logorcb

updated 10:57 PM CEST, Aug 13, 2019

Un pasto alternativo per Pasqua

Pasqua-vegan

E' possibile iniziare a fare la pace con il pianeta apparecchiando per Pasqua un pranzo vegan: è un'impresa più semplice di quello che si crede, dal valore simbolico (oltre che gastronomico) fortissimo.

La tradizione ebraico-cristiana di mangiare agnelli o capretti per Pasqua poteva avere un senso in un mondo di decine di migliaia di pastori nomadi o anche di decine di milioni di contadini. Non ha più senso in un mondo urbanizzato di miliardi di persone.

La carne ovina e caprina ha un minore impatto ambientale di quella bovina, ma per le culture umane sono  importanti anche i gesti simbolici.

Fare un pranzo di Pasqua vegano può essere un buon modo per cominciare un rapporto più amichevole con l'ambiente in cui viviamo. Ricordo che non è necessario essere vegani per preparare un pranzo vegan; è anche un ottimo esercizio e una sfida,

Il cibo vegan non è solo l'insalata e il minestrone (anche se questi cibi fatti con ingredienti freschi e biologici hanno tutto un altro valore e sapore).

Ecco alcuni suggerimenti per ricette vegan piuttosto chic che si possono trovare curiosando per il web. Ce ne sono centinaia e centinaia, visto che agli umani la fantasia non manca.

Antipasto: Uova di tofu con salsa di carote e carciofi (ricetta di Giuseppe Capano)

Primo piatto: Riso integrale alla salvia e tamari (il link comprende anche altre ricette)

Secondo piatto: Barchette di zucchine ripiene (lo trovate tra i secondi di Vegan 3000)

Dolce: Torta pasquale cioccolato e riso (ricetta di Pina)

Fonte Marco Pagani

Ultima modifica ilMartedì, 19 Agosto 2014 14:12

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore