logorcb

updated 11:42 AM CET, Feb 19, 2019
Calcio

Calcio (254)

LAZIO – JUVENTUS TRA STORIA E STATISTICHE

Serie-A-LOGO PER NOMI LAZIO – JUVENTUS  

32° giornata di serie A 2012/2013

Lunedi 15 Aprile 2013, 20.45

Stadio Olimpico di Roma

 

Partite giocate in Serie A: 68
Vittorie Lazio: 24
Vittorie Juventus: 27
Pareggi: 17
Goal fatti Lazio: 87
Goal fatti Juventus: 91
Goal fatti entro 45° Lazio: 37
Goal fatti entro 45° Juventus: 36
Goal fatti dopo 45° Lazio: 50
Goal fatti dopo 45° Juventus: 55

 

Il numero di match disputati nel campionato di Serie A tra Lazio-Juventus, è pari a 68. In totale sono stati segnati 178 goal. Vantaggio ospite per quanto concerne il bilancio delle vittorie: sono infatti  27 le volte in cui la Juventus ha strappato la posta piena allo Stadio Olimpico contro la Lazio. Non tantissimi i pareggi: su 68 match disputati essi si fermano a 17. A livello di vittorie dei capitolini occorre subito anticipare che la Lazio non batte in casa la Juventus dalla stagione 2003/2004 quando un goal di Corradi al 21’ ed il raddoppio di Fiore tre minuti dopo l’inizio del secondo tempo, regalarono il ventiquattresimo successo dei biancocelesti in casa conto la compagine torinese. Il secondo risultato più longevo è il pareggio: Lazio-Juventus non finisce con un segno X dalla stagione 2008/2009: in quell’occasione furono i goal di Ledesma e Mellberg a gonfiare le reti dei rispettivi avversari. In sintesi la Juventus sono tre stagioni che vince a Roma e lo ha fatto in due casi per 0-1 con il medesimo marcatore, Simone Pepe; poi 0-2 con goal di Caceres e Trezeguet. Tra le vittorie più larghe dei laziali va sicuramente menzionata quella del 1934/1935, quando Lazio-Juventus finì per 5-3; in secondo luogo, prendendo in considerazione come vittorie larghe i risultati con maggior goal fatti e maggior differenza reti, è necessario menzionare quella della stagione 1995/1996 quando all’ottava giornata di serie A valevole per il turno di andata,  un doppio Casiraghi ai minuti 45 e 77, un goal di Signori al 40’ ed un altro di Rambaudi al 71’ schiantarono gli ospiti ad un inesorabile ed umiliante 4-0. Ma la storia di Lazio-Juve ci insegna che quello non fu l’unico 4-0: già accadde nella stagione 1939/1940 quando una doppietta di Pisa, Busani e Baldo al 90’ strapazzarono i bianconeri nel turno valevole per la nona giornata di serie A. A livello di vittorie più ampie degli ospiti, scorrendo fra i precedenti, troviamo lo stesso risultato ampio dei biancocelesti, ma a parti invertite: 0-4. E’ successo in una sola occasione ossia alla prima giornata della stagione 1948/1949: mattatori della giornata furono Sentimenti, Caprile ed una doppietta di Boniperti. Quella non fu una delle migliori stagioni dei biancocelesti i quali terminarono poi il campionato a 34 punti sopra i cugini della Roma di due lunghezze, furono la terza peggiore difesa del campionato in casa, la quinta in assoluto. Anche la Juve nonostante la cosiddetta “buona la prima”, non brillò: finì al quarto posto a ben 16 lunghezze dai cugini del Toro che poi si laurearono campioni d’Italia. A livello di marcature segnate, Lazio e Juve hanno regalato ben 178 goal di cui 87 provenienti dai padroni di casa e 91 dagli ospiti. La maggior parte dei goal sono stati segnati nella seconda frazione di gioco dove i biancocelesti hanno infilato in 50 occasioni gli avversari contro le 37 nei primi tempi; stessa cosa per i bianconeri che in 55 occasioni hanno esultato goal contro i padroni di casa al secondo tempo contro le 36 reti realizzate nei primi tempi. Sebbene la Juventus sia in vantaggio negli scontri allo stadio Olimpico e per quanto concerne le reti effettuate,  nella storia dei precedenti emerge un neo ossia la fascia minuti che va dal 16° al 30°: sono infatti solo 8 le reti realizzate contro le 11 dei biancocelesti. La classifica marcatori del match vede in pole Silvio Piola con 8 reti e subito dietro Bruno Giordano e Bettega a 6; in terza posizione a 5 marcature Charles, Alessandro Del Piero e Giorgio Chinaglia. I numeri sulla frequenza risultati ci rivelano un dato curioso: sebbene il pareggio sia il segno meno uscito nella storia dei precedenti tra Lazio e Juventus, l’1-1 risulta il punteggio più frequente del match! E’ capitato infatti in 8 occasioni che le due compagini hanno chiuso la partita con questo punteggio. Sempre ad otto circostanze troviamo lo 0-1 mentre a 7 la vittoria di misura sponda biancoceleste:1-0. Un altro dato significativo che emerge è che in 19 occasioni nel match sono state segnate almeno quattro reti: questo significa che almeno ogni tre partite ci sono le goleade. Questo dato purtroppo (per i fan dello spettacolo, un po’ meno per le coronarie dei tifosi) è smentito dall’andamento dei risultati degli ultimi dieci anni: soltanto in una occasione il match è finito almeno con 4 reti, ossia quello della stagione 2007/2008 quando Lazio e Juventus chiusero sul 2-3. C’è un precedente per quanto riguarda la trentaduesima giornata: stagione 1933/1934, gara valevole per il girone di ritorno, Lazio-Juventus  0-2 (49’ Orsi, 80’ Borel). Altra curiosità interessante è che Lazio-Juventus si giocherà nel turno di ritorno per la nona volta negli  ultimi trentasette anni di Serie A: sotto questo aspetto la Lazio non batte la Juventus dalla stagione 2000/2001, 4-0. Dal punto di vista dei risultati ritardatari in casa Lazio, il 4-0 manca in assoluto dalla partita contro il Modena della stagione 2002/2003 valevole per la giornata numero 11 ossia ben 196 turni fa in casa. C’è un altro aspetto interessante per quanto riguarda i ritardi risultati in casa Lazio: i biancocelesti non terminano un match a reti bianche allo stadio Olimpico da ben 32 turni in casa. L’ultimo si è verificato la scorsa stagione, la 2011/2012 contro il Palermo. Nella stagione in corso invece, la Lazio ha vinto in 4 occasioni con il punteggio di 2-1 e quest’ultimo si annovera tra i risultati più frequenti in casa. Sono ben 27 le marcature realizzate di cui 14 al primo ed 11 al secondo tempo; a livello di goal subiti, la Lazio ha al passivo 14 reti di cui solamente 3 nei primi 45’ e ben 10 nella seconda frazione di gioco. La Juventus dal suo canto ha maggiore incisività nei secondi tempi: 4 reti realizzate in più rispetto alla prima frazione di gioco (15 vs 11) e meno due reti subite rispetto al primo tempo (6 vs 4). Complessivamente i bianconeri viaggiano a 28 marcature esterne realizzate contro 11 al passivo ed in trasferta sono la migliore compagine per punti realizzati (33), minor numero di reti subite (solo 11 fuori lo Juventus Stadium) ed il miglior attacco insieme alla Roma (28 reti). Questi numeri tradotti in risultati stanno a significare che la Juventus nei primi tempi è assai più abbordabile di quanto si possa immaginare: basti pensare che su 30 punti effettivamente realizzati, se tenessimo contro solo dei primi tempi, i bianconeri ne avrebbero solo 17 rispetto ai 28 della seconda frazione di gioco. E se sono solo 4 le volte in cui gli ospiti sono andati al riposo in una situazione di parità, al triplice fischio le vittorie finali ammontano a 10. In ben 8 casi (in totale 3 pareggi esterni lungo questa stagione), la Juventus è andata negli spogliatoi in una situazione di parità: nello specifico ci sono all’attivo sei casi di 0-0 e un doppio 1-1. Su tre situazioni di svantaggio, la Juve è riuscita a recuperare il match al secondo tempo in due circostanze entrambe con il medesimo parziale/finale: 1-0 al primo tempo, 1-3 al secondo. L’altro caso in cui poi la sconfitta al primo tempo è significata sconfitta finale, risale al match della quattordicesima giornata di questa stagione: carnefice fu il Milan, in goal con Robinho al 31’ su calcio di rigore che tra l’altro risultò anche l’unico della sfida. Sotto questo fronte, i primi tempi laziali in casa hanno mostrato un lieve calo dopo il match perso poi con la Fiorentina ed una piccola ripresa con il Catania. Per ripresa intendiamo che la Lazio ha ricominciato il trend dei pari a reti bianche nei primi 45’: dopo la partita con i siciliani sono ben sei gli 0-0 al duplice fischio arbitrale. Ironia della sorte, come affrontato in precedenza è proprio lo 0-0 il risultato più ritardatario in casa per i biancocelesti.

Ultima vittoria Lazio: 2003/2004, 2-0 (21 B.Corradi 48 Fiore)
Ultima vittoria Juventus: 2011/2012, 0-1 (34 Pepe)
Ultimo pareggio: 2008/2009, 1-1 (25 C.Ledesma 30 O.Mellberg)

FREQUENZA RISULTATI SERIE A CASA Lazio:

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Lazio nella stagione 2012/2013. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

2-1 (4)
2-0 (2)
1-1 (2)
3-2 (2)
0-1 (2)
3-0 (2)
0-2 (1)
1-0 (1)

Distribuzione goal Lazio:

Totale goal fatti: 27
Totale goal subiti: 14
Primo tempo, goal Lazio: 14
Secondo tempo, goal Lazio: 11

Primo tempo, goal Lazio VS Ospiti:

Goal fatti Lazio primo tempo: 14
Goal subiti Lazio primo tempo: 3

Secondo tempo, goal Lazio VS Ospiti:

Goal fatti Lazio secondo tempo: 11
Goal subiti Lazio secondo tempo: 10

Ultima vittoria in casa Lazio:

giornata 30, stagione 2012/2013, match Lazio-Catania 2-1 (50 Izco 79 (aut.) Legrottaglie 81 Candreva (rig.).

Ultima sconfitta in casa Lazio:

giornata 28, stagione 2012/2013, match Lazio-Fiorentina 0-2 (20 Jovetic 50 Ljajic).

Ultimo pareggio in casa Lazio:

giornata 24, stagione 2012/2013, match Lazio-Napoli 1-1 (11 Floccari 87 Campagnaro).

 

FREQUENZA RISULTATI SERIE A TRASFERTA Juventus:

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Juventus nella stagione 2012/2013. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

1-2 (3)
1-0 (2)
1-1 (2)
0-1 (2)
1-3 (2)
0-2 (1)
0-0 (1)
1-6 (1)
1-4 (1)

Distribuzione goal Juventus:

Totale goal fatti: 28
Totale goal subiti: 11
Primo tempo, goal fatti Juventus: 11
Secondo tempo, goal fatti Juventus: 15

Primo tempo, goal Casa Vs Juventus:

Goal fatti Juventus primo tempo: 11
Goal subiti Juventus primo tempo: 6

Secondo tempo, goal Casa Vs Juventus:

Goal fatti Juventus secondo tempo: 15
Goal subiti Juventus secondo tempo: 4

Ultima vittoria in trasferta Juventus:

giornata 30, stagione 2012/2013, match Inter-Juventus 1-2 (3 Quagliarella 54 Palacio 60 Matri).

Ultima sconfitta in trasferta Juventus:

giornata 25, stagione 2012/2013, match Roma-Juventus 1-0 (58 Totti).

Ultimo pareggio in trasferta Juventus:

giornata 27, stagione 2012/2013, match Napoli-Juventus 1-1 (10 Chiellini 43 Inler).

 

I numeri di Lazio-Juventus

Partite giocate: 68

 

24

Vittorie

27

17

Pareggi

17

27

Sconfitte

24

87

Goal fatti

91

91

Goal subiti

87

37

Goal fatti entro 45'

36

50

Goal fatti dopo 45'

55

 

 

Ultimi dieci  precedenti:

2001/2002

12

andata

Lazio

Juventus

1

0

49 Liverani

         

2002/2003

31

ritorno

Lazio

Juventus

0

0

           

2003/2004

12

andata

Lazio

Juventus

2

0

21 B.Corradi 48 Fiore

       

2004/2005

33

ritorno

Lazio

Juventus

0

1

85 Nedved

         

2005/2006

16

andata

Lazio

Juventus

1

1

16 Rocchi 26 Trezeguet

       

2007/2008

16

andata

Lazio

Juventus

2

3

36 Pandev 93 Pandev 29 Trezeguet 48 Del Piero 70 Del Piero

 

2008/2009

19

andata

Lazio

Juventus

1

1

25 C.Ledesma 30 O.Mellberg

     

2009/2010

3

andata

Lazio

Juventus

0

2

72 Caceres 94 Trezeguet

       

2010/2011

35

ritorno

Lazio

Juventus

0

1

87 S.Pepe

         

2011/2012

13

andata

Lazio

Juventus

0

1

34 Pepe

         
                       
             

Statistiche casa/trasferta stagione in corso Lazio e Juventus

 

Lazio

 

Juventus

16

Giocate casa/trasferta

15

11

Vittorie

10

2

Pareggi

3

3

Sconfitte

2

27

Goal fatti

28

14

Goal subiti

11

14

Goal fatti P.T.

11

11

Goal fatti S.T.

15

3

Goal subiti P.T.

6

10

Goal subiti S.T-

4

 

Minuti goal

 

1

0-15

5

5

16-30

2

8

31-45

4

5

46-60

5

1

61-75

5

5

76-90+

5

 

Minuti goal subiti

 

2

0-15

0

1

16-30

3

0

31-45

3

1

46-60

2

4

61-75

0

5

76-90+

2

       
                                               

Pareggio all’Olimpico nel derby: 1 a 1 tra Roma e Lazio

1tottiTotti conquista l'ennesimo record. Partita ricca di emozioni, come al solito il derby di Roma ha regalato suspense, gol e sussulti ai tifosi di Roma e Lazio. Niente poker di vittorie per la Lazio che a inizio secondo tempo ha avuto l’opportunità di “ammazzare” la partita con il rigore di Hernanes. Il giocatore brasiliano però ha incredibilmente sbagliato il penalty, tirandolo fuori. Da quel momento il match ha avuto un’altra impronta, per i giallorossi, l’errore del profeta Hernanes, è stato come un goal segnato, sono sembrati galvanizzati, e hanno trovato dopo poco tempo il goal del pareggio con un altro rigore, questa volta trasformato dal capitano della Roma, Francesco Totti. Pjanic è entrato in area palla al piede e Hernanes, forse ancora frastornato per il gol sbagliato, ha atterrato il centrocampista bosniaco. 

Con questa segnatura Totti ha raggiunto Delvecchio e Da Costa a 9 reti ciascuno e primi nella classifica dei marcatori assoluti nel derby in campionato. Ennesimo record dell’attaccante giallorosso, che ha esultato urlando a gran voce alle telecamere che questo è il suo record più bello. A fine gara, il capitano romanista ha voluto ribadire con queste parole che:  “E’ il mio record più bello. L’importante  è che non abbiamo perso, erano due anni di seguito che perdevamo.  Posso dire che era un mio desiderio, dicevano che non ero mai decisivo nei derby. Penso che il migliore oggi sia stato Marchetti, ha fatto davvero due grandi interventi”. 

Tornando alla descrizione della partita si può dire che il pareggio sembra un risultato tutto sommato giusto.  La partita è iniziata con una Roma che ha cercato di attaccare nei primi 10 minuti per poi farsi sorprendere al minuto 13’ dallo splendido goal di Hernanes, gran tiro dai 25 metri che si insacca all’incrocio dei pali con Stekelenburg battuto. Lazio avanti 1 a 0 e Roma stordita che non riesce a reagire alla rete laziale, unico sussulto un tiro da fuori area di Totti sul quale Marchetti è bravo a parare la sfera. Biancocelesti avanti all’intervallo. 

Ripresa che abbiamo già descritto fino al pari romanista, al 24’ del secondo tempo la Lazio rimane in dieci per doppia ammonizione di Biava, ma resiste agli attacchi giallorossi. Da segnalare l’errore di Florenzi sulla ribattuta di una punizione dai trenta metri tirata da Totti e  respinta dall’estremo difensore biancoceleste. Poi Lamela reclama un altro rigore dopo un contatto dubbio con Radu e si divora un gol di testa a pochi centimetri dalla linea di porta della Lazio a Marchetti battuto. Si conclude cosi il 140esimo derby della Capitale, con queste ultime emozioni. Una curiosità: il pareggio mancava dal 2007 nella stracittadina. 

Chissà se i due tecnici Andreazzoli e Petkovic si rincontreranno in finale di Coppa Italia? I tifosi già pregustano un altro derby,  stavolta con qualcosa di importante in palio. Sta alla Roma adesso eliminare l’Inter in semifinale il 17 Aprile e regalare ai suoi tifosi questa opportunità.

Il Derby di Roma: un po’ di numeri

roma-lazio 1Non è e non sarà mai una gara come le altre. Il derby di Roma ha quella magia che strega chi lo vede per la prima volta, è un mix di emozioni  incredibili, di goliardia, di sfottò tra le curve, è uno spettacolo unico e raro. La città durante la partita rimane in silenzio, quasi aspettasse vincitori e vinti.  Lunedi sera alle 20,45 allo stadio Olimpico, si disputerà il primo monday night della storia dei derby della capitale: Roma-Lazio e sarà diretto dal signor Mazzoleni. E ora un po’ di storia: derby memorabili ce ne sono stati molti, quello vinto dai giallorossi, il 17 dicembre del 2000, anno del terzo scudetto romanista, con un autogol dello “sfortunato” difensore biancoceleste Paolo Negro; dalla vittoria per 5 a 1 della Roma nel 2002 con la storica quaterna firmata Vincenzo Montella, unico giocatore a firmare un’impresa del genere. Oppure il pareggio al cardiopalma per 3 a 3 del 29 novembre 1998. Da sponda biancoceleste  invece si ricordano i 4 derby consecutivi vinti dalla Lazio nella stagione 97-98 (due in Campionato e 2 in Coppa Italia). Mentre tra il derby del 31 ottobre 2007 e  l’11 novembre 2011 si è verificata la più lunga serie di incontri senza pareggi: ben 12 match totali tra Campionato e Coppa Italia.

La storia più recente vede la Lazio battere i giallorossi da 3 partite di fila:

16 ottobre 2011

Lazio - Roma 2-1

5' Osvaldo (R), 51' Hernanes (L) (rig.), 93' Klose (L)

4 marzo 2012

Roma - Lazio 1-2

10' Hernanes (L) (rig.), 16' Borini (R), 62' Mauri (L)

11 novembre 2012

Lazio - Roma 3-2

11' Lamela (R), 37' Candreva (L), 45' Klose (L), 46' Mauri (L), 86' Pjanić (R)

PUNTO ROMA - La Roma arriva alla sfida contro la Lazio dopo  una prestazione davvero scadente che ha visto i giallorossi spenti e senza idee, andare subito sotto di due goal con i rosanero del Palermo e non riuscire a trovare la giusta reazione per ribaltare il risultato, anzi dimostrando i soliti nervosismi, come l’inutile cartellino giallo rimediato da Osvaldo che lo costringerà a saltare la stracittadina perché diffidato. Ovviamente i tifosi si aspettano che la squadra riesca a reagire sul campo, magari con una vittoria esaltante,  che risollevi il morale dell’ambiente romanista, ormai da troppo tempo sotto terra dopo l’ennesima annata storta. Recuperati per la sfida il giovane difensore brasiliano Marquinhos e Pjanic in cabina di regia. Possibile l’impiego del greco Torosidis e ballottaggio per una maglia tra Alessandro Florenzi e Simone Perrotta. Totti agirà da unica punta, alla conquista dell’ennesimo record: diventare il giocatore della Roma che ha segnato più goal alla Lazio.

 Non so cosa dirvi davvero. Tre minuti alla nostra più difficile sfida professionale. Tutto si decide oggi. Ora noi, o risorgiamo come squadra, o cederemo un centimetro alla volta, uno schema dopo l'altro, fino alla disfatta. Siamo all'inferno adesso, signori miei. Credetemi. E... possiamo rimanerci, farci prendere a schiaffi oppure aprirci la strada lottando verso la luce. Possiamo scalare le pareti dell'inferno un centimetro alla volta. Ai  giallorossi in questo momento forse servirebbe un discorso all’Al Pacino come in “Ogni Maledetta Domenica”. Intanto è sbarcato dagli Usa il presidente a stelle e strisce James Pallotta, e per la scaramanzia, con lui in tribuna, i giallorossi hanno sempre vinto. Le prime dichiarazioni del presidente al suo arrivo a Roma sono state queste:

“Chi comanda alla Roma? Io sono il presidente. Nel bene e nel male, non mi piace chiamarmi "boss" ma lo sono”. «Non credo che quello che succede con la Roma sia molto diverso da quello che attraverso io da 50 anni sia come tifoso dei Celtics che come proprietario. Certe volte ti chiedi:’Ma come abbiamo fatto a perdere con quella squadra?' Sono questi 'bassi' che dobbiamo eliminare. Mi arrabbio tantissimo, come nessun altro. Dobbiamo eliminare quello che io chiamo "special situations"».

PUNTO LAZIO – I biancocelesti sono reduci dalla sconfitta  per due reti a zero con polemiche arbitrali in terra turca a Istanbul contro il Fenerbahce in Europa League. L’Uefa ha addirittura ammesso gli errori dell’arbitraggio dello scozzese Collum che giovedì sera ha diretto la gara della Lazio. Quindi si può dire che il morale e lo stato di forma psicofisico in questo momento non sono al massimo per i biancocelesti. Tornerà titolare l’amuleto Klose, ancora non al massimo della forma, dopo il grave infortunio subito, ma rimane il vero e proprio mattatore degli ultimi derby, conclusi con una vittoria per la Lazio. Petkovic era e rimane l’allenatore rivelazione per questa stagione, gestendo ottima, mente la rosa biancoceleste a dir poco risicata. Ovviamente il tecnico di Sarajevo vorrà riconfermarsi imbattuto nella stracittadina di lunedì sera. Una curiosità: la Lazio dopo aver disputato una partita in Europa League non ha mai vinto.

ROMA - LAZIO TRA STORIA E STATISTICHE

 logo-as-roma-11 ROMA – LAZIO

31° giornata di serie A 2012/2013

Lunedi 8 Aprile 2013. 20.45

Stadio Olimpico di Roma

 

Partite giocate in Serie A: 68


Vittorie Roma: 25
Vittorie Lazio: 13
Pareggi: 30
Goal fatti Roma: 84
Goal fatti Lazio: 56
Goal fatti entro 45° Roma: 36
Goal fatti entro 45° Lazio: 23
Goal fatti dopo 45° Roma: 48
Goal fatti dopo 45° Lazio: 33

Il derby capitolino giunge alla 69a edizione per quanto riguarda il computo dei match giocati in “casa” Roma: nelle precedenti 68 sfide dei vari campionati di serie A girone unico, dal 1930 a oggi, sono stati messi a segno 140 goal di cui 84 sponda giallorossa e 56 sponda biancoceleste. Degli 84 goal giallorossi, 36 sono stati siglati della prima frazione di gioco e 48 nel secondo tempo. Per la Lazio, delle 56 realizzazioni, 23 provengono dai primi 45’ mentre 33 dai secondi tempi. Vantaggio Roma nei match in cui ha ospitato il derby: ammontano infatti a 25 le vittorie dei giallorossi contro 13 della Lazio. Numeri alla mano sono i pareggi a regnare: fatto sta che in 30 occasioni Roma-Lazio è finita con il segno X. Ma dobbiamo subito fare un’annotazione importante: sebbene la parità abbia lo scettro dei risultati, il derby in casa “Roma”, non finisce con un pareggio da ben 6 anni: l’ultimo infatti si verificò nella stagione 2006/2007 e finì a reti bianche. L’ultima vittoria dei padroni di casa si verificò due stagioni fa grazie alla doppietta di Francesco Totti al 70’ e all’83’ su calcio di rigore. Per quanto riguarda la Lazio, la scorsa stagione fu “corsara” all’Olimpico: in vantaggio grazie al goal di Hernanes al 10’. sei minuti più tardi arrivò il pareggio di Borini. Match winner fu Mauri che al 62’ fissò il risultato sull’1-2. A livello di vittorie più larghe, va segnalato che i biancocelesti non hanno mai fatto meglio del risultato di 1-3: ci troviamo nella stagione 1997/1998 valevole per il settimo turno di andata. Le marcature furono aperte da Roberto Mancini al 47’, seguì Casiraghi dieci minuti più tardi e poi Nedved all’84’. La sconfitta per la Roma  fu ressa meno amara grazie al goal della bandiera di Marco Delvecchio, il quale al 91’ fissò il punteggio sull1-3. Tra le vittorie più larghe va menzionato il 5-0 della Roma verificatosi nella stagione 1933/1934: la giornata fu la numero 8 dove un triplo Ernesto Tomasi allora interno dei giallorossi e  un doppio Fulvio Bernardini, scrissero la storia del match con più goal vinto dalla Roma. Al secondo posto, in casa Roma, troviamo il 4-1 della stagione 1999/2000 dove una doppietta di Delvecchio (7’ e 26’) e un’altra di Montella (11’ e 31’)  schiantarono i cugini a una inesorabile sconfitta resa meno amara dal goal di Mihajlovic al 52’ su calcio di rigore. Tra i goleador del match, sempre considerando la condizione “casa Roma”, abbiamo Marco Delvecchio a 7 reti, subito dietro segue Francesco Totti a 5. Dai numeri emerge un’altra curiosità: questa sera infatti, il derby “esordirà” alla giornata numero 31. Mai in passato fra i 68 precedenti in casa Roma. il match è stato disputato a questa giornata. Al contrario. abbiamo delle ricorrenze assai frequenti per quanto riguarda i risultati: pensate che su 68 partite ben 26 sono finite o 0-0 o 1-1! Sia il primo che il secondo comandano infatti la speciale classifica dei risultati più frequenti ed entrambe sono dirimpettai a 13 circostanze. Segue a 7 la vittoria di misura per la Roma (1-0) e a 4 ben sei risultati ossia l’1-2, 3-1, 2-2, 3-0, 2-0, 0-2. Per quanto riguarda la stagione in corso, in casa la Roma proviene da 3 vittorie consecutive in ordine cronologico vs Parma (2-0), Genoa (3-1) e Juventus (1-0). Dopo la vittoria contro il Parma, il risultato più frequente in casa giallorossa è ora il 2-0 uscito in ben 3 circostanze. Per quanto riguarda i primi tempi, la Roma vola nei primi 45’: se il duplice fischio assegnasse i 3 punti, oggi i giallorossi ne avrebbero due in più rispetto ai 27 effettivamente realizzati al termine di ogni match. Fatto sta che in una sola occasione i giallorossi si sono trovati a rincorrere il risultato, ossia alla prima giornata contro il Catania (0-1, finale 2-2). Su 14 match casalinghi, soltanto 3 volte i giallorossi sono usciti senza siglare un goal al termine del primo tempo: vs Catania, vs Torino e vs Juventus: in due casi la partita è stata vinta al secondo tempo, in un solo caso è stata pareggiata. I dati ci suggeriscono che 8 volte la Roma è andata al riposo in vantaggio, 5 con un pareggio e appunto una, come enunciato in precedenza, con un risultato da recuperare (vs Catania). All’attivo ci sono 18 goal fatti contro 6 subiti. Il secondo tempo. anche se in netto miglioramento dopo la partita persa contro il Cagliari, rimane comunque peggiore rispetto ai primi 45’. E’ vero che nelle ultime tre partite la Roma non ha subito neanche un goal al rientro in campo, ma è altrettanto vero che su 27 punti effettivamente realizzati, soltanto 23 sono stati accumulati nella seconda frazione di gioco. La differenza reti è ancora in passivo: in 5 occasioni la Roma ha subito più goal dell’avversario mentre in 7 è riuscita ad avere la meglio. In soli due casi al secondo tempo, Roma e avversari hanno avuto la stessa differenza reti (vs Fiorentina 46’ El Hamdaoui e 88’ Osvaldo. vs Inter nessun goal al secondo tempo). Sia goal fatti che goal subiti nella seconda frazione di gioco sono quindi 14. Per quanto riguarda i biancocelesti, primo tempo migliore del secondo, ma comunque scarso a livello di rendimento. Pensate che a parte la trasferta di Torino contro i granata, la Lazio nelle precedenti 3 partite stava viaggiando con una media di due goal subiti a match: a Genova (sponda Genoa). a Siena e a  Milano (sponda Milan) i primi tempi sono finiti 2-0 per i padroni di casa. Dopo 4 turni di imbattibilità della prima frazione di gioco iniziata dal match successivo al Catania, i biancoazzurri si sono persi: sono sei le occasioni in cui la Lazio è tornata sul campo dopo il the caldo e ha dovuto rincorrere il risultato senza mai riuscirci. Fuori casa i biancocelesti, non ribaltano una situazione di svantaggio al primo tempo dalla quarta giornata di campionato dello scorso anno: al 14’ Mutu per il Cesena portò in vantaggio i padroni di casa, poi prima Hernanes e successivamente Klose, ribaltarono il risultato per 1-2. Spaventoso il rapporto media-partite-ribaltate/partite giocate fuori: pensate che nelle ultime 165 partite di serie A,  la Lazio è riuscita a trasformare una sconfitta al primo tempo in una vittoria finale solo in due occasioni! A parte la partita al Manuzzi contro il Cesena,  per trovare l’ultima volta in  cui si è verificato questo evento, bisogna risalire alla stagione 2009/2010 giornata numero 33 match contro il Bologna: primo tempo svantaggio per 2-1, secondo tempo vittoria per 2-3. Concludiamo l’analisi dei primi tempi laziali segnalando che sono 8 le reti realizzate contro 12 subite. Su 15 punti effettivamente realizzati 18 provengono dai primi tempi: essendoci una differenza negativa questo  ci fa intuire che nella seconda frazione di gioco c’è un calo che è facilmente individuabile con i numeri: se valessero solo i punti dei secondi tempi, la Lazio oggi ne avrebbe solo 9, ben 6 in meno rispetto a quelli accumulati.

 

Ultima vittoria Roma: 2010/2011, 2-0 (70 F.Totti 93 (rig.) F.Totti )
Ultima vittoria Lazio: 2011/2012, 1-2 (10 Hernanes (rig.) 16 Borini 62 Mauri )
Ultimo pareggio: 2006/2007, 0-0 (-)

FREQUENZA RISULTATI SERIE A CASA Roma:

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Roma nella stagione 2012/2013. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

2-0 (3)
4-2 (2)
1-1 (2)
2-3 (2)
3-1 (1)
1-0 (1)
4-1 (1)
2-2 (1)
2-4 (1)

Distribuzione goal Roma:

Totale goal fatti: 32
Totale goal subiti: 20
Primo tempo, goal Roma: 18
Secondo tempo, goal Roma: 14

Primo tempo, goal Roma VS Ospiti:

Goal fatti Roma primo tempo: 18
Goal subiti Roma primo tempo: 6

Secondo tempo, goal Roma VS Ospiti:

Goal fatti Roma secondo tempo: 14
Goal subiti Roma secondo tempo: 14

Ultima vittoria in casa Roma:

giornata 29, stagione 2012/2013, match Roma-Parma 2-0 (7 Lamela 70 Totti ).

Ultima sconfitta in casa Roma:

giornata 23, stagione 2012/2013, match Roma-Cagliari 2-4 (3 Nainggolan 35 Totti 47 (aut.) Goicoechea 53 Sau 71 Pisano 94 Marquinho ).

Ultimo pareggio in casa Roma:

giornata 21, stagione 2012/2013, match Roma-Inter 1-1 (21 Totti (rig.) 46 Palacio ).

 

FREQUENZA RISULTATI SERIE A TRASFERTA Lazio:

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Lazio nella stagione 2012/2013. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

3-0 (3)
0-1 (2)
0-0 (2)
2-2 (1)
3-2 (1)
1-0 (1)
2-0 (1)
1-3 (1)
0-3 (1)
4-0 (1)

Distribuzione goal Lazio:

Totale goal fatti: 12
Totale goal subiti: 22
Primo tempo, goal fatti Lazio: 8
Secondo tempo, goal fatti Lazio: 4

Primo tempo, goal Casa Vs Lazio:

Goal fatti Lazio primo tempo: 8
Goal subiti Lazio primo tempo: 12

Secondo tempo, goal Casa Vs Lazio:

Goal fatti Lazio secondo tempo: 4
Goal subiti Lazio secondo tempo: 10

Ultima vittoria in trasferta Lazio:

giornata 18, stagione 2012/2013, match Sampdoria-Lazio 0-1 (31 Hernanes ).

Ultima sconfitta in trasferta Lazio:

giornata 29, stagione 2012/2013, match Torino-Lazio 1-0 (78 Jonathas ).

Ultimo pareggio in trasferta Lazio:

giornata 21, stagione 2012/2013, match Palermo-Lazio 2-2 (10 Floccari 70 Rios 71 Dybala 84

 

 ROMA – LAZIO

I numeri di Roma-Lazio

Partite giocate: 68

 
     

Roma

 

Lazio

25

Vittorie

13

30

Pareggi

30

13

Sconfitte

25

84

Goal fatti

56

56

Goal subiti

84

36

Goal fatti entro 45'

23

48

Goal fatti dopo 45'

33


 

Ultime dieci partite

 

2002/2003

24

ritorno

Roma

Lazio

1

1

89 A.Cassano 8 Stankovic

     

2003/2004

9

andata

Roma

Lazio

2

0

81 A.Mancini 86 F.Emerson

   

2004/2005

36

ritorno

Roma

Lazio

0

0

         

2005/2006

8

andata

Roma

Lazio

1

1

40 F.Totti 57 Rocchi

     

2006/2007

34

ritorno

Roma

Lazio

0

0

         

2007/2008

10

andata

Roma

Lazio

3

2

19 Vucinic 42 A.Mancini 56 Perrotta 12 Rocchi 70 C.Ledesma

2008/2009

12

andata

Roma

Lazio

1

0

50 Baptista

       

2009/2010

15

andata

Roma

Lazio

1

0

78 M.Cassetti

     

2010/2011

29

ritorno

Roma

Lazio

2

0

70 F.Totti 93 (rig.) F.Totti

     

2011/2012

26

ritorno

Roma

Lazio

1

2

10 Hernanes (rig.) 16 Borini 62 Mauri

   

 

 

PRIMI TEMPI A CONFRONTO DI ROMA-LAZIO

 

Statistiche PRIMO TEMPO Roma in casa:

Primo tempo, goal fatti Roma: 18 (totale goal fatti in casa 32)
Primo tempo, goal subiti Roma: 6 (totale goal subiti in casa 20)
Punti fatti in casa al primo tempo: 29 punti su 27 punti totali realizzati al termine dei match in casa.

In vantaggio al primo tempo in casa: 8 (su un totale di 8 vittorie in casa)
Pareggi al primo tempo in casa: 5 (su un totale di 3 pareggi in casa)
In svantaggio al primo tempo in casa: 1 (su un totale di 3 sconfitte in casa)

 

Statistiche PRIMO TEMPO Lazio in trasferta:

Primo tempo, goal fatti Lazio: 8 (totale goal fatti in trasferta 12)
Primo tempo, goal subiti Lazio: 12 (totale goal subiti in trasferta 22)
Punti fatti in trasferta al primo tempo: 18 punti su 15 punti totali realizzati al termine dei match in trasferta.

In vantaggio al primo tempo in trasferta: 5 (su un totale di 4 vittorie in trasferta)
Pareggi al primo tempo in trasferta: 3 (su un totale di 3 pareggi in trasferta)
In svantaggio al primo tempo in trasferta: 6 (su un totale di 7 sconfitte in trasferta)

 

SECONDI TEMPI A CONFRONTO DI ROMA-LAZIO

Statistiche SECONDO TEMPO Roma in casa:

Secondo tempo, goal fatti Roma: 14 (totale goal fatti in casa 32)
Secondo tempo, goal subiti Roma: 14 (totale goal subiti in casa 20)
Punti fatti in casa al secondo tempo: 23 punti su 27 punti totali realizzati al termine dei match in casa.

In vantaggio al secondo tempo in casa: 7 (su un totale di 8 vittorie in casa)
Pareggi al secondo tempo in casa: 2 (su un totale di 3 pareggi in casa)
In svantaggio al secondo tempo in casa: 5 (su un totale di 3 sconfitte in casa)*

 

Statistiche SECONDO TEMPO Lazio in trasferta:

Secondo tempo, goal fatti Lazio: 4 (totale goal fatti in trasferta 12)
Secondo tempo tempo, goal subiti Lazio: 10 (totale goal subiti in trasferta 22)
Punti fatti in trasferta al secondo tempo: 9 punti su 15 punti totali realizzati al termine dei match in trasferta.

In vantaggio al secondo tempo in trasferta: 1 (su un totale di 4 vittorie in trasferta)
Pareggi al secondo tempo in trasferta: 6 (su un totale di 3 pareggi in trasferta)
In svantaggio al secondo tempo in trasferta: 7 (su un totale di 7 sconfitte in trasferta) *

*Le statistiche del secondo tempo valgono esclusivamente per la seconda frazione di gioco. ossia dal minuto 45 al minuto 90 pertanto non sono intese come risultati finali, ma solo ed esclusivamente per quanto concerne il secondo tempo.

PALERMO – ROMA TRA STORIA E STATISTICHE

logo-as-roma-11 

PALERMO – ROMA

30° giornata di serie A 2012/2013

Sabato 30 Marzo 2013, 15.00

Stadio Renzo Barbera di Palermo

 

 

 

Partite giocate in Serie A: 24 

Vittorie Palermo: 9
Vittorie Roma: 8
Pareggi: 7
Goal fatti Palermo: 35
Goal fatti Roma: 35
Goal fatti entro 45° Palermo: 14
Goal fatti entro 45° Roma: 18
Goal fatti dopo 45° Palermo: 21
Goal fatti dopo 45° Roma: 17

Palermo e Roma si affronteranno al Barbera per il match numero 25. In passato le due compagini in casa Palermo si sono sfidate ventiquattro volte con leggero predominio a favore dei rosanero: sono infatti 9 le vittorie dei padroni di casa contro 8 giallorosse. Complessivamente il match è finito in parità 7 volte. Pari le realizzazioni: se il Palermo ha segnato 35 reti altrettante ne ha fatte la Roma. Vantaggio giallorosso se consideriamo invece le marcature realizzate nei primi 45’ di gioco: in 18 occasioni gli ospiti hanno urlato goal contro le 14 del Palermo. Situazione capovolta nella seconda frazione di gioco: 21 marcature a favore dei padroni di casa contro 17 dei capitolini. Tenendo conto della miglior differenza reti e maggior numero di reti segnate, di sicuro la vittoria più larga dei padroni di casa risale alla stagione 1959/1960, quando il match finì con il risultato di 4-2. Considerando invece solo la differenza reti, allora constatiamo che il Palermo annovera fra le sue vittorie più larghe un doppio 3-0 che si è verificato  in due stagioni consecutive: stiamo descrivendo i match della stagione 1949/1950 e della 1950/1951. Tra le vittorie più “consistenti” giallorosse con miglior differenza reti e maggior numero di marcature segnate, è da segnalare quella della stagione 1962/1963, giornata numero otto del turno di andata: Palermo-Roma si concluse per 0-4. Quel pomeriggio furono una straordinaria tripletta di Manfredini ai minuti 8’, 79’ ed 89’ con rete all’apertura di Angelillo a schiantare i padroni di casa verso una inesorabile e perentoria sconfitta. Da annotare che da quando il Palermo è tornato in serie A, le due compagini si sono divise la posta in due occasioni, mentre sono tre le vittorie per ciascuna. Dei due pareggi, in altrettante occasioni la partita è finita con il medesimo risultato ossia 3-3 ed insieme ad altri 7 risultati, è il punteggio con più ripetizioni ossia due. Questo ci fa riflettere su un dato interessante: Palermo-Roma non ha una distribuzione dei  risultati eterogenea. Dal punto di vista del numero della giornata, statisticamente Palermo-Roma è stata maggiormente giocata all’ottava giornata. C’è comunque un precedente alla giornata numero 30 che corrisponde alla stagione 1953/1954 valevole ovviamente per il turno di ritorno: il match  si concluse con una vittoria giallorossa per 1-3. Le reti videro  subito il goal dell’ex all’inizio della partita: Carlo Galli, acquistato nel mercato estivo dalla Roma nel 1953 proprio dal Palermo, andò in rete al sesto minuto di gioco portando in vantaggio gli ospiti. Fino al secondo quarto d’ora della ripresa il risultato rimase fermo sullo 0-1 sino a che Egisto Pandolfini, mezzala giallorossa con il vizio del goal, raddoppiò al minuto 61. Al 74’ arrivò il goal dei padroni di casa grazie a Benigno De Grandi. Chiuse le marcature e la partita Giovanni Perissonotto, mezzala dei capitolini, il quale nonostante non sia stato un “titolarissimo” in quella stagione, comunque su 18 presenze realizzò complessivamente 7 reti. Nella classifica marcatori del match, in testa abbiamo Fabrizio Miccoli con 4 marcature. Subito dietro a 3 c’è Francesco Totti. Per il primo la Roma è la terza squadra più colpita con 7 realizzazioni mentre il capitano giallorosso ha segnato al Palermo tra casa e trasferta in 9 occasioni: l’ultima rete di Totti al Palermo in casa risale alla stagione 2010/2011, ma in quell’occasione la partita finì con la vittoria dei padroni di casa per 3-1. Lo scorso anno finì con una vittoria romanista per 0-1 grazie alla marcatura di Borini al terzo minuto di gioco. Lo 0-1 non è il risultato più lontano per gli ospiti tanto che è già stato registrato in questa stagione fuori casa contro il Pescara alla 14a giornata. Tra i risultati “meno fantasiosi” è l’1-2 quello che più manca nella tabella di marcia giallorossa in trasferta: l’ultima volta fu a Udine ossia ben 36 turni fa fuori casa. Un risultato non impossibile, ma che invece manca da tantissimo a Palermo è l’1-0: pensate che l’ultima volta che i rosanero finirono un match al Barbera con un questo risultato, risale addirittura a 37 turni fa in casa che tradotto in anni diventa 2: l’ultimo infatti si verificò alla stagione 2010/2011 alla giornata numero 30 contro il Milan.  Per quanto riguarda la stagione attuale, la Roma avrà di fronte una delle peggiori squadre della serie A. Peggiori perché si trova agli ultimi posti per quanto riguarda i punti (è tra le ultime tre della classe, solo 15 punti realizzati), penultima a livello di goal fatti sempre considerando il fattore casa (23 reti) ed una delle peggiori difese (20 goal subiti). Era opportuno fare questa premessa perché andando a sfogliare i dati in casa primo/secondo tempo balza agli occhi una particolarità dei rosanero: i primi tempi. Praticamente impeccabili nella prima frazione di gioco con sole 3 reti al passivo e  sebbene non sia una macchina da goal (solo 5 realizzazioni), considerando il livello della squadra, il Palermo oggi avrebbe ben 5 punti in più se i match finissero al 45’. In 8 occasioni è andata al riposo sul pari, in 4 in vantaggio ed in solo due occasioni con una sconfitta. Soltanto Hamsik (pro Napoli), Rigoni (pro Chievo) e Floccari (pro Lazio) hanno fatto goal ai rosanero nella prima frazione di gioco. Se pensiamo che due dei tre goal provengono da due incursori, ci viene in mente che questa squadra riesce a mantenere un elevato livello di concentrazione fino a che non entra negli spogliatoi. Dopo arriva il disastro: è vero che aumentano le marcature (11 goal fatti), ma la difesa crolla in maniera inesorabile: 16 reti subite! Tornando al primo tempo va sottolineato che degli 8 pareggi, ben 7 hanno il nome di 0-0. Passiamo ai colori giallorossi. L’ultima trasferta ha visto un piccolo passo indietro rispetto al match di Bergamo vinto per 2-3. A differenza del Palermo, la Roma di questa stagione non ha avuto un buon ruolino nei primi 45’ di gioco: si fermano a 12 i punti realizzati in questa frazione di gioco rispetto ai 23 complessivi fuori casa. L’attacco non è poi così incisivo, ma la difesa rimane uno dei punti deboli della Roma targata 2012/2013 in trasferta: ben 16 goal al passivo. In sole due occasioni i giallorossi sono rientrati dagli spogliatoi in vantaggio (Pescara e Udinese), ma comunque hanno saputo tenere il risultato: nel primo caso fu vittoria confermata e nel secondo pareggio. Facendo un primo bilancio rispetto alla scorsa stagione, i giallorossi hanno un punto in più in trasferta, ben 12 goal in più all’attivo, ma 7 in più al passivo.

 

FREQUENZA RISULTATI SERIE A CASA Palermo:

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Palermo nella stagione 2012/2013. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

0-3 (2)
1-2 (2)
0-0 (2)
2-2 (2)
1-1 (2)
0-1 (1)
3-1 (1)
2-0 (1)
4-1 (1)

Distribuzione goal Palermo:

Totale goal fatti: 17
Totale goal subiti: 19
Primo tempo, goal Palermo: 5
Secondo tempo, goal Palermo: 11

Primo tempo, goal Palermo VS Ospiti:

Goal fatti Palermo primo tempo: 5
Goal subiti Palermo primo tempo: 3

Secondo tempo, goal Palermo VS Ospiti:

Goal fatti Palermo secondo tempo: 11
Goal subiti Palermo secondo tempo: 16

Ultima vittoria in casa Palermo:

giornata 14, stagione 2012/2013, match Palermo-Catania 3-1 (10 Miccoli 49 Ilicic 60 Ilicic 70 Lodi ).

Ultima sconfitta in casa Palermo:

giornata 28, stagione 2012/2013, match Palermo-Siena 1-2 (44 Anselmo 51 Emeghara 72 Rosina (rig.) ).

Ultimo pareggio in casa Palermo:

giornata 26, stagione 2012/2013, match Palermo-Genoa 0-0 ( ).

FREQUENZA RISULTATI SERIE A CASA Roma:

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Roma nella stagione 2012/2013. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

4-2 (2)
2-0 (2)
1-1 (2)
2-3 (2)
3-1 (1)
1-0 (1)
4-1 (1)
2-2 (1)
2-4 (1)

Distribuzione goal Roma:

Totale goal fatti: 30
Totale goal subiti: 20
Primo tempo, goal Roma: 17
Secondo tempo, goal Roma: 13

Primo tempo, goal Roma VS Ospiti:

Goal fatti Roma primo tempo: 17
Goal subiti Roma primo tempo: 6

Secondo tempo, goal Roma VS Ospiti:

Goal fatti Roma secondo tempo: 13
Goal subiti Roma secondo tempo: 14

Ultima vittoria in casa Roma:

giornata 27, stagione 2012/2013, match Roma-Genoa 3-1 (16 Totti (rig.) 42 Borriello (rig.) 58 Romagnoli 88 Perrotta ).

Ultima sconfitta in casa Roma:

giornata 23, stagione 2012/2013, match Roma-Cagliari 2-4 (3 Nainggolan 35 Totti 47 (aut.) Goicoechea 53 Sau 71 Pisano 94 Marquinho ).

Ultimo pareggio in casa Roma:

giornata 21, stagione 2012/2013, match Roma-Inter 1-1 (21 Totti (rig.) 46 Palacio ).

 

PALERMO – ROMA

 

I numeri di Palermo-Roma

Partite giocate: 24

 
     

Palermo

 

Roma

9

Vittorie

8

7

Pareggi

7

8

Sconfitte

9

35

Goal fatti

35

35

Goal subiti

35

14

Goal fatti entro 45'

18

21

Goal fatti dopo 45'

17

Ultime dieci partite

1969/1970

28

ritorno

Palermo

Roma

2

2

7 F.Landini 12 Causio 16 Franzot 35 Troja

     

1972/1973

29

ritorno

Palermo

Roma

1

1

19 Arcoleo 50 Ren.Cappellini

       

2004/2005

26

ritorno

Palermo

Roma

2

0

54 Brienza 91 Toni

         

2005/2006

34

ritorno

Palermo

Roma

3

3

50 D.Di Michele 52 S.Barone 79 S.Barone 24 R.Taddei 29 (rig.) A.Mancini 31 A.Mancini

2006/2007

35

ritorno

Palermo

Roma

1

2

86 Gio.Tedesco 17 F.Totti 36 M.Cassetti

       

2007/2008

1

andata

Palermo

Roma

0

2

4 Mexes 22 Aquilani

         

2008/2009

2

andata

Palermo

Roma

3

1

19 Miccoli 57 Miccoli 72 Cavani 8 Baptista

     

2009/2010

5

andata

Palermo

Roma

3

3

40 Budan 47 Miccoli 56 Nocerino 20 M.Brighi 46 N.Burdisso 88 (rig.) F.Totti

 

2010/2011

14

andata

Palermo

Roma

3

1

20 Miccoli 61 Ilicic 65 Nocerino 92 F.Totti

     

2011/2012

27

ritorno

Palermo

Roma

0

1

3 Borini

           
                           

 

Statistiche e numeri in casa Palermo ed in trasferta Roma

Giocate in casa Palermo: 14

 

Giocate in trasferta Roma: 15

 
     

Palermo

 

Roma

3

Vittorie

6

6

Pareggi

2

5

Sconfitte

7

17

Goal fatti

28

19

Goal subiti

29

5

Goal fatti P.T.

10

11

Goal fatti S.T.

15

3

Goal subiti P.T.

16

16

Goal subiti S.T-

13

Goal Palermo

MINUTI GOAL FATTI

Goal Roma

2

0-15

5

0

16-30

3

3

31-45

2

5

46-60

2

3

61-75

8

3

76-90+

5

Goal Palermo

MINUTI GOAL SUBITI

Goal Roma

1

0-15

5

1

16-30

5

1

31-45

6

4

46-60

4

5

61-75

5

7

76-90+

4

Etichettato sotto

Francesco secondo, un mito mondiale in giallorosso

tottiEra il 1994, più precisamente il 4 Settembre e un giovane ragazzo di nome Francesco siglò il suo primo goal in serie A contro il Foggia.

Oggi quello stesso giocatore che di cognome fa Totti di goal nel frattempo ne ha segnati 226 ed è al secondo posto in solitaria superando Gunnar Nordhal, nella classifica all-time dei marcatori di serie A, a 48 reti da Piola al primo posto in classifica con 274 segnature.

Negli anni si è detto praticamente tutto di questo straordinario campione, che ha fatto ricredere chi diceva fosse finito, chi sosteneva che la sua carriera fosse ormai sul viale del tramonto.

Ha subito infortuni gravissimi da cui si è ripreso ottimamente arrivando anche a vincere il Mondiale nel 2006 in Germania. Nella stagione 2000-2001 ha coronato il suo sogno da bambino: vincere da capitano nella “sua”Roma il tricolore. 

Oggi arrivato alla ventunesima stagione con la maglia della squadra giallorossa cucita in dosso come fosse una seconda pelle, 36 anni, Francesco Totti non si pone limiti e nonostante una stagione non esaltante, al termine del match dello stadio Olimpico  contro il Parma, vittoria per 2 reti a 0, ed ennesimo goal del capitano romanista alla sua vittima preferita (18 goal totali segnati: 17 in Campionato e 1 in Coppa Italia) ha rilasciato queste dichiarazioni: “Sono contento di aver superato Nordahl, adesso punto Piola. E punto anche a portare la Roma in Europa perché una squadra come la nostra non può giocare solo in Italia. Sette punti dal Milan? Il nostro traguardo è arrivare tra le prime sei e ritornare in Europa. Se ripenso a quanti punti di distacco avevamo, la situazione adesso è nettamente migliorata”.

Regalando anche un pensiero al suo ex allenatore, Zdenek Zeman: “Tutto merito della preparazione di Zeman, se sto in queste condizioni”.

E oggi i complimenti sono arrivati anche dal presidente della Figc, Giancarlo Abete: “Totti in Nazionale? La valutazione viene fatta in relazione allo specifico evento. L’importante è che continui a giocare bene e a segnare, poi vedremo”; e soprattutto  dal C.T. della Nazionale, Cesare Prandelli: "Se Totti l'anno prossimo manterrà questa condizione, lo prenderemo in considerazione. Sembra un giovincello".

Proprio così, anche le porte di Coverciano sono aperte, anzi spalancate per il capitano della Roma e l’allenatore della Nazionale con queste dichiarazioni ha voluto sottolinearlo, Brasile 2014 non è poi così lontano.

Piola è lì a 274 reti, mancano solo 48 goal e ormai non ci stupiremmo più di nulla se Francesco riuscisse a vincere anche questa sfida, 36 primavere e non sentirle,  tanta voglia ancora di regalare gioie ai suoi tifosi, sembra che il tempo si sia fermato:  c’è ancora molto tempo per appendere gli scarpini al chiodo.

Grazie Francesco!

UDINESE – ROMA tra storia e statistiche

logo-as-roma-11 

UDINESE – ROMA

28° giornata di serie A 2012/2013

Sabato 09 Marzo 2013 , 15.00

Stadio Friuli di Udine

 

Partite giocate in Serie A: 38
Vittorie Udinese: 14
Vittorie Roma: 14
Pareggi: 10
Goal fatti Udinese: 48
Goal fatti Roma: 53
Goal fatti entro 45° Udinese: 13
Goal fatti entro 45° Roma: 22
Goal fatti dopo 45° Udinese: 35
Goal fatti dopo 45° Roma: 31

Il numero di match disputati nel campionato di Serie A tra Udinese-Roma, è pari a 38. In totale sono stati segnati 101 goal. A livello di vittorie nei precedenti in serie A, le due squadre hanno conquistato la posta piena in 14 occasioni mentre si attestano a dieci i pareggi. La vittoria più larga della squadra di casa risale alla stagione 1997/1998, giornata numero 31 valevole per il girone di ritorno : Udinese-Roma si concluse per 4-2. Dopo 23 minuti di gioco, è la squadra di casa a portarsi in vantaggio con Bierhoff. Il pareggio della Roma arrivò al termine del primo tempo al minuto 45 con Francesco Totti. Al secondo tempo, il difensore bianconero Calori portò di nuovo in vantaggio i padroni di casa i quali si fecero raggiungere nuovamente da Totti al 73’. Un minuto dopo è Poggi a riportare in vantaggio l’Udinese che poi dilagò grazie ad un altro goal messo a segno dal centravanti tedesco Bierhoff ad un minuto dal termine del tempo regolamentare. Più recente è invece la vittoria con maggiore scarto della Roma: ci troviamo nella stagione 2005/2006, quando ad aprire le danze fu Amantino Mancini su calcio di rigore al 40’ del primo tempo. I giallorossi andarono al riposo sullo 0-1. Dovranno passare altri 21 minuti per vedere una rete: il marcatore fu Di Natale , bestia nera dei giallorossi. La punta napoletana infatti, ha realizzato negli ultimi scontri al Friuli contro la Roma ben 7 reti partendo dalla stagione 2004/2005. Non è un caso se la Roma per Di Natale, rappresenta la squadra a cui ha fatto più goal in Serie A, ossia 13. Al pareggio bianconero, fu di nuovo Mancini a raddoppiare per la Roma, precisamente al minuto 75. Chiusero i giochi prima De Rossi al 62’ su rigore e Christian Chivu al minuto 79. Le ultime sfide, partendo dalla stagione 2004/2005 (turno in cui si è verificato l’ultimo pareggio), hanno visto avvicendarsi le vittorie di entrambe le squadre: l’ultimo precedente è targato Udinese, dove nella scorsa stagione sconfisse i giallorossi con goal di Di Natale al 78’ e Mauricio Isla all’89’. L’ultimo successo giallorosso invece risale alla stagione precedente che equivale alla giornata n°32 della 2010/2011: Udinese-Roma 1-2, vantaggio di Francesco Totti su calcio di rigore al 57’, pareggio di Di Natale all’87’ ed ancora il capitano giallorosso al quarto minuto di recupero del tempo regolamentare. Come Di Natale, Totti ha fatto gli stessi goal ai rispettivi avversari, ma tuttora l’Udinese non è la squadra più battuta dal capitano: si attestano a 13 le marcature contro i friulani che sono la quinta vittima preferita della Serie A dopo Fiorentina (a pari merito con 13), Cagliari, Sampdoria ed infine al primo posto il Parma (16 reti). Una curiosità che emerge dalla storia dei precedenti è che le due compagini hanno segnato un maggior numero di goal al secondo tempo: se infatti nei primi 45’ i bianconeri ne hanno realizzati solo 13 su 48 totali, mentre i giallorossi ne hanno fatti 22 su 53, il secondo tempo capovolge il copione. Sono infatti 35 i goal realizzati al secondo tempo da parte dei friulani contro 31 dei capitolini. Se andiamo più nel particolare, ben 20 sono stati messi a segno nell’ultimo quarto d’ora del tempo regolamentare (75-90) da parte dei padrini di casa. La migliore fascia oraria giallorossa invece si distribuisce nell’ultima mezzora, dove sono stati segnati complessivamente 26 goal. Per quanto riguarda la classifica marcatori tra Udinese-Roma, i nomi sono scontati in virtù dell’analisi precedente: al primo posto c’è Di Natale con 7 goal all’attivo, al secondo Totti con 5 realizzazioni. Seguono Manfredini e Vincenzo Montella a 4. In passato invece il match è già stato giocato, anche se per una sola volta , alla giornata numero 28 di Serie A: ci troviamo nella stagione 1958/1959, ma allora la partita terminò con un pareggio a reti bianche ossia di 0-0.  Nella frequenza dei risultati della storia dei precedenti emerge in sei occasioni è terminato con la vittoria dell’Udinese per 2-1. Al secondo posto troviamo una vittoria di misura, sempre da parte friulana, ossia per 1-0. Il primo punteggio con vittoria da parte della Roma si trova insieme a quello di misura dell’Udinese ossia ripetuto in 4 occasioni e trattasi di un 1-2. Con la stessa frequenza troviamo il pareggio di 1-1. In tre occasioni invece è terminato 0-0. Tra questi risultati, nessun ritardo “particolare” per quanto riguarda i bianconeri in campionato. Per dovere di statistica ci teniamo a dire che è lo 0-2 quello più “datato”: occorse alla giornata numero  34 contro il Parma lungo la stagione 2010/2011, ossia 34 turni fa in casa. Per quanto riguarda la Roma ci sono alcune note da prendere in considerazione: l’ultimo 1-2 verificatosi in campionato risale proprio all’ultima vittoria giallorossa in terra friulana, ossia quello di due stagioni fa ed è la meno recente (35 turni in trasferta). L’ultima vittoria per 0-2 è la seconda meno recente poiché risale al match contro il Novara di 27 turni fa fuori casa, sempre la stessa stagione dello 0-2. Anche la vittoria più larga della Roma ad Udine risale proprio contro i bianconeri: l’1-4 infatti è registrato alla 21a giornata di serie A della stagione 2005/2006 che corrisponde esattamente a 137 turni fa in trasferta. Non è la stessa cosa per i padroni di casa i quali hanno “visto” perdere i propri avversari per 4-2 nella stagione 2009/2010 contro il Catania al terzo turno di Serie A, ossia 68 giornate fa in casa. Per quanto riguarda le statistiche della stagione attuale c’è da dire che l’Udinese in 9 occasioni su 14 ha terminato i primi tempi o sull’1-0 (5 circostanze) oppure sullo 0-0 (4 circostanze). I friulani segnano non tantissimo nei primi 45’ : si fermano infatti al goal di Pereyra contro il Torino alla 24a giornata, complessivamente 8. Molto bene la difesa: solamente 4 goal al passivo, cui l’ultima risale al mach contro la Fiorentina alla ventesima. In quel caso fu un’ autogoal di Brkic a sbloccare le marcature degli ospiti. L’ultimo goal “puro” risale alla 17a quando Ilicic del Palermo mandò al riposo la propria squadra in una situazione di vantaggio. Sotto questo punto di vista in sole due occasioni l’Udinese è andata al riposo in una situazione di svantaggio, 5 sono i pareggi e 6 i vantaggi. Secondo tempo invece sterile nelle ultime tre uscite casalinghe: 0 goal fatti ma altrettanti subiti. Da sei partite i friulani non subiscono goal al secondo tempo. La Roma invece dopo la vittoria di Bergamo, ha interrotto il suo digiuno in trasferta che durava dalla partita di Siena (5 turni). Molto male al primo tempo, 9 goal fatti e 16 subiti e solamente 9 punti accumulati su 22 effettivamente realizzati. La Roma non va al riposo in vantaggio  (ed è anche l’unica) dalla partita contro il Pescara  disputata alla quattordicesima giornata. Nelle altre occasioni 6 svantaggi ed altrettanti pareggi. Meglio il secondo tempo con 15 realizzazioni e 12 goal subiti.

Ultima vittoria Udinese: 2011/2012, 2-0 (78 Di Natale 89 Isla )
Ultima vittoria Roma: 2010/2011, 1-2 (87 Di Natale 57 (rig.) F.Totti 94 F.Totti )
Ultimo pareggio: 2004/2005, 3-3 (28 Di Natale 33 Pinzi 76 D.Di Michele 14 Chivu 23 V.Montella 44 A.Mancini )

FREQUENZA RISULTATI SERIE A CASA Udinese :

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Udinese nella stagione 2012/2013. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

1-0 (3)
0-0 (2)
2-2 (2)
3-0 (1)
3-1 (1)
1-1 (1)
4-1 (1)
1-4 (1)
2-1 (1)

Distribuzione goal Udinese :

Totale goal fatti : 21
Totale goal subiti: 12
Primo tempo, goal Udinese : 8
Secondo tempo, goal Udinese : 13

Primo tempo, goal Udinese VS Ospiti :

Goal fatti Udinese primo tempo: 8
Goal subiti Udinese primo tempo: 4

Secondo tempo, goal Udinese VS Ospiti :

Goal fatti Udinese secondo tempo: 13
Goal subiti Udinese secondo tempo: 8

Ultima vittoria in casa Udinese :

giornata 24, stagione 2012/2013, match Udinese-Torino 1-0 (7 Pereyra ) .

Ultima sconfitta in casa Udinese :

giornata 2, stagione 2012/2013, match Udinese-Juventus 1-4 (14 Vidal 45 Vucinic 53 Giovinco 71 Giovinco ) .

Ultimo pareggio in casa Udinese :

giornata 26, stagione 2012/2013, match Udinese-Napoli 0-0 ( ) .

FREQUENZA RISULTATI SERIE A TRASFERTA Roma :

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Roma nella stagione 2012/2013. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

1-0 (2)
1-3 (2)
3-2 (2)
4-1 (2)
3-1 (1)
2-3 (1)
3-3 (1)
0-3 (1)
0-1 (1)
2-4 (1)

Distribuzione goal Roma :

Totale goal fatti : 27
Totale goal subiti: 28
Primo tempo, goal fatti Roma : 9
Secondo tempo, goal fatti Roma : 15

Primo tempo, goal Casa Vs Roma :

Goal fatti Roma primo tempo: 9
Goal subiti Roma primo tempo: 16

Secondo tempo, goal Casa Vs Roma :

Goal fatti Roma secondo tempo: 15
Goal subiti Roma secondo tempo: 12

Ultima vittoria in trasferta Roma :

giornata 26, stagione 2012/2013, match Atalanta-Roma 2-3 (8 Livaja 12 Marquinho 34 Pjanic 44 Livaja 71 Torosidis ) .

Ultima sconfitta in trasferta Roma :

giornata 24, stagione 2012/2013, match Sampdoria-Roma 3-1 (56 Estigarribia 73 Sansone 75 Lamela 77 Icardi ) .

Ultimo pareggio in trasferta Roma :

giornata 22, stagione 2012/2013, match Bologna-Roma 3-3 (9 Florenzi 17 Gilardino 18 Osvaldo 26 Gabbiadini 54 Pasquato 74 Tachtsidis ) .

 

UDINESE – ROMA

I numeri di Udinese-Roma

Partite giocate: 38

 
     

Udinese

 

Roma

14

Vittorie

14

10

Pareggi

10

14

Sconfitte

14

48

Goal fatti

53

53

Goal subiti

48

13

Goal fatti entro 45'

22

35

Goal fatti dopo 45'

31

Ultime dieci partite

2002/2003

22

ritorno

Udinese

Roma

2

1

35 Sensini 72 Iaquinta 54 V.Montella

     

2003/2004

1

andata

Udinese

Roma

1

2

27 Kroldrup 13 M.Delvecchio 69 V.Montella

   

2004/2005

30

ritorno

Udinese

Roma

3

3

28 Di Natale 33 Pinzi 76 D.Di Michele 14 Chivu 23 V.Montella 44 A.Mancini

2005/2006

21

ritorno

Udinese

Roma

1

4

66 Di Natale 40 (rig.) A.Mancini 75 A.Mancini 62 D.De Rossi 79 (rig.) Chivu

2006/2007

9

andata

Udinese

Roma

0

1

66 Mat.Ferrari

       

2007/2008

33

ritorno

Udinese

Roma

1

3

52 Di Natale 64 Vucinic 71 R.Taddei 90 Giuly

   

2008/2009

8

andata

Udinese

Roma

3

1

10 (rig.) Di Natale 51 Di Natale 22 Floro Flores 74 (rig.) F.Totti

 

2009/2010

10

andata

Udinese

Roma

2

1

21 Floro Flores 84 Floro Flores 42 D.De Rossi

   

2010/2011

32

ritorno

Udinese

Roma

1

2

87 Di Natale 57 (rig.) F.Totti 94 F.Totti

     

2011/2012

13

andata

Udinese

Roma

2

0

78 Di Natale 89 Isla

       

Statistiche e numeri in casa Udinese ed in trasferta Roma

Giocate in casa Udinese : 13

 

Giocate in trasferta Roma : 14

 
     

Udinese

 

Roma

7

Vittorie

6

5

Pareggi

1

1

Sconfitte

7

21

Goal fatti

27

12

Goal subiti

28

8

Goal fatti P.T.

9

13

Goal fatti S.T.

15

4

Goal subiti P.T.

16

8

Goal subiti S.T-

12

Goal Udinese

MINUTI GOAL FATTI

Goal Roma

2

0-15

5

1

16-30

2

5

31-45

2

3

46-60

2

6

61-75

8

4

76-90+

5

Goal Udinese

MINUTI GOAL SUBITI

Goal Roma

1

0-15

5

1

16-30

5

2

31-45

6

3

46-60

4

2

61-75

4

3

76-90+

4

MILAN - LAZIO tra storia e statistiche

LOGO MILANMILAN – LAZIO

27° giornata di serie A 2012/2013

Sabato 2 Marzo 2013, 20.45

Stadio San Siro di Milano

 

Partite giocate in Serie A: 69
Vittorie Milan: 39
Vittorie Lazio: 9
Pareggi: 21
Goal fatti Milan: 138
Goal fatti Lazio: 65
Goal fatti entro 45° Milan: 68
Goal fatti entro 45° Lazio: 28
Goal fatti dopo 45° Milan: 70
Goal fatti dopo 45° Lazio: 37

Il numero di match disputati nel campionato di Serie A tra Milan-Lazio, è pari a 69. In totale sono stati segnati 203 goal. La squadra di casa ha collezionato 39 vittorie contro 9 della squadra ospite. In tutto i pareggi sono 21. Nella storia dei precedenti il risultato più largo sponda Milan è senza dubbio il 6-1 realizzato nella stagione 1957/1958: quel pomeriggio uno strepitoso Carlo Galli, allora attaccante dei rossoneri, realizzò ben 5 marcature precisamente ai minuti 4,18,40,47 e 50 di cui uno su calcio di rigore. Lungo quella stagione Galli, su 14 presenze all’attivo realizzò 12 reti. L’altro goal che rimane per il Milan fu realizzato da Amos Mariani al minuto 48. Il goal della bandiera per i biancocelesti arrivò grazie alla marcatura di Muccinelli al 77’ di gioco. Per quanto concerne la vittoria più larga sponda Lazio, occorre tornare più indietro, precisamente alla stagione 1941/1942 quando alla giornata numero 28 valevole per il girone di ritorno, i biancocelesti vinsero per 2-5. Puccinelli, in giornata di grazia, aprì le marcature al minuto 14. Al 19’ seguì il pareggio del milanista Cappello. Tre minuti più tardi è ancora Aldo Puccinelli a portare in vantaggio gli ospiti. Al 23’, quindi un minuto dopo, ancora pareggio Milan, ancora con la mezzapunta Gino Cappello che quindi realizzò due delle dieci reti realizzate in quella stagione. A undici minuti dal termine della prima frazione di gioco, Piola portò di nuovo in vantaggio la Lazio che poi dilagò nel secondo tempo: di nuovo Silvio Piola al 62, poi ancora Puccinelli stavolta al 73’. Nonostante la tripletta, Puccinelli non  è al comando della classifica marcatori della storia dei precedenti tra Milan e Lazio. Fatto sta che in vetta troviamo Silvio Piola a 7 marcature insieme Nordahl e a Giovanni Moretti, mezzala rossonera dal 1931 al 1939. Alla 27 giornata, Milan-Lazio è un match inedito: mai rossoneri e biancocelesti si sono incontrati in serie A in questo turno. Nonostante il predominio Milan a San Siro contro la Lazio in campionato, al primo posto troviamo come risultato più frequente lo 0-0, uscito in ben 8 circostanze. A pari merito, con 7 ripetizioni, troviamo un altro pareggio, ossia 1-1 e una vittoria sponda Milan per 2-1. La vittoria più frequente della Lazio è attualmente lo 0-2 capitato in 3 circostanze.  Tra i ritardi in serie A, tra questi risultati, l’1-1 è per la Lazio quello più datato poiché l’ultimo si è verificato ben 3 anni fa, al Tardini contro il Parma alla 13a giornata di serie A: da quel turno ne sono passato ben 43 in trasferta e di 1-1 ancora nulla. Dal punto di vista dei padroni di casa  è evidente che il risultato più ritardatario fra quelli “più frequenti” in Milan-Lazio, è la sconfitta di 0-2. I rossoneri non perdono in casa con questo risultato da ben 62 turni in casa. In quel caso la carnefice fu il Palermo che alla 16a giornata della stagione 2009/2010, espugnò San Siro appunto per 0-2. Da notare che negli ultimi tre precedenti il match è sempre finito in parità: nell’ordine troviamo il 2-2 della scorsa stagione, lo 0-0 di due stagioni fa e l’1-1 della 2009/2010. L’ultima vittoria milanista risale alla stagione 200/2009 quando al vantaggio di Seedorf rispose Zarate, dopodiché crollo biancoceleste: al 34 Zambrotta, al 48’ Pato e al 59’ Kaka. L’ultima vittoria della Lazio risale invece a ben 24 anni fa: un autogoal di Maldini al 41’ spianò ai romani la strada verso i tre punti. La vittoria precedente a questa fu a tavolino: stiamo nella stagione 1977/1978, la Lazio conquistò i tre punti grazie alla decisione del giudice sportivo. La partita comunque quel giorno fu giocata, ma fu interrotta per qualche minuto dopo il lancio di un violento petardo dalla curva rossonera che stordì il difensore biancoceleste Pietro Ghedin. Dopo i soccorsi dei medici fu costretto a lasciare il campo sul punteggio di 0-0. Il vantaggio biancoceleste arrivò grazie a una sgroppata di Martini sulla fascia. La partita finì sul campo per 0-1, ma il risultato poi fu annullato dal giudice sportivo che inflisse al Milan una sconfitta per 0-2 a tavolino con conseguente squalifica del campo. A questo punto, tolta la partita con autogoal e quella a tavolino, l’ultima vittoria sul campo con goal su azione risalirebbe alla stagione 1965/1966, risultato 0-2 con goal di Governato al 24’ e D’Amato al 51’. Considerando invece la stagione in corso, le statistiche ci descrivono ora di una Lazio in netta difficoltà: sono due partite che i biancocelesti escono dal campo al primo tempo in una situazione di svantaggio (Vs Genoa e Vs Siena entrambe per 2-0). L’ultimo primo tempo in cui i romani sono andati al riposo in vantaggio risale a tre turni fa in trasferta, contro il Palermo che poi pareggiò la partita (0-1 Floccari al 10, poi finale 2-2). Su un totale di 12 reti fatte, la Lazio ne ha realizzate 8 al primo tempo con vistoso calo nel secondo (4). Su un totale di 10 subite, la Lazio è stata infilata nella stagione in corso fuori casa complessivamente per 18 volte (quindi 8 provengono dai secondi tempi). Prima di Genova e Siena, i biancocelesti stavano dimostrando una grande forza nei primi 45’: addirittura l’ultima volta che si trovò a rincorrere un risultato, risaliva a Catania, quando dopo 45’ si trovava sotto di tre reti. Seguirono dal Massimino due pareggi per 0-0 e due vantaggi per 0-1. Fatto sta che la squadra di Petkovic ha fatto complessivamente 15 punti in trasferta (17 nei primi tempi). A parte la gara di Genova dove la Lazio era riuscita ad acciuffare il pareggio da un doppio svantaggio (poi partita persa nel finale con goal di Rigoni), i capitolini non hanno sono abituati a mostrare  la faccia migliore nei secondi tempi in trasferta: addirittura se essi valessero punti distinti, sarebbero solamente 9 quelli accumulati (su 15 effettivamente realizzati) e come scritto in precedenza, di fronte ci sarebbe una squadra molto sterile in attacco (4 reti all’attivo) che se non si trova in vantaggio al primo tempo, non vince. Statisticamente, infatti, i numeri ci dicono che la Lazio vince solo se va al riposo in vantaggio. Questo evidenzia quindi una costante, ossia un crollo nella seconda frazione di gioco, o con parole meno dure, una “gestione” del risultato. Il fatto ora sta che precedentemente,  i primi tempi della Lazio erano il vero punto di forza. Il  calo di prestazione dei primi 45’ (riscontrabile nelle ultime due partite) da due partite a questa parte ci da spiegazione ai due recenti flop esterni  esterne dei romani. Il Milan invece dopo la sconfitta contro la Fiorentina alla dodicesima giornata, ha accumulato sei vittorie consecutive in casa. Non segna tantissimo nei primi 45’ (solo 8 goal all’attivo), ma ne subisce anche meno (4 al passivo). Nel secondo tempo migliora l’attacco (14 reti), ma peggiora anche la difesa (8 reti). Per quanto concerne i punti, sia al primo che al secondo tempo sono stati realizzati 23 punti (su 27 totali). Ultima curiosità: la Lazio in questa stagione non ha mai segnato nel primo quarto d’ora al secondo tempo: l’ultima rete in questa fascia è di Ledesma su calcio di rigore al minuto 54, lo scorso anno contro il Genoa, valevole per il ventiduesimo turno di ritorno. Su azione invece la “staffetta” è ancora detenuta da Cana che al 47 in Lecce-Lazio della quindicesima sempre della scorsa stagione,  portò in vantaggio i biancocelesti.

Ultima vittoria Milan: 2008/2009, 4-1 (7 Seedorf 34 Zambrotta 48 Pato 59 Kaka 25 M.Zarate)
Ultima vittoria Lazio: 1989/1990, 0-1 (41 aut. Maldini)
Ultimo pareggio: 2011/2012, 2-2 (12 Klose 21 D.Cisse 29 Ibrahimovic 33 A.Cassano)

FREQUENZA RISULTATI SERIE A CASA Milan:

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Milan nella stagione 2012/2013. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

2-1 (4)
0-1 (3)
1-0 (2)
4-1 (1)
5-1 (1)
2-0 (1)
1-3 (1)

Distribuzione goal Milan:

Totale goal fatti: 22
Totale goal subiti: 12
Primo tempo, goal Milan: 8
Secondo tempo, goal Milan: 14

Primo tempo, goal Milan VS Ospiti:

Goal fatti Milan primo tempo: 8
Goal subiti Milan primo tempo: 4

Secondo tempo, goal Milan VS Ospiti:

Goal fatti Milan secondo tempo: 14
Goal subiti Milan secondo tempo: 8

Ultima vittoria in casa Milan:

giornata 25, stagione 2012/2013, match Milan-Parma 2-1 (39 (aut.) Paletta 78 Balotelli 93 Sansone).

Ultima sconfitta in casa Milan:

giornata 12, stagione 2012/2013, match Milan-Fiorentina 1-3 (10 Aquilani 38 Borja Valero 60 Pazzini 88 El Hamdaoui).

Ultimo pareggio in casa Milan:

giornata 34, stagione 2011/2012, match Milan-Bologna 1-1 (26 Ramirez 90 Ibrahimovic).

FREQUENZA RISULTATI SERIE A TRASFERTA Lazio:

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Lazio nella stagione 2012/2013. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

0-1 (2)
0-0 (2)
3-0 (2)
3-2 (1)
2-2 (1)
2-0 (1)
1-3 (1)
0-3 (1)
4-0 (1)

Distribuzione goal Lazio:

Totale goal fatti: 12
Totale goal subiti: 18
Primo tempo, goal fatti Lazio: 8
Secondo tempo, goal fatti Lazio: 4

Primo tempo, goal Casa Vs Lazio:

Goal fatti Lazio primo tempo: 8
Goal subiti Lazio primo tempo: 10

Secondo tempo, goal Casa Vs Lazio:

Goal fatti Lazio secondo tempo: 4
Goal subiti Lazio secondo tempo: 8

Ultima vittoria in trasferta Lazio:

giornata 18, stagione 2012/2013, match Sampdoria-Lazio 0-1 (31 Hernanes).

Ultima sconfitta in trasferta Lazio:

giornata 25, stagione 2012/2013, match Siena-Lazio 3-0 (6 Emeghara 23 Rosina 61 Emeghara).

Ultimo pareggio in trasferta Lazio:

giornata 21, stagione 2012/2013, match Palermo-Lazio 2-2 (10 Floccari 70 Rios 71 Dybala 84 Hernanes (rig.)

MILAN – LAZIO

I numeri di Milan-Lazio

Partite giocate: 69

Milan

Lazio

39

Vittorie

9

21

Pareggi

21

9

Sconfitte

39

138

Goal fatti

65

65

Goal subiti

138

68

Goal fatti entro 45'

28

70

Goal fatti dopo 45'

37

Ultime dieci  partite

2002/2003

21

ritorno

Milan

Lazio

2

2

62 F.Inzaghi 70 Rivaldo 21 Stankovic 30 (rig.) C.Lopez

2003/2004

6

andata

Milan

Lazio

1

0

37 Pirlo

2004/2005

23

ritorno

Milan

Lazio

2

1

72 Shevchenko 94 Crespo 11 (rig.) Oddo

2005/2006

4

andata

Milan

Lazio

2

0

12 Shevchenko 14 Kaka

2006/2007

1

andata

Milan

Lazio

2

1

27 F.Inzaghi 70 R.Oliveira 73 Makinwa

2007/2008

26

ritorno

Milan

Lazio

1

1

66 (rig.) Oddo 54 R.Bianchi

2008/2009

3

andata

Milan

Lazio

4

1

7 Seedorf 34 Zambrotta 48 Pato 59 Kaka 25 M.Zarate

2009/2010

31

ritorno

Milan

Lazio

1

1

18 (rig.) Borriello 32 Lichtsteiner

2010/2011

23

ritorno

Milan

Lazio

0

0

2011/2012

2

andata

Milan

Lazio

2

2

12 Klose 21 D.Cisse 29 Ibrahimovic 33 A.Cassano

 

ANALISI CASA MILAN, TRASFERTA LAZIO

Giocate in casa Milan:13

Giocate in trasferta Lazio : 12

Milan

Lazio

9

Vittorie

4

0

Pareggi

3

4

Sconfitte

5

22

Goal fatti

12

12

Goal subiti

18

8

Goal fatti P.T.

8

14

Goal fatti S.T.

4

4

Goal subiti P.T.

10

8

Goal subiti S.T-

8

Goal Milan

MINUTI GOAL FATTI

Goal Lazio

2

0-15

3

2

16-30

2

4

31-45

3

2

46-60

1

3

61-75

1

9

76-90+

2

Goal Milan

MINUTI GOAL SUBITI

Goal Lazio

2

0-15

2

1

16-30

6

1

31-45

2

3

46-60

0

1

61-75

5

4

76-90+

3

ROMA - GENOA tra storia e statistiche

 logo-as-roma-11

 ROMA – GENOA

27° giornata di serie A 2012/2013

Domenica 3 Marzo 2013, 20.45

Stadio Olimpico di Roma

Partite giocate in Serie A: 45
Vittorie Roma: 32
Vittorie Genoa: 7
Pareggi: 6
Goal fatti Roma: 86
Goal fatti Genoa: 24
Goal fatti entro 45° Roma: 44
Goal fatti entro 45° Genoa: 8
Goal fatti dopo 45° Roma: 42
Goal fatti dopo 45° Genoa: 16

Predominio. Questa è la parola giusta per il big match che si disputerà questa sera allo stadio Olimpico di Roma tra i capitolini e il Genoa. Sono in totale 45 le partite disputate in casa giallorossa e dai numeri emerge subito un fattore schiacciante: solo 6 sono le vittorie rossoblu contro ben 32 della Roma. In totale 7 i pareggi. Negli ultimi sei incontri disputati nella massima divisione la Roma ha sempre vinto e in tre occasioni ha rifilato sempre tre reti agli avversari. Lontano l’ultimo pareggio: ci troviamo nella stagione 199371994, quando alla diciottesima giornata al vantaggio ospite di Skuhravy nel minuto 39’ rispose al secondo tempo Massimiliano Cappioli al 62’. Addirittura lontana di 23 anni l’ultima vittoria del grifone a Roma: ci troviamo nella stagione 1989/1990 quando Aguilera (che nella sua carriera aveva la Roma come vittima preferita, all’attivo ben 8 reti) nel primo quarto d’ora di gioco realizzò il goal vittoria. Complessivamente nel match sono stati segnati 110 goal di cui 86 sponda giallorossa e solo 24 per il Genoa. La suddivisione primo-secondo tempo, vede la Roma in netto vantaggio per quanto concerne i goal realizzati nei primi 45’: sono, infatti, 44 le realizzazioni contro le 8 genoane. Secondo tempo, stesso monologo: la Roma ha all’attivo 42 reti contro le 16 rossoblu. Tra le vittorie più larghe dei padroni di casa, scoviamo uno dei quattro 6-0 realizzati dai giallorossi in casa nella loro storia in serie A: quello contro il Genoa, fu il primo successo nella massima divisione con 6 goal di scarto senza subirne. La stagione di riferimento è la 1934/1935, quando alla 15a giornata di Serie A, i giallorossi costrinsero  gli ospiti a portare a casa una tremenda sconfitta. Al secondo minuto è subito Cesare Fasanelli, mezzala destra giallorossa, a portare in vantaggio la Roma. Al 35’ raddoppio di Volk seguito un minuto dopo da Costantino: al primo tempo è Roma 3 Genoa 0. La quarta marcatura arriva da Bodini al 49’. Un minuto dopo è ancora Fasanelli a incrementare il vantaggio. Chiuse i giochi un’altra doppietta, quella di Volk al minuto 80. Tra le sei vittorie genoane, quella più larga risale alla stagione 1937/1938, quando i rossoblu espugnarono l’Olimpico imponendosi per 1-3. Vantaggio di Arcari al 44’ per il Genoa, raddoppio di Barsanti al 62. Per la Roma accorciò le distanze Michelini al 67’. Chiuse la partita Giuseppe Bigogno al 76’ realizzando peraltro l’unica marcatura di tutta la stagione su  venti presenze all’attivo. Nella classifica dei marcatori della storia dei precedenti, è  in vetta Amadei con 5 reti, seguono a 4 Selmosson e Volk. Una curiosità: Francesco Totti ha segnato complessivamente 3 reti al Genoa in campionato, ma solo ed esclusivamente fuori casa, mai allo stadio Olimpico. Dal punto di vista della frequenza risultati, quello più gettonato indicato dalla storia dei precedenti è l’1-0 uscito in 9 circostanze. A 8 segue il 3-0, dietro staccato a 5 ripetizioni, il 2-0. Tra le sei vittorie genoane, il risultato più frequente è lo 0-1 uscito in 3 circostanze. Il risultato di pareggio più frequente è sia lo 0-0 che l’1-1 usciti entrambe in tre occasioni. Sotto questo punto di vista, ci sono dei risultati che sebbene siano frequenti nel match, in assoluto per la Roma sono ritardatari: il 3-0, infatti, non si verifica all’Olimpico da 40 turni in casa (Roma-Cagliari, stagione 2010/2011 21° turno, 3-0); un altro risultato ritardatario è lo 0-0: l’ultimo si verificò in casa contro il Milan alla giornata numero 36 della stagione 2010/2011. Sotto il punto di vista dei “numeri dei turni”, Roma e Genoa giocheranno per la prima vola alla 27a giornata: comanda questa particolare classifica la giornata numero 19 disputata che per 5 occasioni ha visto giocare Roma-Genoa. Per quanto concerne la statistica della stagione in corso, la Roma dopo il successo sulla Juventus per 1-0, è riuscita a vincere senza subire una rete: questo non accadeva da quattro turni in casa. I giallorossi stavano viaggiando a una media spaventosa: quasi 2,5 goal subiti nelle partite casalinghe. Dall’analisi  del rendimento primo/secondo tempo,  si nota che la Roma non va al riposo su un punteggio di vantaggio da tre turni. Fatto sta che nelle ultime tre partite ci sono stati due 1-1 e e un solo 0-0. Permane comunque un buon bottino di risultati nei primi 45’: in 7 occasioni la Roma è andata a riposo in vantaggio, in 4 su una situazione di parità e in una sotto. Non è mai successo, nonostante abbia passato un momento assai travagliato, che la Roma si sia trovata sotto sia al primo che al secondo tempo. Sotto questo aspetto quindi, nonostante le tre sconfitte in casa maturate tutte nel secondo tempo, i giallorossi fanno valere a numeri il fattore campo sebbene in maniera meno forte rispetto agli altri anni. Al primo tempo i padroni di casa hanno realizzato 25 punti (21 totali in casa) mentre nella seconda frazione di gioco, sono 17. Prima di Roma-Juventus erano solo 14. Questo dato ci fa riflettere su come nelle partite precedenti, la Roma aveva una grande forza al primo tempo, capace di schiacciare qualsiasi avversario (eccezion fatta della prima uscita, Roma-Catania 0-1, goal di Marchese) e un netto calo al secondo. E’ probabile quindi che assisteremo a  un'inversione di tendenza, con maggiore cura del secondo tempo in casa. Dal punto di vista degli ospiti è da segnalare subito una frequenza quasi “scientifica” dei genoani: i rossoblù, nella prima frazione di gioco,  faranno in trasferta pochi goal, ma altrettanto pochi sono quelli subiti. Fatto sta che sia all’attivo che al passivo le reti  sono 2. Si contano ben 9 0-0 al termine dei primi 45’ di gioco, due vantaggi 0-1 e uno svantaggio (l’unico) di 2-0: la partita di riferimento fu il derby contro la Sampdoria dove Poli al 16’ e un autogoal di Bovo portarono i blucerchiati al riposo con un doppio vantaggio. Se i primi tempi valessero punti, oggi il Genoa ne avrebbe 5 in più rispetto al totale (15 anziché 10 attuali). Ma se gli ospiti sono così in basso in classifica un motivo ci sarà pure, ma dove sta la falla? È il secondo tempo. Solo 6 goal all’attivo, ma neanche tanti al passivo, 12 Il problema sta soprattutto nella distribuzione dei risultati e nel modo cui si sono verificati. Pochi goal subiti, ma letali. Se contassero punti i secondi tempi, il Genoa ne avrebbe solo 9 rispetto ai 10 effettivamente realizzati e ben 6 in meno rispetto a quelli dei primi tempi. Sotto questo aspetto, infatti, ben cinque sconfitte arrivano dai secondi 45’.  

Ultima vittoria Roma: 2011/2012, 1-0 (3 Osvaldo)
Ultima vittoria Genoa: 1989/1990, 0-1 (15 Aguilera)
Ultimo pareggio: 1993/1994, 1-1 (39 Skuhravy 62 Cappioli )

FREQUENZA RISULTATI SERIE A CASA Roma:

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Roma nella stagione 2012/2013. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

4-2 (2)
1-1 (2)
2-0 (2)
2-3 (2)
1-0 (1)
2-4 (1)
2-2 (1)
4-1 (1)

Distribuzione goal Roma:

Totale goal fatti: 27
Totale goal subiti: 19
Primo tempo, goal Roma: 16
Secondo tempo, goal Roma: 11

Primo tempo, goal Roma VS Ospiti:

Goal fatti Roma primo tempo: 16
Goal subiti Roma primo tempo: 5

Secondo tempo, goal Roma VS Ospiti:

Goal fatti Roma secondo tempo: 11
Goal subiti Roma secondo tempo: 14

Ultima vittoria in casa Roma:

giornata 25, stagione 2012/2013, match Roma-Juventus 1-0 (58 Totti).

Ultima sconfitta in casa Roma:

giornata 23, stagione 2012/2013, match Roma-Cagliari 2-4 (3 Nainggolan 35 Totti 47 (aut.) Goicoechea 53 Sau 71 Pisano 94 Marquinho).

Ultimo pareggio in casa Roma:

giornata 21, stagione 2012/2013, match Roma-Inter 1-1 (21 Totti (rig.) 46 Palacio).

FREQUENZA RISULTATI SERIE A TRASFERTA Genoa:

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Genoa nella stagione 2012/2013. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

1-1 (2)
0-0 (2)
1-0 (2)
0-1 (2)
2-1 (1)
2-0 (1)
3-1 (1)
3-2 (1)

Distribuzione goal Genoa:

Totale goal fatti: 8
Totale goal subiti: 14
Primo tempo, goal fatti Genoa: 2
Secondo tempo, goal fatti Genoa: 6

Primo tempo, goal Casa Vs Genoa:

Goal fatti Genoa primo tempo: 2
Goal subiti Genoa primo tempo: 2

Secondo tempo, goal Casa Vs Genoa:

Goal fatti Genoa secondo tempo: 6
Goal subiti Genoa secondo tempo: 12

Ultima vittoria in trasferta Genoa:

giornata 14, stagione 2012/2013, match Atalanta-Genoa 0-1 (39 Bertolacci).

Ultima sconfitta in trasferta Genoa:

giornata 20, stagione 2012/2013, match Cagliari-Genoa 2-1 (48 Pisano 55 Sau 82 Conti).

Ultimo pareggio in trasferta Genoa:

giornata 24, stagione 2012/2013, match Parma-Genoa 0-0 ().

 ROMA – GENOA

I numeri di Roma-Genoa

Partite giocate: 45

Roma

Genoa

32

Vittorie

7

6

Pareggi

6

7

Sconfitte

32

86

Goal fatti

24

24

Goal subiti

86

44

Goal fatti entro 45'

8

42

Goal fatti dopo 45'

16

Ultime dieci partite

1990/1991

19

ritorno

Roma

Genoa

3

1

40 G.Giannini 45 F.Di Mauro 58 Aguilera 80 Voeller

1991/1992

4

andata

Roma

Genoa

0

0

1992/1993

19

ritorno

Roma

Genoa

3

0

28 Carnevale 61 Hassler 78 Carnevale

1993/1994

18

ritorno

Roma

Genoa

1

1

39 Skuhravy 62 Cappioli

1994/1995

3

andata

Roma

Genoa

3

0

8 Balbo 56 Balbo 89 Fonseca

2007/2008

32

ritorno

Roma

Genoa

3

2

14 R.Taddei 17 Vucinic 80 (rig.) D.De Rossi 58 Mar.Rossi 59 Leon

2008/2009

23

ritorno

Roma

Genoa

3

0

26 Cicinho 47 Vucinic 92 Baptista

2009/2010

20

ritorno

Roma

Genoa

3

0

17 Perrotta 45 Toni 60 Toni

2010/2011

7

andata

Roma

Genoa

2

1

34 Borriello 53 M.Brighi 78 Rudolf

2011/2012

28

ritorno

Roma

Genoa

1

0

3 Osvaldo

 

PRIMI TEMPI A CONFRONTO DI ROMA-GENOA

FREQUENZA RISULTATI SERIE A casa PRIMO TEMPO Roma:

Questi sono i risultati che si sono verificati in casa della squadra Roma nella stagione 2012/2013 al termine del primo tempo. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

0-0 (2)
1-1 (2)
1-0 (2)
2-0 (2)
3-0 (1)
2-1 (1)
0-1 (1)
3-1 (1)

Statistiche PRIMO TEMPO Roma in casa:

Primo tempo, goal fatti Roma: 16 (totale goal fatti in casa 27)
Primo tempo, goal subiti Roma: 5 (totale goal subiti in casa 19)
Punti fatti in casa al primo tempo: 25 punti su 21 punti totali realizzati al termine dei match in casa.

In vantaggio al primo tempo in casa: 7 (su un totale di 6 vittorie in casa)
Pareggi al primo tempo in casa: 4 (su un totale di 3 pareggi in casa)
In svantaggio al primo tempo in casa: 1 (su un totale di 3 sconfitte in casa)

 

FREQUENZA RISULTATI SERIE A trasferta PRIMO TEMPO Genoa:

Questi sono i risultati che si sono verificati in trasferta della squadra Genoa nella stagione 2012/2013 al termine del primo tempo. Tra parentesi il numero delle ripetizioni del risultato

0-0 (9)
0-1 (2)
2-0 (1)

Statistiche PRIMO TEMPO Genoa in trasferta:

Primo tempo, goal fatti Genoa: 2 (totale goal fatti in trasferta 8)
Primo tempo, goal subiti Genoa: 2 (totale goal subiti in trasferta 14)
Punti fatti in trasferta al primo tempo: 15 punti su 10 punti totali realizzati al termine dei match in trasferta.

In vantaggio al primo tempo in trasferta: 2 (su un totale di 2 vittorie in trasferta)
Pareggi al primo tempo in trasferta: 9 (su un totale di 4 pareggi in trasferta)
In svantaggio al primo tempo in trasferta: 1 (su un totale di 6 sconfitte in trasferta)

 

 

 

 

ATALANTA – ROMA tra storia e statistiche



logo-as-roma-11

 

 

ATALANTA – ROMA

26° giornata di serie A 2012/2013

Domenica 24 Febbraio 2013, 15.00

Stadio Atleti Azzurri D’Italia di Bergamo

 

Partite giocate in Serie A: 50
Vittorie Atalanta: 18
Vittorie Roma: 15
Pareggi: 17
Goal fatti Atalanta: 62
Goal fatti Roma: 54
Goal fatti entro 45° Atalanta: 28
Goal fatti entro 45° Roma: 28
Goal fatti dopo 45° Atalanta: 34
Goal fatti dopo 45° Roma: 26

Il numero dei match disputati tra Roma e Atalanta nella massima serie è pari a 50. In assoluto le due compagini si sono incontrate ben 112 volte tra campionato e Coppa Italia: Roma in vantaggio sotto questo punto di vista grazie alle 48 vittorie maturate sia in casa che in trasferta, contro 22 sconfitte. 31 sono i pareggi. Nel particolare, considerando solo le partite a Bergamo, l’Atalanta è in vantaggio per quanto riguarda il computo delle vittorie: sono 18, infatti, i match vinti dagli orobici contro 15 dei giallorossi. In 17 casi, il match è terminato in parità. A livello di marcature segnate, il primo tempo è equilibrio: 28 le reti dei padroni di casa così come quelle degli ospiti. Vantaggio bergamasco nella seconda frazione di gioco: ammontano, infatti, a 34 le realizzazioni dei padroni di casa contro le 26 dei giallorossi. Complessivamente in serie A, nel match Atalanta-Roma si è segnato per 116 volte. La vittoria più larga dei bergamaschi risale alla stagione 1956/1957: in quell’occasione il referto arbitrale scrisse 4-1 per l’Atalanta. Vantaggio dei padroni di casa al minuto 16 con Annovazzi, seguito dal raddoppio di Bassetto dopo dodici minuti dalla prima marcatura. Al 39’ ci pensò Egidio Guarnacci, allora mediano destro dei giallorossi che siglò una delle due reti della stagione 1956/1957. Terzo goal di Lenuzza al 79’ e infine a un minuto dal termine, è ancora Atalanta con Gentili. Stesso risultato fu ripetuto la scorsa stagione, dove Marilungo e tre volte Denis, risposero al giallorosso Borini. Per quanto riguarda invece gli ospiti, la vittoria più larga corrisponde  alla stagione 1952/1953 e terminò con il punteggio di 1-5. Vantaggio Roma già dopo sei minuti, marcatore Carlo Galli. Al 19’ fu poi Merlin ad allungare le distanze sui padroni di casa, ma al 33’ break di Cadè: al primo tempo Atalanta-Roma si concluse sul punteggio di 1-2. Seconda frazione di gioco ricca di goal: al 47’ fu Pandolfini per i giallorossi a portare il risultato sull’1-3. Dodici minuti più tardi, fu ancora Carlo Galli che realizzò così la sua seconda marcatura su 14 poi totalizzate al termine della stagione con 25 presenze all’attivo. Il pomeriggio si chiuse con l’autogoal del terzino sinistro orobico Livio Roncoli, ultima realizzazione di un match emozionante. Nel campionato di serie A, quest’oggi, sarà la prima volta di Atalanta-Roma alla 26a giornata, ma la 23esima volta nel girone di ritorno: sotto questo aspetto, nelle ultime 5 gare giocate all’Atleti Azzurri se al ritorno, 3 vittorie neroazzurre contro 2 giallorosse. Capocannoniere del match è Cristiano Doni a 5 marcature. Seguono a tre Cominelli, Basetto, Totti e Denis. Proprio quest’ultimo fu autore lo scorso anno di una clamorosa tripletta. Sono due i risultati più frequenti di  Atalanta-Roma: 1-1 e 0-0 usciti entrambi in 7 circostanze ciascuno. In terza posizione troviamo il 2-1 (5 circostanze) insieme allo 0-1 (anch’esso 5 ripetizioni). Tra questi, quello più lontano per i giallorossi è lo 0-0: l’ultimo, infatti, si verificò al Bentegodi di Verona contro il Chievo alla giornata numero 36 della scorsa stagione. Tra i risultati “possibili”, di sicuro quello che manca da più tempo per i giallorossi è l’1-2: l’ultimo fu realizzato al Friuli contro l’Udinese nella stagione 2010/2011 alla giornata numero 32 del campionato di serie A e corrisponde esattamente a 34 turni fa in trasferta. A livello di statistiche della stagione attuale, nonostante la classifica parli di una Roma in crisi, è da segnalare che rispetto allo scorso anno le cose vanno paradossalmente meglio: prendendo in considerazione l’ultimo turno in trasferta di quest’anno e quello della scorsa stagione, i giallorossi avevano  realizzato nella stagione 2011/2012 solo 14 punti contro i 19 di quest’anno. Analizzando primi e secondi tempi, e parallelamente, tenendo la nostra “bussola” ferma alla giornata numero 24, notiamo che la Roma è andata al riposo in vantaggio in 3 occasioni su 6 vittorie esterne (contro i 3 vantaggi su 4 vittorie esterne dello scorso anno in trasferta), in 5 occasioni è andata al riposo sul pari (al termine dei novanta minuti invece un solo pareggio, quello di Bologna per 3-3) e in 6 occasioni è andata al riposo in una situazione di svantaggio (su 7 sconfitte). Quest’ultimo dato fa riflettere poiché la Roma è stata in grado di trasformare un risultato negativo a positivo soltanto nella gara di Milano, dove Cassano aprì le marcature, poi Florenzi, Osvaldo e Marquinho portarono al successo i giallorossi. Se i numeri fanno la “radiografia” all’oggetto, notiamo anche che la Roma in una sola occasione ha saputo gestire il vantaggio realizzato nei primi 45’: la partita “anomala” dove vince addirittura di misura è quella di Pescara: al 5’ il goal vittoria di Destro.  I primi tempi giallorossi sono comunque un vero e proprio disastro poiché se essi valessero punti, la Roma oggi non sarebbe neanche in doppia cifra. Su 19 punti realizzati solo 8 provengono dai primi 45’. Lo scorso anno invece i punti nei primi tempi erano pari a 16. Fatto sta che quest’anno i capitolini hanno realizzato 24 goal in trasferta, ma subiti ben 26. Questo significa che la Roma sta viaggiando a una media di due reti subite fuori casa. Andando a ritroso nel tempo, lo scorso anno, allo stesso punto, la Roma contava 13 goal realizzati contro 16 subiti, nella 2010/2011 15 fatti e 22 subiti, nella 2009/2010 18 fatti e 17 subiti, nella 2008/2009 16 fatti e 21 subiti. Fatto sta che per trovare una stagione uguale a questa bisogna tornare indietro di 42 anni fa: ci troviamo nella stagione 1959/1960 e anche in quel caso, dopo 24 turni di campionato, la Roma aveva già incassato 26 reti. Sotto questo aspetto, la Roma deve cercare di non prendere più di un goal a Bergamo altrimenti sarebbe la peggiore seconda difesa dopo l’anno della retrocessione, quando dopo 24 turni aveva già incassato ben 36 goal. In assoluto quella di quest’anno, paragonata alle altre stagioni, ferma restando la giornata numero 24 in trasferta, è la quarta difesa peggiore di sempre. Fatto sta che sia nella 1942/1943 sia nella 1949/1950 i giallorossi avevano subito 28 goal. Nell’epoca recente, una simile difesa fu registrata nella stagione 1998/1999, ma a parità è tuttora migliore di quella attuale: 25 reti al passivo contro 26. Per quanto riguarda l’Atalanta, gli ultimi attualmente conta 18 punti in trasferta. In 4 occasioni è andata al riposo in vantaggio, in altrettante in parità e altrettante ancora con gara da ribaltare. Nei casi di “svantaggio al primo tempo”, nelle ultime quattro partite si sono verificati due volte. In sintesi l’Atalanta non va al riposo in vantaggio nei primi 45’ da 5 partite fa, contro il Parma (gara poi vinta con il medesimo risultato della prima frazione di gioco ossia 2-1). Una cosa è da sottolineare: se l’Atalanta va al riposo in vantaggio, poi non perde. In questa stagione, infatti, su 4 casi, in 4 circostanze ha confermato la vittoria finale.  In conclusione il segno più ritardatario  tra le due compagini è il pareggio: ultimo “X” nella stagione 2001/2002, dove al goal di Assuncao rispose Doni su calcio di rigore.

Ultima vittoria Atalanta: 2011/2012, 4-1 (10 Marilungo 19 Denis 36 Borini 47 Denis 66 Denis)
Ultima vittoria Roma: 2009/2010, 1-2 (13 Ceravolo 44 Vucinic 64 Perrotta)
Ultimo pareggio: 2001/2002, 1-1 (74 (rig.) C.Doni 53 Assuncao) 

 

FREQUENZA RISULTATI SERIE A CASA Atalanta:

Analizziamo i risultati che si sono verificati in casa della squadra Atalanta nella stagione 2012/2013.

0-1 (3)
1-1 (2)
2-1 (2)
1-0 (2)
0-0 (1)
3-2 (1)
1-5 (1)

Distribuzione goal Atalanta:

Totale goal fatto: 12
Totale goal subiti: 14
Primo tempo, goal Atalanta: 7
Secondo tempo, goal Atalanta: 5

Primo tempo, goal Atalanta VS Ospiti:

Goal fatti Atalanta primo tempo: 7
Goal subiti Atalanta primo tempo: 7

Secondo tempo, goal Atalanta VS Ospiti:

Goal fatti Atalanta secondo tempo: 5
Goal subiti Atalanta secondo tempo: 7

Ultima vittoria in casa Atalanta:

giornata 16, stagione 2012/2013, match Atalanta-Parma 2-1 (4 Denis 38 Peluso 45 Amauri) .

Ultima sconfitta in casa Atalanta:

giornata 22, stagione 2012/2013, match Atalanta-Milan 0-1 (29 El Shaarawy) .

Ultimo pareggio in casa Atalanta:

giornata 24, stagione 2012/2013, match Atalanta-Catania 0-0 ().

FREQUENZA RISULTATI SERIE A TRASFERTA Roma:

1-0 (2)
1-3 (2)
3-2 (2)
4-1 (2)
3-1 (1)
3-3 (1)
0-1 (1)
2-4 (1)
0-3 (1)

Distribuzione goal Roma:

Totale goal fatti: 24
Totale goal subiti: 26
Primo tempo, goal fatti Roma: 7
Secondo tempo, goal fatti Roma: 14

Primo tempo, goal Casa Vs Roma:

Goal fatti Roma primo tempo: 7
Goal subiti Roma primo tempo: 14

Secondo tempo, goal Casa Vs Roma:

Goal fatti Roma secondo tempo: 14
Goal subiti Roma secondo tempo: 12

Ultima vittoria in trasferta Roma:

giornata 15, stagione 2012/2013, match Siena-Roma 1-3 (25 Neto 63 Destro 86 Perrotta 90 Destro) .

Ultima sconfitta in trasferta Roma:

giornata 24, stagione 2012/2013, match Sampdoria-Roma 3-1 (56 Estigarribia 73 Sansone 75 Lamela 77 Icardi) .

Ultimo pareggio in trasferta Roma:

giornata 22, stagione 2012/2013, match Bologna-Roma 3-3 (9 Florenzi 17 Gilardino 18 Osvaldo 26 Gabbiadini 54 Pasquato 74 Tachtsidis).

ATALANTA – ROMA

 

I numeri di Atalanta-Roma

Partite giocate: 50

 
     

Atalanta

 

Roma

18

Vittorie

15

17

Pareggi

17

15

Sconfitte

18

62

Goal fatti

54

54

Goal subiti

62

28

Goal fatti entro 45'

28

34

Goal fatti dopo 45'

26

     

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultime dieci partite

1997/1998

28

ritorno

Atalanta

Roma

0

1

3 Di Francesco

   

2000/2001

13

andata

Atalanta

Roma

0

2

1 M.Delvecchio 40 D.Tommasi

 

2001/2002

10

andata

Atalanta

Roma

1

1

74 (rig.) C.Doni 53 Assuncao

 

2002/2003

17

andata

Atalanta

Roma

2

1

40 C.Doni 85 Tramezzani 9 F.Totti

 

2004/2005

37

ritorno

Atalanta

Roma

0

1

50 A.Cassano

   

2006/2007

33

ritorno

Atalanta

Roma

2

1

37 C.Doni 44 Zampagna 74 Perrotta

 

2007/2008

18

andata

Atalanta

Roma

1

2

17 Ferreira Pinto 38 F.Totti 45 A.Mancini

2008/2009

24

ritorno

Atalanta

Roma

3

0

53 D.Capelli 56 C.Doni 59 C.Doni

 

2009/2010

14

andata

Atalanta

Roma

1

2

13 Ceravolo 44 Vucinic 64 Perrotta

 

2011/2012

25

ritorno

Atalanta

Roma

4

1

10 Marilungo 19 Denis 36 Borini 47 Denis 66 Denis

               

Statistiche e numeri in casa Atalanta e in trasferta Roma

Giocate in casa Atalanta: 12

 

Giocate in trasferta Roma: 13

 
     

Atalanta

 

Roma

5

Vittorie

5

3

Pareggi

1

4

Sconfitte

7

12

Goal fatti

24

14

Goal subiti

26

7

Goal fatti P.T.

7

5

Goal fatti S.T.

14

7

Goal subiti P.T.

14

7

Goal subiti S.T-

12

Goal Atalanta

MINUTI GOAL FATTI

Goal Roma

2

0-15

4

2

16-30

2

3

31-45

1

2

46-60

2

2

61-75

7

1

76-90+

5

Goal Atalanta

MINUTI GOAL SUBITI

Goal Roma

1

0-15

4

2

16-30

5

4

31-45

5

2

46-60

4

3

61-75

4

2

76-90+

4

Sottoscrivi questo feed RSS
Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore