logorcb

updated 2:00 PM CET, Nov 13, 2019
Manuela Rella

Manuela Rella

Direttore Responsabile

URL del sito web:

Teatro: tutti pazzi per la Greasemania

grease 1Tutti pazzi per la GREASEMANIA! In Italia, il musical di Jim Jacobs e Warren Casey, prodotto da Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi, in più di 20 anni sui palcoscenici di ogni Regione, è un fenomeno che si conferma ogni sera, con più di 1.800 repliche per oltre 1.870.000 spettatori a teatro e torna in tour nei principali teatri italiani nella stagione 2019/2020: si parte il 15 novembre per un weekend all’insegna del tutto esaurito al Teatro Vaccaj di Tolentino (sede storica di Compagnia della Rancia), per poi arrivare al Teatro Olimpico di Roma, dove GREASE ha festeggiato le 1000 repliche nel 2008, dal 19 novembre al 1 dicembre. Seguono tante altre città in tutta Italia (tour completo su grease.musical.it) per poi concludere la stagione al Teatro della Luna di Milano dal 12 marzo al 5 aprile 2020.

Campidoglio:viaggio della Memoria 2019 ad Auschwitz, Birkenau e Neuengamme

EbreiPer non dimenticare l’orrore dell’Olocausto Roma Capitale organizza il “Viaggio della Memoria” nei campi di sterminio di Auschwitz, Birkenau e Neuengamme.

Il viaggio, dal 3 al 6 novembre, è organizzato in collaborazione con la Comunità Ebraica di Roma e con la Fondazione Museo della Shoah per promuovere e stimolare percorsi di riflessione e di studio a beneficio dei ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado. Partecipano 29 istituti scolastici per un totale di 145 tra studenti e docenti.

Ad accompagnare gli studenti e le studentesse delle scuole, partiti oggi da Roma, è la Sindaca di Roma Virginia Raggi, insieme ai sopravvissuti ai campi di concentramento Sami Modiano e Andra Bucci. Al Viaggio della Memoria parteciperanno anche l’Assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì, la Presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello, il Presidente della Fondazione Museo Shoah Mario Venezia.

Anche quest’anno il viaggio farà tappa ad Amburgo. La visita al campo di Neuengamme e alla ex scuola Bullenhuser Damm, introdotta per la prima volta nella precedente edizione, vuole ricordare la tragedia di 20 bambini uccisi dopo essere stati sottoposti ad esperimenti medici dalle SS. Tra di loro il piccolo Sergio De Simone, di appena 7 anni.

“Roma non dimentica. Anche quest’anno il Viaggio della Memoria nei luoghi della Shoah, insieme agli studenti e agli insegnanti delle scuole romane, rappresenta un motivo per avvicinarsi ad una delle più grandi tragedie della Storia. La partecipazione e la testimonianza dei sopravvissuti ai campi di concentramento, Sami Modiano e Andra Bucci, a cui rivolgo il mio ringraziamento, è un motivo di arricchimento per i giovani, di riflessione e di memoria collettiva. Vogliamo sconfiggere la paura, le parole d’odio, il razzismo con la conoscenza e la cultura, con la grande fiducia che nutriamo nelle giovani generazioni. Sono per tutti un segno concreto di speranza”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

“Il progetto Viaggio della Memoria rappresenta uno dei cardini della collaborazione tra amministrazione e scuole romane, con particolare attenzione al tema della storia. Il mio grazie va a dirigenti e insegnanti, attraverso il cui impegno, insieme alla collaborazione della Comunità ebraica romana e della Fondazione Museo Shoah, gli studenti possono conoscere e giudicare in maniera approfondita una delle pagine più buie del Novecento. La Storia è un pilastro del percorso formativo individuale, perché offre strumenti critici essenziali per affrontare il presente. Per questo proseguiremo nel rafforzamento dei progetti dedicati agli studenti, che rispondono sempre con grande entusiasmo e partecipazione” , spiega l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì.




            

  • Pubblicato in Roma
  • 0

Campidoglio, Cinecittà rilancia il polo cinematografico

CinecittàValorizzazione degli Studi di Cinecittà attraverso il recupero della vocazione di luogo di produzione cinematografica di interesse pubblico. Questo l’obiettivo della delibera di Giunta capitolina approvata oggi che punta alla ridefinizione delle funzioni insediabili nel compendio cinematografico con il rilancio della missione pubblica di Cinecittà, cancellando gli indirizzi che negli ultimi anni avevano invece dato un impulso ad attività complementari che con il cinema avevano poco a che vedere. Roma Capitale, insieme all’Istituto Luce, ha quindi aggiornato il piano di assetto che ripristina le funzioni originarie, permette di realizzare superfici utili alle attività cinematografiche e recuperare volumetrie tutelate anche dall'inserimento all’interno della Carta della Qualità, con la demolizione dei manufatti precari presenti nel comprensorio, l’eliminazione delle previsioni di volumetrie a vocazione commerciale e ricettiva precedentemente previste e la garanzia di una destinazione che punti esclusivamente al potenziamento di attività collegate all’audiovisivo. Un indirizzo fondamentale per favorire e facilitare l’attrattività di Cinecittà nei confronti delle produzioni cinematografiche nazionali e internazionali che potranno tornare a girare nei teatri di posa rinnovati. Tutto grazie a una forte collaborazione tra enti a regia pubblica.

"L'industria cinematografica e dell'audiovisivo è un importantissimo settore della vita economica e culturale di Roma. Questa delibera, che viene dopo il successo della Festa del Cinema e del Mercato Internazionale dell'Audiovisivo, conferma l'impegno strategico di Roma Capitale per migliorare le condizioni che consentono a questo importantissimo settore di mantenersi e di crescere sempre più a livello di eccellenza mondiale. Un provvedimento che in questa giornata acquista un particolare valore visto che oggi a Cinecittà è stato inaugurato il Miac, il Museo italiano dell'audiovisivo e del cinema" dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi. 

"Il ritorno in mano pubblica di Cinecittà registra oggi due avvenimenti importanti: l'inaugurazione del Museo italiano dell'audiovisivo e del cinema, e la delibera che la Giunta capitolina con cui viene stabilito che i volumi edificabili all'interno del comparto di Cinecittà non sono più destinati ad attività di ricettività alberghiera e commerciali, come era accaduto in favore della proprietà privata precedente, ma con il rientro in mano pubblica di Cinecittà vengono destinati alla realizzazione degli spazi per le attività produttive dell'ente”, aggiunge l’assessore all’Urbanistica Luca Montuori.

  • Pubblicato in Roma
  • 0
Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore