logorcb

updated 10:57 PM CEST, Aug 13, 2019

Serie A, le probabili formazioni di Roma-Fiorentina

Eusebio di Francesco (All.re Roma) con Gregoir Defrel titolare. Out Diego Perotti e Cengiz Under. Stefano Pioli (All.re Fiorentina) deve rinunciare a Chiesa, Badelj e Thereau.

Umori diversi, stesso obiettivo: vincere.

Questa la sintesi del match cui Roma e Fiorentina daranno vita nel secondo anticipo della 31esima giornata di Serie A. Calcio d’inizio alle ore 18:00 allo Stadio Olimpico.

I giallorossi, reduci dall’immeritata sconfitta del Camp Nou contro il Barcellona, sono chiamati a continuare la corsa per la Champions League, ma lo dovranno fare senza alcune pedine fondamentali nello scacchiere tattico di Eusebio Di Francesco.

Non sono convocati, infatti, Cengiz Under, il cui rientro si spera avvenga per la partita di ritorno contro i blaugrana, e Diego Perotti.

Per l’argentino si parla di un problema al polpaccio accusato a seguito di un colpo subito nel primo tempo della sfida di mercoledì sera. Di Francesco si augura di poterlo riavere almeno a disposizione con i catalani, ma la cosa è tutt’altro che scontata.

Anche l’impiego di Radja Nainggolan rimane in dubbio, nonostante sia stato convocato dal tecnico abruzzese a seguito della rifinitura.

 Il belga potrebbe essere lasciato precauzionalmente a riposo, con al suo posto Lorenzo Pellegrini, già suo sostituto contro il Barcellona.

A completare il terzetto di centrocampo ci saranno Daniele De Rossi e Kevin Strootman.

In attacco, l’allenatore giallorosso ha annunciato in conferenza la titolarità di Gregoir Defrel, che dovrebbe affiancare nel tridente Edin Dzeko e Stephan El Shaarawy.

Verso la conferma sembra essere Bruno Peres, autore di una partita di alto profilo in Spagna, mentre Aleksandar Kolarov è costretto a fare gli straordinari a causa di un Jonathan Silva ancora non in grado di giocare dal primo minuto.

Al centro della retroguardia spazio a Juan Jesus per far rifiatare uno tra Kostas Manolas e Federico Fazio, con l’argentino indiziato numero uno per la panchina.

La Viola arriva al match dell’Olimpico forte di 5 vittorie consecutive in Serie A, che ne fanno una delle squadre più in forma del momento.

Stefano Pioli, però, non può sorridere del tutto, in quanto è costretto a fare a meno di giocatori dal peso specifico non indifferente.

Non sono convocati, infatti, Federico Chiesa, per squalifica, Milan Badelj e Cyril Thereau, entrambi infortunati.

Il tecnico parmense dovrebbe tornare alla difesa a 4, a differenza di quanto visto nella sfida recuperata martedì contro l’Udinese in cui gli uomini della retroguardia erano 3.

A centrocampo, probabile l’impiego del tandem Sebastian Cristoforo-Jordan Veretout, con Riccardo Saponara, Valentin Eysseric e Marco Benassi a fungere da supporto all’unica punta Giovanni Simeone.

Andiamo a riepilogare le probabili formazioni:

Roma (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Pellegrini, De Rossi, Strootman; Defrel, Dzeko, El Shaarawy
All. Eusebio Di Francesco

Fiorentina (4-2-3-1): Sportiello; Milenkovic, Pezzella, Victor Hugo, Biraghi; Cristoforo, Veretout; Saponara, Eysseric, Benassi; Simeone
All. Stefano Pioli

Dirige la sfida il signor Michele Fabbri. Per il fischietto di Faenza si tratta del quarto incrocio con i giallorossi, tre dei quali risalgono al campionato in corso e i risultati lasciano ben sperare: si tratta delle vittorie contro Hellas Verona, Bologna e Benevento, per altro senza subire gol.


Anche con la Fiorentina sono quattro i precedenti per il direttore di gara, a fronte di tre vittorie ed un pareggio.


Completano la quaterna arbitrale gli assistenti di linea Mondin-Di Vuolo e il quarto ufficiale Giacomelli. Al Var ci saranno l’arbitro Guida e il guardalinee Carbone.

Ultima modifica ilVenerdì, 06 Aprile 2018 21:57

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore