cropped roma talk radio 1

Derby Roma-Lazio, probabili formazioni: Immobile gioca, Nainggolan forse, Schick no

derbyCi sono giocatori che non vogliono perdersi partite come queste per nulla al mondo, nonostante i problemi fisici in cui sono incorsi. E’ il caso di Ciro Immobile e Radja Nainggolan. Il bomber biancoceleste, dopo aver accusato un problema nell’ultimo impegno con la Nazionale, si è subito messo a disposizione dello staff medico della Lazio per smaltire, oltre all’amarezza in azzurro, anche il fastidio alla coscia destra. Inzaghi ha aspettato sino all’ultimo allenamento per prendere una decisione definitiva e l’attaccante napoletano partirà con una maglia da titolare nel derby. In forse resta il centrocampista giallorosso che, reduce dalla lesione all’adduttore destro rimediata in Belgio, ha forzato i tempi pur di giocare la stracittadina “anche su una gamba sola”, come ha dichiarato di recente. Di Francesco, dopo la rifinitura, ha deciso di inserirlo tra i convocati, ma a differenza di Immobile, non è certo di scendere in campo dal primo minuto. Chi resta ancora ai box è Patrik Schick, giocatore che sta iniziando a preoccupare i tifosi romanisti. Dall’acquisto a caro prezzo nella sessione di mercato estiva, a scapito della Juventus, il talento ceco non è ancora pronto per tornare definitivamente in campo per problemi che, da Trigoria, assicurano non essere legati all’aritmia cardiaca scoperta a luglio. A parte gli indisponibili di lungo corso Karsdorp e Emerson Palmieri per la Roma, Anderson, Wallace, Caicedo e Di Gennaro per la Lazio, tutti gli altri sono arruolabili dai due tecnici, compresi Bruno Peres, che si è allenato regolarmente durante la pausa, e Milinkovic-Savic, tornato solo giovedì dall’impegno con la nazionale serba ma pronto a dare il suo contributo Vediamo allora le probabili formazioni:

Roma (4-3-3): Alisson; Kolarov, Fazio, Manolas, Florenzi; Strootman, De Rossi, Pellegrini; Perotti, Dzeko, El Shaarawy.
All. E.Di Francesco

Lazio (3-4-2-1): Strakosha; Bastos, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Lulic; Luis Alberto, Immobile, Milinkovic-Savic.
All. S.Inzaghi

Etichettato sotto

Calcio:la Roma e il derby delle debuttanti

DerbyC’è sempre una prima volta. Così si può sintetizzare il senso del Derby della Capitale numero 147 in Serie A. La partita, che avrà luogo sabato alle ore 18, verrà diretta dall’arbitro Rocchi, in uno Stadio Olimpico che si preannuncia sold-out. L’ultima volta che gli spettatori toccarono le 60mila unità fu nell’aprile 2010. Una sfida alla quale mai le due squadre sono arrivate con un bottino di punti comune così ricco dopo undici giornate: 55. La Lazio, forte di un inizio di stagione incoraggiante, conduce le danze nella graduatoria con una sola lunghezza di vantaggio sui cugini, altrettanto in forma nell’ultimo tour de force che ha preceduto la sosta per le nazionali. Se Inzaghi ha già dalla sua un po’ di esperienza nelle stracittadine, sarà il debutto per Eusebio Di Francesco da allenatore dei giallorossi. Lui come calciatore, specialmente nella Roma, non ha mai avuto un rapporto roseo con i biancocelesti. Il saldo contro la Lazio non è positivo: ha vinto in sole 4 occasioni, pareggiando 2 volte e perdendo ben 10 sfide. Simile è la situazione da allenatore: 2 vittorie, 1 pareggio e 5 sconfitte. La voglia di rivalsa del tecnico abruzzese è tanta, così come quella di Edin Dzeko. Il bosniaco non trova la gioia del gol dalla doppietta siglata in trasferta, a ottobre, contro il Chelsea in Champions League, a differenza del collega di reparto Immobile, che ha segnato anche nell’ultima partita giocata dai biancocelesti contro il Benevento. Con Nainggolan in forse per l’infortunio patito in nazionale, potrebbe essere la prima volta anche per Lorenzo Pellegrini, ennesimo giocatore nato nella Capitale a disputare una stracittadina in carriera vestito di giallorosso, con il desiderio di sfruttare l’occasione per conquistare un posto da titolare nelle prossime partite. Sarà proprio lui, inoltre, a sostituire un altro romano che per la prima volta non sarà della contesa, Francesco Totti. L’ex capitano della Roma si godrà lo spettacolo dalla tribuna autorità, come dirigente, accanto al direttore sportivo Monchi, anche lui all’esordio in questa sfida. Infine c’è Kolarov che di derby ne ha giocati, ma solo con la maglia biancoceleste, e che mai avrebbe creduto di dover attraversare il Tevere nella sua carriera per tornare a disputarne uno. In fondo, però, c’è sempre una prima volta. 

“World Press Photo” 2017 AL FORTE DI BARD

12 wphoto 2017

Documentare attraverso immagini espressive e veritiere, fatti, accadimenti della storia umana e sociale tra sport, attualità, costume politica, e pubblicità. ma anche scenari  dell’universo naturale tra fitte vegetazioni e diverse specie animali, è quanto descritto e immortalato dal fotogiornalismo. Un’arte :privilegiata di immediato impatto visivo ed emotivo che traccia una storia, un fatto legato alla cronaca alla cultura, allo sport. Lo scatto fotografico in particolare legato al giornalismo restituisce non solo un momento particolare proprio di quell’evento e accadimento, ma ne svela veridicità e trasparenza riuscendo, come accade in particolare nei ritratti, a cogliere sfumature emotive legate ad uno sguardo ad un sorriso e a quanto accade intorno alla stessa persona, ambiente compreso.

PICASSO ALLE SCUDERIE DEL QUIRINALE E PALAZZO BARBERINI. IL SUO VIAGGIO TRA ROMA E NAPOLI

03. PICASSO A scomporre e ricomporre la realtà e i suoi diversi aspetti in innumerevoli forme geometriche ora sovrapposte, ora intrecciate in combinazioni illogiche e idealizzate è il Cubismo che della stessa realtà coglie l’idea soggettiva entro una dimensione spazio-temporale vista nella sua totalità e unità.

Pablo Picasso, fondatore del Cubismo, movimento artistico che nel Novecento influenzerà più di altri diverse tendenze dal Futurismo al Surrealismo, dal Dadaismo all’Astrattismo, fino ad arrivare all’Informale, viene ricordato in un’importante esposizione in corso a Roma presso le Scuderie del Quirinale aperta fino al 21 gennaio 2018. L’esposizione, PICASSO.

“STORIE DI DONNE”: KERMESSE IN ROSA TRA FROSINONE E ANZIO


2 Storie di donne 3 edizione
Molte sono state le lotte portate avanti dalle donne a partire dagli anni Cinquanta del secolo scorso, per uscire dal quel ruolo subordinato rispetto alle figure maschili per decidere liberamente della propria vita. Con determinazione e coraggio le donne nel tempo hanno saputo conquistarsi gli stessi diritti degli uomini, diritti civili e sociali, tra questi il diritto al lavoro che ha loro permesso di mostrare le proprie risorse e capacità, affermandosi tanto nella politica, quanto in ambito imprenditoriale, ricoprendo ruoli che prima erano impensabili. In questi ultimi tempi le donne si stanno affermando nel campo della medicina e della scienza, ma anche in politica ricoprendo ruoli di rilievo. Così la donna si è costruita un ruolo sempre più preciso e significativo con funzioni dirigenziali ad indicare come talento e capacità possano superare qualsiasi barriera ideologica e sociale. Ma in tutto questo la donna non deve mai dimenticare la propria femminilità cui non deve rinunciare.

LA MOSTRA SU PICASSO CURATA DA OLIVER BERGGRUEN

OLIVER BERRGRUEN curatore mostra Piicasso 1

A scomporre e ricomporre la realtà e i suoi diversi aspetti in innumerevoli forme geometriche ora sovrapposte, ora intrecciate in combinazioni illogiche e idealizzate è il Cubismo che della stessa realtà coglie l’idea soggettiva entro una dimensione spazio-temporale vista nella sua totalità e unità.

Pablo Picasso, fondatore del Cubismo, movimento artistico che nel Novecento influenzerà più di altri, diverse tendenze dal Futurismo al Surrealismo, dal Dadaismo all’Astrattismo, fino ad arrivare all’Informale, viene ricordato in un importante mostra in corso a Roma  presso le Scuderie del Quirinale e Palazzo Barberini.

“UNICITA’ PER L’UNITA’” INCONTRO CON GIULIANA CONFORTO E PAOLO DE NARDIS

UNICITA PER LUNITA con G Conforto e p de nardis 17 nov 2017

Quale il senso di questa vita e i limiti concessi all’uomo in un tempo dove tutto cambia velocemente e sempre più l’umanità si porta dietro problemi come quello della scarsità di risorse e del debito? L’individuo nel cercare risposte a questi interrogativi ha iniziato a posare il proprio sguardo sulla natura, scoprendone la fragilità dovuta in gran parte allo sfruttamento delle sue risorse in seguito all’avanzare del progresso tecnologico che sempre più mette a rischio l’equilibrio dell’ecosistema di cui fa parte. Se nella Natura l’uomo agli inizi trovava armonia e spunti di riflessione, rispettandola, successivamente, in particolare nel mondo occidentale, è prevalso il bisogno di assoggettarla alle proprie necessità noncurante dei danni che avrebbe creato in seguito. Fortunatamente ancora esistono aree sulla Terra dove ritrovare spazi incontaminati in cui la mano dell’uomo non ha ancora alterato gli equilibri e la bellezza del paesaggio.

Lo sciopero dei lavoratori di Aviation Services

sheltair line service 11217759

Con lo sciopero dei lavoratori di Aviation Services della categoria handling a Fiumicino indetto da UGL e CISL lo scorso venerdì 10 novembre si è consumato un altro atto di divisione fra sindacati che speravamo di non vedere e speriamo di non più rivedere, con UGL e CISL da una parte e CGIL e UIL dall’altra.

LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “A SPASSO CON IL MAGO” DI MARCO TULLIO BARBONI

3 Micalizzi e Barboni

Marco Tullio Barboni, sulle orme della sua famiglia, con passione e impegno, si è dedicato al cinema come sceneggiatore e regista. Lo zio Leonida magistrale direttore della fotografia ed il padre Enzo cineoperatore, direttore della fotografia e regista con lo pseudonimo di E.B. Clucher autore di film western, lo hanno stimolato fin da bambino a frequentare i set ricoprendo ruoli di comparsa.

KANDINSKY→CAGE: Musica e Spirituale nell’Arte in mostra a Palazzo Magnani

4 kandinsky mostra Cage 3

L’arte di Vasilij Kandinsky padre dell’Astrattismo, entro un percorso che passa da una pittura in cui prevale la figura definita nel suo appartenere ed essere circoscritta entro un preciso spazio, alle elaborazioni geometriche in chiave astratta i cui colori ed elementi si inseriscono in un gioco di rimandi tra visibile e invisibile, realtà e immaginazione, giunge ad un nuovo modo di intendere e sentire l’arte quale processo creativo che attraverso la musica  trova nuove sinergie con cui dar vita oltre i tempo e lo spazio ad un nuovo modo di sentire la realtà e dunque le emozioni. Così anche i luoghi comuni riferiti al paesaggio e alle architetture entro la magia di suoni e melodie acquistano forme insolite, avulse da una logica precisa, diventando presenze nove e isolate quasi appartenenti ad un contesto fiabesco e onirico. Ed è proprio con il progetto del “Cavaliere Azzurro” sviluppato insieme all’amico Franz Marc intorno al 1911, che Kandinsky, procedendo  dalle combinazioni di forma e colore amplifica lo sguardo verso un rapporto tra colore e suono a creare suggestive contaminazioni e rispondenze  tra musica e arti visive. Da qui  il concetto di Spirituale nell’arte che Kandinsky individua quale espressione di una ricerca spirituale dove le immagini costruite su linee geometriche, colori vivaci ed elementi fantastici sono del tutto slegate dallo scenario oggettivo, predefinito e prevedibile.  Nel testo “Lo spirituale nell’arte” (1909) egli trattando aspetti teorici e formali dell’arte di cui sottolineava il linguaggio simbolico e l’aspetto legato alla risonanza interiore, riteneva la stessa arte essere veicolo di contenuti spirituali. Queste le sue parole: “L’arte non è questione di elementi formali, ma di un desiderio (=contenuto) interiore che determina prepotentemente la forma”.

Sottoscrivi questo feed RSS
Partly cloudy

16°C

Roma

Partly cloudy
Humidity: 53%
Wind: NNW at 11.27 km/h
Sunday
Partly cloudy
5°C / 14°C
Monday
Mostly sunny
3°C / 15°C
Tuesday
Mostly cloudy
6°C / 15°C
Wednesday
Partly cloudy
8°C / 16°C