Logo
Stampa questa pagina

Nuove frontiere per la terapia del dolore

biologo al microscopioAncora un’altra scoperta, che può fregiarsi della pubblicazione su Brain Structure and Function, che reca la firma sarda e promette importanti applicazioni nella terapia del dolore per i pazienti affetti da patologie tumorali.

Lo studio, curato da Marina del Fiacco e dai suoi collaboratori del Dipartimento di Scienze Biomediche dell’ateneo cagliaritano, tra cui Maria Pina Serra, Tiziana Melis, Marianna Boi e Marina Quartu, ha rivelato la presenza, a livello dei nuclei delle colonne dorsali (ossia le formazioni grigie localizzate nella parte caudale dell’encefalo che consentono la percezione e la coscienza dei movimenti del corpo) di alcune “zone” che presentano la peculiarità dei nuclei deputati alla trasmissione della sensibilità e del dolore viscerale.

L’eccezionale scoperta fa emergere che le “zone” neo identificate possiedono neurochimica differente dall’area dei nuclei delle colonne dorsali in cui sono inclusi, e in particolare, lo studio ha evidenziato la presenza di neuromediatori peptidici come enkefaline e sostanza P, peptide correlato al gene della calcitonina, galanina, fattori neurotrofici e molecole dall’elevata capacità neuroplastica, oltre a diversi tipi di recettori che conferiscono a queste “zone” la prerogativa esclusivamente umana.

Pare, infatti, che aree con tali caratteristiche non siano mai state descritte e identificate in altre specie animali.

Ultima modifica ilDomenica, 17 Agosto 2014 14:52
Joomla SEF URLs by Artio
® Roma Capitale Magazine 2014. Tutti i diritti riservati.
*- Iscr. Trib Roma n° 283/2011 del 20-09-2011 -*
-*- Editore: Massimo Lo Monaco -*- Direttore Responsabile: Manuela Rella -*- Direttore Editoriale: Emiliano Frattaroli -*-