logorcb

updated 8:59 PM CET, Feb 27, 2020

Serie A, le probabili formazioni di Lazio-Roma

 Giallorossi con molti volti nuovi nel derby, Fonseca incluso. Fuori Juan Jesus, dentro Mancini. Smalling convocato ma parte in panchina. Zappacosta a destra con Florenzi esterno offensivo. Under scala a sinistra. Inzaghi recupera Acerbi e Leiva. Il primo gioca sicuro, il secondo è in ballottaggio con Parolo. Immobile e Correa tandem offensivo. Arbitra Guida, al VAR Fabbri.
Nella capitale è subito Derby.

Neanche il tempo di riprendersi dalla prima giornata che Lazio e Roma si dovranno affrontare per la Stracittadina numero 153 in Serie A, il 173esimo della storia considerando tutte le competizioni.
Sulla sponda giallorossa del Tevere c’è qualche preoccupazione dopo il rocambolesco 3-3 della scorsa domenica contro il Genoa, che ha messo in evidenza ottime qualità in fase offensiva e qualche disattenzione di troppo in difesa.

Paulo Fonseca (all.re Roma) ricorre ai ripari, con la retroguardia a 4 che sarà composta da una coppia di centrali inedita. Va in panchina Juan Jesus, uno dei principali protagonisti in negativo della prima giornata, con Gianluca Mancini che va ad affiancare Federico Fazio. Proprio sul momento negativo del brasiliano, il quale ha chiuso i suoi canai social dopo le critiche scatenatesi nei suoi confronti al termine della sfida contro il Grifone, ha voluto spendere alcune parole il tecnico portoghese: “Sta bene, non potrebbe essere diversamente. Deve stare bene perché nel calcio nessuno è esente da errori. Il calcio è uno sport per gente forte, non c’è spazio per chi non abbia questa forza di reazione. I miei calciatori hanno il dovere di reagire nelle avversità. Per me non esistono errori dei singoli, gli errori sono sempre di squadra e il massimo responsabile degli errori della squadra sono io che sono l’allenatore. I calciatori sono perfettamente consapevoli di questo. Non mi sentirete mai pubblicamente fare ragionamenti a mia discolpa puntando il dito contro un singolo. Il giocatore deve essere mentalmente forte, poi all’interno facciamo le nostre analisi. Nell’ultima partita con il Genoa il problema è stato collettivo”.
Convocato, nonostante il suo arrivo last minute nella capitale, ma parte dalla panchina Chris Smalling, elogiato da Fonseca in conferenza stampa: “Cercavamo un calciatore esperto, un difensore centrale esperto. Vanta più di 200 presenze con il Manchester United, le sue caratteristiche si adattano alla nostra squadra. È rapido e aggressivo, può aggiungere qualità alla nostra rosa. Sì, Smalling figura tra i convocati”.
Cambio anche nella coppia dei terzini, con Davide Zappacosta pronto all’esordio dal primo minuto sulla corsia di destra: “Mancini e Zappacosta sono pronti, potrebbero giocare, non ve lo rivelerò adesso, domani lo scoprirete”. Completa il pacchetto difensivo Aleksandar Kolarov sulla sinistra.
Per un Zappacosta che gioca dietro, c’è un Alessandro Florenzi pronto a spostarsi in avanti, come spesso visto nel pre campionato con ottimi risultati: “Florenzi alto? Sì. È un’ipotesi che stiamo considerando, ci abbiamo lavorato in allenamento nel corso della settimana. Vediamo se opterò per questa soluzione”.
Scala a sinistra, dunque, Cengiz Under, con Justin Kluivert che potrebbe entrare a partita in corso.
Davanti ci sarà Edin Dzeko.
Qualche scelta a sorpresa, rispetto alla sfida contro il Genoa, potrebbe esserci a centrocampo, dato che Jordan Veretout si è allenato bene per tutta la settimana e potrebbe essere schierato dal primo minuto al fianco di Lorenzo Pellegrini: “Veretout titolare? Sì, anche lui può partire dall’inizio. Domani lo scoprirete, lui è pronto come Mancini e tutti gli altri ad eccezione di Spinazzola e Perotti. Tutti i nostri centrocampisti possono giocare con i colleghi: con Cristante, Diawara o Pellegrini. Sono tutti giocatori ben intercambiabili a centrocampo”.
Il francese è dunque in ballottaggio con Bryan Cristante, mentre Amadou Diawara partirà ancora una volta dalla panchina.
Sulla trequarti è confermato Nicolò Zaniolo, mentre a difendere i pali dei capitolini ci sarà Pau Lopez.
In casa biancoceleste, invece, si vola sulle ali dell’entusiasmo dopo la vittoria in trasferta contro la Sampdoria, che ha messo in evidenza una grande condizione della squadra.
Simone Inzaghi (all.re Lazio) si traveste da pompiere in conferenza stampa e spiega come andrà affrontata la sfida di domani: “Sicuramente dovremo avere umiltà e spirito di sacrificio ma allo stesso tempo coraggio sapendo le nostre qualità. Grande spirito di gruppo e compattezza perché giochiamo contro una squadra forte che ha venduto e acquistato”.
Il tecnico delle aquile avrà a disposizione quasi tutta la rosa. In particolare sono due ottime notizie i recuperi di Francesco Acerbi, in difesa, e Lucas Leiva, a centrocampo. Il brasiliano dovrebbe giocare dal primo minuto al posto di Marco Parolo, come ammesso dallo stesso Inzaghi davanti ai giornalisti. Accanto al vertice basso della mediana a 5, ci saranno le due mezzali Milinkovic-Savic e Luis Alberto: “Leiva? Penso che ha lavorato molto bene e giocherà dall’inizio. Sceglierò anche le altre due mezzali con Luis Alberto e Milinkovic che domenica hanno fatto molto bene. Anche Parolo ha giocato bene. Vedremo domani”.
Sulle fasce agiranno Manuel Lazzari, a destra, e Senad Lulic a sinistra, mentre in attacco è pronto il tandem offensivo formato da Joaquin Correa e Ciro Immobile.
Nella retroguardia, ad affiancare il succitato Acerbi, ci saranno Stefan Radu e Luiz Felipe.
Completa l’11 titolare il portiere Thomas Strakosha.
Andiamo a riepilogare le probabili formazioni:
Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.
Allenatore: Simone Inzaghi.
Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Zappacosta, Mancini, Fazio, Kolarov; Cristante, Pellegrini; Florenzi, Zaniolo, Under; Dzeko.
Allenatore: Paulo Fonseca.
Dirige la sfida il signor Marco Guida.
 
Il fischietto di Torre Annunziata è alla sua prima esperienza nel derby capitolino.
I precedenti tra Guida e i giallorossi sono 16, con un ruolino di marcia piuttosto positivo: 8 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte.
Non è altrettanto sorridente lo score della Lazio con l’arbitro campano. Su un totale di 16 incroci, le vittorie sono solamente 6, con 3 pareggi e ben 7 sconfitte.
Completano la quaterna arbitrale gli assistenti di linea Carbone-Bindoni e il quarto ufficiale Rocchi.
Al VAR sono stati designati l’arbitro Mazzoleni e il guardalinee Vivenzi.
Il calcio d’inizio del match, presso lo Stadio Olimpico di Roma, è previsto per le ore 18:00 di domenica 1 settembre 2019.
La partita sarà trasmessa in esclusiva da Sky sui canali Sky Sport Serie A e Sky Sport (numeri 202 e 251 del satellite).
Per gli abbonati alla piattaforma satellitare, inoltre, la sfida sarà visibile in Streaming attraverso l’applicazione SkyGo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore