logorcb

updated 5:53 PM CET, Dec 10, 2019
Costume

Costume (169)

Nonni sempre più digital tra social network e shopping online

nonni pcChi l’ha detto che il web sia prerogativa solo dei giovani? Fino a qualche tempo fa, social network e siti di
vendite-evento online sembravano un universo lontano dalle abitudini degli over 55; col tempo però questa
generazione di utenti si è rivelata appassionata al web e molto propensa al suo utilizzo, anche grazie alla
diffusione di tablet e smartphone.

Etichettato sotto

Le pagine di vita al 2016

16080 FX 6 0 13 6 9 0 90 10 10 90 90Le pagine di vita devono essere costituite da quella cultura necessaria per stare insieme e distinguere la trasparenza dalla legalità, da ripristinare grazie a dei giovani coraggiosi, che affrontino la fatica di confrontarsi all’interno di un mestiere qual è quello dello scrivere; per una crescita originale, rinfrescando insomma la volontà di cercare nella società della sana incoscienza.

I segnali positivi d’altronde vanno codificati con una presa in atto moderna e curiosa, e trattasi dell’opera di un qualsivoglia insegnante, che però deve rimanere segnato dai suoi alunni.

Pagine di vita che possono essere riempite di racconti di donne comuni, quelli dipinti nei luoghi di un sud passionale.

V’è cultura da acquisire prima che da vendere.

books 836880 960 720Nel ceto medio si corre il rischio di dichiarare guerra all’amore per la cultura impopolare; eppure ci sono tanti libri con la voglia di farsi leggere, come a costituire un punto di partenza naturale, sempre più difficile da scegliere, essendo costretti a girare il mondo, e non per forza da protagonisti, cioè vivendo storie non solo d’amore, che lasciano il segno, volenti o nolenti.

Il valore unico delle cose

800px Auguste Rodin Grubleren 2005 02

Esistono ancora persone che conoscono il valore unico delle cose?

Le fortune si sviolinano tra strumenti da stimare alla cieca di una generosa donazione.

Diverrà reato guardare le vetrine, se non veniamo registrati come dei gioielli di fatto indicato.

Si crede nell’opportunismo alla consegna dei risparmi con l’inganno, dichiarando d’essere arrabbiati con tutto un mondo di dubbi pregni di silenzio.

Si scompare riconoscendo ritratti di giovani ricchi che vanno ovunque come da nessuna parte.

In attesa d’impresentabili ricettatori di segreti, ci spariamo addosso dei significati per una difesa legittima, perché la Vita è fatta di semplici gesti da disciplinare con dell’appetito sincero.

Il benessere fa spettacolo fondendo poteri da tenere lontano dai bambini che stanno desiderando un look perfetto, implorandolo agli adulti che hanno difficoltà uditive.

Un desiderio, come quello di scatenare il Male, non è stupido per niente se gli eventi moderni sono entusiasmanti, cioè rumorosi ma inutili.

I corpi delle vittime volontarie si sposano per un capriccio immobile, freddo.

I riscatti personali ci parlano come se murati da quegli amori che vincono ogni cosa discussa, resocontata e bilanciata, lungo processi fiabeschi dati i problemi di fondo, ovvero i baci sulla bocca di coloro che ci vogliono bene.

La sicurezza induce alla fuga, per ritrovarsi poi come cimeli fantastici, cresciuti giusto per farsi una famiglia e chiedere consulenze sul materasso migliore, quello con troppe zone differenziate, e all’essenza di frutta.

Si promette di salutare e ringraziare, a un prezzo eccezionale per le rughe o le linee d’espressione.

Per capire quant’è importante una testimonianza poi si rischia l’impopolarità, di non immaginare i bar di oggi, da descrivere con un’attenzione che vada oltre.

Per definizione costituiamo dei sensi mai sfuggenti per un minimo di favore; cosicché la bellezza dura un attimo, dopodiché la vulnerabilità della gente si ripone nella fiducia nel Prossimo, da conoscere lungi dal glamour che può respirare e traspirare come una straordinaria, catastrofica meteora.

Per amarsi e farsi amare dobbiamo significare il tempo, libero, di trovare la soluzione a ogni singolo problema, per gli esseri viventi, di un passaggio che va però dettagliato per richiedere un miracolo qual è quello di ricordarsi benissimo una rinuncia; se si vuol agire nella grazia sancibile dalla Solitudine, per il bene comune, rassicurando su tutto ciò che ha importanza.

Veniamo da una storia propria per pensare negativamente della Comprensione, da focalizzare riaccendendo dentro di sé la voce per rendere credibile ogni tipo d’esperienza, e sentire così la presenza di un Dio, di una carezza di sole parole.

I discorsi d’empatia presuppongono competenze da rivendicare tra argomenti impegnativi se allettano tra le normali classi sociali d’appartenenza.

Si barattano doveri con una democrazia traditrice, per produrre effetti speciali saltando come quei canguri che si dimenticano facilmente delle proprie origini.

I prodotti locali si prediligono dietro le maschere per fare esperienze professionali e insegnare come interrompere un momento di dolore, sentendo d’essere concreti.

Vomitiamo in bagno vite nuove se intraprese attraverso gli occhi di chi le fa ma è in cerca ancora di un’identità, specie una volta appreso il linguaggio della violenza.

L’inabilità mentale ce la ritroviamo ovunque perché non si ha tempo d’occuparsene, dovendo rifiutare un’età per portarci avanti e scrivere infine sul sentimento dell’odio, senza leggerci.

Gl’iter legislativi si complicano dati i consigli che il giorno porta, di quando nessuno si prende delle responsabilità.

I rimandi agli scandali nella sanità ci consolidano in posizioni monopolistiche, per costituire una parte civile e condannare il denaro pubblico in bilico tra la voglia di ricordare l’egoismo e un insieme di stragi da cui si esce come dei sopravvissuti a un senso di fede religiosa. 

I “russi” a Ladispoli negli anni ’70-‘80

ladispoli piazza

Alcuni di noi ricordano, per averlo notato da bambini, o ascoltato dai ricordi dei nostri genitori, la gran presenza di “russi” - come li chiamavano allora, specie i romani – a Ladispoli, negli anni a cavallo fra i ’70 e gli ’80, di cui tanti non comprendevano le ragioni.

In realtà erano ebrei russi, che proprio all’inizio degli anni ’70 hanno cominciato a ricevere i visti di uscita del governo sovietico per espatriare: a seguito di un accordo fra l’URSS di Breznev e gli USA, gli ebrei potevano espatriare, ma solo se invitati da loro parenti all’estero, e non in maniera diretta, ma a seguito di transito in altro Paese. L’Italia accettò di fare da tramite e di favorire questo processo.

L’uomo e gli acquisti online: un vero Digital Gentleman

acquisti web 500x300Curato, esigente, maturo, ma soprattutto appassionato di shopping online, è il ritratto del nuovo Digital Gentleman, un uomo che ama comprare per sé e per la propria famiglia e che spende di più delle donne. Questo è quello che emerge da una ricerca di vente-privee, pioniere e leader delle vendite-evento online, che ha analizzato i comportamenti di acquisto dei suoi soci uomini.

Come piattaforma privilegiata per i loro acquisti gli uomini eleggono l’online. Internet infatti risulta il luogo ideale per la clientela maschile perché evita lo stress di girare per negozi. Attraverso l’online gli uomini comprano in velocità, e in qualsiasi luogo e momento della giornata. Secondo una ricerca di Survey Lab, il laboratorio europeo di vente-privee, gli uomini hanno dei processi di acquisto più razionali e veloci delle donne: il 74% degli uomini infatti ha affermato di effettuare acquisti in sessioni di shopping molto rapide. Il web inoltre lusinga anche il lato più intraprendente e manageriale dell’uomo che, senza pressioni femminili, riesce a fare acquisti in solitudine e ad avere accesso ad un’offerta illimitata e di qualsiasi categoria merceologica: per il 57% degli uomini europei internet rappresenta un vero e proprio luogo di svago e per il 28% il spazio dove potersi esprimere al meglio. 

Il Digital Gentleman: vanitoso, ludico ed esigente

Uomo più attento nelle spese e donna più spendacciona? È storia passata. In base ai dati analizzati da vente-privee gli uomini non solo amano fare shopping, ma spendono online tra il 10% e il 20% in più rispetto alla clientela femminile.

“In Italia vente-privee ha seguito una strategia ben definita rivolgendosi inizialmente alla clientela femminile, per poi differenziare l’offerta orientandola anche verso il mondo maschile, coerentemente con il posizionamento premium del sito.” Afferma Andreas Schmeidler, Country Manager Italia di vente-privee - “Per questo motivo abbiamo sviluppato categorie come vino e gastronomia oltre al comparto uomo che comprende l’abbigliamento, le calzature e gli accessori.” Conclude Schmeidler.

L’interesse dimostrato da vente-privee nei confronti dell’uomo sta registrando risultati positivi e in costante crescita. Nel 2015 in Italia le vendite-evento dedicate all’universo maschile sono infatti aumentate del 40% rispetto al 2014, un dato che sottolinea come, a livello italiano, ci sia un’attenzione sempre maggiore nei confronti del target maschile rispetto a quanto accade nel resto d’Europa. In Italia, oggi, il 33% dei soci iscritti è uomo, il 41% dei quali ha un’età compresa tra i 40 e i 49 anni. Gli uomini soci di vente-privee si rivelano infatti più maturi delle donne che rappresentano circa il 66% della clientela, di cui il 40% nella fascia d’eta tra i 30 e i 39 anni.

I settori più acquistati dagli uomini?

Al primo posto le calzature, seguite dallo sportswear e outdoor, dall’abbigliamento uomo, dal vino e gastronomia e dai prodotti high-tech. Driver fondamentali per l’acquisto sono la marca, la qualità e l’unicità del prodotto, ancora più che il prezzo. Se infatti le donne sembrano esser mosse soprattutto dall’impulso all’acquisto, gli uomini sono alla ricerca del prodotto che hanno in mente, che meglio corrisponde alla loro personalità. Via allora a scarpe di brand emblema dell’artigianalità italiana, ma in varianti inusuali, a bottiglie di vino ricercate e di nicchia così come ad accessori e abiti di alta qualità.

“Per quanto riguarda settori come lo sportswear e l’outdoor il pubblico maschile che acquista su vente-privee è composto da appassionati ed esperti che ricercano online le ultime novità e che trovano in vente-privee un sito su cui fare affidamento per gli acquisti.” - Commenta Andreas Schmeidler - “Anche il settore del vino, lanciato in Italia nel 2012, ha raggiunto in pochi anni risultati eccezionali poiché la nostra collaborazione con i migliori produttiori ha creato un’offerta inedita per lo scenario Italiano, molto apprezzata dai clienti uomini” commenta Schmeidler.

Il Digital Gentleman compra per sé e per la propria famiglia

L’aspetto ludico dello shopping al maschile non viene tralasciato anche quando si tratta di fare acquisti per la propria famiglia.  Dai dati analizzati da vente-privee, tra le categorie maggiormente scelte dagli uomini online per i regali, si posiziona al primo posto l’abbigliamento donna, seguito dall’abbigliamento e dagli accessori per bambino, dalla lingerie donna e dai gioielli.

Anche per i regali, il Digital Gentleman non abbandona il piacere dello shopping e opta per prodotti e accessori ricercati, unici e sempre attuali. I papà inoltre danno libero sfogo alla propria creatività quando si tratta di acquistare regali o abbigliamento per i figli, arrivando spesso a comprare prodotti in coordinato padre-figlio secondo le ultime tendenze moda.

Device e velocità d’acquisto: l’uomo sempre più multicanale

Anche nella velocità d’acquisto e nei device preferiti, gli uomini e le donne presentano caratteristiche diverse: se le donne si dimostrano più riflessive, gli uomini presentano una maggiore velocità in fase d’acquisto che porta alla creazione di carrelli compositi associando prodotti per sé a regali per la propria famiglia.

“L’uomo oggi è un cliente multicanale ed esigente che ricerca prodotti di qualità. Di vente-privee apprezza la varietà dell’offerta e l’opportunità di poter acquistare prodotti di marca non solo per sé ma anche per la famiglia: sceglie e riceve comodamente dove desidera abbigliamento, vini e gastronomia, ed acquista in tutta comodità anche prodotti per il suo tempo libero.” Conclude Schmeidler.

 Tra i dispositivi scelti gli uomini presentano una predilezione per il tablet: la ricerca infatti rivela che i soci del sito sono in realtà acquirenti multicanale che fanno acquisti in mobilità con maggiori picchi nelle ore serali, dalle ore 21 alle ore 23. Una tendenza, quella alla propensione per il mobile commerce, che vente-privee ha individuato fin dal 2010, anno in cui è stata lanciata la prima app. Oggi per vente-privee oltre il 75% del traffico e il 50% del fatturato sono generati proprio da dispositivi mobili.

Etichettato sotto

Mark Zuckeberg: fiocco rosa e futuro roseo

1203zuckerbergVerrà rinnovata l’autorizzazione a dirigere il social network da lui stesso inventato, a tempo indeterminato molto probabilmente; seppur con la sua dolce metà avrà di che offrire nel corso della loro esistenza quasi tutti i titoli riguardanti l’oggetto di Facebook medesimo per favorire l’intento d’incentivare gli studi per i meno abbienti, oltre che la ricerca per la guarigione dai rari malanni e naturalmente, data l’indole strariconosciuta di Mark Zuckeberg, la comunicazione tra gli esseri umani.

A dichiararlo è stato il Ceo di Fb, rassicurando per questa notevole forma di solidarietà con l’istituzione a breve della “Chan Zuckeberg Initiative”, opera della stessa coppia di genitori novelli per giunta, avendo dato alla luce proprio ieri una femminuccia di nome Max…!

Attualmente le quote del Ceo si traducono in una cifra complessiva che si aggira intorno ai 45 miliardi di dollari.

 

 

Etichettato sotto

Glamping, il nuovo trend turistico per le prossime festività

airlodge 4Campeggi di lusso, con un tocco di glamour, con PaesiOnLine e Campeggi.com alla scoperta dei nuovi gusti dei turisti italiani. In aumento le richieste di Glamping per festeggiare l’ultimo giorno dell’anno

È il “Glamping” la novità della richiesta turistica del 2015. Questo neologismo nasce dalla contrazione termine inglese glamour (fascino) e di camping, e indica un nuovo genere di vacanza incentrato sul lusso e sulla presenza di sevizi di alto livello, mantenendo il contatto con la natura. Un tipo di turismo già molto diffuso in tutta Europa e che si sta affermando con forza anche in Italia, scelto, soprattutto, da viaggiatori desiderosi di fare nuove esperienze turistiche.

Un trend che è stato confermato anche da PaesiOnLine e Campeggi.com, portale del network KoobCamp, che hanno riscontrato un interesse crescente nei confronti del Glamping o Glamorous Camping, in grado di coniugare il desiderio di concedersi un soggiorno con ogni confort e un quel qualcosa in più, mantenendo, però, il fascino romantico delle vacanze “en plen air”. Tende da mille e una notte, spesso impreziosite da letti a baldacchino e tappeti pregiati, materiali ricercati, soluzioni d’arredo originali e confortevoli allo stesso tempo, servizi SPA per il benessere del corpo e della mente, questa la particolare offerta dei Glamorous Camping.

Con l’avvicinarsi delle festività, la richiesta di strutture di questo tipo ha subito una forte impennata, soprattutto da parte di coloro che desiderano passare un Capodanno diverso dal solito. Tra le strutture che sono state maggiormente apprezzate, il Camping Orlando in Chianti a Cavriglia (AR), sulle colline toscane, che offre particolari Lodge Tent e Lodge Suite, veri e propri appartamenti, ma con pareti in tessuto e alluminio, con tanto di pavimento in legno; Camping Village le Pianacce a Castagneto Carducci (LI), sempre in Toscana le cui Lodge Charme, hanno, addirittura, cucina a 4 fuochi a induzione, frigo, TV e camere con letti a baldacchino; il Villaggio Barricata a Porto Tolle (RO) in Veneto, dove potrete guardare le stelle dalla terrazza in legno rialzata della vostra lussuosa Lodge Tent o Lodge Suite, e usufruire anche di un bagno privato in camera con vasca relax, in un ambiente separato; infine, al Camping Baia Blu la Tortuga ad Aglientu (OT), in Sardegna, il concetto di Glamping diventa soft, con un lusso discreto con le Mobile Home dotate di soggiorno e angolo cottura, camere da letto, servizi privati e veranda in legno coperta, con tavolo, sedie e lettini.

Per chi volesse sperimentare queste nuove soluzioni turistiche, Campeggi.com ha creato nel suo sito la Selezione Top Glamping, in costante aggiornamento, consultabile all’indirizzo: http://www.campeggi.com/le-nostre-proposte/vacanze-glamping_rt6

 

Etichettato sotto
Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore