logorcb

updated 2:03 PM CEST, Oct 13, 2019

Serie A, le probabili formazioni di Roma-Sassuolo

 Smalling non convocato, tocca a Mancini al fianco di Fazio. Esordio per Veretout e Mkhitaryan. Pellegrini si riprende la trequarti e Zaniolo scala a destra. In casa neroverde, De Zerbi si affida alla difesa a 4. Chiriches e Defrel partono dalla panchina. Muldur favorito su Toljan. In avanti tocca al tridente Berardi-Caputo-Boga. Arbitra Chiffi, al VAR Giacomelli.
Si ricomincia.

Dopo la sosta per le nazionali, torna la Serie A e, tra le altre, il menù della terza giornata ci offre la sfida tra la Roma e il Sassuolo.
I giallorossi vogliono ottenere i primi tre punti in stagione, dopo i pareggi con Genoa e Lazio.

Per farlo il tecnico dei capitolini, Paulo Fonseca, si affida alla migliore squadra a disposizione, di cui però non dà molte indicazioni in conferenza stampa: “Ho visto la squadra migliorare, sono fiducioso per questa partita. Ci sarà qualcosa di diverso, ma non ho intenzione di svelare quale sarà la nostra strategia rispetto alla gara di domani”.
Una delle poche certezze è l’assenza del nuovo arrivato Chris Smalling, fermatosi per un dolore all’adduttore. Le sue condizioni non destano particolare preoccupazione, ma l’allenatore lusitano non vuole correre rischi: “Ha accusato un piccolo fastidio all’adduttore, niente di grave, ma non corriamo rischi, vogliamo che sia al 100%. Adesso c’è una serie di partite ed ho deciso, in accordo con lo staff medico, di gestire la situazione in questo modo”.
Senza la convocazione dell’inglese, prende piede l’ipotesi di una coppia difensiva formata da Gianluca Mancini, inizialmente dato partente dalla panchina, e Federico Fazio.
Sulle fasce dovrebbero agire Aleksandar Kolarov a sinistra, con Leonardo Spinazzola che ha sì recuperato dall’infortunio ma è ancora non al top, e Alessandro Florenzi a destra, data anche l’assenza di Davide Zappacosta.
A centrocampo è corsa a tre per i due posti davanti alla retroguardia. A partire dal primo minuto potrebbero essere Bryan Cristante e Jordan Veretout. Si tratta dell’esordio assoluto in maglia giallorossa per il francese, leggermente in vantaggio su Amadou Diawara, il quale potrebbe dare il cambio a partita in corso proprio all’ex Fiorentina.
Avanza sulla trequarti, invece, Lorenzo Pellegrini, in quello che il giovane romano reputa essere il suo ruolo prediletto. Sull’argomento ha voluto spendere qualche parola anche Fonseca davanti ai giornalisti: “Pellegrini è un giocatore che può fare diversi ruoli, non vi dico dove gioca domani. Ha qualità ed è intelligente, in tutti i ruoli sa e capisce come deve giocare”.
Per un Pellegrini che avanza, c’è un Nicolò Zaniolo che scala a destra come ala offensiva, complice lo stop di Cengiz Under. Il mister portoghese, per altro, è apparso molto soddisfatto dell’inizio di stagione del gioiellino ex Inter: “Sì, sono soddisfatto. È un calciatore giovane e deve migliorare il suo modo di capire il gioco, è un processo di crescita. Lavora bene in fase difensiva ed aiuta la squadra, continuerà a migliorare. Ha qualità eccellenti e riponiamo in lui fiducia e speranza“.
Sulla sinistra ci dovrebbe essere un altro esordio, quello di Henrikh Mkhitaryan, giocatore nel quale sia i tifosi, sia Fonseca in prima persona nutrono grandi aspettative e speranze: “Miki è in buone condizioni fisiche, è intelligente e può giocare”.
Di punta sarà ancora una volta il turno di Edin Dzeko, mentre partirà dalla panchina il neo acquisto giallorosso Nikola Kalinic, le cui condizioni fisiche non sono ancora al meglio: “Anche Kalinic è esperto e conosce il mercato italiano, anche se non ha giocato tanto. Non ha fatto nemmeno la preparazione, ma sarà importante per noi”.
Completa l’11 titolare il portiere Pau Lopez.
In casa neroverde, Roberto De Zerbi (All.re Sassuolo) vuole sfatare il tabù Roma. Gli emiliani, infatti, non hanno mai battuto i giallorossi nei 12 precedenti sinora giocatisi tra Stadio Olimpico e Mapei Stadium: “Ho visto i ragazzi concentrati, convinti di poter andare a fare una grande partita, non andremo a Roma a farci mettere in mezzo. Poi è chiaro che può succedere di tutto. Non vogliamo fare le comparse”.
Il tecnico bresciano potrà contare sull’intera rosa a disposizione, compresi i nuovi acquisti Vlad Chiriches e l’ex di turno Gregoire Defrel, per quanto entrambi sembrino destinati a partire dalla panchina: “Sono due giocatori forti, fortissimi. Abbiamo una squadra molto forte. Il mercato ci vede uscire rinforzati e lo penso sul serio. Non vuol dire fare meglio dell’anno scorso, altrimenti conterebbe la carta ma è una squadra forte. Defrel non farà l’esterno a sinistra, quando giocherà cercheremo di farlo avvicinare a Caputo quando giocheranno assieme. Può fare l’esterno a destra ma lì c’è Berardi e non ci sarà questa soluzione. Chiriches è il giocatore giusto per noi: sa giocare, ci porta esperienza, ci porta spessore. Vediamo la condizione fisica, io so già ma lo scoprirete domani”.
Con il difensore centrale ex Napoli in campo, De Zerbi potrebbe optare per una difesa a 3, ma domani dovrebbe rimanere ancorato al 4-3-3, con la retroguardia composta dai centrali Marlon Santos-Ferrari e dai terzini Federico Peluso, a sinistra, e Mert Muldur, favorito su Jeremy Toljan, a destra, nonostante le parole pronunciate in conferenza stampa dal tecnico proprio su chi occuperà quella fascia: “Potreste non vedere nessuno dei due. Toljan sta crescendo molto e ha bisogno di un periodo di adattamento, è timido e non è semplice cambiare Paese. Muldur ha fatto bene ma è giovane, quindi capiamo anche dove e quando utilizzarli. Stanno bene, potrebbero anche giocare tutti e due ma potrebbero anche non giocare tutti e due”.
A centrocampo giocheranno Alfred Duncan, Pedro Obiang e Manuel Locatelli, quest’ultimo favorito su Hamed Traorè nonostante sia appena tornato dall’impegno con la nazionale azzurra Under 21.
In avanti scalda i motori il tridente composto da Domenico Berardi a destra, Jeremie Boga a sinistra e Francesco Caputo di punta.
A difendere i pali neroverdi sarà Andrea Consigli.
Andiamo a riepilogare le probabili formazioni:
Roma (4-2-3-1)
: Pau Lopez; Florenzi, Fazio, Mancini, Kolarov; Cristante, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko.

Allenatore: Paulo Fonseca.
Sassuolo (4-3-3): Consigli; Muldur, Marlon Santos, Ferrari, Peluso; Duncan, Obiang, Locatelli; Berardi, Caputo, Boga.
Allenatore: Roberto De Zerbi.
Dirige la sfida il signor Daniele Chiffi.
 Per il fischietto di Padova si tratta della prima direzione in carriera di una sfida della Roma. La scorsa stagione, nella partita di ritorno che si giocò a Reggio Emilia proprio tra Sassuolo e giallorossi, il direttore di gara veneto era stato designato al VAR.
Chiffi, invece, ha già diretto i neroverdi in 2 occasioni: 1 pareggio e 1 sconfitta.
Completano la quaterna arbitrale gli assistenti di linea Peretti-Vivenzi e il quarto ufficiale Sacchi.
Al VAR sono stati designati l’arbitro Giacomelli e il guardalinee Tolfo.
Il calcio d’inizio del match, presso lo Stadio Olimpico di Roma, è previsto per le ore 18:00 di domenica 15 settembre 2019.
La partita sarà trasmessa in esclusiva da Sky sui canali Sky Sport Serie A (numero 202 e 249 del satellite, numero 473 e 483 del digitale terrestre) e Sky Sport HD (numero 251 del satellite).
Inoltre, per gli abbonati alla piattaforma satellitare, il match sarà visibile in Streaming attraverso l’applicazione SkyGo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore