logorcb

updated 10:57 PM CEST, Aug 13, 2019
Calcio

Calcio (315)

Nuovo cambio di look per lo stemma dell’Everton Football Club

Crest EvertonE’ stato svelato questa mattina, durante una conferenza stampa,  il nuovo logo societario per la stagione 2014/2015 dell’Everton F.C. scelto direttamente dai tifosi.

Infatti, dopo le numerose critiche mosse dai sostenitori dei “Toffees”, oltre 22.000 firme raccolte online, contro la scelta societaria di eliminare lo storico motto della squadra dallo stemma presentato a maggio per la stagione 2013/2014, il club blu royal si è visto costretto a un nuovo restyling.

Questa volta però, al fine di evitare brutte sorprese, sono stati coinvolti anche i tifosi.

I fan, dunque, hanno avuto la possibilità di scegliere il loro stemma preferito su tre diverse opzioni.

Il contest ha coinvolto un gran numero di utenti online, secondo i dati ufficiali i voti pervenuti sarebbero stati 13.268, dei quali 39 non validi.

«Vorrei ringraziare tutti i sostenitori che hanno preso parte a un ampio processo di riprogettazione del logo. – ha dichiarato in una nota Alan Myers, Everton Director of Communications - Non vedo l'ora di vedere il nuovo stemma sulla maglietta, allo stadio, nel merchandising e sul sito web».

Il Crest prescelto, che ha ottenuto una vittoria schiacciante sulle altre alternative possibili aggiudicandosi il 78,18% delle preferenze, manterrà alcune similitudini con quello originale ideato da Theo Kelly per la stagione  1937-38.

Al suo interno, infatti, con enorme soddisfazione dei tifosi, conserverà le icone principali della tradizione del club, come la Torre di Prince Rupert, che sorge nel cuore del quartiere Everton a Liverpool, il famoso motto, “Nil Satis Nisi Optimum”,  "Solo il meglio è abbastanza buono" e lo scudo.

La Carrarese di Mister Maurizio Braghin

Dopo la 4° giornata del campionato di Lega Pro di 1° Divisione Girone A la Carrarese di Mister Maurizio Braghin si ritrova insieme al Pavia in penultima posizione di classifica a quota 3 punti con 5 reti realizzate tutte alla prima giornata a San Marino (San Marino-Carrarese=0-5) e altrettanto 5 reti subite nelle sconfitte interne con Virtus Entella (0-1), Reggiana (0-2) e in quella esterna di Vicenza (2-0).

La sensazione più immediata a questo punto è che il Mister biellese dovrà lavorare parecchio per portare il prima possibile la propria squadra in una posizione più tranquilla di classifica quantomeno per riuscire a ottenere una salvezza ipotetica figurativa anticipata visto che molto probabilmente dal campionato prossimo 2014/15  la Prima Divisione verrà unita alla Seconda Divisione per far posto a un'unica Lega Pro. .

(vignetta di Maurizio Braghin).

 

Braghin

Serie A, comanda la Roma: Samp battuta 0 a 2

roma samp-1Quinta vittoria su cinque giornate, il cammino della squadra giallorossa nel campionato di serie A prosegue a gonfie vele.

La Roma esce indenne dalla trasferta di Marassi e guarda tutti dall'alto.

Rudi Garcia (ieri espulso per aver applaudito ironicamente l'arbitro) è l'artefice di questo splendido inizio di campionato della squadra romanista: gli ha dato un’anima, la forza di credere nei propri mezzi e ha rigenerato giocatori che sembravano ormai stanchi di vestire i colori di questa maglia.

La squadra crede nel proprio allenatore e nei suoi dettami tattici, questo lo si vede in campo, ognuno si impegna al 100% per perpetuare l'obiettivo della vittoria.

Castan urla dopo aver strappato la sfera a un avversario come se avesse segnato un goal; Miralem Pjanic si sacrifica in copertura, De Rossi lotta su ogni pallone, Borriello si impegna e lotta su ogni pallone, le lacrime di Balzaretti dopo aver segnato il goal del vantaggio al derby: questi sono tutti segnali che il gruppo c'è, è coeso e determinato a lottare per ottenere i 3 punti in ogni partita.

Nel match di ieri sera un elogio speciale lo merita Mehdi Benatia, uno degli acquisti più sottovalutati dell'ultimo calciomercato estivo.

Lo volevano in tanti ma lui scelse Roma.

Ieri è stato monumentale, un muro in difesa, devastante in fase offensiva, con una grande azione  ha spaccato la partita, buttandosi in attacco lasciando due difensori doriani sul posto e cascando in area dopo aver subito fallo riesce a colpire la sfera e insaccare il pallone in rete: minuto 65', 0 a 1, Roma in vantaggio il sogno prosegue.

Prestazione eccezionale del marocchino che insieme al brasiliano Leandro Castan forma la migliore coppia della serie A: solo un goal subito.

Pochi minuti prima al 62' è entrato Totti per un opaco Marquinho, il capitano dopo essersi riposato, regala la perla che chiude la partita: assist al bacio all’88' Gervinho, che dopo aver macinato chilometri e chilometri, ha la forza di depositare in rete il goal della tranquillità: 0 a 2 e partita in cassaforte.

Altro secondo tempo della Roma micidiale dopo l'ennesima prima frazione di studio della squadra giallorossa.

Garcia non sbaglia un colpo e ora sotto con il Bologna, serve il pubblico delle grandi occasioni: un Olimpico gremito, per cercare la 6° vittoria, e caricare la squadra nel modo migliore

Roma Lazio 2-0.

Nella 4° giornata di andata del campionato di serie A il derby capitolino è vinto dalla Roma sulla Lazio per 2-0.

Apre le marcature per i giallorossi Federico Balzaretti che al 64° su un cross proveniente dalla destra di Totti approfitta della disattenzione della retroguardia biancoazzurra per infilare al volo di sinistro una splendido gol con la sfera che termina in fondo al sacco alla sinistra di un incolpevole Marchetti.

Immagine1

Pescara-Bari = 0-1

Il missile terra-aria di Cristian Galano dai 22 metri al 13° del primo tempo della partita Pescara-Bari = 0-1 della 5° giornata di serie B sorprende nettamente il portiere del Pescara Pelizzoli regalando 3 punti fondamentali al Bari che si porta a quota 5 punti in classifica e raggiunge la Ternana insieme allo stesso Pescara.

(vignetta)

Immaginepescara

Straripante Roma, e Lazio battuta per 2 a 0

logo-as-roma-11Primo tempo avaro di emozioni e chiusura sullo 0 a 0. La ripresa parte con la Roma all'attacco, al 51' Ljajic prende il posto di uno stanco Florenzi.

Poi il criticatissimo Balzaretti al minuto 63'  fa esplodere di gioia la Curva Sud portando i giallorossi in vantaggio.

Pochi secondi prima l'ex terzino del Palermo aveva colpito il palo con un gran tiro con il sinistro poi sul prosieguo dell'azione lo stesso Balzaretti ha scagliato in porta con il mancino tutta la sua rabbia, la frustrazione per questi due anni maledetti.

Roma avanti 1 a 0, fine di un incubo.

La squadra giallorossa si sblocca, biancocelesti alle corde, forse l'impegno in Europa League di giovedì contro il Legia Varsavia, è costato caro agli uomini di Petkovic.

Si susseguono gli attacchi Ljajic fraseggia più volte con Totti in fase offensiva, i due si cercano per tutto il secondo tempo con risultati spesso ottimi.

Marchetti si esalta parando un colpo di testa a botta sicura di De Rossi e negando il raddoppio al centrocampista della Nazionale.

Gervinho ha spazio e prova a correre e smarcarsi tra i difensori biancazzurri arriva al tiro al culmine di cavalcata palla al piede al 77' però la sua conclusione a rete è totalmente sballata.

Al 78' Ciani lascia il campo per infortunio sostituito da Dias, ma la sua gara dura solo pochi minuti: infatti, all’81' il difensore brasiliano viene espulso per fallo da ultimo uomo su Totti.

Il capitano esce dal campo tra gli applausi della Sud e Borriello prende il suo posto per gli ultimi minuti.

Al 91' De Rossi compie un grandissimo salvataggio in scivolata su Ederson.

Poi altro ottimo intervento di Marchetti che salva sulla linea la sfera dopo un colpo di testa di Borriello.

Al 93' il raddoppio romanista: Ljajic subisce fallo all'interno dell'area di rigore laziale, e poi trasforma il penalty del 2 a 0, e la festa può iniziare.

La Roma cancella l'incubo del 26 maggio con una prestazione convincente, da “grande” squadra, vince nuovamente, 4 partite su 4, è in testa al campionato 10 goal fatti 1 subito.

Chapeau monsieur Garcia meglio di cosi davvero non si poteva fare!

TORROMINO CAPOCANNONIERE

Dopo la 4° giornata del girone di andata del campionato di serie Bwin 2013/14 è il biellese Giuseppe Torromino a ritrovarsi insieme a Abel Hernandez del Palermo e Riccardo Maniero del Pescara appaiato in vetta alla classifica dei marcatori con 4 reti all'attivo.

Dopo le reti realizzate alla 2° giornata in casa con il Cesena (Crotone-Cesena=1-2) e i 2 rigori in quel di Pescara (Pescara-Crotone =2-2) è ancora lui a porre il sigillo della rete decisiva sempre su calcio di rigore all'8° del primo tempo con lo Spezia (Crotone-Spezia =1-0).

Torromino ha saputo sfruttare l'ennesimo penalty (concesso dall'arbitro Manganiello per l'atterramento in area di Ciurria ai danni dello sgusciante Mazzotta) per spiazzare magistralmente il portire Leali alla sua destra. (vignetta)

Torromino

Siena - Bari: 3 -2 Gol di Galano

Siena - Bari: 3 -2

Al novantesimo Galano del Bari, tira fuori dal cilindro un gol capolavoro, controllo con il petto e staffilata di sinistro con la palla che s'infila proprio lì dove l'ottimo La Manna non poteva intervenire. 

Troppo tardi per sperare di agguantare un pareggio che non avrebbe demeritato, viste anche i numerosi e decisivi interventi del portiere del Siena. (e.f.)

Siena-BARI3-2

Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore