ha strillato anche diNon fare zig zag, voglio la giocata forte, e a Stephan El Shaarawy, cui il tecnico si è rivolto dicendo: “Fai il furbo, poi ti voglio vedere la domenica…dovete parlare un po’ di più“.
Anche oggi ad assistere agli allenamenti c’erano diverse personalità di spicco della società capitolina, tra cui Friedric Massara, Federico Balzaretti e Alberto De Rossi, tecnico della Primavera.
È stato anche il giorno della prima intervista in maglia giallorossa di Ante Coric. Il centrocampista, prelevato da Monchi dalla Dinamo Zagabria, ha parlato delle prime sensazioni vissute nella capitale: “Sta andando tutto molto bene, felicissimo di essere arrivato in un grande club. Non vedevo l'ora di iniziare.
Inevitabile, poi, affrontare il paragone con il connazionale Luka Modric:Sempre nelle interviste in Croazia mi paragonano a Modric, Boban o Prosinecki...sono giocatori straordinari e faccio fatica a paragonarmi a loro, mi viene la pelle d'oca solo a pensarci. Mi piacerebbe avvicinarmi a questi grandi campioni“.
Infine, il talento croato ha spiegato il perché abbia scelto, tra tante pretendenti, proprio la Roma: "È un grandissimo club, non appena ho sentito che la Roma era interessata a me non ho esitato a dire di sì […] Seguivo la Serie A e soprattutto la Roma. Ho seguito con attenzione la Champions e la partita contro il Barcellona è stata incredibile, avevo la pelle d’oca".
A chiudere, una notizia di mercato.
Gregoir Defrel, esterno destro offensivo dei capitolini, è stato richiesto dalla Sampdoria.
Il club del presidente Ferrero presenterà nei prossimi giorni un’offerta ufficiale al ds Monchi.
Le cifre dovrebbero aggirarsi intorno ai 14 milioni di euro pagabili in 2 anni e un milione di euro di bonus facile da raggungere: totale 15 milioni di euro.
Al giocatore è stato offerto un quadriennale da 1.8 milioni di euro a stagione.
Si attendono sviluppi nei prossimi giorni.
Domani appuntamento da non perdere per 2.500 dei tifosi che hanno già sottoscritto l’abbonamento per la prossima stagione e che, dopo aver compilato l’apposito forum sul sito della Roma, avranno la fortuna di assistere dal vivo agli allenamenti di De Rossi e compagni, presso lo stadio Tre Fontane dell’Eur.
La seduta inizierà alle ore 17:30.
La marcia di avvicinamento alla stagione 2018/2019 continua.
Ultima modifica ilMercoledì, 11 Luglio 2018 23:26

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Clear

22°C

Roma

Clear
Humidity: 83%
Wind: SE at 6.44 km/h
Sunday
Mostly sunny
18°C / 28°C
Monday
Partly cloudy
18°C / 27°C
Tuesday
Partly cloudy
14°C / 21°C
Wednesday
Mostly sunny
10°C / 22°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore