Logo
Stampa questa pagina

Atac, Confail Faisa: Dopo Marino, è ricominciato il consociativismo

bus atac 2"Dopo Marino, è ricominciato il nepotismo, un'azienda in cui permane un metodo clientelare e consociativo, dove le informazioni fanno fatica a circolare e con un cda che ha fallito e non ha raggiunto gli obiettivi preposti”.

Questa era l'Atac descritta dall'ex assessore alla mobilità di Roma Capitale nonché Senatore Stefano Esposito a mezzo stampa.

Per questi motivi di ulteriormente, Esposito dichiarò che avrebbe provato a “sensibilizzare” i membri del proprio partito affinché (testualmente) “girassero alla larga” dalla stessa Atac, visto il momento storico e critico della Municipalizzata dei trasporti, predicando un segnale di forte discontinuità rispetto al recentissimo passato, indicando al PD romano la strada più lontana possibile da via Prenestina.

Ma se l’On. Morassut ha cominciato stamane la campagna elettorale per le primarie nei depositi di ATAC e Roberto Giachetti è stato avvistato nei meandri della direzione, evidentemente il messaggio non è stato colto.

Non offendete la “vostra” dignità e non mortificate la “vostra” professione; non oltraggiate la “nostra” intelligenza e non abusate della “nostra” pazienza, di pascoli verdi e “vacche grasse” a via Prenestina non ce ne sono più.

I disastri generati dal sistema consociativo politico-sindacale, sono sotto gli occhi di tutti e ATAC non può e non deve più esserne considerata la cassaforte elettorale.

Ultima modifica ilMercoledì, 24 Febbraio 2016 15:39
Joomla SEF URLs by Artio
® Roma Capitale Magazine 2014. Tutti i diritti riservati.
*- Iscr. Trib Roma n° 283/2011 del 20-09-2011 -*
-*- Editore: Massimo Lo Monaco -*- Direttore Responsabile: Manuela Rella -*- Direttore Editoriale: Emiliano Frattaroli -*-