logorcb

updated 3:46 PM CEST, Apr 18, 2019

Serie A, le probabili formazioni di Napoli-Roma

Ballottaggio Juan Jesus-Fazio per un posto accanto a Manolas.
Florenzi recupera e gioca alto a destra, con Santon alle sue spalle.
Kolarov e De Rossi dal primo minuto.
Nel Napoli, più Milik che Mertens nel tandem con Insigne.
Zielinski si riprende una maglia da titolare.
Sulla destra è corsa a due tra Maksimovic e Hysaj. Arbitra Massa.
Il derby del sole sotto la pioggia, si spera leggera.
Questo si prospetta dal punto di vista climatico domani sera allo Stadio San Paolo di Napoli, dove i padroni di casa ospitano la Roma, in una sfida dalle mille insidie per entrambe le squadre. 
I giallorossi vogliono trovare continuità nei risultati in campionato, dopo un inizio da far invidia alle più spettacolari montagne russe.
La vittoria in Champions League contro il CSKA Mosca sembra aver ridato certezze al tecnico Eusebio Di Francesco, che in conferenza stampa ha sottolineato quanto sia necessario, da ora in poi, non cadere più negli errori del passato recente: “Quello che mi fa rabbia è che bisogna aspettare di prendere due schiaffi prima di poter dare delle risposte importanti. La capacità di trattare tutte le partite allo stesso modo deve essere il nostro momento di crescita. Siamo già caduti altre volte e non possiamo permettercelo. Le partite in campionato cominciano a essere sempre meno anche se sono ancora tante. Più si fanno capitomboli e più c’è il rischio di non rientrare dove vorremmo rientrare, cioè in Champions League. Dobbiamo essere bravi a non sbagliare più gli approcci alle gare e prepararle al meglio”.
Domani sera i capitolini affronteranno un Napoli diverso rispetto a quello di Maurizio Sarri, ma il mister abruzzese dimostra grande rispetto per il lavoro di Carlo Ancelotti e non si fida: “C’era maggiore ripetitività in quello che facevano l’anno scorso, anche se rivedo tante cose nel Napoli di quest’anno. È ovvio che cambia la posizione degli attaccanti, come Insigne che si inserisce da tutte le parti ed è molto bravo ad attaccare la profondità, ma non lo fa solo partendo da sinistra ma in tutte le zone del campo. Guardate il gol contro il PSG, ma anche nella partita contro il Liverpool e in campionato. Cambia la tipologia di giocare, meno possesso e più capacità di andare in verticale a cercare subito la porta”.
Sulla formazione Di Francesco non si sbilancia, ma annuncia il recupero di Alessandro Florenzi, che ha smaltito l’affaticamento muscolare, e tacitamente conferma qualche voce degli scorsi giorni che vogliono il numero 24 giallorosso usato come ala offensiva a destra, con Davide Santon terzino: “Non posso dire niente se Ancelotti non dice niente. Tutto è possibile. Quello che hai analizzato tu ci sta. Ci sta fare delle scelte in questo senso, ma non è detto, può darsi che possa riproporre la stessa squadra che ha giocato col CSKA. Sto valutando, oggi ho l’ultimo allenamento che per me è troppo importante. Magari se l’avessi fatta dopo la conferenza avrei avuto maggiori informazioni sulle condizioni generali dei calciatori. Sono valutazioni che sto facendo anche io. Il fatto che Florenzi possa giocare alto già è successo, sapete che lo potrei fare anche in questa gara come in altre”.
Quindi si può ipotizzare un 4-2-3-1 composto da Robin Olsen tra i pali.
La retroguardia dovrebbe essere formata da Santon a destra, Kostas Manolas e uno tra Federico Fazio e Juan Jesus al centro, con il brasiliano per ora favorito sull’argentino, e Aleksandar Kolarov terzino sinisro.
Il serbo, infatti, ha recuperato dalla frattura al piede, al pari di Daniele De Rossi ed entrambi saranno del match, nonostante non siano ancora al top della forma fisica: “Sono al meglio, migliorati ma non al top della condizione sia De Rossi sia Kolarov. Li stiamo gestendo in maniera giusta. Kolarov si è allenato con la squadra, che è la cosa più importante al di là della frattura per ridare condizione, perché non si può pensare che la condizione si faccia solo giocando le partite. Alla lunga va scemando la condizione atletica e fisica, e questo periodo gli ha permesso di ritrovare condizione fisica. De Rossi, avendo giocato col CSKA, lo abbiamo fatto recuperare più che farlo allenare ed oggi vedremo le sue condizioni”.
Accanto al capitano giallorosso ci sarà Steven Nzonzi, mentre Lorenzo Pellegrini occuperà il ruolo di trequartista, finora ricoperto a suon di grandi prestazioni.
A completare il terzetto dietro la punta Edin Dzeko, oltre al già citato Florenzi, ci sarà Stephan El Shaarawy.
Ancora ai box restano Justin Kuivert, Javier Pastore, Rick Karsdrorp e Diego Perotti.
In casa partenopea, il tecnico degli azzurri Ancelotti vuole continuare la sua rincorsa al primo posto. Per farlo potrà contare sulla presenza dell’uomo indicato come il più pericoloso in rosa: Lorenzo Insigne.
Il fantasista, infatti, ha smaltito la botta ricevuta al Parco dei Principi mercoledì sera e sarà regolarmente in campo contro la Roma, squadra cui ha segnato in entrambe le sfide di campionato la scorsa stagione.
Accanto a lui ci sarà uno tra Arkadiusz Milik e Dries Mertens, con il polacco favorito per una maglia da titolare.
Dal primo minuto tornerà anche Piotr Zieliński per dare maggior imprevedibilità e fantasia al centrocampo dei campani.
In porta dovrebbe esserci David Ospina, mentre la retroguardia sarà composta da Mario Rui, a sinistra,  e dalla coppia di centrali Raul Albiol-Kalidou Koulibaly. Rimane aperto il ballottaggio per il ruolo di terzino destro tra Elseid Hysaj e Nikola Maksimović, anche se l’ex Empoli sembra leggermente avanti sul collega di reparto.
Oltre a Zieliński, largo a sinistra, completano la linea mediana Allan, Marek Hamsik e Jose Maria Callejon, largo a destra.
Riepiloghiamo le probabili formazioni:
Napoli (4-4-2): Ospina; Hysaj, Aslbiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Hamsik, Zieliński; Insigne, Milik.
Allenatore: Carlo Ancelotti.
Roma (4-2-3-1): Olsen; Santon, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; De Rossi, Nzonzi; Florenzi, Lo.Pellegrini, El Shaarawy; Dzeko.
Allenatore: Eusebio Di Francesco.
Dirige la sfida il signor Davide Massa.
Proprio il fischietto d’Imperia ha diretto la sfida tra giallorossi e azzurri giocata al San Paolo nella scorsa stagione, quando i capitolini si imposero in trasferta per 4-2.
Gli incroci tra l’arbitro ligure e la Roma sono 14 in totale, per uno score che recita 7 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte.
Le gare del Napoli dirette da Massa, invece, sono 17, per un totale di 13 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte.
Completano la quaterna arbitrale gli assistenti di linea Costanzo-Peretti e il quarto uomo Giacomelli.
Al VAR ci saranno l’arbitro Di Bello e il guardalinee Preti.
Il calcio d’inizio allo Stadio San Paolo di Napoli è previsto per le ore 20:30 di domenica 28 ottobre. Il match sarà visibile sui canali Sky Calcio.
Ultima modifica ilDomenica, 28 Ottobre 2018 16:29

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore