logorcb

updated 3:56 PM CEST, May 24, 2019

Ritiro AS Roma, giorno 6

Mattina di allenamento a Trigoria, con focus su tattiche e palle inattive. Nel pomeriggio la squadra ha disputato la prima amichevole stagionale a Latina, battendo i padroni di casa 9-0. Schick sigla una tripletta, Dzeko si ferma a quota 2 gol. Passi in avanti per il rinnovo di Florenzi, mentre Alisson rischia di salutare la capitale.

La curiosità è femmina. Tutti i tifosi non vedevano l’ora di ritrovare in campo la Roma e di osservare le potenzialità dei nuovi arrivati e di chi l’anno scorso aveva fatto fatica a lasciare il segno, uno su tutti Patrick Schick.


Prima dell’amichevole contro il Latina, però, i giallorossi hanno dovuto affrontare il sesto giorno di ritiro presso il centro sportivo Fulvio Bernardini di Trigoria.
Eusebio Di Francesco, tecnico dei capitolini, ha voluto mettere a punto i suoi uomini in vista della prima uscita stagionale.
De Rossi e compagni, infatti, dopo il torello di riscaldamento, sono stati impegnati in un allenamento incentrato su una lunga fase tattica, in cui sono state provate alcune situazioni di gioco, tra cui pressing e possesso palla ad alti ritmi.
Nella seconda parte della seduta, il mister abruzzese ha concentrato le energie dei calciatori sulle palle inattive, troppo poco sfruttate nella passata stagione, specie i calci d’angolo.
Gregoire Defrel ha svolto un lavoro individuale, mentre erano assenti dal campo Maxime Gonalons, ancora non al meglio, Mirko Antonucci e Daniele Verde, sul quale sono piombate le attenzioni di Udinese e Porto.
Alle 14:30, la squadra ha lasciato la capitale per dirigersi a Latina, dove ha affrontato i nerazzurri laziali per il primo test estivo di questo ritiro.
La partita, iniziata alle 18:30, ha visto i giallorossi vincere in goleada 9-0.
Al calcio d’inizio del match la Roma si è schierata con il canonico 4-3-3: Mirante in porta; Karsdorp terzino destro, Manolas e Marcano centrali di difesa, Luca Pellegrini terzino sinistro; De Rossi, Lorenzo Pellegrini e Pastore i tre di centrocampo; Under ala destra, Schick punta centrale e Perotti ala sinistra.
Il primo tempo si è concluso sul risultato tennistico di 6-0, con la tripletta di Patrick Schick, apparso motivato e più convinto nei movimenti offensivi rispetto al recente passato, lo straordinario pallonetto di Lorenzo Pellegrini, la splendida semirovesciata del nuovo arrivato Ivan Marcano e il gol prepotente dell’altro Pellegrini, Luca. Il giovane terzino sinistro sembra aver superato tutti i problemi fisici accusati lo scorso anno e potrebbe essere lui il vice Kolarov, con Santon spostato a destra. Ottima la prova di Javier Pastore, oggi nel ruolo di assist-man.
Nella ripresa Di Francesco ha cambiato tutti gli uomini ma non filosofia di gioco. Sempre 4-3-3, dunque, con Fuzato (dal 41esimo s.t. Greco) in porta; Florenzi a destra, Bianda e Juan Jesus al centro, Santon a sinistra; Cristante, Coric (dal 31esimo s.t. Riccardi) e Strootman sulla mediana; El Shaarawy, Dzeko e Kluivert nel tridente offensivo.
Un secondo tempo meno vivace giocato dai calciatori in completa tenuta giallorossa, con la metà dei gol realizzati rispetto alla prima frazione: doppietta di Edin Dzeko e autorete.
Da annoverare, sempre nei secondi 45 minuti, l’unica vera occasione da gol per il Latina, con un calcio di punizione dal limite spentosi di poco a lato rispetto ai pali difesi da Daniel Fuzato.
Tanto l’entusiasmo sugli spalti, specialmente nel settore ospiti completamente gremito di tifosi romanisti, che non hanno mai smesso di inneggiare alla squadra con cori, bandiere e striscioni.
Domani Di Francesco ha concesso un giorno libero ai suoi, che rientreranno a Trigoria solo nella tarda serata, mentre da lunedì si ricomincia a suon di doppie sedute. Nel mirino c’è la partita amichevole contro l’Avellino, che andrà in scena venerdì 20 luglio presso lo Stadio Benito Stirpe di Frosinone. Si va già verso il soldout in ogni ordine di posto.
A chiudere, una breve parentesi sul Calciomercato.
Sempre più vicino sembra essere il rinnovo di Alessandro Florenzi, oggetto di qualche contestazione durante la sfida contro il Latina. Le cifre appaiono confermate: 2.8/3 milioni di parte fissa più bonus che portano ad un totale di 3.5 milioni di euro a stagione.
Si fanno ricorrenti, invece, le voci di un approdo di Alisson in Premier League. Maurizio Sarri, ex tecnico del Napoli, è arrivato ufficialmente sulla panchina del Chelsea e avrebbe chiesto al patron Abramovich uno sforzo ulteriore sul mercato rispetto ai 60 milioni più 3 di bonus spesi per il suo pupillo Jorginho.
Il ruolo da rinforzare, con la probabile partenza di Courtois, sembra proprio quello del portiere e il mister toscano pare abbia scelto l’estremo difensore giallorosso come profilo ideale. Il prezzo di partenza per le trattative Monchi lo ha fissato da tempo, 70-80 milioni, così come la deadline: o l’affare si conclude entro la partenza per gli USA o Alisson rimane in giallorosso con tanto di rinnovo del contratto. I blues sono pronti a mettere sul piatto 70 milioni più diversi bonus, per arrivare ad un totale di quasi 80 milioni. Il brasiliano firmerebbe un contratto da 5.5 milioni a stagione. Alla finestra rimane anche il Liverpool.
Sviluppi sono attesi nelle prossime ore e la curiosità, si sa, è femmina.

Ultima modifica ilDomenica, 22 Luglio 2018 19:20

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore