logorcb

updated 2:00 PM CET, Nov 13, 2019
Alessandro Ranieri

Alessandro Ranieri

URL del sito web:

Le quattro forze

151141232 6eb772e9 8dc6 4431 8e3a b6356dd43bac

Quattro forze governano la materia: quella elettromagnetica, alla base dei fenomeni dell'elettricità e del magnetismo, i cui attori sono elettroni e protoni, quella nucleare "forte", che tiene insieme protoni e neutroni, ed é la base delle differenze tra i vari elementi.

Poi c'è quella nucleare "debole", in pratica la radioattività, con l'emissione di particelle di vario tipo da parte dell'atomo. Infine c'è l'attrazione gravitazionale, di qualche decina di ordini di grandezza minore della forza elettromagnetica, spiegata da Newton nella sua teoria della gravitazione universale, che si applica a tutti i corpi dotati di massa.

Questa forza, a differenza delle precedenti, è apparentemente poco intensa, basta una calamita infatti per vincere l'attrazione di tutta la Terra, ma è inesorabile e agisce anche a distanza di miliardi di anni luce, mentre le altre forze agiscono solo alle brevi distanze.

Si è scoperto recentemente che la gravitazione è veicolata dalle onde gravitazionali così come la luce, composta da onde di varia frequenza, dalle onde elettromagnetiche.

La forza di attrazione gravitazionale è la causa della formazione dei pianeti, delle stelle e di corpi di densità più elevata fino ai buchi neri.

Può aggregare materia in maniera progressiva da una nube di gas estremamente rarefatto a una stella che vivrà per miliardi di anni grazie alle reazioni atomiche di fusione nucleare innescate proprio dalla forza di gravità, passando da una stella di neutroni a un buco nero, può addirittura far scontrare galassie e ammassi di galassie fra loro.

Le sue unita di grandezza sono i miliardi di anni e i miliardi di anni luce.

La forza più "forte" é proprio quella di gravità, non si ferma mai, la sua azione non conosce limiti né temporali, né di distanza e può far collassare la struttura dell'atomo, prima distruggendo la complessa struttura degli orbitali elettronici, per poi penetrare fino al più intimo livello di composizione dell'atomo, scollando i quark uno dall'altro per arrivare a un plasma indistinto in cui anche il fotone, entità che veicola la luce, rimane intrappolato dentro e non può uscire, che è quello che succede all'interno del buco nero, la cui attrazione é tanto intensa che anche la luce viene risucchiata dentro e non può più uscire, come prima del "big bang".

A quel punto non è più possibile vedere oltre, perché la luce non passa, è il nostro orizzonte degli eventi.

Piantiamo le radici

IMG 0909 Copia 630x210

Sabato 5 ottobre alle 12,00, al parchetto di via Teulada, davanti all’ufficio del Giudice di Pace, i cittadini della Rete Civica Insieme 17, dell’ex Municipio XVII, ora confluito nel I Municipio, intendono piantare un leccio, insieme alla Presidente del Municipio e l’Assessore all’Ambiente.

L’azione, quasi un “flash mob”, simboleggia la volontà di riappropriazione di un territorio e dell’area del parco in particolare, fortemente voluta dall’amministrazione del I Municipio, dopo le numerose pulizie straordinarie insieme ai cittadini e ai volontari di Retake Roma.

Festivolare all’Aeroporto di Trento il 14 e 15 settembre

023382 volare

Il prossimo fine settimana, nei giorni 14 e 15 settembre, l’Aeroporto Gianni Caproni di Trento ospiterà la manifestazione aerea “Festivolare”, con la partecipazione, tra gli altri, di Luca Bertossio, campione mondiale di acrobazia in aliante.

Negli stessi giorni sarà possibile visitare il Museo aeronautico Caproni, con le nuove esposizioni.

Nella mattina di sabato si esibiranno parapendii, deltaplani e paramotori, per poi lasciare il campo ai paracadutisti e ad altri ultraleggeri a tre assi, come autogiri e velivoli della Pipistrel, alla pattuglia Blue Voltige, agli Yak, passando per aerei acrobatici come Sukhoi e Extra 300, per finire con il grandissimo Stearman, un aereo americano degli anni ’40, molti esemplari del quale sono perfettamente funzionanti, così come il Texan T6, pure presente alla manifestazione. Sarà possibile vedere esibizioni in volo anche di elicotteri dei vigili del Fuoco.

Non mancheranno altri velivoli in mostra statica, come gli Aermacchi, e gli stand di molte importanti realtà del settore, come l’Aero Club di Verona, l’Esercito Italiano e alcune scuole di volo della zona.

Il destino dell’Istituto scolastico “Federico Caffè”

61110705 2347317428820660 1762547586348089344 n

Una delegazione dei firmatari della petizione "Il Federico Caffè non è in vendita" ha incontrato, il giorno 21 agosto 2019, la vicesindaca Teresa Maria Zotta. All'incontro ha partecipato anche il dottor Stefano Carta del Dipartimento Risorse strumentali. L'immobile di Viale di Villa Pamphili n 86, sede legale dell'I.I.S. Federico Caffè, mantiene il vincolo di destinazione scolastica e a tutt'oggi non esiste un atto contrario del Consiglio Metropolitano. Questa affermazione ribadita più volte, nel corso dell'incontro, dalla vicesindaca Zotta e dal dottor Carta è sicuramente un elemento di chiarezza e consente lo svolgimento del prossimo anno scolastico 2019-2020 in modo sereno dando la necessaria certezza e tranquillità a tutta la comunità scolastica del Federico Caffè, che erano alla base della petizione. I firmatari riconoscono la fermezza con la quale la vicesindaca Zotta ha fugato ogni dubbio sulla vicenda della destinazione d’uso scolastica dell’edificio di Viale di Villa Pamphili n 86. Nello stesso tempo la vicesindaca ha ricordato che da parte del Bambin Gesù esiste una manifestazione d'interesse ad acquistare questo immobile. Su questo punto l'Amministrazione ha formulato alcune ipotesi che sono ancora oggetto di studio e di approfondimento da parte dell'Amministrazione stessa. In ogni caso gli attuali studenti, quasi 1.300, e i futuri avranno le loro aule nelle sedi già esistenti. Ciò vuol dire che non ci sarà nessun trasferimento di parte del Federico Caffè in altre zone del Municipio 12. L'impegno ribadito è un punto qualificante della petizione, in accordo con la mozione già deliberata, all'unanimità, in sede di Consiglio Municipale 12 il 30 maggio 2019. In conclusione i firmatari hanno convenuto di mantenere i contatti per qualsiasi sviluppo della situazione.

Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore