RRC1

Salviamo l’abbazia di Santa Maria dei Conversi a Scafati (SA)

4A Scafati, in provincia di Salerno, resistono ancora le mura di un’antica abbazia, quella di Santa Maria dei Conversi, costruita per volere di Carlo d’Angiò per celebrare la vittoria della battaglia di Benevento contro Manfredi nel 1266.

Oltre a quella di Scafati fu costruita anche l’abbazia di Santa Maria della Vittoria, presso Scurcola Marsicana, per celebrare la vittoria nella battaglia di Tagliacozzo nel 1268.

Costruito nel 1274, distrutto a seguito di un terremoto nel 1456 e poi ricostruito dai Cistercensi, il complesso si presenta in uno stato di avanzato degrado, tanto che il visitatore stenta a capire l’importanza dell’edificio e la sua complessa storia.

Alcune finestre dell’abbazia sono state tamponate, così come le monofore della chiesa, mentre mensole e capitelli si presentano anneriti ed erosi dal dilavamento susseguitosi nei secoli.

Molto bello e raccolto il chiostro e il relativo giardino, mentre purtroppo sono andate perdute molte decorazioni dell’esterno, fortemente degradate da muffe e vegetazione, e anche le mura del dispensario appaiono prive di rivestimenti e decorazioni.

Un vero peccato, perché le mura di questo edificio avrebbero molte storie da raccontare, dai fasti del periodo angioino alla decadenza del periodo aragonese, e molte sono le testimonianze architettoniche e artistiche dei vari periodi storici che si sono susseguiti, si tratta di un patrimonio artistico da recuperare e tramandare alle generazioni future.

10

Degrado e mancanza di sicurezza a Lavinio

20170827 092549 monnezza

Le vacanze tra allarmi che suonano, cumuli di immondizia e auto vandalizzate

A Lavinio e in tutto il Comune di Anzio, come ogni anno, si ripropone il problema della raccolta dei rifiuti. Da quando sono spariti i cassonetti e si è avviata la raccolta differenziata è aumentata enormemente la quantità di rifiuti abbandonati in strada, anche in grandi quantità. In vari punti della cittadina ignoti poco civili, non trovando i cassonetti, abbandonano i rifiuti formando veri e propri cumuli di rifiuti che vengono, a fatica, smaltiti come indifferenziato, con rilevanti costi per il Comune.

E non sempre vengono raccolti i rifiuti nemmeno di chi si attiene scrupolosamente al calendario della raccolta: capita che un giorno non raccolgano l’umido, un giorno la carta, la plastica, il vetro. Magari il mercoledì non viene raccolta la carta in una zona, e invece raccolta in altre zone, ma che in quella zona venga raccolta la plastica il sabato, che invece non viene raccolta in altre zone. Insomma, una raccolta a scacchiera, oggi qua sì, e là no, ma domani in compenso il contrario.

Anche per le potature dei giardini il discorso non è piacevole: incassata la “rivoluzione” secondo cui ognuno è operatore ecologico di se stesso e la propria macchina è il camion dell’immondizia, tutti si sono rassegnati a fare 10-15 km. (tra andata e ritorno) con la propria auto e andare molto oltre la stazione per portare alla discarica sacchi maleodoranti di erba e altre potature dei giardini, che rendono impresentabile portabagagli e abitacolo. Senonchè si deve anche tenere conto degli orari della discarica e della pausa pomeridiana di 3 ore circa, non indicata sul sito Internet, dove anzi, si dice che l’apertura è continuata.

2313258 vetro auto sfondato

Come se non bastasse, negli ultimi anni, dopo aver registrato un consistente numero di furti, con conseguente corsa a inutili denunce alle Forze dell’Ordine e all’installazione di altrettanto inutili e fastidiosi allarmi, si è registrato anche un preoccupante numero di finestrini sfondati sul lungomare e in altre zone. Una banda di ignoti vandali mentecatti ha preso di mira le auto parcheggiate, confidando nella totale assenza di controlli sul territorio: al ritorno dalla spiaggia la sorpresa, con ricerca affannata di chi possa sostituire il vetro, magari il 15 agosto.

Rimane il mare, tra i migliori del litorale: però, dopo aver pagato IMU, TARI, Consorzio e tasse varie la rabbia, come la sensazione di essere abbandonati e presi in giro, è veramente tanta.

XII Municipio: no a nuovi centri profughi

Roma Municipio XII

Dopo i timori espressi dai residenti e del comitato di quartiere Vignaccia, la Prefettura ha fugato ogni dubbio sulla possibilità di istituire un centro profughi in via della Vignaccia.

Lo scorso 7 agosto, del resto, si era anche riunita la Commissione Trasparenza del XII Municipio, per discutere di questo argomento, e in tale occasione, la Presidente del Municipio Silvia Crescimanno ha confermato quanto appreso dalla Prefettura.

La commissione, all’unanimità, ha anche espresso intendimento contrario all’istituzione di altri centri profughi in zona, dato che esistono già quelli di via Ramazzini e di Largo Perassi.

Il consigliere PD Augusto Rossi, che aveva convocato la Commissione, ha anche espresso l’auspicio che, a settembre, la Presidente disponga dei sopralluoghi congiunti per la risoluzione dei problemi del quartiere Vignaccia.

Revenants al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara fino al 20 agosto

19488590 388703638197883 4929557256364374294 o

Dal 21 luglio al 20 agosto il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara ospiterà una nuova mostra allestita dai “Revenants”, che propongono originali sculture accompagnate dall’esecuzione di musiche ispirate all’archeologia.

Il museo ospita i reperti dell’antica città di Spina, importante città etrusca stanziata sulla costa adriatica tra il VI e il III Secolo a.C. nei pressi del delta del Po.

Leigh Ann Hallberg e Paul Bright, con le loro musiche e con i loro allestimenti, cercheranno di trasportare i visitatori in un viaggio immaginario nel mondo degli antichi etruschi.

L’inaugurazione sarà preceduta dalla visita al museo e alla mostra “Di Spina e della Musica perduta” guidata dal direttore del Museo alle 17,30 del 21 luglio, con l’occasione il Museo effettuerà apertura continuata.

La mostra è un'occasione per apprezzare le atmosfere molto particolari e suggestive create dal connubio fra la musica e la scultura, che rievocano lo spirito di un mondo antico e misterioso.

Il Cinema Balduina, il calendario dal 3 al 12 luglio

19424528 825521694292090 511905576028599588 n

Il “Cinema Balduina” è una nuova realtà presente nella zona Balduina, e precisamente nell’area della scuola Leopardi, in via del Parco della Vittoria, 30.

Si tratta di un’arena all’aperto allestita all’interno dei giardini della scuola, con una capienza massima di 200 persone, dove sarà possibile vedere film e assistere a spettacoli di intrattenimento per i prossimi 10 giorni.

A partire dal 3 luglio è previsto un calendario di film d’autore, alcuni anche recenti, preceduti da eventi di intrattenimento, a partire dalle ore 20,15.

Si inizia il 3 luglio con il film “Perfetti sconosciuti”, preceduto dalla presentazione degli organizzatori. Il 4 luglio è la volta de “La stangata” con Paul Newman, poi “La la land”, classici come “I soliti ignoti” e così via fino al 12 luglio.

Il programma è visionabile su https://www.facebook.com/events/885954131554758/

Si tratta di una bella iniziativa resa possibile per la collaborazione con i locali comitati di quartiere e da numerosi sponsor, tramite la quale è possibile, per alcuni giorni, far rivivere le atmosfere del vecchio e mai dimenticato Cinema Belsito.

L’8 giugno i comitati di quartiere alla Giustiniana protestano contro il nuovo centro di accoglienza

20150316014129

In un primo momento sembrava dovesse essere la struttura della Parrocchia di S. Bartolomeo Apostolo di vicolo Monte Arsiccio ad accogliere un numero imprecisato di migranti in arrivo a Roma, ma poi, data l’inadeguatezza di quest’ultima, si è optato per la casa per ferie San Gabriele alla Giustiniana.

Questo complesso dispone di 34 camere che saranno adibite a centro di accoglienza per richiedenti asilo, come fatto anche in altre occasioni, sembra a partire dal 15 giugno.

Una parte dei residenti vede l’arrivo di queste persone come una minaccia per la propria tranquillità ed incolumità, per questo i comitati di quartiere Giustiniana Case e Campi e Monte Arsiccio hanno indetto per giovedì 8 giugno una manifestazione di protesta presso il piazzale della Stazione della Giustiniana alle ore 18,00.

I cittadini, e non solo quelli dei quartieri periferici, sono esasperati per il degrado della nostra città, che ha raggiunto livelli impressionanti in quest’ultimo anno, per il traffico, le montagne di rifiuti, i parchi abbandonati e la mancanza di sicurezza, e ora alcuni pensano che la situazione possa peggiorare per l’arrivo di qualche decina di persone che verranno ospitate nella struttura del San Gabriele.

Al di là delle guerre e della fame che alimentano questo esodo senza fine, occorre risolvere il problema demografico e l’inettitudine e la corruzione dei governi dei paesi di partenza che sono alla base del fenomeno che spinge milioni e milioni di disperati a cercare scampo in una parte della Terra che, purtroppo, non ha i mezzi e lo spazio per contenerli tutti.

Alessandro Ranieri

A Terra Santa alunni, genitori e maestre impegnati per il decoro della scuola

18644695 10212954669969736 1482733936 n

Roma 23 maggio 2017. Tutti all’aria aperta oggi i bambini delle prime classi dell’Istituto comprensivo di via Boccea 590, per una iniziativa promossa da Legambiente cui ha aderito il neo Comitato dei genitori degli alunni.

In una festosa mattinata di sole alunni, genitori e insegnanti si sono dedicati ad abbellire i viali della scuola: ciascuno, secondo le proprie attitudini, ha contribuito a questo progetto.

Sono stati piantati fiori, decorati vasi e muri, senza tralasciare l’aspetto didattico, dato che ad ogni pianta è stata assegnata un’etichetta con la propria descrizione scientifica, il tutto con un occhio all’ambiente, dato che sono stati utilizzati materiali di riuso e riciclo.

La partecipazione è stata ampia e sentita, tanto che già si attende la prossima edizione di questa iniziativa, che è stata utile anche per sensibilizzare i soggetti competenti ad una maggiore attenzione per il decoro e la funzionalità degli spazi adibiti all’attività didattica.

I problemi lamentati da genitori e personale della scuola rimangono sempre gli stessi: il miglioramento del livello di sicurezza nei parcheggi e all’interno dell’edificio scolastico, bene le telecamere, ma occorrerebbero le sbarre alle finestre per evitare il ripetersi di furti come quello dello scorso anno, quando sono state rubate lavagne elettroniche e persino zaini dei bambini.

Un altro problema è anche lo stato dello spazio antistante la scuola con il parcheggio che, dopo diversi anni e tre giunte municipali di differenti colori, continua ad essere ancora non completamente asfaltato. Nei vialetti interni dovrebbero essere posizionati dei dossi, così da migliorare la sicurezza dei pedoni, così come dovrebbero essere poste delle sbarre alle rampe, per evitare che si introducano veicoli estranei alla scuola. 

Il 21 maggio la Giornata nazionale delle dimore storiche: aprono al pubblico castelli, conventi e giardini della Lunigiana

castello di monti

Per la prima volta apre al pubblico il Castello Malaspina a Licciana Nardi, in provincia di Massa Carrara, immerso in un bosco di lecci secolari, dove tuttora trascorre le vacanze estive un discendente dell’antica famiglia dei Malaspina.

Il castello ha una storia lunga circa 800 anni: dalle prime notizie della sua esistenza nel XIII secolo, diviene di proprietà dei Malaspina nel 1355, poi cade sotto l’assedio di Giovanni delle Bande Nere e ritorna ai Malaspina nel 1638 e poi sotto l’egida del Granducato di Toscana, subisce un importante restauro dopo il terremoto del 1920.

La sua struttura è trapezoidale: il mastio (la torre più alta) si trova all’angolo di nord ovest sul quale sono visibili gli elementi di pietra utilizzati come appoggio per l’allestimento degli apparati difensivi esterni. Le torri degli altri angoli, a differenza del mastio che è quadrato, sono rotonde, mentre l’intero perimetro è merlato e le falde del tetto sono molto ampie.

Questo e altri 10 edifici in altre città della Lunigiana, nonché i relativi giardini, sono visibili in occasione della VII Giornata Nazionale indetta dall’Associazione dimore storiche italiane, il prossimo 21 maggio dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle 14,00 alle 19,00.

Le visite sono gratuite (offerta libera e volontaria), l’appuntamento è alle 10,00 al piazzale della Stazione Ferroviaria di Pontremoli (piazzale Bruno Raschi). La prenotazione, da effettuarsi entro venerdì 19 maggio, è obbligatoria. Per informazioni i contatti sono i seguenti: 3315740114 – 3488097918 – .

Consiglio Comunale straordinario a Fiumicino su Alitalia

idisu 41

Molti esponenti politici di tutti gli schieramenti politici sono stati invitati al Consiglio Comunale straordinario di Fiumicino dello scorso 4 maggio sul tema Alitalia.

Erano presenti, tra gli altri, Barbara Saltamartini della Lega, Fabio Rampelli dei Fratelli d’Italia, Emiliano Minnucci, Marco Miccoli, Umberto Marroni del PD, Stefano Fassina di Sinistra Italiana, oltre ai “padroni di casa”, il sindaco Esterino Montino e tutti i consiglieri comunali di Fiumicino e alle parti sociali.

I lavoratori presenti, invece, non erano moltissimi, segno della disaffezione e della delusione di questi ultimi verso le istituzioni considerate, finora, in qualche modo non all’altezza della situazione.

Dai vari interventi che si sono succeduti, è emersa una volontà trasversale di salvaguardare asset strategici e punti di forza del nostro sistema economico, uno dei quali è, appunto, il trasporto aereo, essendo l’Italia un paese a forte vocazione turistica.

Sia le forze politiche, sia il sindaco Montino, sono perfettamente a conoscenza dell’impossibilità di rinazionalizzazione dell’AIitalia. Tutti sono, comunque, d’accordo sul fatto che lo Stato non possa abbandonare settori tanto importanti e, come fatto anche in altri paesi europei, dovrebbe detenere una quota, sia pure non maggioritaria, per salvaguardare interessi pubblici, altrimenti completamente alla mercè dei privati investitori, interessati soltanto al profitto.

Alcuni partecipanti, come l’on. Saltamartini, il Sindaco Montino, l’on. Rampelli, hanno ricordato anche la questione di Alitalia Maintenance Systems, rilevando l’importanza della manutenzione e revisione dei motori aeronautici, finora curata da questa società che operava a Fiumicino, per fare ripartire Alitalia.

Esposto all’Anticorruzione, alla Guardia di Finanza e alla Corte dei Conti sull’ordinanza balneare a Roma

18308793 10202931929455157 368662552 n

Il 29 aprile scorso il Comune di Roma ha approvato l’ordinanza che regola l’utilizzo delle aree demaniali in occasione della prossima stagione balneare, nella quale ci sono certamente alcuni aspetti positivi.

La gratuità dell’accesso al bagnasciuga anche per la balneazione non è una novità introdotta dall’ordinanza, però nel provvedimento si stabilisce che i cartelli apposti dai concessionari non devono essere ambigui circa la gratuità dell’accesso e del transito.

Sono introdotte anche alcune norme per facilitare le persone con disabilità e i bambini fino a 3 anni, con la previsione di fasciatoi nei bagni e appositi percorsi per le carrozzine.

Si fa chiarezza su quali siano le spiagge libere e si stabilisce che i gestori devono consentire l’utilizzo dei bagni, almeno ai disabili e ai bambini fino a 3 anni, anche se non clienti.

Però sono sorti dubbi circa la competenza del sindaco a emanare l’ordinanza, dato che la materia del demanio marittimo dal 2011 è demandata ai Municipi, e quindi, per il X che è commissariato, all’apposita commissione straordinaria, per questo l’associazione Labur – Laboratorio di Urbanistica, lo scorso 2 maggio, ha presentato un esposto all’Autorità Anticorruzione, alla Guardia di Finanza e alla Corte dei Conti.

Sottoscrivi questo feed RSS
Mostly clear

12°C

Roma

Mostly clear
Humidity: 73%
Wind: NW at 11.27 km/h
Thursday
Sunny
11°C / 22°C
Friday
Mostly sunny
10°C / 23°C
Saturday
Partly cloudy
11°C / 23°C
Sunday
Partly cloudy
12°C / 22°C