cropped roma talk radio 1

Slot mob teatrale all'Aurelio domenica 5 novembre

22730541 1967457946864897 3787174145949487254 nNegli ultimi anni, in concomitanza con la crisi economica, abbiamo assistito al proliferare di sale giochi e alla diffusione di giochi di ogni tipo che hanno creato una vera e propria malattia, la "ludopatia", specie fra i soggetti più deboli e indifesi.

I costi sociali di questa vera e propria malattia sono altissimi, anche in termini monetari per il servizio sanitario, e oltretutto, questi "giochi", gestiti oramai da privati, sono anche perfettamente legali.

Nel lucroso affare del gioco si annidano ulteriori rischi quali le infiltrazioni mafiose, la crescita dell'usura, l'ulteriore peggioramento delle condizioni di vita delle persone più fragili e povere, i sussidi da versare a chi si rovina giocando, separazioni e divorzi legati al gioco, che oramai non risparmia nemmeno i minorenni.

Anche nel quartiere Aurelio, da via Baldo degli Ubaldi a via Urbano II, aumenta sempre di più il numero delle sale giochi, accompagnato dalla chisura di molti esercizi commerciali e luoghi di ritrovo di un tempo, come la macelleria Coletti in via Sisto IV o come il cinema Colorado di via Clemente III.

Questi negozi vengono, in qualche modo fatti rivivere con il progetto "Sulle serrande" dell'associazione Pinacci nostri, che già aveva realizzato opere di street art per alleviare il degrado dei nostri quartieri, che consiste nel decorare le serrande di questi locali chiusi da anni, anche per evitare ulteriore degrado di "writers" e vandali.

Uno sforzo per contrastare questo degrado, da qualche tempo, viene tentato da alcuni soggetti che operano nel quartiere: tra le iniziative messe in campo ricordiamo quella di domenica prossima 5 novembre alle 10,30 al "baretto" di via Clemente III 19 dalle associazioni Pinacci Nostri, Volontari decoro XIII Municipio, Associazione Dario Simonetti, Aurelio in Comune e Urban Arts Project.

Si tratta di una "slot mob" teatrale come opera di sensibilizzazione alla creazione di quartieri più umani e a misura d'uomo, con la recitazione di sonetti di Belli e altri autori romani, un'occasione per condividere esperienze e opinioni sui problemi del quartiere.

La risposta della ASL di Viterbo alle richieste del Comune di Acquapendente

Ospedale di San Giovanni detto della Scala Acquapendente 01Lo scorso 3 ottobre la dottoressa Daniela Donelli, direttore generale della ASL di Viterbo, ha risposto alle richieste del sindaco e all’interpellanza dei consiglieri di minoranza del Comune di Acquapendente in merito alla situazione del locale presidio ospedaliero.

Sia il sindaco sia i consiglieri di minoranza, lo scorso 23 settembre e in occasione dell’incontro del 19 settembre, avevano manifestato alla ASL le loro preoccupazioni circa la diminuzione dei servizi erogati dall’ospedale di Acquapendente.

Gli esponenti del Comune hanno richiamato l’attenzione della ASL in merito al problema della carenza di personale, di locali e attrezzature idonee, sia per le prestazioni ambulatoriali che per quelle specialistiche, per il consultorio, per il servizio di endoscopia, nonchè sulla mancanza del responsabile clinico e il numero insufficiente di ore di presenza del ginecologo e sulla prossima chiusura della farmacia comunale.

I cittadini del XIV Municipio chiedono l’apertura e l’utilizzo del Forte Trionfale

forte 2016 d0

Sono passati diversi anni dalla dismissione delle aree degli ex forti militari dal Demanio Militare e finora, sia per il Forte Boccea nel XIII Municipio, sia per il Forte Trionfale nel XIV non si intravede alcuna prospettiva di futuro utilizzo.

E intanto un patrimonio storico, culturale e ambientale si perde nel degrado: questo è anche quanto hanno lamentato le associazioni del XIV Municipio, riunitesi lo scorso giugno proprio davanti al Forte Trionfale.

Dopo il processo partecipato messo in atto dall’ex assessore all’urbanistica Giovanni Caudo, che aveva coinvolto decine di associazioni e centinaia di cittadini, e aveva portato a progetti di riutilizzo della Palazzina Missana, all’ipotesi del camminamento ciclopedonale all’interno del forte, del collegamento con le aree verdi del Pineto, del collegamento con l’ufficio postale di via Sappada, l’utilizzo dell’hangar e della creazione di una piazza davanti all’hangar, tutto tace e l’attuale amministrazione non prende alcuna posizione.

Torrenti intasati da erbacce e terra a Falcone (ME)

20170913 123041

Il comune di Falcone, in provincia di Messina, è situato sulla costa settentrionale, tra Messina e Palermo, a circa 60 km. da Messina.

Nel territorio comunale esistono due torrenti, il torrente Arancia, che a Est lo separa dal comune di Furnari, e il torrente Elicona a ovest, che lo separa da Oliveri. Quest’ultimo, fino allo scorso anno presentava una consistente portata d’acqua, ma quest’anno, a causa della siccità, non arriva a sfociare in mare.

Lo stesso dicasi per il torrente Arancia, che attraversa la città all’altezza del complesso Baia Blu.

Entrambi, ma specialmente il torrente Arancia, da mesi sono invasi da erbacce, sterpaglie e immondizie, nonché quasi ostruiti all’altezza dei punti in cui passano sotto la strada, anche nei pressi della Baia Blu e di altre abitazioni.

Quest’ultima estate è stata caratterizzata da siccità, cui sono seguite consistenti piogge nel mese di settembre, che hanno causato allagamenti e, a Livorno, anche la morte di alcune persone.

Ciò nonostante, l’amministrazione comunale di Falcone non ha provveduto, al momento, a ripulire adeguatamente il torrente Arancia, che pure negli scorsi anni aveva causato notevoli danni per la sua esondazione.

Nella prima metà di settembre si sono presentati due operai mandati dal Comune su sollecitazione di alcuni residenti preoccupati per lo stato del torrente, per un sopralluogo, si spera che a breve sia effettuato un intervento per la ripulitura e la messa in sicurezza del torrente.

Salviamo l’abbazia di Santa Maria dei Conversi a Scafati (SA)

4A Scafati, in provincia di Salerno, resistono ancora le mura di un’antica abbazia, quella di Santa Maria dei Conversi, costruita per volere di Carlo d’Angiò per celebrare la vittoria della battaglia di Benevento contro Manfredi nel 1266.

Oltre a quella di Scafati fu costruita anche l’abbazia di Santa Maria della Vittoria, presso Scurcola Marsicana, per celebrare la vittoria nella battaglia di Tagliacozzo nel 1268.

Costruito nel 1274, distrutto a seguito di un terremoto nel 1456 e poi ricostruito dai Cistercensi, il complesso si presenta in uno stato di avanzato degrado, tanto che il visitatore stenta a capire l’importanza dell’edificio e la sua complessa storia.

Alcune finestre dell’abbazia sono state tamponate, così come le monofore della chiesa, mentre mensole e capitelli si presentano anneriti ed erosi dal dilavamento susseguitosi nei secoli.

Molto bello e raccolto il chiostro e il relativo giardino, mentre purtroppo sono andate perdute molte decorazioni dell’esterno, fortemente degradate da muffe e vegetazione, e anche le mura del dispensario appaiono prive di rivestimenti e decorazioni.

Un vero peccato, perché le mura di questo edificio avrebbero molte storie da raccontare, dai fasti del periodo angioino alla decadenza del periodo aragonese, e molte sono le testimonianze architettoniche e artistiche dei vari periodi storici che si sono susseguiti, si tratta di un patrimonio artistico da recuperare e tramandare alle generazioni future.

10

Degrado e mancanza di sicurezza a Lavinio

20170827 092549 monnezza

Le vacanze tra allarmi che suonano, cumuli di immondizia e auto vandalizzate

A Lavinio e in tutto il Comune di Anzio, come ogni anno, si ripropone il problema della raccolta dei rifiuti. Da quando sono spariti i cassonetti e si è avviata la raccolta differenziata è aumentata enormemente la quantità di rifiuti abbandonati in strada, anche in grandi quantità. In vari punti della cittadina ignoti poco civili, non trovando i cassonetti, abbandonano i rifiuti formando veri e propri cumuli di rifiuti che vengono, a fatica, smaltiti come indifferenziato, con rilevanti costi per il Comune.

E non sempre vengono raccolti i rifiuti nemmeno di chi si attiene scrupolosamente al calendario della raccolta: capita che un giorno non raccolgano l’umido, un giorno la carta, la plastica, il vetro. Magari il mercoledì non viene raccolta la carta in una zona, e invece raccolta in altre zone, ma che in quella zona venga raccolta la plastica il sabato, che invece non viene raccolta in altre zone. Insomma, una raccolta a scacchiera, oggi qua sì, e là no, ma domani in compenso il contrario.

Anche per le potature dei giardini il discorso non è piacevole: incassata la “rivoluzione” secondo cui ognuno è operatore ecologico di se stesso e la propria macchina è il camion dell’immondizia, tutti si sono rassegnati a fare 10-15 km. (tra andata e ritorno) con la propria auto e andare molto oltre la stazione per portare alla discarica sacchi maleodoranti di erba e altre potature dei giardini, che rendono impresentabile portabagagli e abitacolo. Senonchè si deve anche tenere conto degli orari della discarica e della pausa pomeridiana di 3 ore circa, non indicata sul sito Internet, dove anzi, si dice che l’apertura è continuata.

2313258 vetro auto sfondato

Come se non bastasse, negli ultimi anni, dopo aver registrato un consistente numero di furti, con conseguente corsa a inutili denunce alle Forze dell’Ordine e all’installazione di altrettanto inutili e fastidiosi allarmi, si è registrato anche un preoccupante numero di finestrini sfondati sul lungomare e in altre zone. Una banda di ignoti vandali mentecatti ha preso di mira le auto parcheggiate, confidando nella totale assenza di controlli sul territorio: al ritorno dalla spiaggia la sorpresa, con ricerca affannata di chi possa sostituire il vetro, magari il 15 agosto.

Rimane il mare, tra i migliori del litorale: però, dopo aver pagato IMU, TARI, Consorzio e tasse varie la rabbia, come la sensazione di essere abbandonati e presi in giro, è veramente tanta.

XII Municipio: no a nuovi centri profughi

Roma Municipio XII

Dopo i timori espressi dai residenti e del comitato di quartiere Vignaccia, la Prefettura ha fugato ogni dubbio sulla possibilità di istituire un centro profughi in via della Vignaccia.

Lo scorso 7 agosto, del resto, si era anche riunita la Commissione Trasparenza del XII Municipio, per discutere di questo argomento, e in tale occasione, la Presidente del Municipio Silvia Crescimanno ha confermato quanto appreso dalla Prefettura.

La commissione, all’unanimità, ha anche espresso intendimento contrario all’istituzione di altri centri profughi in zona, dato che esistono già quelli di via Ramazzini e di Largo Perassi.

Il consigliere PD Augusto Rossi, che aveva convocato la Commissione, ha anche espresso l’auspicio che, a settembre, la Presidente disponga dei sopralluoghi congiunti per la risoluzione dei problemi del quartiere Vignaccia.

Revenants al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara fino al 20 agosto

19488590 388703638197883 4929557256364374294 o

Dal 21 luglio al 20 agosto il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara ospiterà una nuova mostra allestita dai “Revenants”, che propongono originali sculture accompagnate dall’esecuzione di musiche ispirate all’archeologia.

Il museo ospita i reperti dell’antica città di Spina, importante città etrusca stanziata sulla costa adriatica tra il VI e il III Secolo a.C. nei pressi del delta del Po.

Leigh Ann Hallberg e Paul Bright, con le loro musiche e con i loro allestimenti, cercheranno di trasportare i visitatori in un viaggio immaginario nel mondo degli antichi etruschi.

L’inaugurazione sarà preceduta dalla visita al museo e alla mostra “Di Spina e della Musica perduta” guidata dal direttore del Museo alle 17,30 del 21 luglio, con l’occasione il Museo effettuerà apertura continuata.

La mostra è un'occasione per apprezzare le atmosfere molto particolari e suggestive create dal connubio fra la musica e la scultura, che rievocano lo spirito di un mondo antico e misterioso.

Il Cinema Balduina, il calendario dal 3 al 12 luglio

19424528 825521694292090 511905576028599588 n

Il “Cinema Balduina” è una nuova realtà presente nella zona Balduina, e precisamente nell’area della scuola Leopardi, in via del Parco della Vittoria, 30.

Si tratta di un’arena all’aperto allestita all’interno dei giardini della scuola, con una capienza massima di 200 persone, dove sarà possibile vedere film e assistere a spettacoli di intrattenimento per i prossimi 10 giorni.

A partire dal 3 luglio è previsto un calendario di film d’autore, alcuni anche recenti, preceduti da eventi di intrattenimento, a partire dalle ore 20,15.

Si inizia il 3 luglio con il film “Perfetti sconosciuti”, preceduto dalla presentazione degli organizzatori. Il 4 luglio è la volta de “La stangata” con Paul Newman, poi “La la land”, classici come “I soliti ignoti” e così via fino al 12 luglio.

Il programma è visionabile su https://www.facebook.com/events/885954131554758/

Si tratta di una bella iniziativa resa possibile per la collaborazione con i locali comitati di quartiere e da numerosi sponsor, tramite la quale è possibile, per alcuni giorni, far rivivere le atmosfere del vecchio e mai dimenticato Cinema Belsito.

L’8 giugno i comitati di quartiere alla Giustiniana protestano contro il nuovo centro di accoglienza

20150316014129

In un primo momento sembrava dovesse essere la struttura della Parrocchia di S. Bartolomeo Apostolo di vicolo Monte Arsiccio ad accogliere un numero imprecisato di migranti in arrivo a Roma, ma poi, data l’inadeguatezza di quest’ultima, si è optato per la casa per ferie San Gabriele alla Giustiniana.

Questo complesso dispone di 34 camere che saranno adibite a centro di accoglienza per richiedenti asilo, come fatto anche in altre occasioni, sembra a partire dal 15 giugno.

Una parte dei residenti vede l’arrivo di queste persone come una minaccia per la propria tranquillità ed incolumità, per questo i comitati di quartiere Giustiniana Case e Campi e Monte Arsiccio hanno indetto per giovedì 8 giugno una manifestazione di protesta presso il piazzale della Stazione della Giustiniana alle ore 18,00.

I cittadini, e non solo quelli dei quartieri periferici, sono esasperati per il degrado della nostra città, che ha raggiunto livelli impressionanti in quest’ultimo anno, per il traffico, le montagne di rifiuti, i parchi abbandonati e la mancanza di sicurezza, e ora alcuni pensano che la situazione possa peggiorare per l’arrivo di qualche decina di persone che verranno ospitate nella struttura del San Gabriele.

Al di là delle guerre e della fame che alimentano questo esodo senza fine, occorre risolvere il problema demografico e l’inettitudine e la corruzione dei governi dei paesi di partenza che sono alla base del fenomeno che spinge milioni e milioni di disperati a cercare scampo in una parte della Terra che, purtroppo, non ha i mezzi e lo spazio per contenerli tutti.

Alessandro Ranieri

Sottoscrivi questo feed RSS
Partly cloudy

16°C

Roma

Partly cloudy
Humidity: 53%
Wind: NNW at 11.27 km/h
Sunday
Partly cloudy
5°C / 14°C
Monday
Mostly sunny
3°C / 15°C
Tuesday
Mostly cloudy
6°C / 15°C
Wednesday
Partly cloudy
8°C / 16°C

Warning: mysqli::stat(): Couldn't fetch mysqli in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/libraries/joomla/database/driver/mysqli.php on line 209

Warning: mysqli_close(): Couldn't fetch mysqli in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/libraries/joomla/database/driver/mysqli.php on line 216

Warning: mysqli::stat(): Couldn't fetch mysqli in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/libraries/joomla/database/driver/mysqli.php on line 209

Warning: mysqli_close(): Couldn't fetch mysqli in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/libraries/joomla/database/driver/mysqli.php on line 216

Warning: mysqli::stat(): Couldn't fetch mysqli in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/libraries/joomla/database/driver/mysqli.php on line 209

Warning: mysqli_close(): Couldn't fetch mysqli in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/libraries/joomla/database/driver/mysqli.php on line 216

Warning: mysqli::stat(): Couldn't fetch mysqli in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/libraries/joomla/database/driver/mysqli.php on line 209

Warning: mysqli_close(): Couldn't fetch mysqli in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/libraries/joomla/database/driver/mysqli.php on line 216

Warning: mysqli::stat(): Couldn't fetch mysqli in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/libraries/joomla/database/driver/mysqli.php on line 209

Warning: mysqli_close(): Couldn't fetch mysqli in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/libraries/joomla/database/driver/mysqli.php on line 216