logorcb

updated 1:36 PM CET, Jan 28, 2020

Serie A, le probabili formazioni di Inter-Roma

 Fonseca sorride, Dzeko è disponibile. Assenti Kluivert e Pastore, torna Zaniolo. A destra è ballottaggio tra Santon e Spinazzola, con Florenzi che insidia Mkhitaryan e Perotti per una maglia da titolare a sinistra. Conte perde anche Gagliardini. Centrocampo quasi obbligato, con chance per Borja Valero e Vecino. Confermato il tandem Lautaro-Lukaku. Arbitra Calvarese, al VAR Mazzoleni.
Sulle ali dell’entusiasmo.

Inter e Roma, protagoniste dell’anticipo del venerdì della 14esima giornata di Serie A, stanno attraversando un ottimo momento, confermato dalla classifica e dai risultati recentemente ottenuti.

Entrambe vengono da tre vittorie consecutive da dopo la pausa per le nazionali, tra campionato e coppe europee, e nessuno vuole mollare di un centimetro.
I giallorossi vogliono restare in scia delle posizioni che valgono l’accesso alla Champions League, anche se l’impresa è tutt’altro che facile. Lo sa bene Paulo Fonseca (all.re Roma), che predica attenzione e coraggio per affrontare al meglio i nerazzurri: “Con coraggio. Abbiamo preparato la partita con grande attenzione, perché i due attaccanti dell’Inter sono molto forti. Con rigore difensivo e con coraggio. Abbiamo preparato molte situazioni che pensiamo possono far parte del gioco dell’Inter, ma soprattutto conta il coraggio ed il rigore difensivo”.
Il tecnico lusitano non avrà a disposizione Justin Kluivert, che avverte ancora fastidi muscolari nonostante gli esami negativi, e Javier Pastore, ma potrà contare sul rientro di Nicolò Zaniolo, squalificato a Verona e titolare domani sul fronte destro della linea dei trequartisti, ed Edin Dzeko.
Il bosniaco ha smaltito l’attacco influenzale ed è pronto per tornare in campo dal primo minuto, nonostante la battuta in conferenza stampa del proprio mister: “Dzeko si è allenato con noi oggi, non si è allenato nei giorni scorsi. Oggi ha fatto l’allenamento con noi ed è pronto per giocare. Ma devo dire che oggi io non voglio parlare della squadra che giocherà. Quindi vi dico che Dzeko non giocherà domani (ride, ndr)”.
Sulla trequarti è confermato Lorenzo Pellegrini, mentre è corsa a tre per un posto da titolare a sinistra, con Diego Perotti, in gol contro l’Hellas, Enrikh Mkhitaryan e Alessandro Florenzi pronti per sostituire Kluivert.
Che il capitano romanista sia una possibile opzione per quel ruolo lo ammette lo stesso Fonseca davanti ai giornalisti: “Florenzi alternativa alto a sinistra? Sì”. Al momento, però, in vantaggio sembra esserci El Monito.
Sulla mediana è confermato il tandem formato da Jordan Veretout e Amadou Diawara, mentre la retroguardia è già decisa per tre quarti, con l’unico dubbio che riguarda la corsia di destra.
A sinistra, infatti, ci sarà Aleksandar Kolarov, mentre Chris Smalling e Gianluca Mancini comporranno la coppia di centrali.
Davide Santon, invece, potrebbe rifiatare lasciando spazio a Leonardo Spinazzola, nonostante Fonseca abbia assicurato che non sia un problema per l’ex Inter giocare la quarta partita consecutiva: “Devo dire che Santon sta giocando molto bene. Ha fatto due partite molto buone. Può giocare tre partite consecutive. Per questa posizione abbiamo Santon, Spinazzola e Florenzi. Ne giocherà solamente uno”.
In porta tocca ancora una volta a Pau Lopez.
In casa nerazzurra, Antonio Conte (all.re Inter) non vuole perdere il primato in classifica appena riconquistato, nonostante davanti ci sia una squadra piuttosto complicata da affrontare: “È una gara dall'altissimo livello di difficoltà. La Roma è in un ottimo momento, Fonseca sta dimostrando di essere un bravissimo tecnico, è stato molto bravo a portare la sua idea, a modellarla, adattandosi a calcio italiano. E poi vanno fatti i complimenti a chi ha allestito l'organico, folto, competitivo, con un grande futuro davanti, non è certo una sorpresa”.
Il tecnico dei meneghini è in piena emergenza a centrocampo. Agli infortuni noti di Nicolò Barella e Stefano Sensi si è aggiunto quello di Roberto Gagliardini. Quindi, scelte obbligate per la linea mediana, dove torna dal primo minuto Borja Valero. Lo spagnolo andrà ad affiancare il vertice basso Marcelo Brozovic e l’altra mezzala Matias Vecino.
Qualche dubbio resta, invece, sugli esterni. A sinistra si giocano il posto Cristiano Biraghi, al momento in vantaggio, e Kwadwo Asamoah, assente dal primo minuto dal 29 ottobre contro il Brescia. A destra sono addirittura in tre, con Antonio Candreva che sembra essere favorito su Danilo D’Ambrosio e Valentino Lazaro.
Solo conferme, invece, sia in difesa che in attacco. La retroguardia a tre sarà formata da Diego Godin, Stefan de Vrij e Milan Skriniar. In avanti scalda i motori il tandem Lautaro Martinez-Romelu Lukaku.
Completa l’undici titolare Samir Handanovic tra i pali.
Andiamo a riepilogare le probabili formazioni:
Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; Candreva, Borja Valero, Brozovic, Vecino, Biraghi; Lautaro, Lukaku.
Allenatore: Antonio Conte.
Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Smalling, Mancini, Kolarov; Veretout, Diawara; Zaniolo, Pellegrini, Perotti; Dzeko.
Allenatore: Paulo Fonseca.
Dirige la sfida il signor Gianpaolo Calvarese.
 Il fischietto di Teramo ha diretto i giallorossi in 14 occasioni, con un ruolino di marcia piuttosto positivo che recita 8 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte. L’ultimo precedente risale a questa stagione, quando i capitolini hanno esordito in Serie A contro il Genoa allo Stadio Olimpico, pareggiando 3-3.
Ancor migliore è lo score dell’Inter con l’arbitro abruzzese, dato che i nerazzurri sono imbattuti da 6 anni a San Siro quando c’è Calvarese in campo. Gli incroci totali sono 12, con 9 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte.
Completano la quaterna arbitrale gli assistenti di linea Alassio-Ranghetti e il quarto ufficiale Maresca.
Al VAR sono stati designati l’arbitro Mazzoleni e il guardalinee Paganessi.
Il calcio d’inizio del match, presso lo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, è previsto per le ore 20:45 di venerdì 06 dicembre 2019.
La partita sarà trasmessa in esclusiva da Sky sui canali Sky Sport Serie A (numeri 202 e 249 del satellite, 473 e 483 del digitale terrestre) e Sky Sport HD (numero 251 del satellite).
Inoltre, per gli abbonati alla piattaforma satellitare, la sfida sarà visibile anche in Streaming attraverso l’applicazione SkyGo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore