logorcb

updated 10:16 PM CEST, May 26, 2019

Serie A, le probabili formazioni di Udinese-Roma

Di Francesco senza De Rossi, Perotti e Manolas. A sinistra Kolarov stringe i denti. Juan Jesus confermato. In avanti gioca Schick. Prima per Nicola con il 3-5-2. Ballottaggio a centrocampo tra Mandragora e Behrami. Lasagna e Pussetto formano il tandem d’attacco.

La sosta è finita, andate in campo.
La Serie A riparte dalla 13^ giornata, che si apre con la sfida della Dacia Arena di Udine di sabato alle 15:00. I padroni di casa dell’Udinese, alla prima con Davide Nicola in panchina, ospitano la Roma, vogliosa di recuperare ulteriore terreno in campionato, magari sfruttando qualche passo falso delle altre pretendenti impegnate in scontri diretti o incroci pericolosi.

Per rimontare, però, servono i tre punti e questo Eusebio Di Francesco lo sa bene, predicando attenzione e concentrazione solo per la sfida di domani in conferenza stampa, levando dalla testa dei calciatori Real Madrid e Inter: “Quello che fa tenere alta l’attenzione in queste gare è che tutti quanti stanno pensando al Real Madrid, ma io credo che la partita più importante che ci sia tra le tre che abbiamo, cioè tra Udinese, Real e Inter, questa è la più importante. I ragazzi devono capire che questa partita va affrontata nel modo giusto, non è un alibi avere tanti nazionali, perché anche altre squadre importanti hanno tanti nazionali in giro. Dovremo essere bravi ad approcciare al meglio a questa gara sapendo che sarà una partita molto dura dal punto di vista fisico. Ci stiamo preparando in questo senso”.
Nonostante gli impegni con le rispettive selezioni, i giocatori tornati dalle nazionali non destano preoccupazioni dal punto di vista fisico e il tecnico abruzzese potrà contare sul loro aiuto, specialmente su Aleksandar Kolarov. Nonostante l’acciacco rimediato con la Serbia, infatti, il terzino giocherà dall’inizio sulla sinistra:Per quanto riguarda Kolarov tutto ok […] A sinistra giocherà lui”.
Al centro della difesa ci saranno Federico Fazio e Juan Jesus, data la non convocazione di Kostas Manolas, che il mister dei giallorossi spera di recuperare per la Champions League:Siccome non mi avete chiesto di Manolas lo dico io, non sarà convocato perché non sta al meglio, cercheremo di recuperarlo per la partita contro il Real. Ha provato sia ieri che oggi, ma non è ancora a posto del tutto per quanto riguarda la caviglia.

Sulla destra potrebbe esserci spazio per Davide Santon, che ha recuperato dall’attacco febbrile degli scorsi giorni, lasciando così a riposo Alessandro Florenzi: “Santon è stato febbricitante ieri ma ha recuperato, oggi si è allenato con la squadra, è a disposizione […] Ha più possibilità di giocare a destra che a sinistra”.
A centrocampo non ci sarà, ancora una volta, Daniele De Rossi, il cui rientro slitta addirittura alla partita di Cagliari, se non oltre:A seguire Daniele pre o post Cagliari, questa è l’idea. Non è che si siano allungati i tempi, ma voglio rimetterli apposto nella condizione. Non voglio mettere in campo giocatori che siano a metà della condizione o che, come ha fatto Daniele, giochino non stando bene perché nella continuità degli allenamenti ritroverebbero una condizione migliore”.
Si va, dunque, verso la conferma del duo Steven Nzonzi-Bryan Cristante, mentre Lorenzo Pellegrini, tornato prima dal ritiro con la nazionale italiana per una botta rimediata contro il Portogallo, dovrebbe essere regolarmente in campo da trequartista.
Qualora il giovane romano non dovesse farcela, è pronto Nicolò Zaniolo.
Le ali del 4-2-3-1 dovrebbero essere Stephan El Shaarawy, a sinistra, e Patrik Kluivert, a destra, mentre la punta sarà Patrik Schick, come ammesso dallo stesso Di Francesco davanti ai giornalisti a Trigoria: “Schick partirà dall’inizio domani, è un bel segnale perché ha dato delle risposte importanti prima di tutto con la Roma e a seguire anche con la Nazionale. C’è un lavoro generale dietro a Patrik Schick, ma prima su sè stesso. L’allenatore conta in maniera relativa quando dall’altra parte trova grande disponibilità. Sta crescendo, c’è stato un periodo di appannamento ma ha una grande voglia di venire fuori, di questo sono molto felice. Anche in questi allenamenti mi è piaciuto tantissimo e mi auguro che anche domani possa dimostrare la sua continua crescita”.
Completa l’undici titolare Robin Olsen tra i pali.
Resta ancora ai box Diego Perotti, il cui recupero potrebbe avvenire dopo la sfida di Champions League contro il Real Madrid. Torna disponibile, invece, Rick Karsdorp.
Debutto assoluto in casa bianconera per Davide Nicola, il quale ha già dimostrato di avere le idee chiare su ciò che vorrebbe vedere domani dalla squadra contro un grande avversario come la Roma:Grande attenzione e disponibilità ad attuare ciò che proviamo, io voglio vedere questo. L’errore non deve essere vissuto come una tragedia, ma come un passaggio per un percorso migliorativo. Voglio vedere già una squadra che sappia che l’errore c’è, ma si può rimediare come squadra: voglio passione, attenzione, coraggio e consapevolezza […] Il mio concetto di essere squadra che ho trasferito ai giocatori, per me è fondamentale questo. Chiedo una grande applicazione e una consapevolezza in ciò che è stato proposto. Ci sono due-tre concetti che vogliamo esprimere perché crediamo possano fare la differenza. I giocatori devono provare a migliorare sé stessi, provare ad andare oltre i propri limiti personali […] La Roma è una delle squadre più forti, non avrà difficoltà a trovare giocatori importanti nel turnover. I miei giocatori però domani non dovranno pensare al risultato, ma ad applicare in campo ciò che ho chiesto loro”.

Il tecnico dei friulani, poi, glissa sulla situazione degli infortunati, rimandando ogni decisione alla serata: “Le decisioni finali vengono prese solo dopo la riunione di stasera”.
Sulla formazione, l’ex mister del Crotone non da molte indicazioni, ma possiamo provare ad immaginare qualcosa da quanto provato in allenamento nei giorni scorsi.
Ecco allora un 3-5-2, che a partita in corso può trasformarsi in un 4-4-2, composto da Juan Musso in porta.
La linea difensiva sarà formata da Jens Stryger Larsen, William Troost-Ekong e Bram Nuytinck.
Sulla mediana sembra esserci l’unico ballottaggio di formazione, nello specifico sul ruolo di centrale basso davanti alla retroguardia, con Rolando Mandragora in vantaggio su Valon Behrami.
A destra giocherà Germàn Pezzella, a sinistra Hidde ter Avest, mentre gli interni di centrocampo dovrebbero essere Rodrigo De Paul e Seko Fofana. Per l’ivoriano, per altro, c’è proprio l’interesse della Roma.
Il tandem offensivo sarà composto da Ignacio Pussetto e Kevin Lasagna, sul quale Nicola ha speso parole importanti davanti ai giornalisti: “È un ragazzo fantastico, che è arrivato in Nazionale. Deve avere un ambiente a disposizione che sfrutti le sue qualità”.
Andiamo a riepilogare le probabili formazioni:
Udinese (3-5-2): Musso; Nuytink, Troost-Ekong, Stryger Larsen; Pezzella, De Paul, Mandragora, Fofana, Ter Avest; Lasagna, Pussetto.
Allenatore: Davide Nicola.
Roma (4-2-3-1): Olsen; Santon, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Nzonzi, Cristante; Kluivert, Lo.Pellegrini, El Shaarawy; Schick.
Allenatore: Eusebio Di Francesco.
Dirige la sfida il signor Michael Fabbri.
Il fischietto di Ravenna ha arbitrato in 5 occasioni la Roma, con uno score che sorride ai giallorossi: 3 vittorie, 1 pareggio (nella sfida all’Atalanta di questo campionato) e 1 sconfitta.
Quinto incrocio, invece, per l’Udinese con Fabbri, con un bilancio piuttosto negativo, in quanto si registrano 3 sconfitte e 1 solo successo in 4 precedenti totali.
Completano la quaterna arbitrale gli assistenti di linea Valeriani-Del Giovane e il quarto ufficiale Pezzuto. Al VAR ci saranno l’arbitro Guida e il guardalinee Carbone.
Il calcio d’inizio del match alla Dacia Arena di Udine è previsto per le ore 15:00 di sabato 24 novembre. La partita sarà visibile sui canali Sky Serie A (canale 202) e Sky Sport 1 (canale 251).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore