cropped roma talk radio 1

Riceviamo e pubblichiamo da Sandro Biviano

xxxDSC 6464Ciao cari amici miei, come tutti sapete oggi e il ventesimo giorno che manifestiamo a oltranza.

Non vi descrivo le difficoltà, il caldo e la stanchezza che ogni giorno subiamo.

Come ho sempre detto non mi fermo, ostinato anche a morire qui a Montecitorio, perché il diritto alla vita non deve essere negato a nessuno, perché mentre i nostri cari politici sono in vacanza, nelle famiglie ci sono tanta sofferenza, dolore e disperazione.

Per chi vive queste situazioni può comprendere il nostro gesto.

Vorrei ringraziare tante persone che mi stanno dando la possibilità, economicamente, di portare avanti questa battaglia cruda.

Vorrei ringraziare anche tante altre persone che ci danno solidarietà e la forza per andare avanti senza farci sentire soli.

Una cosa devo dire, ho letto alcuni post che mi hanno fatto male, accusato di voler saltare la fila davanti ai bambini.

Una cosa disgustosa e vergognosa!

Mi rendo conto dove può arrivare la cattiveria della gente accusandoci anche di non avere una malattia che ti porta alla morte.

Questa cosa è molto grave!

Ma ci passo sopra, anche se sarebbe da denunciare.

Ma questo lascio a Dio a giudicare, perché prima o poi queste persone si devono presentare alle porte del Signore.

Però lancio un invito a questi signori, se hanno un po’ di umiltà e dignità, a venire a Montecitorio a dirmi in faccia cosa hanno da dirmi, e vedere lo stato in quale ci troviamo, prima di aprire la bocca.

Le mie richieste al ministro Lorenzin, Boldrini, Marletta, Napolitano sono state in presenza di tante altre persone come Vittorio Pedris, Daniela Iannone, Paolo Rocchi, Roberto Meloni e tante altre persone sono state dette testuali parole (se io sto dialogando con voi vuol dire che respiro autonomamente in quanto io da persona coerente e sofferente comprendo il dolore alla sofferenza in primis mi metto da parte, ma chiedo umilmente che prendono un serio provvedimento per tutti i bambini, gli adulti e le persone che vivono in coma vegetativo, a cui vengono fatte le infusioni di urgenza, come nel caso di mia sorella).

Queste sono sempre state le mie dichiarazioni.

Chiedo col cuore in mano che si finisca di parlare di comitati, movimenti, di associazioni e di interessi, perché qua ci sono persone malate che lottano ogni giorno per il diritto alla vita!

Una cosa che mi spezza il cuore aprendo facebook, è che non vedo unione per darci una mano in questa causa.

Si parla di tutto, meno che organizzarvi per darci una mano.

Spero che tante persone si passino la mano sulla coscienza e vedano e apprezzino il nostro sacrificio che le nostre ferie le stiamo facendo sui sanpietrini bollenti di Montecitorio che a settembre comunicherò una data importantissima dove possiamo cercare insieme di far passare l'articolo 43 del fare per autorizzare tanti ospedali in Italia inclusa la Sicilia bloccando tutta Roma.

Una cosa che mi fa anche male che siamo stati dimenticati dalla nostra terra natia alla quale questo messaggio dedico, e a Lucia Borsellino e Rosario Crocetta che rappresentano la Sicilia ci stanno lasciando morire a Montecitorio senza intervenire essendo figli della Sicilia, questa è una cosa ingiustificabile che chi ci rappresenta è indifferente.

Comunque noi andremo avanti sperando che i politici non continuino con questa indifferenza.

Ultima modifica ilMercoledì, 20 Agosto 2014 13:26

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partly cloudy

16°C

Roma

Partly cloudy
Humidity: 53%
Wind: NNW at 11.27 km/h
Sunday
Partly cloudy
5°C / 14°C
Monday
Mostly sunny
3°C / 15°C
Tuesday
Mostly cloudy
6°C / 15°C
Wednesday
Partly cloudy
8°C / 16°C