logorcb

updated 1:03 PM CEST, Oct 23, 2019

Serie A, le pagelle di Napoli-Roma

I giallorossi vanno avanti e tengono fino al 90esimo.
Primo tempo convincente.
Olsen para il possibile, Pellegrini e Santon si confermano, Manolas mura, Dzeko inventa, El Shaarawy segna.
I partenopei sprecano tanto, specie nella ripresa.
La riacciuffa Mertens poco prima del recupero.
Insigne spara a salve.
Allan una diga a centocampo.
Ottimo Fabian Ruiz.
Vedi Napoli e…quasi vinci.
Poteva essere la terza vittoria consecutiva al San Paolo per la Roma.
I giallorossi, infatti, iniziano molto bene il match, creando diverse occasioni da gol nei primi venti minuti e andando in vantaggio con Stephan El Shaarawy al 14esimo.
Il Faraone, 26 anni ieri, festeggia al meglio il compleanno scartando il regalo offertogli da Edin Dzeko, il quale anticipa Elseid Hysay sul cross dalla destra di Cengiz Under, riuscendo ad allungare il pallone all’italo-egiziano.
La Roma va vicina al raddoppio con il gigante bosniaco, ma Raul Albiol salva sulla linea a portiere battuto.
Da quel momento la squadra di Carlo Ancelotti inizia a prendere campo e coraggio, arrivando a sfiorare più volte il pareggio già nel primo tempo.
La strada sembra essere in discesa anche per l’uscita prematura dal campo di Daniele De Rossi, tra i migliori in campo fino a quel momento, per un problema al ginocchio.
Ma tra l’imprecisione degli azzurri sotto rete e le parate di Robin Olsen, il punteggio rimane fissato sull’1-0 per gli ospiti.
Nella ripresa i partenopei partono a mille, cercando in ogni modo di perforare la difesa dei capitolini, che resistono nonostante vadano sempre più in apnea.
A un quarto d’ora dal termine, Eusebio Di Francesco si trova costretto a ridisegnare la squadra. Kostas Manolas, fino a quel momento ostacolo insormontabile per Lorenzo Insigne e compagni, chiede il cambio.
Al suo posto entra Federico Fazio, mentre Alessandro Florenzi, entrato poco prima per Under, arretra sulla linea dei difensori, con la retroguardia che si dispone a 5. Davide Santon, infatti, va a fare il terzo centrale di difesa.
Il Napoli continua a premere e, dopo due gol giustamente annullati per fuorigioco e altre numerose occasioni, trova il pareggio al 90esimo sull’azione, forse, più sporca tra quelle costruite: Insigne serve al centro Jose Maria Callejon, che svirgola e involontariamente serve Dries Mertens, entrato al posto di Arkadiusz Milik a inizio ripresa. Il belga, solo davanti a Olsen, non sbaglia e rimette il punteggio in equilibrio.
Nei 4 minuti di recupero non succede nulla degno di nota. Al San Paolo è 1-1.
Pagelle Roma:
Olsen 7.5: Se non è il migliore in campo, ci manca poco. Il portierone svedese para tutto quello che può parare, facendo diventare la porta piccola piccola per gli attaccanti avversari. Ottima la scelta sulle uscite, anche sulla trequarti, e freddezza glaciale nel giocare il pallone con i piedi anche quando è pressato.
Santon 6.5: Quando sa di non poter osare, sfrutta la sua intelligenza. Partita ordinata, senza svarioni, dimostrando ancora una volta di meritare fiducia da tifosi e allenatore. Era un match difficile, ma la gestione di Insigne è ottimale. Soffre nel finale come il resto della squadra.
Manolas 7.5: Ennesima prestazione di livello del colosso greco. È impossibile superarlo in altezza e in velocità. Respinge anche numerose conclusioni destinate in porta. Milik e compagni tirano un sospiro di sollievo vedendolo uscire per infortunio.
Juan Jesus 6: Di Francesco lo schiera per avere una maggiore velocità in difesa contro i centometristi azzurri. Qualche disattenzione gli abbassa il voto, comunque sufficiente per aver giocato una partita ordinata e quasi sempre attenta. Ottima la scivolata nei minuti di recupero che vieta a Malcuit di involarsi verso la porta di Olsen.
Kolarov 5.5: Che non fosse al meglio lo aveva detto anche Di Francesco in conferenza stampa. Soffre inevitabilmente la velocità degli avversari e sbaglia qualche controllo di troppo, finendo per regalare il pallone ai partenopei. Manca la sua copertura su Mertens, lasciato colpevolmente libero davanti alla porta, in occasione del pareggio del Napoli, per quanto il pallone arrivi all’attaccante belga in maniera involontaria. Si vede pochissimo in avanti.
De Rossi 6.5: Fa molto bene la fase di interdizione e mette ordine nei disimpegni. Un problema al ginocchio, di cui si verificherà l’entità nelle prossime ore, lo costringe ad abbandonare il campo. Al suo posto Cristante.
Nzonzi 5.5: Primo tempo di buon livello, in cui riesce a recuperare anche un cospicuo numero di palloni dalle gambe degli avversari. Nella ripresa accusa le sortite offensive del Napoli, non riuscendo a gestire il possesso nel migliore dei modi. Troppi errori in fase di disimpegno, con rilanci spesso corti o imprecisi.
Under 6: Non riesce a combinare molto, ma è da sottolineare lo spunto che permette alla Roma di andare in vantaggio. Pallone in area per Dzeko, che allunga la palla a El Shaarawy per l’1-0.
Lo.Pellegrini 6.5: Ancora uno dei migliori in campo. Quelle poche volte in cui la Roma si rende pericolosa c’è sempre il suo zampino, specialmente nel primo tempo. Ottima anche la fase di non possesso, con interventi puliti ed efficaci che gli permettono di recuperare la sfera. Nel secondo tempo cala con il resto della squadra.
El Shaarawy 6.5: Il faraone festeggia al meglio il suo ventiseiesimo compleanno, siglando il vantaggio romanista al quarto d’ora del primo tempo. Ci mette velocità e cuore nel resto del match, rientrando spesso per dare una mano in fase difensiva.
Dzeko 6: Il cigno di Sarajevo sigla l’assist per El Shaarawy e va vicino alla marcatura in due occasioni. Prima con un bolide che sfiora l’incrocio dei pali. Poi con una girata di prima intenzione che Raul Albiol salva sulla linea. Nella ripresa tocca pochissimi palloni, per lo più di sponda, e non riesce ad aiutare la squadra come vorrebbe.
Cristante 5.5: Da mezzala fa tanta fatica. La sicurezza data al centrocampo da De Rossi ci mette poco a svanire, con i partenopei che iniziano a prendere il sopravvento proprio sulla mediana romanista. Dovrebbe metterci più cattiveria nei contrasti e tenere con le unghie e con i denti il possesso del pallone, cosa che gli riesce davvero raramente nel match.
Florenzi 5.5: La forma fisica non è al meglio e non riesce ad arginare come vorrebbe le folate avversarie nel finale, quando viene arretrato come terzino destro nella difesa a 5.
Fazio 6: Entra al posto di Manolas nel finale. Sventa qualche pericolo e gioca con attenzione. Ha poche responsabilità sul gol del pari.
Di Francesco 6: La Roma gioca un ottimo avvio di gara e manca di fisicità e orgoglio nel finale, quando poteva provare a chiudere il match sfruttando gli spazi lasciati dagli avversari.
Il cambio di modulo, con 5 difensori, non ha dato i risultati sperati. Ma uscire imbattuti dal San Paolo può ridare convinzione dei propri mezzi alla squadra che deve ritrovare i 3 punti in campionato al più presto.
La prima opportunità è sabato prossimo, calcio d’inizio alle 18, al Franchi di Firenze contro la Fiorentina. Sfida storicamente difficile, ma da vincere a tutti i costi.
Pagelle Napoli:
Ospina 6; Hysaj 5; Albiol 6.5; Koulibaly 5.5; Mario Rui 5.5; Callejon 6.5; Allan 6.5; Hamsik 6.5; Ruiz 7; Insigne 6; Milik 5.5.
Subentrati: Mertens 7; Malcuit 6; Zielinski s.v.
Allenatore: Carlo Ancelotti 6.5.
Arbitro: Davide Massa 6. La gara inizia senza il VAR, ma per sua fortuna non ci sono episodi che richiedano l’intervento della tecnologia. Giuste le chiamate sui gol annullati per fuorigioco al Napoli. Manca qualche cartellino giallo all’indirizzo dei partenopei.
Ultima modifica ilDomenica, 28 Ottobre 2018 23:59

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore