logorcb

updated 11:06 PM CET, Dec 6, 2019

Sempre più mamme single e lo Stato latita

mamme-bambini 600x398Secondo gli ultimi dati Istat le mamme single in Italia sono in aumento, e attualmente sono circa un milione e 185.000.

Le motivazioni sono diverse: ragazze madri, donne divorziate e, in misura minore, vedove o donne che hanno scelto la maternità attraverso l’inseminazione artificiale, pur non avendo un partner.

L’assegno di mantenimento da parte degli ex non è sempre costante e la situazione economica è quella che più spesso causa tensioni e difficoltà, che purtroppo a volte ricadono anche sui figli.

Nel nostro paese questa categoria di mamme single per scelta, è marginale rispetto agli altri paesi sviluppati, ed è facile capire il perché. In Italia non esiste un welfare degno di questo nome per il sostegno alle famiglie e in particolare ai genitori.

Non ci sono asili nido, i pochi esistenti sono per lo più privati e costosissimi, non sono previsti sussidi per le madri nubili, per la disoccupazione, per la casa. Lo Stato è quindi inesistente.

mamma-lavoratriceLa rete familiare tradizionale tende pian piano a scomparire, le famiglie monoparentali sono in continuo aumento e nella stragrande maggioranza dei casi il genitore con cui vivono i figli è la madre, cioè una donna, l’elemento debole del mercato del lavoro.

Dagli studi dell’Istat risulta chiaramente che le donne hanno perso più occupazione degli uomini e che le mamme single sono ben l’85% a fronte del 15% dei papà.

Inoltre le donne spesso arrivano alla separazione senza un lavoro anche grazie alle famigerate dimissioni in bianco che costringono le donne a rinunciare al lavoro in caso di gravidanza. Trovare un’occupazione in tempi di crisi, soprattutto se non hanno alcun aiuto per la cura e la gestione dei figli, diventa una missione impossibile.

Essere madri single significa fare i conti con il problema finanziario, del tempo o delle energie.

Affrontare la situazione è possibile raggiungendo e mantenendo nel tempo un saldo equilibrio emotivo.

In realtà in molti paesi europei e soprattutto in America sta aumentando in modo esponenziale il numero di mamme che decidono liberamente di restare single.

La scelta spesso è quella di essere indipendenti da sole o esserlo insieme a un figlio e sono sempre di più, nel mondo, le donne che scelgono lo status di mamme single.

working mother-e1266912173449L’Italia è un paese rispetto a questi dati ancora decisamente moderato.

Troppo spesso le donne sono costrette a scegliere se essere donne lavoratrici o madri perché in caso di gravidanza sono costrette ad affrontare non poche difficoltà sul posto di lavoro. In ogni caso molte temono di rimanere da sole.

La maggior parte delle madri single, nubili, divorziate o separate, si ritrovano nella necessità di crescere dei figli da sole perché lasciate dai propri compagni o mariti.

Non è facile per una mamma single andare avanti in un paese come il nostro, dove non ci sono strutture che aiutano e dove sono inesistenti sostegni economici a favore dell’infanzia e dei genitori single.

Nonostante queste mancanze, le donne sono orgogliose e felici di esserlo.

Nel frattempo le mamme single, dato che allo stato attuale delle cose possono contare solo sulle loro forze, si danno da fare (come se non bastassero le fatiche che affrontano nella vita quotidiana!) e in molte parti d’Italia si riuniscono in associazioni e gruppi d’ascolto che promuovono importanti iniziative ma soprattutto hanno lo scopo di fornire solidarietà e assistenza alle mamme che, per i più svariati motivi, si trovano a dover affrontare le stesse difficili situazioni.

Ultima modifica ilGiovedì, 16 Gennaio 2014 12:48
Dora Millaci

Poetessa e scrittrice, prolifica in modo particolare di racconti brevi. Grazie alla sua innata sensibilità e amore per il prossimo, riesce a scuotere la coscienza del lettore sui temi della sofferenza, della morte, della comprensione, della tolleranza e dell'amicizia. Ogni sua opera è unica e la sua “impronta” la si ritrova e la si riconosce anche nelle favole, poiché in ogni racconto c'è sempre una profonda morale. Col suo modo di scrivere semplice riesce a raggiungere il cuore del lettore, lasciandone alla fine un segno profondo.

Attualmente collabora con diverse riviste on-line e cartacee, oltre che condurre una piccola trasmissione radio sul web: Una voce per un aiuto.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore