logorcb

updated 10:34 PM CET, Feb 21, 2020

Emergenza casa

emergenza-casa-a-trecate-in-testa-le-famiglie-italiane-12171A Genova 4.000 famiglie in coda per avere un alloggio. 

In Italia circa 23.581 famiglie, pari allo 0,11% del totale, vivono in condizioni di emergenza abitativa, e di queste circa 6.129 solo al Sud.

In Italia solo nel 2012, ben 220 mila persone sono state sfrattate per morosità.

Ecco il risultato della crisi economica.

Il Comune genovese per risolvere in parte la questione, tende a incentivare i privati che tengono appartamenti vuoti.

Questo allarme però colpisce molte regioni: Lombardia, Veneto, Friuli, Toscana, Umbria, Marche, Lazio e Puglia. Per le città: Torino, Novara e  per l'appunto la Liguria con Genova.

Nel capoluogo ligure, gli enti pubblici, nonostante gli sforzi notevoli anche in termini economici, non riescono a gestire una domanda così elevata.

Difatti ogni anno si liberano soltanto 300 abitazioni del patrimonio di edilizia pubblica.

L'unica strategia possibile, è forse quella di spingere i proprietari privati a mettere sul mercato  con contratti concordati le loro abitazioni che non utilizzano, dandole in affitto.

Lo sportello dell'emergenza alloggi, a Genova è sempre affollato.

Le persone sono esasperate, vogliono una casa, pretendono un'abitazione perché l'emergenza continua a crescere e la situazione si fa sempre più critica.

emergenza-casaQuesta città è arrivata a un primato in classifica non certo piacevole da digerire: è ai primi posti delle città del Nord per numero di provvedimenti emessi per morosità. Nel 2012 sono stati 1.436  con un incremento pari all'11% rispetto all'anno precedente.

Il risultato della crisi nelle principali aree metropolitane è stato quindi boom di sfratti, aumenti degli affitti e occupazioni abusive.

Il governo non ne accenna mai nella sua agenda.

La politica guarda altrove e cerca solo accordi con i costruttori.

Ma l'emergenza abitativa sta diventando uno dei punti esplosivi della crisi sociale in corso.

Anzi parla solo di tasse sulla casa, ma quale casa?

Migliaia di sfratti perché con licenziamenti e disoccupazione tantissime famiglie non possono più pagare gli affitti o sono insolventi con le banche.

Ecco perché in diverse città italiane, da Nord a Sud senza alcuna distinzione, gli attivisti degli sportelli-casa, coadiuvati dai centri sociali sostengono le persone che, nella disperazione hanno occupato abusivamente appartamenti.

IMG 4473Non si sta parlando di immigrati senza tetto, ma anche di famiglie italiane, molte con bambini che a causa della crisi hanno perso il lavoro e si sono ritrovati nel giro di pochi mesi senza un tetto sotto cui vivere.

C'è chi preso dalla disperazione ha preferito togliersi la vita, perché quando ci si trova in quelle condizioni, dove si perde tutto, si viene toccati nel profondo e un uomo si ritrova quindi senza più amor proprio.

Che cosa chiedono dunque queste persone?

Solo un riparo dove poter vivere riprendendo la propria dignità, perché nelle città ci sono moltissimi edifici vuoti,  abbandonati e sembra una vera presa in giro quando i Comuni rispondono: “Non abbiamo case”.

Ultima modifica ilLunedì, 18 Agosto 2014 18:18
Dora Millaci

Poetessa e scrittrice, prolifica in modo particolare di racconti brevi. Grazie alla sua innata sensibilità e amore per il prossimo, riesce a scuotere la coscienza del lettore sui temi della sofferenza, della morte, della comprensione, della tolleranza e dell'amicizia. Ogni sua opera è unica e la sua “impronta” la si ritrova e la si riconosce anche nelle favole, poiché in ogni racconto c'è sempre una profonda morale. Col suo modo di scrivere semplice riesce a raggiungere il cuore del lettore, lasciandone alla fine un segno profondo.

Attualmente collabora con diverse riviste on-line e cartacee, oltre che condurre una piccola trasmissione radio sul web: Una voce per un aiuto.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore