logorcb

updated 8:09 AM CET, Nov 22, 2019

Ritiro AS Roma, giorno 5

Palestra ed esercitazioni tattiche per reparti sia di mattina che di pomeriggio, in vista della prima amichevole stagionale contro il Latina di domani alle 18:30. Antonucci, Verde e Gerson hanno svolto allenamento differenziato, out Gonalons. Riposo programmato per Strootman, Luca Pellegrini, Bianda, Florenzi e Defrel. Presentati alla stampa Mirante e Santon.

Giornata lunga e intensa a Trigoria, con un quinto giorno di ritiro che ha fatto grondare parecchio sudore dalla fronte dei giocatori.
Eusebio Di Francesco, tecnico dei giallorossi, si sa che è un perfezionista e non vuole sorprese domani pomeriggio, quando allo Stadio Francioni di Latina andrà in scena la prima amichevole della stagione contro i padroni di casa.


La sessione mattutina, iniziata in anticipo rispetto alla media dei giorni scorsi, ha visto i calciatori impegnati dapprima in palestra per la fase di riscaldamento.
Poi la squadra è scesa in campo per affrontare esercitazioni tattiche specifiche per ogni reparto.
Nel dettaglio, attaccanti e centrocampisti si sono cimentati in azioni di gioco caratterizzate da triangolazioni a partire dal regista per essere concluse con le mezzali, prima di appoggiare il pallone sugli esterni offensivi. Poi hanno lavorato sul pressing nella metà campo avversaria.
I difensori, invece, hanno affrontato dei focus sul funzionamento della linea a quattro, con esercizi di scivolamento da destra a sinistra in base alla posizione del pallone.
Si sono allenati a parte Daniele Verde, Mirko Antonucci e Gerson, mentre ha dato forfait Maxime Gonalons, tenuto a riposo precauzionale, dopo qualche fastidio accusato nella giornata di ieri.
Poco prima che iniziasse la seduta del mattino, ha parlato ai microfoni della tv ufficiale della Roma Rick Karsdorp.
L’olandese ha esordito parlando delle sue condizioni fisiche, con la rottura del crociato che sembra ormai alle spalle: “Adesso va molto meglio rispetto alla scorsa stagione dove non ho potuto giocare, la preparazione va molto meglio e voglio dimostrare ciò che non ho potuto far vedere nella scorsa stagione. Quest'anno sarà molto importante giocare dopo aver passato un anno in infermeria. È un piacere allenarmi col resto dei compagni, li conosco bene perché ho avuto modo di partecipare alla vita di spogliatoio”.
Il giovane terzino destro, poi, ha speso alcune parole sulla Roma sempre più orange:Fa sempre piacere ritrovare dei connazionali, tra l'altro Kluivert è il mio compagno di camera. Posso scambiare tranquillamente qualche parola con una persona che parla la mia stessa lingua. C'è Justin, c'è Strootman e con loro posso instaurare un rapporto di amicizia. Spero di poter aiutare Kluivert che è appena arrivato alla Roma”.
Nel pomeriggio, i giallorossi sono scesi sul campo Testaccio per la seduta delle 17:30. L’allenamento è stato caratterizzato da alcune partite a campo ridotto, durante le quali sono stati provati schemi finalizzati, soprattutto, al possesso palla.

In grande spolvero è apparso Stephan El Shaarawy, autore di quattro gol, mentre Edin Dzeko ha incantato gli addetti ai lavori con un assist di tacco per Lorenzo Pellegrini, poi andato in rete.
Assenti dal campo, oltre ai quattro giocatori della mattina, William Bianda, Gregoire Defrel, Alessandro Florenzi, Kevin Strootman e Luca Pellegrini. Per tutti si è trattato di riposo programmato.
Tra un allenamento e l’altro, sono stati presentati in sala stampa altri due dei dieci acquisti finora effettuati dalla Roma: Antonio Mirante e Davide Santon.
Ad accompagnarli, come sempre, il direttore sportivo Monchi, che ha elogiato le qualità dei due nuovi arrivati:Mirante può portare tanto, ha fatto un bellissimo percorso nel campionato italiano. Cercavamo un portiere che trasmetta fiducia, è la sua qualità: siamo contenti e convinti di aver fatto una bella scelta. […] Un giocatore come Santon non si dimentica mai come si gioca a calcio. A volte è la persona che non si trova nel posto adatto per far uscire quello che ha dentro e a volte cambiare fa bene. Un giocatore che ha fatto anche un "Triplete", non ce ne sono molti qui, sono sicuro che ritroverà la strada giusta".
Nel presentarsi, proprio il terzino ex Inter ha parlato di cosa rappresenti il suo arrivo nella capitale e in che ruolo giocherà: “Motivo di riscatto. Sono venuto qua perché ho voglia di dimostrare a tutti quanto posso dare, per questo sono qua. Alla Roma credo ci siano grandi giocatori come Florenzi e Kolarov. Io posso giocare sia a sinistra che a destra, non ho preferenze a dire il vero: quello che devo fare è allenarmi forte, allenarmi con la voglia di far vedere quello che ho fatto vedere in passato e poi deciderà il mister. Quello che posso assicurare è che sono venuto qui per dare il massimo e spero di ritagliarmi un posto importante”.

Stessa cosa ha fatto l’ex portiere del Bologna: “La Roma rappresenta un punto di arrivo importante per me, un'ambizione e un confronto con una squadra importante. Ho fatto il settore giovanile in una squadra importante, arrivo in un'età matura: per me è motivo di soddisfazione e ho grande voglia di lavorare, sta a me dimostrare di valere questa società e questa squadra”.
Sul calciomercato, poi, Monchi ha voluto chiarire per l’ennesima volta le situazioni riguardanti Alisson e Florenzi, oggetto delle discussioni degli ultimi giorni, specie tra i tifosi: “A volte l'informazione che va in giro non è quella reale, non c'è nessuna novità su Alisson. Immagino che tutte le squadre che stanno uscendo sulla stampa stanno cercando un portiere e lui è uno forte. Florenzi? È vero che i contatti con Lucci sono più frequenti e anche io sono un po' più fiducioso rispetto all'ultima volta ma ancora manca qualcosa. Come ho sempre detto fino alla fine non si può dire che una trattativa è chiusa. Oggi però sono più fiducioso ma manca ancora da lavorare”.
Infine, ha rilasciato la sua prima intervista da giocatore della Roma William Bianda.

Il difensore centrale francese ha iniziato rivelando le prime sensazioni al suo arrivo a Trigoria: “È una grande emozione essere in un grande club. C'è molta intensità negli allenamenti ma col passare dei giorni mi sto adattando. L'ho scelta prima di tutto perché mi è sembrato il miglior progetto sportivo. E poi per i difensori il campionato italiano è il massimo”.
Il giovane, prelevato dal Lens nel mese di giugno, ha anche spiegato il suo stile di gioco: “Cerco di restare concentrato, far ripartire bene l'azione, essere solido e in generale vincere ogni duello”.
Domani pomeriggio, primo appuntamento cruciale della preparazione precampionato dei giallorossi, con la prima amichevole estiva. Si gioca a Latina, presso lo Stadio Francioni, contro i nerazzurri laziali. Calcio d’inizio alle ore 18:30. Grande entusiasmo tra i tifosi romanisti che hanno riempito, sino al soldout, il settore loro riservato.
Così come è tutto esaurito lo stadio Tre Fontane dell’Eur, dove è in programma per giovedì prossimo il secondo allenamento a porte aperte di De Rossi e compagni. Sono ben 2800 le unità attese all’impianto di Roma Sud.
L’entusiasmo sale sempre di più.

Ultima modifica ilDomenica, 22 Luglio 2018 19:21

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore