logorcb

updated 9:50 PM CEST, Apr 20, 2019

Serie A, le pagelle di Sampdoria-Roma

 I giallorossi giocano da squadra e la spuntano con un gol del proprio capitano. Sampdoria sciupona sotto rete. Bene Mazzoleni.
Finalmente si respira.

In una trasferta tra le più insidiose del campionato, la Roma torna alla vittoria, battendo una mai doma Sampdoria al termine di un match giocato da squadra.

Primo tempo vivo ed equilibrato, disputato su buoni ritmi e con un paio di occasioni da gol per parte.
I blucerchiati si rendono pericolosi prima con il gran tiro al volo di Fabio Quagliarella, finito di poco alto sulla traversa, poi con il sinistro secco dell’ex romanista Gregoire Defrel, sventato in angolo da una gran parata di Antonio Mirante con la mano di richiamo.
I giallorossi, invece, si affacciano in area di rigore doriana con Justin Kluivert e Bryan Cristante. La conclusione dell’olandese viene smorzata grazie a una deviazione avversaria, mentre il mancino a giro del nazionale azzurro si spegne di poco al lato della porta difesa da Emil Audero.
Proprio l’estremo difensore ligure si rende protagonista di un intervento decisivo nel finale di tempo. Al quarantacinquesimo Lorenzo Pellegrini vede il movimento in profondità di Patrik Schick, ma il centravanti ceco viene anticipato sulla trequarti dal portiere blucerchiato.
Nel secondo tempo le squadre osano di più, e la sfida si accende.
Al 50esimo la Roma inizia a prendere le misure per sbloccare la partita. Cross dalla destra di Rick Karsdorp e colpo di testa di Schick che anticipa Joachim Andersen. Pallone di poco a lato.
Nell’azione il terzino olandese accusa un problema al flessore ed è costretto ad uscire. Al suo posto entra Juan Jesus.
Pochi minuti e i giallorossi ritentano con Nicolò Zaniolo, ma il mancino dell’ex Inter finisce lontano dalla porta doriana.
La Sampdoria prova a scuotersi e arriva alla conclusione prima con Riccardo Saponara e poi con il solito Quagliarella, sfiorando la traversa in entrambe le occasioni.
Ma nel momento migliore dei padroni di casa, sono gli ospiti a passare in vantaggio. Angolo di Aleksandar Kolarov. Il cross è preciso per la testa di Schick che devia verso la porta. Audero respinge corto e Daniele De Rossi si avventa sul pallone mettendolo in rete.
L’arbitro Mazzoleni si consulta con il VAR e convalida il gol. 1-0.
La reazione dei genovesi c’è ma è confusionaria e imprecisa.
All’82esimo Andersen trova il gol a gioco fermo, dopo essersi liberato fallosamente di De Rossi in area di rigore.
Nel recupero Gabbiadini si divora il pareggio da ottima posizione, spedendo di testa sul fondo, mentre Quagliarella prova in estirada a deviare la sfera in rete su cross basso di Defrel, ma è tutto inutile.
Allo Stadio Luigi Ferraris è 0-1. La Sampdoria frena, la Roma riprova a correre.
Pagelle Roma:
Mirante 6.5: Attento e ben piazzato anche quando le conclusioni avversarie non richiedono il suo intervento. Dà sempre l’impressione di poter arrivare su ogni pallone. Si traveste da Superman nel primo tempo, spedendo con la mano di richiamo il pallone in angolo sulla potente conclusione di Defrel. Della sua sicurezza ne beneficia tutta la retroguardia.
Karsdorp 6: Una buona prova dell’olandese, che si affaccia costantemente nella trequarti avversaria, facendo ben funzionare la catena di destra insieme a Zaniolo. Fa bene anche la fase difensiva, con qualche buona diagonale. È costretto ad arrendersi al 50esimo per un problema al flessore.
Fazio 6.5: Dopo la buona prova contro la Fiorentina, ci si aspettava una conferma da parte del Comandante che per fortuna è arrivata. È attento per tutti e 95 i minuti della gara e decisivo su molti tentativi di verticalizzazione degli avversari. Sbaglia meno appoggi del solito in fase di costruzione.
Manolas 7.5: Un muro invalicabile. Respinge tutto quello che può. Il duello con Quagliarella è stravinto. I suoi occhi spiritati su ogni intervento in scivolata sono lo specchio della sua grinta.
Kolarov 6.5: Il gol parte da uno dei tanti palloni messi in mezzo dal serbo, sia da calcio da fermo che da azione. Scende spesso e volentieri sulla sinistra sovrapponendosi a Kluivert prima e a El Shaarawy poi. Ottima anche la fase di copertura. Salterà la sfida contro l’Udinese in quanto diffidato.
De Rossi 8: Capitano mio capitano. Solo lui poteva risolvere un’astinenza da vittoria così lunga. Interventi precisi in tackle, verticalizzazioni e geometrie da robot e, soprattutto, il gol che vale tre punti a meno di un quarto d’ora dal termine.
Cristante 6: Una buona partita quella dell’ex Atalanta, cui viene spesso affidato il pallone per iniziare l’azione offensiva. È ancora un filo lento in alcune occasioni, ma la performance è sufficiente.
Zaniolo 6.5: Ok, avrà anche perso qualche pallone un po’ troppo facilmente nel finale. Ma se tutti avessero quella verve, quella voglia di vincere che ha questo ragazzo, probabilmente la stagione sarebbe andata in maniera molto diversa. Ottimo il primo tempo e la prima metà della ripresa, con guizzi interessanti e palloni smistati a destra e a sinistra con precisione.
Pellegrini 6: Buon primo tempo del centrocampista romano, dai cui piedi partono molte delle sortite offensive giallorosse. Non ha i 90 minuti nelle gambe e viene sostituito nella ripresa.
Kluivert 6: Meno efficace rispetto a mercoledì, ma la voglia di spaccare la partita non manca mai. L’olandese corre molto e prova qualche giocata interessante, anche se non tutte gli riescono.
Schick 6: La sua partita comincia nel secondo tempo, con un paio di colpi di testa molto pericolosi. Ottimi i movimenti offensivi in area di rigore, ma deve giocare così tutti e 90 i minuti.
Juan Jesus 6.5: Entra al posto di Karsdorp e viene schierato da terzino destro. L’impatto con la gara è ottimo e da quel lato vengono creati pochi pericoli.
Dzeko 6.5: Entra e cambia il modo di giocare dei suoi. Il bosniaco si muove lontano dalla porta, ma smista la palla per i compagni in maniera eccellente, permettendo alla Roma di essere molto più pericolosa in attacco. Nel finale è utilissimo a mantenere il possesso della sfera e aiuta in difesa sui calci da fermo.
El Shaarawy 6.5: Prova a fare qualcosa in avanti, ma il faraone è decisivo in fase di ripiegamento. Salva letteralmente i suoi, gettandosi in scivolata sul tiro a botta sicura di Gabbiadini in area di rigore. Intervento che da solo gli vale un’abbondante sufficienza.
Ranieri 7: Dopo la buona prestazione di mercoledì, arriva anche il risultato. La squadra è corta, attenta e compatta e tutti sembrano remare nella stessa direzione. Oltre ai tre punti arriva anche il sesto clean sheet stagionale, altro dato importante che deve ridare autostima allo spogliatoio. Ora ci sarà una settimana di tempo per preparare al meglio la sfida di sabato prossimo. All’Olimpico arriva l’Udinese.
Pagelle Sampdoria: Audero 6; Murru 6, Andersen 6, Tonelli 6.5, Sala 5.5; Linetty 5.5, Vieira 5.5, Praet 6; Saponara 5.5; Quagliarella 6, Defrel 6.5.
Subentrati: Gabbiadini 5; Jankto 5.5; Sau s.v.
Allenatore: Marco Giampaolo 6.
Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni 6. Buona la gestione della gara e la distribuzione dei cartellini. Giusto non assegnare calcio di rigore a favore della Sampdoria nel primo tempo per un presunto contatto tra Pellegrini e Tonelli. Il centrocampista della Roma tocca il pallone. Corretta la decisione di convalidare il gol di De Rossi. Il capitano romanista è tenuto in gioco da Gabbiadini. Non si può parlare di gol annullato ad Andersen. Il difensore della Sampdoria spinge De Rossi in area di rigore e mette il pallone in rete a gioco fermo. Giusto fischiare fallo in attacco.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore