logorcb

updated 11:42 AM CET, Feb 19, 2019

Alimentazione tra etica e filosofia: vegan

banchi supermer verduraQuando la scelta della non violenza è per la persona una vera e propria filosofia di vita, tutti gli atti compiuti devono avere comportamenti coerenti anche a costo di apparire intransigenti. L’amore e il rispetto per ogni forma di vita è legato al profondo amore e rispetto per la natura che ci circonda. La natura va salvaguardata e difesa e le persone che operano concretamente in tal senso sono degne di ammirazione. Chi crede fermamente in questi valori di solito adotta un'alimentazione vegana.  L’alimentazione vegana va oltre la dieta vegetariana. Quest’ultima elimina carne e pesce, ma non i loro derivati come uova, latte e formaggi. Il vegano, proprio perché persona contraria a ogni forma di violenza non ammette la macellazione di animali a scopo alimentare. Il vegano riconosce nella stessa mungitura del latte e negli allevamenti di galline per la produzione di uova delle forme di violenza e come tali non le accetta. Pertanto si nutre principalmente di legumi, riso, latte di soia, latte di riso, latte di mandorle, verdure e frutta. Il vegano combatte con tutte le forme di non violenza a disposizione l’impiego di animali per le sperimentazioni scientifiche. Non utilizza scarpe o cinte di cuoio come abbigliamento, a dimostrazione che si può vivere tranquillamente nel più totale rispetto dell’ambiente e degli animali. Ormai è dimostrato che attraverso un uso equilibrato di tutti gli alimenti vegani a nostra disposizione, il nostro organismo può disporre delle sostanze nutritive fondamentali per il benessere del nostro organismo.
Inoltre con un po’ di fantasia è possibile elaborare delle sfiziose e buonissime ricette. Cerchiamo quindi di rispondere a una domanda che spesso il vegano si sente rivolgere dal carnivoro convinto:
“Ma cosa mangi?”E’ difficile immaginare una cucina senza carne, spezzatino, pesce, salumi, formaggi ma in realtà molte cose sono le stesse che mangiano i carnivori, altre sono simili e con un po’ di fantasia si possono creare pietanze gustose. La mattina a colazione la scelta è tra latte di soia o di riso o di mandorle o d’avena associato a biscotti che si possono comprare anche nei supermercati anche questi senza latte, burro e uova.
Basta leggere con attenzione le etichette. Se volete invece produrre da voi i dolci per la colazione, la scelta è varia. Potete preparare a esempio degli ottimi mini plumcakes alle mandorle con la sola accortezza di sostituire il burro con olio di semi di girasole, il latte con il latte di soia e, al posto del lievito chimico, il cremor tartaro che conferisce ai lievitati un’estrema morbidezza senza appesantire il dolce e senza lasciare retrogusti particolari. E’ un sale acido che può essere utilizzato da solo o con aggiunta di bicarbonato di sodio.ratatouille4 E’ fondamentale per la preparazione dei lievitati destinati agli intolleranti al glutine ma anche ai vegetariani e vegani poiché il lievito chimico spesso contiene uno stabilizzante, E470a, derivato da bovini o da suini e quindi in antitesi per chi vuole seguire un regime alimentare senza carne. In teoria, ma anche in pratica, ogni ricetta
tradizionalepuò essere modificata in ricetta vegana. E la stessa cosa vale per i primi piatti. Si possono preparare delle ottime lasagne al ragù. Per la pasta s’impastano 400 gr di farina 00, 8 cucchiai di olio evo, 2 cucchiaini di sale, ½ cucchiaio di curcuma (per dare un po’ di colore alla pasta) e ¾ di tazza di acqua calda. Se invece volete sostituire l’uovo, utilizzate l’agargar, un cucchiaio ogni 100 gr di farina sciolto in acqua. Viene estratto da alcune alghe marine ed è noto come gelatinadel Giappone. Oltre alle notevoli proprietà fitoterapiche, viene utilizzato anche in cucina come addensante. Il più pregiato è l’Agar agar del Giappone. Per il ragù vegetale preparate una buona salsa di pomodoro e aggiungete quando il sugo bolle 200 gr di granulato di soia. Diluite il vostro sugo con una giusta quantità di acqua per evitare che si addensi troppo. E le proteine? Come vengono assunte nella dieta vegana?  Questo sicuramente è uno degli aspetti più controversi e contestati dal mondo medico scientifico perché la non assunzione di proteine animali porta a lungo andare carenza di calcio, ferro, zinco, vitamina B6, vitamina B12, vitamina D e vitamina B9 (acido folico). Per questo non è raro che a un vegano sia consigliato di assumere integratori alimentari soprattutto nella donna in stato interessante l’assunzione diventa irrinunciabile. Ma con un'alimentazione bilanciata, attenta e scrupolosa il fabbisogno giornaliero di proteine si raggiunge aumentando il consumo di proteine vegetali. Se una persona che pesa 70 chili con una dieta ricca di alimenti con proteine di origine animale, deve consumare giornalmente 56 grammi di proteine, una persona che consuma solo proteine vegetali ne deve consumare una quantità proporzionale al suo peso forma. In altre parole se peso 70 kg, devo consumare 70 gr. di proteine. fagioli nel piattoGli alimenti da cui possiamo ricavare  proteine vegetali  sono: ceci, fagioli, soia, piselli, lupini e lenticchie per quel che riguarda la categoria dei legumi, farro, frumento, farina di soia e seitan per quel che riguarda la categoria dei cereali e poi altri alimenti quali alghe, tofu, frutta secca e patate. Vi consiglio alcuni siti da cui trarre spunti per ricette gustose:  www.veganriot.it  e www.veganblog.it. Ho scoperto ricette interessanti sicuramente da provare. La creatività in cucina non ha e non deve avere limitazioni e una corretta e sana alimentazione deve essere sempre perseguita. Ho anche visto  documentari e filmati sull’argomento macellazione degli animali ed è  indubbio che vedere come un animale è trattato fa venire molti sensi di colpa quando si taglia poi un pezzo di carne nel proprio piatto. D’altro canto l’esperienza vegana coinvolge le persone di tutto il mondo a 360 gradi anche le più famose. Personaggi nella storia quali Pitagora, Leonardo da Vinci, Tolstoi, erano vegetariani. Ghandi per scelta e non per religione fu prima vegetariano e in seguito vegano.  Tobey Maguire, interprete dell’UomoRagno è vegetariano dal 1992. Anche JoaquinPhoenix, indimenticabile Commodo nel film Il Gladiatore, rispetta il diritto degli animali e attraverso il suo esempio e stile di vita molti dei suoi amici sono diventati vegetariani. 

Bibliografia:

www.vegfacile.info/mangiare-vegan.html

www.Veganblog.it

www.lacuochinasopraffina.com/come-fare/il-cremor-tartaro.

nevanevae.wordpress.com/2012/01/21/lasagne-vegan/

www.albanesi.it/Alimentazione/vegana.htm

http://proteinetotali.it/quantita-giornaliera-di-proteine

http://www.benessere360.com/proteine-vegetali.html

http://www.vegfacile.info/vegan-famosi.html

Ultima modifica ilDomenica, 17 Febbraio 2013 11:28
Altro in questa categoria: « Risotto saporito Bucatini alla gricia »

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore