logorcb

updated 3:56 PM CEST, Oct 20, 2019

Serie A, le probabili formazioni di Roma-Parma

 Ranieri si affida a De Rossi dal primo minuto. Torna Manolas al centro della difesa. Kluivert preferito a Under a destra. D’Aversa recupera Gagliolo ma perde Siligardi. Spazio a Ceravolo e Sprocati in avanti. In porta, esordio per Frattali. Arbitra Mazzoleni.
Tra i rimpianti del passato, la tristezza del presente e la paura del futuro.

La Roma chiude il campionato all’Olimpico davanti a 60mila spettatori, tra lacrime e polemiche, sfidando un Parma che è sì matematicamente salvo, ma che non verrà di certo nella capitale per sfigurare.

Le possibilità di entrare in Champions League sono remote. I giallorossi, infatti, dovrebbero vincere e sperare nella contemporanea sconfitta di Inter, Atalanta e Milan.
Per questo si pensa più a chiudere al meglio una stagione difficile, coronata, in negativo, anche dall’addio di Daniele De Rossi in maglia giallorossa.
Il capitano dei capitolini, una delle poche certezze di formazione di domani, giocherà il match dal primo minuto, come confermato dal proprio tecnico Claudio Ranieri, che insieme al numero 16 abbandonerà Trigoria al termine della sfida con gli emiliani e che ha espresso il desiderio di vedere uno stadio ricolmo di amore per il proprio giocatore: “Daniele giocherà dal primo minuto. Entrerà in campo con la sua fascia perché credo che meriti questa standing ovation da parte di tutto l’Olimpico. Deve essere una festa e lui deve fare una grande partita perché se ci tengo io, immagino(quanto ci tenga, ndr) lui a finire bene. […] Mi auguro che ci sia l’atmosfera che Daniele merita. Questa è l’unica cosa che io mi posso augurare, proprio vedere lo stadio ricolmo d’amore per Daniele. Deve essere una festa per Daniele, per tutto quello che ha dato alla Roma e per il modo in cui l’ha dato. Per cui, senza ombra di dubbio, mi aspetto una cosa positiva per lui al 100%”.
In quello che potrebbe essere un 4-3-3, che in fase offensiva si trasformerebbe in 4-2-3-1, la mediana dovrebbe essere completata da Lorenzo Pellegrini e Nicolò Zaniolo, con Steven Nzonzi e Bryan Cristante in panchina.
Al centro della retroguardia si rivede Kostas Manolas, che aveva dato forfait nell’allenamento di rifinitura prima della sfida al Sassuolo per una distorsione alla caviglia.
Accanto al greco ci sarà Federico Fazio, con Alessandro Florenzi e Aleksandar Kolarov che agiranno da terzini rispettivamente a destra e a sinistra.
Nel tridente d’attacco vengono confermati Edin Dzeko e Stephan El Shaarawy rispetto alla formazione scesa in campo a Reggio Emilia, mentre un cambio dovrebbe avvenire sulla destra, con Justin Kluivert preferito a Cengiz Under dal primo minuto.
A difendere i pali della Roma ci sarà ancora una volta Antonio Mirante.
In casa gialloblù, Roberto D’Aversa (all.re Parma) ha ammesso in conferenza stampa di non aver ancora deciso la formazione, svelando solo che schiererà anche dei calciatori che hanno disputato meno partite dei compagni finora. A tal proposito, vedasi Massimo Gobbi e Gianluigi Frattali, che esordirà in Serie A all’età di 33 anni: “Vi posso dire che domani molto probabilmente ci saranno in campo 11 giocatori di proprietà del Parma. Gigi (Frattali, ndr) giocherà titolare perché è giusto che si ritagli il suo spazio. I ragazzi che hanno giocato meno meritano questa opportunità, perché sono loro che ci sono sempre stati all’interno dello spogliatoio anche giocando meno. Penso a Frattali e anche a Massimo Gobbi, che ha giocato poco”.
Il tecnico parmense dovrà rinunciare anche ad alcune pedine fondamentali del proprio scacchiere tattico, come Luca Siligardi, Roberto Inglese e Alessandro Bastoni, mentre è tra i convocati Riccardo Gagliolo, che ha smaltito il problema muscolare accusato nelle scorse ore: “Non ci sarà Bastoni, che si è fermato in settimana. Rientra invece Gagliolo, che si era fermato solo per precauzione. Gervinho si è allenato regolarmente con i compagni, mentre non è convocato Siligardi. Purtroppo durante il campionato abbiamo avuto assenze, ma la forza del gruppo è stata quella di sopperire alle assenze dei singoli”.
Possiamo dunque immaginare la formazione del Parma a partire dal portiere, che, come detto, sarà Frattali.
Il modulo dovrebbe essere il 5-3-2, con la retroguardia composta dai tre centrali Simone Iacoponi, Bruno Alves e il succitato Gagliolo e i due terzini Marcello Gazzola e Gobbi, rispettivamente a destra e a sinistra.
Nella mediana a 3 giocheranno Juraj Kucka, Leo Stulac e Antonino Barillà.
Faranno parte del tandem d’attacco, infine, Fabio Ceravolo e Mattia Sprocati, con Gervinho che partirà dalla panchina.
Andiamo a riepilogare le probabili formazioni:
Roma (4-3-3): Mirante; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Zaniolo, De Rossi, Pellegrini; Kluivert, Dzeko, El Shaarawy.
Allenatore: Claudio Ranieri.
Parma (5-3-2): Frattali; Gazzola, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Gobbi; Kucka, Stulac, Barillà; Ceravolo, Sprocati.
Allenatore: Roberto D’Aversa.
Dirige la sfida il signor Paolo Silvio Mazzoleni.
 Il fischietto di Bergamo ha incrociato i giallorossi di recente, nel pareggio contro il Genoa a Marassi per 1-1. In totale sono 30 le partite della Roma arbitrate dal direttore di gara orobico, con uno score che recita: 16 vittorie, 10 pareggi e 4 sconfitte.
Sono 14 gli incroci tra Mazzoleni e crociati, con un ruolino di marcia piuttosto equilibrato, composto da 6 vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte.
Completano la quaterna arbitrale gli assistenti di linea Marrazzo-Posado e il quarto ufficiale Pairetto.
Al VAR sono stati designati l’arbitro Maresca e il guardalinee Paganessi.
Il calcio d’inizio del match, presso lo Stadio Olimpico di Roma, è previsto per le ore 20:30 di domenica 26 maggio 2019.
La partita sarà trasmessa in esclusiva da Sky sul canale sul canale Sky Sport (numero 253 del satellite e numero 484 del digitale terrestre).
Gli abbonati alla piattaforma satellitare, potranno seguire la sfida anche in diretta streaming attraverso l’applicazione SkyGo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore