logorcb

updated 10:57 PM CEST, Aug 13, 2019

Non ci resta che…

Immagine

Bisogna rivendicare pazzamente della dignità personale una volta che hai concesso degli aiuti in denaro a una nazione per troppo tempo e che per troppo tempo li ha scialacquati; così da costringere il pensionato a sborsare fino alla fine dei suoi giorni a una cordata di enti creditizi mefistofelici per non risultare in torto.

E badate bene che gl’italiani sono dei serpenti e non degli asini in maggioranza, eh sì… gli asini sono tenerissimi, nonostante ciò vengono caricati di pesi & misure, praticamente senza il tempo d’essere consci della bontà d’animo d’adoperare.

Generalmente invece siamo striscianti, al veleno, quando crediamo d’essere rimasti uccisi allora ci riproduciamo, schiacciati semmai alla nostra cieca.

Un certo Mario Monti 4 anni fa aveva affermato: Non ci sentiamo di prendere un impegno finanziario che potrebbe gravare in misura imprevedibile sull’Italia nei prossimi anni, e mettere a rischio i denari dei contribuenti”… per i media s’era trattato di una decisione pregna d’equità, ma soprattutto il Pd… non faceva altro che osannarlo in Parlamento!

E mentre scrivo di ciò, noto che si sta per scaricare un supporto virtuale: segno che manca poco per abbandonare la vita terrena?

No, non sto giocando, sto sguazzando nella certezza d’essere, perché non devono esistere per forza vincitori né perdenti; cercando la fortuna quando piuttosto essa consiste nella nostra creatività per mezzo della quale occorre coniugare ogni sentimento al tempo di un attimo e illuminare così a lungo andare, a costo di sbagliare.

Per qualsiasi regalo si deve corrispondere economicamente, dunque è più facile mettersi a nudo che risolvere un quesito, apprendendo come fare dei luccicanti sbagli per ammazzare l’irresponsabilità covabile in mezzo ai torti passati, e che quindi nulla si smarrisce.

Manchiamo della configurazione di un ente d’attivare legalmente, perciò, carenti di possibilità del tutto nostrane, facciamo la carità raccogliendo soldi sfuggenti sotto la denominazione di Solidarietà, nient’affatto di origine protetta.

Dovremmo creare coesione senza lamentarci, per non sfilettare ulteriormente un sistema che ci è caro in fondo, sennò si fa largo nient’altro che il desiderio di celarsi tra indumenti peraltro dimenticati, nella propria alcova, e imbestialirsi nel buio, all’ascolto dell’umanità.

In una guerra tra passato, presente e futuro avviene qualcosa d’incredibile senza che ce ne accorgiamo, perché ogni cosa si materializza in relazione al comportamento di coloro che si divertono in occasioni oggettive che si ripetono, autorevoli, culturalmente e non, in certe questioni.

Grazie a degl’insegnanti anonimi ci mettiamo a combattere per il bene di quello che vogliamo, ignari degl’ingranaggi di più di un’arma in possesso. 

Ultima modifica ilMartedì, 22 Novembre 2016 15:54

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore