logorcb

updated 7:41 PM CET, Nov 13, 2019

"Comitato Cercando Fabrizio e...": una nuova primavera di coraggio e speranza

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
0
0
0
s2sdefault


DSC06962Giovedì 21 marzo, alle ore 20,30, si è costituito a Collegno (Torino) il “Comitato Cercando Fabrizio e... ”.

L'iniziativa è nata dalla volontà di Caterina Migliazza, ex presidente di Penelope Piemonte, ma soprattutto mamma di Fabrizio Catalano, 19 anni, scomparso da Assisi il 21 luglio 2005:Sono 7 anni e 8 mesi che non abbiamo notizie del nostro Fabrizio” - spiega - “e il dolore lacerante non ci abbandona mai. Come ben sapete, però, ho fatto dell’attesa di Fabrizio, la ricerca senza resa di tutti gli scomparsi. Con questo spirito ho deciso dunque di iniziare un nuovo percorso, stesso spirito con cui Gildo Claps aveva fondato nel 2002 Penelope: spirito fervente di ricerca dei nostri cari scomparsi, spirito di fraternità nel nostro dolore, spirito di condivisione senza burocratismi, senza statuti e troppe regole, per dar voce a chi non ha la forza di farsi avanti.”.

Nel giorno che festeggia l'arrivo della Primavera, questa nuova iniziativa assume un significato particolare: è un nuovo inizio o forse semplicemente la ripresa di un cammino, di una ricerca senza resa. Una nuova primavera di Coraggio e di Speranza, come lei stessa l'ha definita.fabrizio

 Il Comitato, a cui hanno subito aderito con entusiasmo in tanti e che gode dell'appoggio dell'amministrazione comunale di Collegno, si propone di continuare le ricerche di Fabrizio Catalano, ma anche di fornire sostegno alle famiglie di persone scomparse e a quelle che ancora attendono verità e giustizia, di dare voce a chi non ne ha, di informare e sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni sul grave problema degli scomparsi, al fine di ottenere collaborazione, sostegno e strumenti normativi e operativi adeguati, di creare occasioni di incontro per contrastare l'oblio e l'indifferenza.

Spiega, infatti, Caterina: “Dopo la ricerca sul campo, la ricerca di Fabrizio è continuata e deve continuare; basta un piccolo passaggio televisivo, un articolo di giornale, una foto condivisa in rete che qualcosa si muove. Negli ultimi mesi ci sono giunte personalmente segnalazioni da Roma e dintorni.

catalanosStiamo ancora valutando alcune cose, ma questo per noi è già un successo: dopo anni trascorsi in giro per l’Italia a sensibilizzare la gente comune, proprio la gente comune si attiva sempre più per il nostro Fabrizio e non solo.

Riuscire a rendere visibili oggi alcuni “Fabrizi” ieri invisibili ci gratifica e ci spinge ad andare sempre più avanti, perché vuol dire che il nostro urlo di dolore non è andato perso: una locandina può essere rimossa, persa, rovinata, ma le parole scavate nell’anima rimangono”. 

E proprio in nome di questi principi e obiettivi reali, il Comitato, in collaborazione con l' Associazione Calabresi di Alpignano e Caselette, sta organizzando per il prossimo 3 maggio un incontro dal titolo “Mamme Coraggio da Sud a Nord”, per raccogliere la voce e le testimonianze di tante Mamme che ogni giorno combattono con forza contro la non giustizia e l'indifferenza.

Un altro appuntamento già fissato in agenda è per settembre, quando il Comitato presenzierà alla “Marcia della Pace di Assisi”, mentre molte altre iniziative sono ancora in fase progettuale: non si escludono idee come borse di studio, concorsi letterari o anche altre attività culturali che consentano di portare avanti il prezioso lavoro di sensibilizzazione che mamma Caterina ha iniziato da tempo. 
388426 10200836663427570 1512159955 n

Aderire al Comitato è semplice: basta compilare un modulo disponibile online sul sito www.fabriziocatalano.it.

La sua sottoscrizione non implica alcun vincolo: ognuno è libero di partecipare come e quando vuole, secondo il proprio tempo libero, secondo il proprio cuore, secondo le proprie capacità.

Caratteristiche del Comitato, infatti, sono la versatilità e il dinamismo.

Al centro di tutto, come motore, c'è il cuore, mentre la linfa vitale dovrà essere “l’aiuto reciproco, che ci permette di sopravvivere al groviglio di sofferenza con cui siamo legati l'un l'altro”.

In questi anni Caterina Catalano ha tessuto un'importante rete di solidarietà ed è proprio su questi rapporti umani sinceri, basati sulla condivisione, che il Comitato fonda le proprie radici.

con gli amici di sempreMa “Cercando Fabrizio e... ” vuole essere anche un punto di ritrovo per condividere momenti di gioia e per questo giovedì scorso c'era una torta con 32 candeline, che i soci presenti hanno spento tutti insieme, per ricordare Davide Barbieri nel giorno del suo compleanno, in attesa di festeggiarlo di nuovo in sua compagnia.

Molti a causa della distanza non hanno potuto prender parte alla nascita del Comitato, ma hanno voluto testimoniare a Caterina la propria solidarietà e presenza.

Scrive Rossella Accardo, mamma coraggio siciliana: “Che sia un comitato senza confini, un comitato cheti aspettiamo inneggi al perdono, che non viva di stereotipi ma di amore.

Un comitato dove la verità regni sovrana e dove ci si aiuti l'un l'altro, senza  aspettare che chi ha bisogno debba chiedere, umiliandosi. Il dono di sé sovrasti l'egoismo.

Cosa può fare una gocciolina nell'oceano senza aver consapevolezza d'esser parte integrante di un oceano?”.

 

 

0
0
0
s2sdefault

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore