logorcb

updated 10:16 PM CEST, May 26, 2019

La Chiesa di Santa Maria del Rosario a Monte Mario

santa maria del rosarioLa Chiesa di Santa Maria del Rosario a Monte Mario, da non confondere con l’omonima e più moderna chiesa presente in Prati, sorge su uno dei punti più suggestivi di Monte Mario, da cui si gode una bellissima veduta di tutta la Città.

All’inizio era quasi una cappella privata annessa alla tenuta e alla residenza dell’umanista Giovanni Battista de Rossi, che la fece costruire, all’interno della sua vigna, nel 1628, in una zona che allora, e fino agli anni ’50 era quasi completamente rurale. Successivamente fu denominata anche chiesa della Madonna della febbre, perché frequentata dalle popolazioni del posto, sovente afflitte dalla malaria, che allora imperversava.

Nel 1651 la chiesa subì i primi interventi di abbellimento e ampliamento su progetto dell’architetto Camillo Arcucci, che superò gli artifici del barocco per approdare quasi al classicismo del ‘700.

Nel 1710 papa Clemente XI la affida ai padri domenicani, cui si devono successive opere di ampliamento e trasformazione, anche dell’annesso convento, affidate alla progettazione dell’architetto Filippo Raguzzini.

Nel 1838 furono effettuati ulteriori restauri, con il rinnovamento della facciata e degli interni e la costruzione di una doppia rampa di scale: si tratta degli interventi più consistenti dopo le distruzioni delle armate napoleoniche e il conseguente abbandono dell’edificio.

Dal 1931 il complesso è affidato alle suore domenicane. Va detto che fin dall’affidamento all’Ordine domenicano, la chiesa e il convento conobbero un periodo di prosperità, subirono notevoli trasformazioni e di acquisizioni di opere d’arte, anche per merito della capacità di questo ordine di attrarre donazioni e contributi.

Esternamente la chiesa e l’annesso convento si presentano come un edificio piuttosto simmetrico, a parte la presenza del campanile sul lato destro, la cupola è bassa e semisferica e sovrastata da una voluminosa lanterna.

All’interno sono presenti numerose opere d’arte, tra cui una Madonna col Bambino di Antoniazzo Romano, una tavola di legno del VII Secolo raffigurante la Madonna di San Luca.

Nel vano destro della parete di ingresso possiamo notare anche un crocifisso di legno dell’incisore francese Francesco Fraxe, nella seconda cappella laterale sinistra è presente una pala della Madonna del Rosario Di Michelangelo Cerruti. Al primo altare a sinistra è visibile una pala raffigurante il transito di San Giuseppe, donata alla chiesa del pittore Biagio Puccini nel 1710.

Ultima modifica ilVenerdì, 13 Novembre 2015 11:30

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore